Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Riforma del lavoro e articolo 18
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9578
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 26 Mar 2012 18:33    Oggetto: Rispondi citando

Bastardone ha scritto:
«Non ho mai trovato un ventenne che mi chiedesse la conservazione dell’articolo 18»
Matteo Renzi sindaco di Firenze

Questo dovrebbe essere il futuro della sinistra.
Poveri i nostri padri che hanno lottato per le riforme sociali, stiamo regredendo economicamente, moralmente e socialmente.


Straquoto! Applause Applause Applause Applause

"Per fortuna" che mio padre è morto e si è risparmiato questa cocente delusione ma ora, certamente, si rivolterà nella tomba. Crying or Very sad
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 26 Mar 2012 22:57    Oggetto: Rispondi citando

robpaso ha scritto:
...Quello che non soddisfa per niente, che i Re normalmente muoiono per conto loro.


Su, su. Non ti scoraggiare. Pensa a Luigi XV. Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato
madvero
Amministratore
Amministratore


Registrato: 05/07/05 20:42
Messaggi: 19291
Residenza: Ero il maestro Zen. Scrivevo piccole poesie Haiku. Le mandavo a tutti via e-mail.

MessaggioInviato: 27 Mar 2012 01:16    Oggetto: Rispondi citando

janez ha scritto:
L'articolo 18 protegge il lavoratore dal licenziamento per giusta causa, il che vuol dire che abolendolo si decide PER LEGGE che si può licenziare per INGIUSTA CAUSA.

son tutte interpretazioni...
è sempre GIUSTA CAUSA, solo è riferito alle tasche del datore di lavoro anzichè ai diritti del lavoratore.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
robpaso
Mortale devoto
Mortale devoto


Registrato: 20/12/09 17:12
Messaggi: 9

MessaggioInviato: 27 Mar 2012 08:54    Oggetto: Rispondi citando

normalmente..i re hanno goduto dei loro privilegi..prima di togliere il disturbo (così anche Luigi XV) , quindi, il loro scopo è stato raggiunto! Poi, che l'abbiano fatto per un minuto o di più poco cambia, nel contesto di una vita o dell'eternità!
I servi, invece, a che scopo hanno tradito la loro ..classe?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Blind Guardian
Semidio
Semidio


Registrato: 26/07/07 14:23
Messaggi: 497
Residenza: Frankfurt

MessaggioInviato: 27 Mar 2012 12:00    Oggetto: Re: SI all'ABOLIZIONE dell'art.18 Rispondi citando

Edoa ha scritto:
Come mai si è sempre detto che in Italia assumere significa sposare il dipendente? forse questo detto è un pò riduttivo ma spiega bene il concetto - Come può una persona sana di mente, con un'azienda che ha già 15 dipendenti, che ha già un sacco di problemi tra fiscalità aggressiva, giustizia lenta, difficoltà a riscuotere e quindi a pagare, etc, ad assumere se crede che questo modo di pensare corrisponda al vero? Forse l'abnormr percentuale di piccole aziende che abbiamo rispetto agli altri paesi dipende anche da questo capestro -


Eh tu vuoi fare il furbazzo da strapazzo, ma se vuoi riversare la tua incapacità imprenditoriale sui tuoi dipendenti, allora caro mio mi devi dare come minimo il 25% in più sullo stipendio di un dipendente fisso. Perché il destino dell'imprenditore che per sua natura deve saper correre dei rischi e pagare quando sbaglia vale meno di zero se messo a confronto del destino del dipendente (o almeno così dovrebbe essere in una società sana e giusta)...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 27 Mar 2012 13:36    Oggetto: Rispondi citando

Io non sono un "difensore" dell'articolo 18.
Ma che ce ne facciamo di una società che, mentre affonda nella sua... immondizia, si divide in discussioni sull'articolo 18?
Abolire l'art.18 non può salvarci dalla rovina, conservarlo nemmeno. Shocked Confused

Piuttosto, ghigliottiniamo un po' di banchieri, politici ed altri affaristi legati.
Facciamo pagare la passata evasione fiscale a chi più ne ha approfittato.
Stataliziamo le banche. Dematerializziamo la moneta. Se ogni centesimo è tracciato per tutta la sua esstenza, dal momento che può solo girare tra conti correnti di banca di stato, come la fanno più l'evasione fiscale?
Poi, togliamo pure l'art.18 ed introduciamo altri ammortizzatori sociali. Oppure, chissà? Ci si può inventare qualcos'altro.
Top
Profilo Invia messaggio privato
madvero
Amministratore
Amministratore


Registrato: 05/07/05 20:42
Messaggi: 19291
Residenza: Ero il maestro Zen. Scrivevo piccole poesie Haiku. Le mandavo a tutti via e-mail.

MessaggioInviato: 27 Mar 2012 23:50    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
come la fanno più l'evasione fiscale?


inventando delle associazioni non profit che percepiscono tante donazioni?

comunque concordo sul fatto che discutere di articolo 18 come parte della soluzione della mancanza di lavoro per i giovani sia una boiata.
dicono che vogliono risolvere il problema dell'occupazione interinale/a progetto/varie ed eventuali...

eh, ma è facilissimo.
prendi e fai un decreto attuativo che dica "tutti quelli he hanno lavorato presso lo stesso sostituto di imposta per 10 mesi su 12 nel precedente esercizio finanziario, sono assunti a tempo indeterminato (con tre anni in prova) a partire dal 1° gennaio 2012."

risolto.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 28 Mar 2012 00:50    Oggetto: Rispondi citando

@madvero
Citazione:
inventando delle associazioni non profit che percepiscono tante donazioni?


Dovrebbe comunque presentare delle complicazioni ed una smascherabilità che porterebbe in ogni caso ad una forte riduzione del fenomeno e, di conseguenza, ad una più ristretta categoria di soggetti economici aventi la opportunità dell'evasione fiscale e quindi ad una molto più facile lotta all'evasione fiscale.
Non dimenticare che ho ipotizzato un tale sistema in un dopo rivoluzione, quindi non nello stesso "clima" odierno.
Per cui, alla fine, il risultato sarebbe di quasi estinzione del fenomeno.

Innovazioni sinergiche se ne possono fare.
Solo per fare un esempio, andrebbe ufficializzata nella nuova costituzione europea la condanna del "consumismo" come forma di schiavismo. Infatti, il consumismo non sta nel consumo in senso lato, o nella presenza di 100mila articoli al supermercato, ma in una strategia che fa leva sui consumi, manipolandoli ed esasperandoli, allo scopo di sfruttare la popolazione e che si esprime come suo mezzo principale nello straripamento della pubblicità commerciale al di fuori dei suoi canali naturalmente legittimi. Straripamento che è diventato parte integrante dell'ambiente in cui la gente è stata abituata a vivere e sembra una cosa normale, mentre è una forma di abuso che andrebbe vietata. Quindi, la pubblicità commerciale andrebbe confinata, per legge costituzionale, a:
- Insegne e vetrine dei negozi nei quali gli articoli sono in vendita.
- Cataloghi e fiere commerciali.
- Pubblicazioni specializzate che svolgono un ruolo esplicito di estensione del discorso delle fiere e dei cataloghi commerciali.
In questo modo si bonificherebbe un bel po' l'ambiente, riducendo di molto quel particolare inquinamento che è dato dal continuo bombardamento di messaggi pubblicitari.

Associamo anche il passaggio dal diritto al voto elettorale, a quello legislativo e la bomba è moltiplicata. Cioè, i parlamenti provvedono alla elaborazione formale delle proposte di legge, ma il voto finale spetta ai cittadini.

Mettere insieme innovazioni come quelle che ho detto è pensabile solo in un contesto di rivoluzione, perchè esse stesse avrebbero un impatto molto forte. Non si tratta di una trasformazione indolore, anzi, i piedi pestati sarebbero parecchi. Ma in una rivoluzione si ammazza anche e perciò si può anche innovare.
Top
Profilo Invia messaggio privato
madvero
Amministratore
Amministratore


Registrato: 05/07/05 20:42
Messaggi: 19291
Residenza: Ero il maestro Zen. Scrivevo piccole poesie Haiku. Le mandavo a tutti via e-mail.

MessaggioInviato: 28 Mar 2012 20:18    Oggetto: Rispondi citando

mah, senti, zievatron...
facciamo una cosa. parlo proprio fuori dai denti.
per stavolta cancella la scritta sotto il nick, togli amministratore e metti troll.
così dico quel che penso preciso preciso.

qua in italia rompon tutti i coglioni che non è il momento di alzar la testa, che bisogna star buoni e far dei sacrifici, che bisogna utilizzare mezzi leciti per esprimere il proprio dissenso... secondo me ancora due mesi e le banlieue di banlieue 13 (il film) sembreranno il sogno americano, al confronto.

lascia perdere la rivoluzione.
qua in italia c'è la chiara volontà di fottersene ampiamente di diritti e doveri costituzionali, civili e morali. sembriamo l'italia nel 1858, migliaia di staterelli pieni di re e la massa che muor di fame per pagare balzelli ai ricchi che ingrassano sempre più. a breve faremo un salto indietro nel tempo nella francia del 1788 e ciao.

io ancora ci arrivo a fine mese. a casa lavoriamo entrambi, e le bocche da sfamare sono appunto due.
praticamente sono una benestante.
ma il 40% degli italiani raschia il barile. per mantenere agli studi figli che comunque entreranno nel mercato del lavoro a trent'anni. per uscirne a cinquanta.
siamo lì lì, eh?

e la pubblicità... via, che te ne frega? quella io la chiamo selezione naturale. se sei così bestia da fare le tue scelte di vita sulla base del martellamento mediatico, sei un minus habens e la società non ha bisogno di te. l'evoluzione naturale e la selezione della specie garantiscono la non continuità del tuo patrimonio genetico.
è giusto.
crepa.

ma gli italiani non sono minus habens.
la maggioranza degli italiani il cervello ce l'ha, e i coglioni sotto pure.
prima o poi, spero in un cambio di rotta.
apro la finestra, e vedo piazzale loreto.
gran bella piazza. sai com'è, abito a milano, mica è colpa mia se la finestra di casa dà su una piazza piena di smog.
tutto sommato, non sto dicendo niente di male, giusto?

beh, se ho detto qualcosa di male me ne scuso.
sono stata mal interpretata.
sarà colpa della stampa comunista.
e poi io non ero nemmeno in casa in questo momento, si vede che qualcuno ha postato a nome mio a mia insaputa. forse per due terzi di quello che scrivo.
d'altra parte io a casa ci resto solo un paio d'ore per dormire, che ne so io di chi c'è in casa mia?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 28 Mar 2012 22:14    Oggetto: Rispondi citando

Madvero!
Se scrivi post così incoerenti cosa posso replicare? Shocked

Posso solo darti un suggerimento.
Fa più attenzione alle cose che fumi o bevi Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ermengarda Categna
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 31/03/08 15:20
Messaggi: 2414
Residenza: torino

MessaggioInviato: 29 Mar 2012 09:06    Oggetto: Rispondi citando

madvero ha scritto:
qua in italia rompon tutti i coglioni che non è il momento di alzar la testa, che bisogna star buoni e far dei sacrifici, che bisogna utilizzare mezzi leciti per esprimere il proprio dissenso... secondo me ancora due mesi e le banlieue di banlieue 13 (il film) sembreranno il sogno americano, al confronto.

lascia perdere la rivoluzione.
qua in italia c'è la chiara volontà di fottersene ampiamente di diritti e doveri costituzionali, civili e morali. sembriamo l'italia nel 1858, migliaia di staterelli pieni di re e la massa che muor di fame per pagare balzelli ai ricchi che ingrassano sempre più. a breve faremo un salto indietro nel tempo nella francia del 1788 e ciao.

io ancora ci arrivo a fine mese. a casa lavoriamo entrambi, e le bocche da sfamare sono appunto due.
praticamente sono una benestante.
ma il 40% degli italiani raschia il barile. per mantenere agli studi figli che comunque entreranno nel mercato del lavoro a trent'anni. per uscirne a cinquanta.
siamo lì lì, eh?

e la pubblicità... via, che te ne frega? quella io la chiamo selezione naturale. se sei così bestia da fare le tue scelte di vita sulla base del martellamento mediatico, sei un minus habens e la società non ha bisogno di te. l'evoluzione naturale e la selezione della specie garantiscono la non continuità del tuo patrimonio genetico.
è giusto.
crepa.

ma gli italiani non sono minus habens.
la maggioranza degli italiani il cervello ce l'ha, e i coglioni sotto pure.
prima o poi, spero in un cambio di rotta.
apro la finestra, e vedo piazzale loreto.
gran bella piazza. sai com'è, abito a milano, mica è colpa mia se la finestra di casa dà su una piazza piena di smog.
tutto sommato, non sto dicendo niente di male, giusto?

beh, se ho detto qualcosa di male me ne scuso.
sono stata mal interpretata.
sarà colpa della stampa comunista.
e poi io non ero nemmeno in casa in questo momento, si vede che qualcuno ha postato a nome mio a mia insaputa. forse per due terzi di quello che scrivo.
d'altra parte io a casa ci resto solo un paio d'ore per dormire, che ne so io di chi c'è in casa mia?



Quoto quasi tutto, a parte Piazzale Loreto, dal momento che dalla mia finestra non lo vedo bene (sai, Torino e` lontana...).

Sono abbastanza vegliarda da aver visto bene gli anni '70; se ne sente ancora la puzza, ma allora l'economia non era male in arnese come oggi e anche l'operaio, con scandalo delle varie Contesse, poteva permettersi di volere il figlio dottore, e di averlo. Oggi, nella stessa puzza, sembra che ci siano Contesse che ci voglionorimettere al nostro posto, plebe eravate e plebe dovete tornare.

Non sono di indole violenta e non mi auguro di sicuro le barricate per strada: la pace sociale e` confortevole e confortante. Tuttavia, non so per quanto potra` tenere, se si continua ad umiliare cosi` il mitico 99%.

Che resta da dire, se non teniamoci per mano in questi giorni tristi?
Top
Profilo Invia messaggio privato
madvero
Amministratore
Amministratore


Registrato: 05/07/05 20:42
Messaggi: 19291
Residenza: Ero il maestro Zen. Scrivevo piccole poesie Haiku. Le mandavo a tutti via e-mail.

MessaggioInviato: 29 Mar 2012 22:48    Oggetto: Rispondi citando

ieri sera ero in modalità troll (dai, stasera anche Very Happy) però seriamente...
oltre a tenerci per mano, prima di farci abbattere anche la costituzione...
organizziamoci.
stiliamo giù un testo e raccogliamo 5 milioni di firme (anzichè 500.000).
dai.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Ermengarda Categna
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 31/03/08 15:20
Messaggi: 2414
Residenza: torino

MessaggioInviato: 30 Mar 2012 01:12    Oggetto: Rispondi citando

io ci sono TapTap
Top
Profilo Invia messaggio privato
madvero
Amministratore
Amministratore


Registrato: 05/07/05 20:42
Messaggi: 19291
Residenza: Ero il maestro Zen. Scrivevo piccole poesie Haiku. Le mandavo a tutti via e-mail.

MessaggioInviato: 30 Mar 2012 22:17    Oggetto: Rispondi citando

e vedo con piacere che hai già la penna in mano.

Ahrahr Ahrahr Ahrahr

son mesi che penso a sta cosa della raccolta di firme... ma per qualcosa che serva davvero, e non la solita vittoria di pirro.
mi son fatta una pensata, in effetti...

via, mi rollo una sigaretta e vi sharo l'idea.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
madvero
Amministratore
Amministratore


Registrato: 05/07/05 20:42
Messaggi: 19291
Residenza: Ero il maestro Zen. Scrivevo piccole poesie Haiku. Le mandavo a tutti via e-mail.

MessaggioInviato: 30 Mar 2012 22:59    Oggetto: Rispondi citando

ancora ci sto pensando su (se sia una buona idea o un'altro dei miei progetti da mettere nel dimenticatoio).
anche perchè son seria, dovessi raccogliere un minimo di consensi, mi attivo.

premetto che io sono profondamente schifata dall'italia, dovunque mi volti vedo cose che non funzionano, che andrebbero cambiate radicalmente...
anche se in italia siamo sessanta milioni e passa, e quindi la stragrande maggioranza delle persone è retta, onesta, lavora bene, dà il massimo per la società.
per forza.
è matematica questa, non opinione politica.

torno in tema.

secondo me c'è da cambiare tutto. c'è da cambiare il sistema, è quello che non funziona.
io vedo la gestione dello stato alla stregua della gestione di una famiglia: bisognerebbe tagliare il superfluo per star bene un po' tutti.
in casa, quando mancano i soldi, si saltano le vacanze, non ci si compra il cappotto nuovo, ma si fa comunque la spesa alimentare, si pagano le bollette e si va dal medico.

la gestione dello stato per me va al rovescio proprio.

va cambiata.

a partire dalla costituzione.
lo dico proprio io che ho raccolto mila volte le firme per salvarla...

oddio, la costituzione della repubblica a mio avviso è perfetta (basterebbe attenervisi), solo contiene qualche piccola omissione perchè, nel contesto storico, era lapalissiano (in alcuni casi molto opportuno) non mettere nero su bianco alcuni dettagli.

il problema è che non vedo il modo di organizzare una revisione costituzionale a partire dal basso, e più rileggo l'articolo 138 e più mi convinco che non si può fare.

Citazione:
Le leggi di revisione della Costituzione e le altre leggi costituzionali sono adottate da ciascuna Camera con due successive deliberazioni ad intervallo non minore di tre mesi, e sono approvate a maggioranza assoluta dei componenti di ciascuna Camera nella seconda votazione.
Le leggi stesse sono sottoposte a referendum popolare quando, entro tre mesi dalla loro pubblicazione, ne facciano domanda un quinto dei membri di una Camera o cinquecentomila elettori o cinque Consigli regionali. La legge sottoposta a referendum non è promulgata, se non è approvata dalla maggioranza dei voti validi.
Non si fa luogo a referendum se la legge è stata approvata nella seconda votazione da ciascuna delle Camere a maggioranza di due terzi dei suoi componenti.


la mia proposta di revisione costituzionale è questa.
la faccio breve breve.

il numero di deputati, senatori e ministri è fissato rispettivamente in 50, 30 e 20 persone (numeri a 2 cifre, non ho sbagliato a digitare).
vengono eletti direttamente dal popolo, uno per uno.
chiunque può candidarsi: deve solo presentare all'atto della domanda un curriculum vitae (sintetico), fedina penale pulita, programma (sintetico).

insomma, per qualunque posto di lavoro bisogna far valutare il proprio curruculum al datore di lavoro... perchè il popolo sovrano non deve poter avere il curriculum dei suoi rappresentanti?

l'idea di fondo è che poche persone, investite di una così seria responsabilità, eletti sul serio dal popolo... lavorerebbero seriamente per il bene della comunità.
perchè poche teste prendono decisioni migliori e più ponderate di grandi masse.
perchè le facce di cento persone se le possono ricordare benissimo tutti, e i rappresentanti del popolo dovrebbero rispondere sul serio al popolo.
perchè migliaia di persone, protette dall'anonimato, hanno il coraggio di tagliare le pensioni dei poveracci... cento persone magari hanno il coraggio di tagliare i privilegi. tipo i rimborsi per i costi della politica.
perchè...

beh, se vi interessa ne discutiamo.

e comunque un pochino di soldi si risparmierebbero, no?
solo di spese sanitarie (=estetiche, dati della ragioneria dello stato e non miei) sono milioni di euro in meno.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 31 Mar 2012 00:26    Oggetto: Rispondi citando

Continua! Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato
madvero
Amministratore
Amministratore


Registrato: 05/07/05 20:42
Messaggi: 19291
Residenza: Ero il maestro Zen. Scrivevo piccole poesie Haiku. Le mandavo a tutti via e-mail.

MessaggioInviato: 02 Apr 2012 21:38    Oggetto: Rispondi citando

più che continuare... proviamoci.
mi servono degli autenticatori già solo per raccattar le firme.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 02 Apr 2012 21:53    Oggetto: Rispondi citando

Potresti considerare questa strategia:

Ti iscrivi sia al Movimento 5 Stelle, sia al Partito Pirata.
Presenti e sostieni la tua proposta in entrambi.
E vediamo come va! Very Happy

Chissà? Si potrebbe arrivare ad una coalizione dei due e si potrebbe riuscire a farli gonfiare di voti e così stravolgere lo status quo politico. Non sarebbe male. Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato
madvero
Amministratore
Amministratore


Registrato: 05/07/05 20:42
Messaggi: 19291
Residenza: Ero il maestro Zen. Scrivevo piccole poesie Haiku. Le mandavo a tutti via e-mail.

MessaggioInviato: 02 Apr 2012 22:04    Oggetto: Rispondi citando

ehm... ho frequentato un pochino il movimento a 5 stelle ma...
vorrei più fatti.
sono sempre incartata mentalmente sul fatto che la proposta, anche raccolte le mila firme, vada approvata da quelli che vorrei (vorremmo) cacciare a calci nel...
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 02 Apr 2012 22:42    Oggetto: Rispondi

Dunque, non resta che cercare di smuovere un po' la scena politica.
E cosa la smuoverebbe meglio di una coalizione "Pirati a 5 Stelle"? Very Happy

Sempre se si riesce a gonfiarli di voti.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo
Pagina 2 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi