Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
La batteria con 800 km di autonomia per auto elettriche
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 15 Mar 2020 15:06    Oggetto: La batteria con 800 km di autonomia per auto elettriche Rispondi citando

Leggi l'articolo La batteria con 800 km di autonomia per auto elettriche
L'ha inventata Samsung ed è anche più sicura di quelle attuali.


 

 

Segnala un refuso
Top
franz
Dio minore
Dio minore


Registrato: 25/05/05 16:12
Messaggi: 776
Residenza: Lac Majeur

MessaggioInviato: 15 Mar 2020 22:09    Oggetto: Rispondi citando

Parlo da ignorante in materia ma chiedo: 1.000 cicli di ricarica non sono un po' pochi? Dove si posizionano in merito le batterie di Tesla ad esempio?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 15 Mar 2020 22:24    Oggetto: Rispondi citando

@Franz
1000 cicli per 800 km di autonomia fanno 800.000 km di percorrenza, molto di più della vita dell'auto.
Top
silver57
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 04/06/14 09:36
Messaggi: 88
Residenza: Genova

MessaggioInviato: 15 Mar 2020 23:58    Oggetto: Rispondi citando

franz ha scritto:
Parlo da ignorante in materia ma chiedo: 1.000 cicli di ricarica non sono un po' pochi? Dove si posizionano in merito le batterie di Tesla ad esempio?


Mah... se è vero che forniscono una autonomia di 800km con una ricarica, 1000 cicli di ricarica dovrebbero permettere di percorrere 800.000km, fossero anche solo la metà sarebbe già un miracolo Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato
franz
Dio minore
Dio minore


Registrato: 25/05/05 16:12
Messaggi: 776
Residenza: Lac Majeur

MessaggioInviato: 16 Mar 2020 07:12    Oggetto: Rispondi citando

in effetti avevo fatto un conto di 1000 sulla base dei 365 gg/anno ma giustamente 1000x800 è un bel numero : )
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 16 Mar 2020 15:52    Oggetto: Rispondi citando

1000 cicli non sono pochi, Tesla non ha batterie diverse dalgi altri, sono le classiche 18650 che ci sono anche nei computer portatili. Per adesso i miracoli li ha fatti uno 2000 anni fa, mentre di ciarlatani ce ne sono in giro tanti. Nel cellulare hai la stessa tecnologia ti fa più di 1000 ricariche senza che l'autonomia non crolli?
Top
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1745
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 16 Mar 2020 18:52    Oggetto: Rispondi citando

{utente anonimo} ha scritto:
@Franz
1000 cicli per 800 km di autonomia fanno 800.000 km di percorrenza, molto di più della vita dell'auto.


Calcolo teorico... quanti aspettano di essere a secco prima di fare un pieno, anche ora che con i carburanti ci voglioni minuti e non nottate? Nella realtà le batterie dureranno certamente meno dei cicli teorici, come accade per quelle dei nostri devices.

Comunque 800Km di autonomia si avvicina abbastanza a quanto serve per superare lo scoglio della ricarica, con le attuali autonomie se hai un'auto elettrica hai di fatto un range di azione prudenziale di 150-200Km, se non vuoi rischiare di doverti fermare per ore al ritorno.
Top
Profilo Invia messaggio privato
colemar
Semidio
Semidio


Registrato: 17/08/10 23:44
Messaggi: 393

MessaggioInviato: 16 Mar 2020 19:47    Oggetto: Rispondi citando

Dunque il nuovo accumulatore (non batteria) Samsung ha il doppio della densità energetica rispetto agli attuali accumulatori al litio.
La densità si intende in Joule/m^3 (energia/volume) oppure in Joule/Kg (energia/massa)?
Di solito dovrebbe essere una densità volumetrica, quindi ipotizziamo che sia Joule/m^3.

Poi ci dicono che il nuovo accumulatore è molto più compatto (cioè più piccolo) degli accumulatori al litio.
Più compatto? Ma a parità di cosa? Sembra logico supporre che sia a parità di energia.
Ma allora questa affermazione non dice nulla di nuovo. Siccome abbiamo detto "a parità di volume ha maggiore energia" allora sapevamo già che "a parità di energia ha un volume minore".

E non do la colpa al giornalista, scommetto che la velina del marketing proponeva i due vantaggi come fossero indipendenti e contemporanei.
Mah...
Top
Profilo Invia messaggio privato
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1745
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 16 Mar 2020 20:05    Oggetto: Rispondi citando

colemar ha scritto:
Siccome abbiamo detto "a parità di volume ha maggiore energia" allora sapevamo già che "a parità di energia ha un volume minore".

E non do la colpa al giornalista, scommetto che la velina del marketing proponeva i due vantaggi come fossero indipendenti e contemporanei.


Qualunque affermazione se ripetuta con insistenza diventa vera, o almeno si pianta bene in testa... come quelli che dicono noi non rubiamo, noi siamo onesti. Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato
francescodue
Dio minore
Dio minore


Registrato: 26/09/08 10:00
Messaggi: 504

MessaggioInviato: 17 Mar 2020 00:19    Oggetto: Rispondi citando

La cosa più interessante è che si sono sbilanciati con una data.
Questo significa che effettivamente vedremo auto elettriche (e perché non camion?) sostituire quelle a benzina/gasolio entro pochi anni?
Certamente quelle nuove, ma a due condizioni: il costo non deve essere fuori linea con il mercato (a pensarci, con lo sviluppo di questi anni, un'auto elettrica, batteria esclusa, dovrebbe costare molto meno di una tradizionale), e le stazioni di ricarica devono essere abbondanti.
A parte questo, dopo anni che diversi ricercatori promettono tante cose, ora forse si può accendere un lumicino di speranza.
Top
Profilo Invia messaggio privato
{umby}
Ospite





MessaggioInviato: 17 Mar 2020 09:59    Oggetto: Rispondi citando

Bisogna poi valutare in quante ore si ricarica...
Oggi col carburante liquido, fai il pieno in pochi minuti ed i distributori sono ad ogni sputo di strada.
Mi ricordo parecchi, tanti anni fa, quando mio padre aveva una fiat 1100 a gas, e che ad ogni viaggio lungo doveva pianificare i punti di rifornimento e sopportare lunghe code nei pochi distributori esistenti allora...
Top
janez
Semidio
Semidio


Registrato: 07/12/11 15:24
Messaggi: 328

MessaggioInviato: 17 Mar 2020 11:25    Oggetto: Rispondi citando

800 km con "un pieno" è già abbastanza.
Il numero delle ricariche pure.
Io ho la mia auto dal gennaio 2012, faccio solo rifornimenti col pieno, e fino ad oggi, che sono più di 9 anni, ho fatto 231 rifornimenti (e si! li conto, non mi date per matto, tengo una statistica sui miei consumi).

Per me rimane comunque sempre il problema dei tempi di ricarica.
Una volta che ti serve di urgenza l'auto non puoi aspettare la ricarica lunga, mentre un pieno di gasolio, benzina, gas, ... lo fai in 5 minuti.

Potrei essere utopistico, ma forse potrebbe funzionare se al rifornimento ti sostituiscono la batteria.
Come si faceva una volta con le bottiglie di vetro del latte, ti porto il vuoto e mi prendo il pieno ...
Certo le auto dovrebbero essere progettate per questa possibilità, ...
Magari è fantascienza.
Top
Profilo Invia messaggio privato
francescodue
Dio minore
Dio minore


Registrato: 26/09/08 10:00
Messaggi: 504

MessaggioInviato: 17 Mar 2020 21:38    Oggetto: Rispondi citando

@ janez
Ricordo di aver letto la notizia (anni fa e forse proprio su questo sito) di una soluzione come da te prospettato.
Con l'auto arrivavi in una stazione di rifornimento, mettevi l'austo sulla piazzola e un sistema meccanico faceva il cambio in meno di cinque minuti.
Non ricordo se fosse solo un prototipo o se avessero fatto qualche test effettivo.
Mi pare di aver pensato allora che fosse una soluzione valida a condizione che standardizzassero le misure delle batterie.
Top
Profilo Invia messaggio privato
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1745
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 17 Mar 2020 22:16    Oggetto: Rispondi citando

janez ha scritto:

Per me rimane comunque sempre il problema dei tempi di ricarica.
(...)
Potrei essere utopistico, ma forse potrebbe funzionare se al rifornimento ti sostituiscono la batteria..


Con 800Km di autonomia il problema si riduce, hai un range prudenziale
di almeno 300Km in andata, certo di rientrare a casa senza necessità
di rifornimento; e se fai Torino-Roma sei certo che non passerai la notte
sull'Appenino attaccato a una colonnina.

Ma l'idea della sostituzione delle batterie è già stata discussa e scartata,
creando un modulo standard di capacità X ogni auto avrebbe bisogno di
un diverso numero di moduli X a seconda della potenza, peso, autonomia
prevista...

Questo comporterebbe tempi lunghi di sostituzione dovendoli collegare
uno alla volta per ovvi motivi di spazio, non è come con i carburanti che,
una volta standardizzato il "litro", di carburante ne butti a caso nel
serbatoio finché ce ne stanno.

E poi c'è il problema dell'immagazzinamento (spazi, sicurezza, ricarica,
controllo scadenza, movimentazione, specializzazione degli addetti,
gestione moduli guasti eccetera) che farebbe lievitare enormemente i
costi in aggiunta al problema della potenza elettrica necessaria a far
funzionare il tutto, che sarebbe pari o superiore a quella di una stazione
a sole colonnine.

Con 800Km di autonomia e costi dell'auto elettrica paragonabili a quelli
delle auto di pari fascia a carburante (non solo di acquisto: servono patti
ben chiari per durata e sostituzione batterie, sennò diventerà come con
le printer, te le tirano dietro a quattro soldi poi ti sveni per metterci il toner,
e garanzie da parte dello Stato che la corrente per la ricarica non sarà
stratassata appena saremo tutti sull'elettrico riportando i costi al livello
dei carburanti o magari superiori) ci si potrebbe pensare seriamente..
Top
Profilo Invia messaggio privato
{ziopeppo}
Ospite





MessaggioInviato: 18 Mar 2020 18:35    Oggetto: Rispondi citando

Il problema delle batterie di un tipo come di un altro è una questione di equilibri di potere, non di tecnica.
Sono anni, e qui su Zeusnews ne sono state illustrate molte, che esistono batterie performanti, ma come accaduto in passato per molte altre scelte, ne resterà solo uno, il più forte economicamente/politicamente ovviamente, che non vuole assolutamente dire il migliore tecnicamente.
Top
ok_cian
Semidio
Semidio


Registrato: 11/08/15 17:28
Messaggi: 251

MessaggioInviato: 18 Mar 2020 22:08    Oggetto: Rispondi citando

Nel 2010 avevano provato un esperimento coi taxi in Giappone:
https://www.popsci.com/cars/article/2010-04/battery-operated-taxis-debut-japan/


Sul battery switch ci stava pensando seriamente Toyota nel 2018:
https://www.electrive.com/2018/04/03/toyota-considering-a-battery-exchange-system/
Top
Profilo Invia messaggio privato
giordanogaetano
Comune mortale
Comune mortale


Registrato: 06/04/20 15:16
Messaggi: 1
Residenza: Salerno

MessaggioInviato: 06 Apr 2020 15:40    Oggetto: Rispondi citando

Il mio pensiero è che l'energia per le auto elettriche deve essere mantenuta da batterie ma solo come tampone o per recupero in frenata, mentre l'energia principale per la corsa deve essere ottenuta da idrogeno immagazzinato liquido mediante celle a combustibile. In impianti a parte tale idrogeno sarà ricavato dall'acqua con energia elettrica di pannelli solari.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9465
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 12 Apr 2020 17:57    Oggetto: Rispondi citando

Io è dal 2008 che ho un auto che ha fra 600 e 800 km di autonomia in funzione del tipo di percorso che faccio se principalmente in città o in autostrada e faccio fra i 24 e i 32 pieni all'anno per cui con 800 km di autonomia per ricarica e 1000 ricariche anzi, facciamoci la tara: 800 ricariche, andrei avanti per 25 anni, ci faccio la firma subito se la batteria riescono a ricaricarmela negli stessi tempi che ci vogliono a rifornire il serbatoio dell'auto di benzina o gasolio.

Il problema è che dubito si arrivi a tanto, anzi, e, soprattutto se voglio caricare una batteria che mi darà 800 km di autonomia con un impianto domestico quanto ci metto se, ad esempio, con una Reanult Zoe, la ricarica con Wallbox da 7,4 kW - non proprio da impianto domestico standard - permette 300 km di autonomia in 8 ore? Ad oggi il vero problema dell'elettrico puro è ancora la ricarica.
Top
Profilo Invia messaggio privato
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10556
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 12 Apr 2020 18:04    Oggetto: Rispondi citando

in un'ipotetico scenario dove le autonomie fossero più lunghe, anche una ricarica di 8 ore sarebbe accettabile - ovviamente se fosse possibile ricaricare al 100% dell'autonomia in qualunque posto ci si trovi

in un concessionario Tesla in California, qualche anno fa, mi fecero vedere (su una app) quanto tempo ci si mette a ricaricare la batteria del veicolo in questione, a seconda della potenza disponibile dell'impianto.
Quando ho spostato il valore su 3 KWh (potenza nominale dell'impianto domestico), mi hanno chiesto se non mi stavo per caso sbagliando... Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9465
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 12 Apr 2020 18:08    Oggetto: Rispondi

Ecco, appunto, questo intendevo... Umpf
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi