Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Ragazza violentata, filmata e ricattata: due arresti a Crema
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Privacy
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 08 Nov 2012 17:34    Oggetto: Ragazza violentata, filmata e ricattata: due arresti a Crema Rispondi citando

Leggi l'articolo Ragazza violentata, filmata e ricattata: due arresti a Crema
I carabinieri arrestano due venticinquenni che avevano violentato una ragazza di 17 anni e minacciavano di postare sul web il video della violenza.
Top
{Mero}
Ospite





MessaggioInviato: 10 Nov 2012 18:59    Oggetto: Rispondi citando

Se prediligono il sesso estorto con la violenza e il ricatto, nel posto dove li manderanno (mi auguro per 10 anni)avranno sicuramente pane per i loro denti.
Trovandosi pero' dall'altra parte magari capiranno profondamente che cio' che hanno fatto e' male.
E mi auspico MOLTO male.
Top
crescendo63
Eroe
Eroe


Registrato: 10/04/06 04:19
Messaggi: 51
Residenza: Torino

MessaggioInviato: 11 Nov 2012 00:23    Oggetto: Rispondi citando

Cioè, questi tizi prima compiono un REATO, e poi vogliono postare le PROVE pubblicamente?!? Shocked
Ma quanto sono dementi? Rolling Eyes

Magari tutti i criminali fossero così svegli, ne rimarrebbero in giro ben pochi... Confused
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 11 Nov 2012 01:13    Oggetto: Rispondi citando

Condivido gli auspici di Mero.

Ma ho dei dubbi sull'affermazione di crescendo63 che... "ne rimarrebbero in giro ben pochi."

L'aspetto fondamentale della questione è che un'episodio così rappresenta una punta estrema del fenomeno per cui gli stronzi, mascalzoni, farabutti, pervertiti e che altro sono, non solo sono in aumento, ma diventano anche sempre più strafottenti. Le contromisure sono sempre più lacunose e poco credibili. Si "aspettano" di farla franca facilmente o, quantomeno, di cavarsela con poco.
Il punto è che si sentono nel proprio territorio, si sentono i "ben integrati" in questa società degradata.
Top
Profilo Invia messaggio privato
crescendo63
Eroe
Eroe


Registrato: 10/04/06 04:19
Messaggi: 51
Residenza: Torino

MessaggioInviato: 11 Nov 2012 01:35    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Condivido gli auspici di Mero.

Pure io. Twisted Evil

Citazione:
L'aspetto fondamentale della questione è che un'episodio così rappresenta una punta estrema del fenomeno per cui gli stronzi, mascalzoni, farabutti, pervertiti e che altro sono, non solo sono in aumento, ma diventano anche sempre più strafottenti.

Non credo siano in aumento, quanto diventano meno "furbi" e più "visibili". Un secolo fa erano pochi i criminali così arroganti da mettersi in mostra.

Citazione:
Le contromisure sono sempre più lacunose e poco credibili.

Affatto. In generale (ci sono sempre eccezioni), le forze dell'ordine sono più efficienti di un tempo.
E infatti qs dementi li hanno beccati.
Non molto tempo fa i crimini sessuali erano più sottovalutati e meno perseguiti.

La differenza è, come dici tu, nella presunzione di cavarsela... presunzione che spesso (almeno per co...ni di qs tipo), è illusoria.
Forse tipi così hanno visto troppi film tipo "Fast & Furious" o giocato troppo a "Grand THeft Auto", e pensano che la vita sia un videogioco... Rolling Eyes
ma tipi così vengono mazzuolati molto presto.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
Roberto1960
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 21/01/08 00:39
Messaggi: 1168
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 11 Nov 2012 08:16    Oggetto: Rispondi citando

Zievatron ha scritto:

L'aspetto fondamentale della questione è che un'episodio così rappresenta una punta estrema del fenomeno per cui gli stronzi, mascalzoni, farabutti, pervertiti e che altro sono, non solo sono in aumento, ma diventano anche sempre più strafottenti.
Le contromisure sono sempre più lacunose e poco credibili. Si "aspettano" di farla franca facilmente o, quantomeno, di cavarsela con poco.
Il punto è che si sentono nel proprio territorio, si sentono i "ben integrati" in questa società degradata.

Sono molto d'accordo! Applause

Vorrei condividere l'opinione più ottimistica di crescendo63 ma non mi pare supportata dai fatti.
Non solo il crimine, TUTTO, è in netto aumento malgrado gli innegabili progressi delle forze dell'ordine, ma a me pare addirittura che questa nostra scassatissima società stia man mano perdendo anche gli "anticorpi culturali" verso la delinquenza.

Basti pensare che fazioni politiche che difendono sfacciatamente comportamenti illeciti se non addirittura criminali, e si adoperano in ogni modo per sminuire ed ostacolare il lavoro della Magistratura, hanno incredibilmente avuto un supporto massiccio dalla gente.

La matrice culturale degli evasore fiscale è la stessa dei criminali descritti nell'articolo (anche se ovviamente i reati sono di ben diversa rilevanza).
Purtroppo l'Italia è la terra dei furbetti individualisti, che vedono "l'altro" soprattutto come "pollo da spennare" e non come membro della stessa collettività.

Questa tendenza non si invertirà fino a quando non si capirà che la maggiore efficienza a individuare i crimini non basta: è necessario anche sanzionarli più duramente.
Ad esempio ai "campioni" dell'articolo se provassimo a fargli fare una ventina d'anni di galera, senza sconti, poi sarei curioso di vedere quanti altri campioni se la sentono di fare altre "imprese eroiche", tipo stuprare ragazzine e poi ricattarle!
Top
Profilo Invia messaggio privato
RICO747
Mortale pio
Mortale pio


Registrato: 03/10/05 13:05
Messaggi: 27
Residenza: (Ita)

MessaggioInviato: 11 Nov 2012 11:22    Oggetto: Rispondi citando

Sono perfettamente in sintonia con Roberto1960; anzi direi che se li mettessero in galera e BUTTASSERO via la chiave, probabilmente questi delinquenti capirebbero che qualcosa sta finalmente cambiando nel nostro "beneamato" sistema giuridico.
Top
Profilo Invia messaggio privato
GrayWolf
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 03/07/05 16:24
Messaggi: 2325
Residenza: ... come frontiera i confini del mondo...

MessaggioInviato: 11 Nov 2012 11:47    Oggetto: Rispondi citando

RICO747 ha scritto:

Sono perfettamente in sintonia con Roberto1960; anzi direi che se li mettessero in galera e BUTTASSERO via la chiave, probabilmente questi delinquenti capirebbero che qualcosa sta finalmente cambiando nel nostro "beneamato" sistema giuridico.


anch'io sono d'accordo e...
a costo di passare per aguzzino, inquisitore, estremista, tiranno, suggerirei:

Castrazione chimica nei casi più "leggeri".

Castrazione come si fa con gli asini [tenaglie] nei casi più gravi.

Purtroppo però nello sfacelo di questa società che ci circonda, sarebbe sicuramente operata una strumentalizzazione e si
innescherebbe un "avvitamento" della pena e del castigo;
della serie: "chi controlla il controllore?"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 11 Nov 2012 12:23    Oggetto: Rispondi citando

Sempre di galera più o meno lunga e dura si parla.
Questo, per me è un errore.

Ci si richiama ad una idea della giustizia come punizione del malfattore, il quale, avendo malfatto, deve penare, cioè, deve pagare.
La vita come grande supermercato:
- Bicicletta = XX Euro
- TV color = XXX Euro
- Rapina = X anni di galera
- Stupro = XX anni di galera

Per me, l'idea corretta come principio, anche se comporta problemi pratici ben maggiori della gestione del supermercato, è di cercare di capire dove c'è da tentare di attuare un recupero di una persona che presenta il vizio di violare delle regole che la società si è data (parcheggia in divieto di sosta, se ne infischia di norme di sicurezza, evade il fisco, vuole farsi giustizia da solo, etc., etc.) e dove c'è un male più profondo.
Anche nel primo ambito, il tentare di recuperare una persona ad un comportamento socialmente valido non può essere illimitato, ma occorre che sia ponderato e congruente con la salvaguardia della società e delle persone socialmente sane.
Perciò, nei casi da recupero, l'idea della punizione-carcere è molto scadente, perchè non credo sia il modo migliore di recuperare qualcuno. Nei casi a cui non si applica più un tentativo di recupero, è del tutto incongrua. A voler essere congrui, in questi casi non resta che o escludere dal territorio, o eliminare fisicamente.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Bunips
Semidio
Semidio


Registrato: 30/11/07 14:19
Messaggi: 203
Residenza: Bolzano

MessaggioInviato: 11 Nov 2012 12:36    Oggetto: Rispondi citando

personalmente metterei le Loro foto in internet.
dopo sarebbero Gianni e Pinotto ad avere il timore di uscire di casa.. altro che indulto e amnistia!
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 11 Nov 2012 12:44    Oggetto: Rispondi citando

Perfeziono quì il messaggio precedente, perchè non sono riuscito ad editarlo in tempo. Razz Razz Razz

... dove c'è un male più profondo.
Anche nel primo ambito, il tentare di recuperare una persona ad un comportamento socialmente valido non può essere illimitato, ma occorre che sia ponderato e congruente con la salvaguardia della società e delle persone socialmente sane.
Perciò, nei casi da recupero, l'idea della punizione-carcere è molto scadente, perchè non credo sia il modo migliore di recuperare qualcuno. In questi casi, i provvedimenti congrui possono essere:
- risarcitori = pagamento danni e spese
- precauzionali = esclusione da ruoli di responsabilità secondo il caso
- sanzionatori = multe ed opere di ammenda di entità moderata.
- riabilitativi = richiesta, vincolante, ma senza coazione materiale, di seguire programmi di rieducazione indicati.
Chi se ne infischia perchè è cosa da poco, se ne infischierà comunque e rientra negli altri casi.
Nei casi a cui non si applica più un tentativo di recupero, la punizione-carcere è del tutto incongrua. A voler essere congrui, in questi casi non resta che o escludere la persona dal territorio, o eliminarla fisicamente.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 11 Nov 2012 12:52    Oggetto: Rispondi citando

@ Bunips
Ma loro ne sarebbero contenti ed orgogliosi?
Mica ragionano come te! Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
Bunips
Semidio
Semidio


Registrato: 30/11/07 14:19
Messaggi: 203
Residenza: Bolzano

MessaggioInviato: 11 Nov 2012 14:50    Oggetto: Rispondi citando

Sicura?
io non mi fiderei a mettere il naso fuori casa senza scorta.
perché ci sarebbero un.sacco di ammiratori pronti a riempirli di applausi .. in faccia!
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
crescendo63
Eroe
Eroe


Registrato: 10/04/06 04:19
Messaggi: 51
Residenza: Torino

MessaggioInviato: 11 Nov 2012 16:55    Oggetto: Rispondi citando

Roberto1960 ha scritto:
Non solo il crimine, TUTTO, è in netto aumento

Errore.
Mediamente, i crimini sono in calo rispetto al passato.
Però la loro percezione è amplificata, vuoi perché c'è molta + informazione, vuoi perché i media fanno da "cassa di risonanza" (il clamore vende).

Roberto1960 ha scritto:
a me pare addirittura che questa nostra scassatissima società stia man mano perdendo anche gli "anticorpi culturali" verso la delinquenza.

Non cadere nell'errore di idealizzare il passato; anche le società più "civili", hanno sempre avuto la loro porzione di crimine.
E', semplicemente, nella natura umana.

Roberto1960 ha scritto:
La matrice culturale degli evasore fiscale è la stessa dei criminali descritti nell'articolo (anche se ovviamente i reati sono di ben diversa rilevanza).

Pas d'accord.
- L'evasore fiscale è - spesso - parte del sistema (e infatti i maggiori sono ben integrati nel sistema stesso), un "furbo";
- il violentatore è una "anomalia" estranea al sistema (e infatti la maggior parte vengono scoperti), un malato psichico, un minorato.

Roberto1960 ha scritto:
Purtroppo l'Italia è la terra dei furbetti individualisti

Su qs devo essere d'accordo.
IMO, l'individualismo è il male maggiore del'Italia. Manchiamo di senso civico.

Roberto1960 ha scritto:
Questa tendenza non si invertirà fino a quando non si capirà che la maggiore efficienza a individuare i crimini non basta: è necessario anche sanzionarli più duramente.

Illusione smentita da fatti e ricerche: dove vigono pene + dure, la criminalità non diminuisce.

Qs perché, semplicemente, nella maggior parte dei casi chi delinque non lo fa "a freddo" (ragionando su rischi e conseguenze), ma "a caldo", d'impulso, non pensando a quel che accadrà (vedi ll caso dei violentatori).
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
fuocogreco
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 26/07/12 05:14
Messaggi: 2227

MessaggioInviato: 11 Nov 2012 18:07    Oggetto: Rispondi citando

Son d' accordo con te che generalmente ultimamente i crimini diminuiscono perchè c' è più informazione .

Sono d' accordissimo quando dici che l' inasprimento delle pene non è un deterrente per questo genere di crimini. Questi individui agiscono inconsapevolmente e a caldo senza sapere poi le conseguenze dei loro crimini. Penso che in passato il sesso femminile era messo molto peggio di adesso . Le donne stesse non avevano il coraggio di denunciare giustamente i soprusi sessuali mentre ora lo fanno di più.
Top
Profilo Invia messaggio privato
linguist
Semidio
Semidio


Registrato: 09/02/08 22:27
Messaggi: 449
Residenza: ITALIA ma vorrei essere altrove, davvero non qui.

MessaggioInviato: 11 Nov 2012 18:11    Oggetto: Rispondi citando

crescendo63 ha scritto:
Cioè, questi tizi prima compiono un REATO, e poi vogliono postare le PROVE pubblicamente?!? Shocked
Ma quanto sono dementi? Rolling Eyes [...]


Chiederselo è semplicemente ridondante. Chi commette un crimine è di per sè demente. Conservarne le prove è solo una ulteriore prova della demenza congenita che li caratterizza. Gli uomini diventano sempre più stupidi, basta vedere cosa ci accade intorno.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 11 Nov 2012 19:07    Oggetto: Rispondi citando

Per la questione statistica in relazione al passato, bisognerebbe prima intendersi sulla scala dei tempi a cui ci si vuole riferire.
Parlare degli unltimi 40 anni è diverso che parlare degli ultimi 400 anni.
Potrebbe benissimo essere, dico per fare un esempio, che negli ultimi 40 anni ci sia stato un aumento di criminalità generale, oppure di alcune varietà di comportamenti criminali, mentre sulla scala di 400 anni ci sia stata una diminuzione.

Non ho la pretesa di sapere come stiano le cose in merito, ma servirebbero degli studi statistici molto attendibili. Già ignoro quanto bene possano riuscire i tentativi di studio statistico del fenomeno criminoso negli ultimi decenni, per i quali sicuramente si fanno, e sarei molto cauto nei loro confronti. Ma se vogliamo spingerci a valutazioni sui secoli passati come si fa ad ottenere statistiche attendibili? Sono particolarmente scettico in merito.

Mi sembra difficile appurare se è in atto un processo evolutivo importante sul fenomeno criminoso, con effetti progressivi e relativamente stabili nei tempi lunghi, oppure se ci sono solo delle oscillazioni d'epoca.
Top
Profilo Invia messaggio privato
crescendo63
Eroe
Eroe


Registrato: 10/04/06 04:19
Messaggi: 51
Residenza: Torino

MessaggioInviato: 12 Nov 2012 01:57    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Per la questione statistica in relazione al passato, bisognerebbe prima intendersi sulla scala dei tempi a cui ci si vuole riferire.

Io prendo in considerazione i tempi "moderni" (dagli anni '50 in poi - che poi sono quelli che riguardano buona parte di noi che ne parliamo).
Paragoni con tempi più remoti, seppur interessanti, sono viziati da condzioni sociali molto diverse, e metodi di indagine meno affidabili.

Citazione:
Non ho la pretesa di sapere come stiano le cose in merito, ma servirebbero degli studi statistici molto attendibili

Senza voler approfondire troppo, già qs pagina di Wikipedia è piuttosto informativa (e pare abbastanza documentata): link (mi scuso con chi non conosce l'inglese, ma le fonti anglosassoni appaiono quasi sempre migliori di quelle nostrane)

Vediamo che, negli USA, i crimini hanno - mediamente - raggiunto un picco tra gli anni '80 e '90, declinando in seguito.
Gli omicidi sono al loro minimo dal 1964. Anche lo stupro è in diminuzione nell'ultimo ventennio.

Se ben ricordo, qs tendenze sono presenti anche in Italia.
Per chi ne dubita, vorrei ricordare gli anni '70, non a caso definiti "anni di piombo", dove atti terroristici e rapine clamorose erano piuttosto frequenti.

Ma allora, come mai si tende a pensare che le cose vadano sempre peggio?
Semplicemente, perché ci affidiamo più alle ns emozioni che ai fatti.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail
ant_villani
Semidio
Semidio


Registrato: 06/07/05 07:19
Messaggi: 214
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 12 Nov 2012 10:10    Oggetto: Rispondi citando

E' vero che i reati sono in dimunizione, effetto forse di una accresciuta forma di controllo da parte delle forze dell'ordine, ma questo vale solo per i crimini di un certo tipo, che solo ora vengono considerati tali.

Tale è che lo stupro, alla luce dei fatti, è riconosciuto tale solo da qualche decennio a questa parte.

L'emancipazione femminile, il riconoscimento alla sua autodeterminazione, la collocazione dell'universo femminile nel suo giusto contesto ha finalmente elevato questo reato e di conseguenza la "punizione" è adeguata all'atrocità.

Purtroppo questo vale solo per una parte del mondo, il cosidetto mondo civile, se non sbaglio le percentuali per circa il 60% della popolazione mondiale questo non vale, senza arrivare alle sfigurazioni fatte con l'acido di una certa parte di mondo o agli infanticidi commessi solo per il fatto di essere stata concepita come donna (leggi Cina) ma lo stupro è tollerato se non addirittura ammesso.

E se nel mondo civile gli omicidi di donne da parte di mariti, ex, molestatori etc. etc. è un bollettino di guerra posso solo immaginare cosa succeda da in altri paesi dove questi reati nemmeno vengono considerati tali. Quando ripenso che fino a qualche decennio fa' in Italia era tollerato il delitto d'onore e che abbiamo impiegato un secolo per liberarcene mi viene un un amaro in bocca e, alla Charlie Brown, di fermare il mondo per scendere.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zorro
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 23/08/05 08:56
Messaggi: 1111
Residenza: Torino

MessaggioInviato: 12 Nov 2012 15:24    Oggetto: Rispondi

@Tolardo

Perchè hai pubblicato questo post?


Oldgack
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Privacy Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi