Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
immigrazione: la strada è una sola
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Politica e dintorni
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
fuffo
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 02/09/05 18:28
Messaggi: 101
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 31 Lug 2018 22:13    Oggetto: Rispondi citando

Perbacco, R16, ma che in città vivi? Nella classe di mia nipote (evidentemente sono un po' più grande di voi) in un quartiere di Roma medio-borghese, c'era solo un ragazzino cinese, su 15 alunni/alunne (classe non full-time, fanno solo 2 turni interi alla settimana, quelle dei "più poveri"). E comunque, non è che qualche cogli1 di dirigente scolastico ha formato classi-ghetto dove isolare la gran parte di bambini stranieri? Sarebbe una delle più grosse stupidaggini che può fare la scuola: ho visto ragazzi cinesi in un quartiere multietnico come Esquilino (dove ci sono più negozi di cinesi ed indiani, bengalesi ecc.) chiacchierare tra loro in PERFETTO dialetto romanesco, poi rivolgersi ai genitori (in negozi di abbigliamento cinese) in cinese (perché i genitori hanno qualche problema a imparare l'italiano) , e poi confrontarsi con altri gruppi in inglese, che a me pareva molto buono. Cioè, l'integrazione era ben riuscita.
Condivido integralmente quanto ha scritto Maary79: la rabbia degli italiani maltrattati da questo sistema economico, è facile scaricarlo sugli stranieri, integrati o no: il loro stile di vita (degli italiani) è danneggiato dalla mancanza di disponibilità di denaro? (capita anche a me, che il mio reddito mensile vada tutto speso nel mese, e le vacanze ce le sogniamo) ma sicuramente non me la prendo con il ragazzo senegalese o afgano che probabilmente sta peggio di me, preferisco incazzarmi ad es. con il venditore di abbigliamento o di calzature o di pesce che si lamenta "Ahi, quante tasse mi estorce lo Stato!" ma so per certo che ha almeno 5 appartamenti in città e al suo paese umbro, più la casa di mare dove va in estate e quella montana dove va a sciare in inverno ... ebbene, sarà una rivendicazione obsoleta di classe, ma i miei "nemici" non sono proprio gli africani che ripeto NON POSSONO LAVORARE a causa della legge Bossi-Fini, ma sono gli italiani che, sì lavorano, ma hanno la possibilità legittima di non pagare le tasse e i contribuiti previdenziali, e si lamentano pure, perché quando andranno in pensione avranno un reddito minimo con il quale in teoria non si può campare ... quando hanno tesaurizzato la gran parte dei loro guadagni, in immobili, BPT e CCT italiani, conti esteri ecc.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 6519

MessaggioInviato: 01 Ago 2018 16:25    Oggetto: Rispondi citando

R16, ti capisco, e hai ragione, non dovrebbero accadere queste cose. Le classi dovrebbero essere miste, ed essendo in Italia, la maggior parte degli alunni dovrebbe essere italiana casomai.
Tutti guardiamo i dati a livello nazionale, ma non si guardano mai i dati a livello locale. Può accedere che troppi stranieri vengano raggruppati in una zona, e molto meno in un'altra. Probabilmente perchè la zona ha o aveva molto lavoro.
Ci sono stati altri casi di zone di proprietà di stranieri, Prato è dei cinesi ad esempio.
Come al solito, chi gestisce i comuni non gestisce bene, o guarda solo alle palanche!
Rolling Eyes

Anche dove abito io le classi sono miste, vicino a Ferrara, in genere in una classe di 20 bambini 12-15 sono italiani e il resto nazionalità mista (non solo arabi).
A Ferrara, dove lavoro, a contatto con scuole (elementari, medie e superiori), devo dire che c'è un po' di ghettizzazione, alcune scuole hanno quasi la metà straniera, tutte scuole vicino alle zone popolari, ma non ci sono quartieri arabi o cinesi, o di altre nazionalità, sono zone con appartamenti popolari, ma sono quartieri misti.
Top
Profilo Invia messaggio privato
fuffo
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 02/09/05 18:28
Messaggi: 101
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 03 Ago 2018 23:13    Oggetto: Rispondi citando

da la Repubblica, 3 agosto 2018 link

Trentatré episodi di aggressioni a sfondo razzista da quando il governo Salvini - Di Maio si è insediato, tre solo nelle ultime ore; porti chiusi e criminalizzazione delle Ong; ruspe sui campi rom e una narrazione costante e diffusa che parla di invasione, sostituzione etnica, pericolo immigrazione: qualcuno ha deciso di non restare in silenzio e mostrare che esiste anche un'Italia che rifiuta tutto questo, rivendica lo stato di diritto e sostiene l'inclusione sociale come valore assoluto.
Per questo oggi stato lanciato - e ha già raccolto più di 200 adesioni in tutta Italia - il manifesto "Inclusione per una società aperta", ideato e promosso dai consiglieri regionali del Lazio Alessandro Capriccioli, Marta Bonafoni, Paolo Ciani, Mauro Buschini e Daniele Ognibene e rivolto a tutti gli amministratori locali che rifiutino "la retorica dell'invasione e della sostituzione etnica, messa in campo demagogicamente al solo scopo di ottenere consenso elettorale, dagli imprenditori della paura e dell'odio sociale; rifiutino il discorso pubblico di denigrazione e disprezzo del prossimo e l'incitamento all'odio, che nutrono una narrazione della disuguaglianza, giustificano e fanno aumentare episodi di intolleranza ed esplicito razzismo", col fine di costruire "una rete permanente che, dato l'attuale contesto politico, affronti il tema delle migrazioni e dell'accoglienza su scala nazionale a partire dalle esperienze e dalle politiche locali, con l'obiettivo di opporsi fattivamente alla deriva sovranista e xenofoba che sta investendo il nostro paese", come si legge nell'appello diffuso quest'oggi.
"In Italia viviamo una situazione senza precedenti", ha spiegato Alessandro Capriccioli, capogruppo di +Europa Radicali durante la conferenza stampa di lancio dell'appello insieme ai colleghi Paolo Ciani, Marta Bonaforni e Marietta Tidei. "Attraverso una strategia quasi scientifica è stato imposto un racconto sull'immigrazione che alimenta l'odio e lo sfrutta per ottenere consensi. Questo manifesto si rivolge agli amministratori locali che affrontano sul campo il tema dell'immigrazione con risultati virtuosi che spesso smentiscono quel racconto, ed è uno strumento per formare una rete istituzionale che potrà diventare un interlocutore autorevole e credibile in primo luogo di questo Governo, dettando indicazioni, strategie e proposte".
Paolo Ciani, capogruppo di Centro Solidale, ha sottolineato come "questa narrazione distorta sta portando a un imbarbarimento della nostra società. Gli episodi di questi giorni rappresentano solo la punta dell'iceberg di un atteggiamento diffuso: sappiamo tutti che esistono degli istinti bassi che appartengono a tutti gli esseri umani e che, se trovano una loro legittimazione nelle istituzioni, diventano un problema". Marietta Tidei, consigliera regionale del Pd ha posto l'attenzione sul fatto che "oggi viene raccontato solo il brutto dell'immigrazione, ma noi siamo qui per dire che c'è anche molto che ha funzionato: il programma Sprar è un esempio virutoso", mentre la capogruppo della Lista Civica Zingaretti Marta Bonafoni ha sottolineato come ciò che conta sia "la quantità e la pronta risposta che stiamo avendo: la distribuzione geografica ci dice che c'è un'altra italia, che con questo appello diventa una rete istituzionale che si pone come interlocutrice del Governo".
Oltre al Presidente della regione Lazio hanno già sottoscritto l'appello Beppe Sala, sindaco di Milano, Federico Pizzarotti, sindaco di Parma, Luigi De Magistris, sindaco di Napoli e più di 200 tra assessori e consiglieri regionali, sindaci, presidenti di municipi e consiglieri comunali e municipali da ogni parte d'Italia.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 6519

MessaggioInviato: 05 Ago 2018 14:23    Oggetto: Rispondi citando

Le statistiche danno i reati xenofobi in aumento già dapprima che si insediasse Salvini in governo.
I giornali vanno a periodi. Per un po' c'è la violenza contro le donne, poi contro i bambini, poi contro i gay, e adesso contro gli stranieri.

Le statistiche valgono. In linea di massima... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
R16
Moderatore Sicurezza
Moderatore Sicurezza


Registrato: 07/03/08 21:58
Messaggi: 9736

MessaggioInviato: 05 Ago 2018 18:59    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
Citazione:
Le statistiche danno i reati xenofobi in aumento già dapprima che si insediasse Salvini in governo.

Sono in aumento in tutta l'Europa, specialmente nei paesi dell'Est (Bulgaria, Polonia, Slovacchia) non solo in Italia.
Per quanto riguarda i "buonisti" potrebbero dare l'esempio portandosi a casa loro, un paio di immigrati clandestini a testa.
Se avanzano posto, possono portarsi quelli che sono nelle patrie galere che sono un terzo del totale. (un detenuto su tre ).
Adesso "qualcuno" dirà che sono un razzista......certo....per spirito di conservazione, posso essere razzista.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Giunone
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 21/02/13 08:49
Messaggi: 4106

MessaggioInviato: 06 Ago 2018 13:06    Oggetto: Rispondi citando

R16 ha scritto:
...Adesso "qualcuno" dirà che sono un razzista......certo....per spirito di conservazione, posso essere razzista.


Il razzismo NON c'entra un tubo! L'immigrazione incontrollata NON è bontà ma FOLLIA PURA!

Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 6519

MessaggioInviato: 07 Ago 2018 15:03    Oggetto: Rispondi

Che l'immigrazione incontrollata sia un problema è chiaro a tutti.
In genere, l'immigrazione è una risorsa solo dove l'offerta di lavoro abbonda.

Se c'è crisi economica lavorativa, nuovi immigrati sono un peso, oltre che un pericolo per la sicurezza.
Inoltre, crisi lavorativa, abbondanza di disperati, va a braccetto con lo sfruttamento, il caporalato, e violenze di ogni tipo.

Io sono del parere, di chi c'è, c'è', dapprima della crisi. Gli altri...prima risolvano il problema lavoro, poi si pensi ai nuovi immigrati, a mandarli dove serve, con tutti i diritti al pari di chiunque altro.

Per il discorso guerre, tempo fa avevo detto la mia...
Gli occidentali dovrebbero andare nelle zone devastate dalla guerra, ricostruire, dare supporto militare per mettere in sicurezza la gente, in cambio potrebbero avere da quei paesi materie prime.
Il tutto controllato a dovere in modo che non ci siano i soliti approfittatori economici, ma anche i soliti disfattisti (ribelli, con a capo l'ennesimo esaltato).

Tanto ci vuole a mettersi d'accordo?
Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Politica e dintorni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi