Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Franco Bernabè e la libertà vigilata
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Privacy
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 25 Nov 2012 14:00    Oggetto: Franco Bernabè e la libertà vigilata Rispondi citando

Leggi l'articolo Franco Bernabè e la libertà vigilata
Il presidente di Telecom Italia e i pericoli della libertà nella società dell’informazione.


Franco Bernabè
Top
Kalandra
Dio minore
Dio minore


Registrato: 17/10/05 09:58
Messaggi: 775

MessaggioInviato: 25 Nov 2012 19:56    Oggetto: Rispondi citando

commovente!
soprattutto questo, per la contraddizione:
(riporto dall'articolo)

Citazione:
Non solo, Google e Facebook ci richiedono e ricevono da noi sempre più dati personali, che poi vogliono sfruttare, ma non danno le stesse garanzie di tutela e buona gestione della privacy che invece le società di telecomunicazioni sono tenute a dare e danno.



ora, qui si è conservata un'antica mail con la tin, pur avendo da anni la connessione con altro gestore.
chissà come mai nella mail della tin - mai comunicata, per esempio, alla "National geographic" - arrivano offerte pubblicitarie che appellano confidenzialmente per nome il titolare dell'antica connessione "tin".

quindi, cosa intende con "garanzie di tutela e buona gestione della privacy"?

la più recente, del 22 u.s.:

Top
Profilo Invia messaggio privato
{Antonio}
Ospite





MessaggioInviato: 27 Nov 2012 07:54    Oggetto: Rispondi citando

I citati costi di manutenzione e sviluppo che google e facebook non pagano sono pagati dagli utenti.
Se non ci fossero i contenuti nessuno pagherebbe 16 euro al mese per l'adsl o per lo smartphone.
Top
{Rex}
Ospite





MessaggioInviato: 27 Nov 2012 11:34    Oggetto: Rispondi citando

Bernabè, se non avesse subito lo scippo di Colaninno/D'Alema avrebbe mantenuto Telecom su alti livelli, pur con un accordo con Deutsche. Oggi comanda una piccola Telecom, che si deve barcamenare tra gli attacchi di un'agguerrita, anche ancora poco sostenuta da Agcom (ma qualcosa mi dice che anche lì stanno cambiando i rapporti di forza e di schieramento). Poco coraggioso nelle azione di responsabilità nei confronti dei dirigenti che hanno depauperato l'azienda, Bernabè sembra orientato, anche lui, a colpire il fenomeno del P2P.
Top
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 27 Nov 2012 14:45    Oggetto: Rispondi citando

Ancoraaa!!! Rolling Eyes

Quanto ci metteranno a capire che il p2p lo devono tutelare?!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zorro
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 23/08/05 08:56
Messaggi: 1111
Residenza: Torino

MessaggioInviato: 27 Nov 2012 14:54    Oggetto: Rispondi citando

Continuo a ripetere sino alla noia che Franco Bernabè è il miglior manager pubblico/privato italiano oggi in circolazione.
IMHO

@Kalandra

se ritieni ci sia violazione segnala all'autorità, è la cosa migliore che puoi fare

Oldgack
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
dagda
Dio minore
Dio minore


Registrato: 16/05/06 10:20
Messaggi: 630
Residenza: Eporediae Taurinensis

MessaggioInviato: 27 Nov 2012 15:25    Oggetto: Rispondi citando

...il miglior manager Italiano... che tristezza Crying or Very sad
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kalandra
Dio minore
Dio minore


Registrato: 17/10/05 09:58
Messaggi: 775

MessaggioInviato: 27 Nov 2012 17:26    Oggetto: Rispondi citando

Zorro ha scritto:

@Kalandra

se ritieni ci sia violazione segnala all'autorità, è la cosa migliore che puoi fare

Oldgack


appunto, se sulla mail di "tin" (con intestazione di fantasia) arrivano offerte da terzi che chiamano per nome anagrafico chi fu il titolare della connessione telecom, c'è violazione?
se sì, di chi?
o dare ai "partner" commerciali queste informazioni è considerato un diritto?
avevo citato apposta quella frase dall'articolo, perché lo fa sembrare prassi comune, al di là delle singole volontà dell'utenza:

Citazione:
Non solo, Google e Facebook ci richiedono e ricevono da noi sempre più dati personali


fra l'altro, anche all'epoca della connessione con telecom, si trattava di un numero non sull'elenco.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zorro
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 23/08/05 08:56
Messaggi: 1111
Residenza: Torino

MessaggioInviato: 28 Nov 2012 10:02    Oggetto: Rispondi citando

@Kalandra

Se Telecom SpA ha ceduto a terzi i tuoi dati personali (indirizzo email è un dato personale) senza un tuo consenso espresso secondo quanto previsto dal decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196 c'è violazione.

A tale scopo è previsto che il consenso sia espresso dopo aver ricevuto adeguata informazione sull'utilizzo che si intende fare dei dati, come ad esempio la cessione a terzi, e di ciò deve esserci documentazione adeguata.

Per un dato personale - ma non sensibile - come l'indirizzo email non è necessaria la forma scritta del consenso, quindi è sufficiente che tu abbia cliccato su un campo di tipo Flag/spunta in una pagina web, ad esempio nel procedura di apertura dell'account di posta elettronica.

Se proprio vuoi levarti la curiosità denuncia la violazione al garante, sarà a questo punto Telecom SpA che dovrà dare prova dell'esistenza del tuo consenso.


Oldgack
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Kalandra
Dio minore
Dio minore


Registrato: 17/10/05 09:58
Messaggi: 775

MessaggioInviato: 28 Nov 2012 14:04    Oggetto: Rispondi

Zorro ha scritto:
@Kalandra
[..]
A tale scopo è previsto che il consenso sia espresso dopo aver ricevuto adeguata informazione sull'utilizzo che si intende fare dei dati, come ad esempio la cessione a terzi, e di ciò deve esserci documentazione adeguata.

Per un dato personale - ma non sensibile - come l'indirizzo email non è necessaria la forma scritta del consenso, quindi è sufficiente che tu abbia cliccato su un campo di tipo Flag/spunta in una pagina web, ad esempio nel procedura di apertura dell'account di posta elettronica.
[..]


Ti ringrazio per l'esauriente spiegazione.
dire ora, dopo parecchi anni, se mai è stato cliccato qualche flag o simili, è difficile anche se raro è stato l'accesso alla mail dal sito, dato che viene scaricata con un client.
riguardo al trattamento dei dati, il consenso è sempre stato solo quello indispensabile, tipo la fatturazione.

la cosa buffa è che quella mail è mia, l'ho sempre usata io, e naturalmente fra le corrispondenze effettuate c'è chi sa il mio nome, quindi un sempre possibile "aggancio esterno" (anche a opera di qualche bot in altre mail) dovrebbe essere con questo ma le "offerte confidenziali" non arrivano a mio nome bensì con quello di chi era il titolare della connessione.

di solito neppure le apro e mai concedo visualizzazioni dei contenuti bloccati, eliminandole direttamente (anche l'ultima).
ma alla prossima potrei proprio fare ciò che consigli, se non altro proprio per approfondire l'andazzo.

ancora grazie
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Privacy Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi