Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Lo sviluppo non sostenibile di Vista
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 23 Set 2006 17:31    Oggetto: Lo sviluppo non sostenibile di Vista Rispondi citando

Commenti all'articolo Lo sviluppo non sostenibile di Vista
Un libro bianco minaccia l'UE: se ostacoli zio Bill, dirai addio a 32 miliardi e a 100.000 posti di lavoro. Facciamo quattro conti e vediamo se è vero.



Top
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 23 Set 2006 19:39    Oggetto: Vista richiederà anche dei mostri ma pure linux Rispondi citando

Vista richiederà anche dei mostri di pc, questo è innegabile (già i requisiti dichiarati fanno spavento, poi basta avere avuto qualche esperienza con i prodotti microsoft per sapere che in realtà quelli scritti sono sempre requisiti ottimistici che puntano troppo verso il basso) ma pure linux non scherza.
Quante sono le guide, quanti sono i cosidetti "articoli indipendenti" pro linux (che spesso fuddano tanto quanto quelli pro microsoft) dove linux viene descritto come la soluzione a tutti i mali a cominciare proprio dai bassissimi requisiti hardware ?
Una guida famosa su tutte, la mitica cookbook, dove si tessono le lodi a linux dove si favoleggiano server se non workstation su 386/486 con un quantitativo di ram talmente ridotto che perfino certi os per palmari si rifiuterebbero sdegnati di girare (ovviamente per "girare" s'intende in maniera utile, non "ok il programma parte poi se ci mette 3 ore per fare qualsiasi cosa non conta").
Tempo fa proprio imbevuto di queste favole ho provato prima a mettere una debian rasata di tutto l'inutile, praticamente un sistema base e per poco neanche, su un P133 con 128MB di Ram ed ho visto una sistema arrancare perfino in modalità testuale (in mod. grafica poi una tragedia: fluxbox qualsiasi operazione la eseguiva con molta molta molta calma).
Ho installato in seguito una kubuntu su un PII 266 sempre 128MB di ram e di nuovo ho visto una tragedia nonostante avessi alleggerito in ogni dove ad installazione conclusa.
Se questo è il linux che fa da server su un 386...
Top
Ramon
Semidio
Semidio


Registrato: 07/07/06 00:50
Messaggi: 329

MessaggioInviato: 23 Set 2006 23:41    Oggetto: Rispondi citando

Visto che ti presenti come anonimo non meriteresti nemmeno una risposta; se sei tanto sicuro di quello che dici, non capisco perché ti debba nascondere.

In realtà, fai benissimo a restare anonimo perché, dal punto di vista tecnico, hai scritto un sacco di castronerie; sarebbe opportuno da parte tua assumere un atteggiamento più umile in modo da capire che l'installazione e, soprattutto, la configurazione di Linux richiede conoscenze che non sono alla portata di tutti.

Per chi non se la sente di affrontare troppe difficoltà, c'é sempre Windows che arriva a casa già installato e configurato nel PC!
Top
Profilo Invia messaggio privato
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 23 Set 2006 23:58    Oggetto: niente invettive, un po' di garbo! Rispondi citando

Per cortesia Ramon niente attacchi personali.

Se vuoi precisare o contestare quanto detto da {utente anonimo} penso che tu possa benissomo farlo senza provocaizoni o invettive e con normale garbo.

p.s.: io non sono affatto sicuro che Windows sia più facile di Linux. Windows può sembrare più facile, ma ne riparliamo alla prima "schermata blu della morte" o alla prima infezione da virus Mad
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ramon
Semidio
Semidio


Registrato: 07/07/06 00:50
Messaggi: 329

MessaggioInviato: 24 Set 2006 01:07    Oggetto: Rispondi citando

Nessun attacco personale da parte mia, anche perché ciò non sarebbe possibile; come faccio ad attaccare un anonimo?
Il fatto è che non si possono liquidare 10 anni di vita di Linux con quattro righe scritte da chi non si degna nemmeno di documentarsi un po.
Top
Profilo Invia messaggio privato
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 24 Set 2006 03:43    Oggetto: - Rispondi citando

Commento fuori tema o non conforme al regolamento del forum.
Top
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 24 Set 2006 04:05    Oggetto: - Rispondi citando

Commento fuori tema o non conforme al regolamento del forum.
Top
liver
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 31/03/05 09:20
Messaggi: 1091
Residenza: Verona

MessaggioInviato: 24 Set 2006 08:34    Oggetto: Re: pure linux? Naaaaa Rispondi citando

Forse stiamo andando leggermente OT, ma la cosa non mi dispiace

{utente anonimo} ha scritto:
pure linux non scherza

A parte il fatto che le invettive militanti pro-linux non le chiamerei FUD, ma legittima difesa Wink , credo che occorra mettersi d'accordo su ciò che si chiede al proprio PC.

Alcune applicazioni che non richiedono la grafica, possono essere gestite in ambiente linux anche da macchine veramente vecchie.

Ma l'utilizzo desktop è un terreno in cui un progetto giovane come linux ha ottenuto un discreto successo solo pochi anni fa. Ne segue che macchine tipo Pentium 133, a oggi, sono un po' difficili da far funzionare.

L'alternativa, comunque, non esiste. Installare W95 o W98 su una macchina del genere, oltre che legalmente discutibile, esporrebbe l'utente a rischi di sicurezza oggi improponibili.

Diverso è il discorso sul PII 266 con 96MB di ram. Io ci ho lavorato su una macchina del genere, con Ubuntu, con grande soddisfazione (per cortesia lascia stare KDE su macchine così datate). Oggi, sta ancora girando con Xubuntu, in un ufficio, e non perde un colpo.

Resta il fatto che Vista ha requisiti giganteschi, nemmeno paragonabili a questi. Ti assicuro che con 1GB di RAM, 1 GHz di processore e 14 GB di hard disk, col pinguino ci fai girare quello che vuoi.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 24 Set 2006 08:43    Oggetto: al massimo splittiamo (registrarsi al forum, grazie) Rispondi citando

liver ha scritto:
Forse stiamo andando leggermente OT, ma la cosa non mi dispiace
Al massimo splittiamo.

Anche se in quel caso dovrei caldamente invitare i partecipanti alla discussione a registrarsi al forum, in modo da poter proseguire nel nuovo topic.


----

Ramon ha scritto:
Nessun attacco personale da parte mia, anche perché ciò non sarebbe possibile; come faccio ad attaccare un anonimo?
Forse che una persona anonima non sia una persona?
Il tuo ragionamento -se permetti- non riesco a seguirlo e a condividerlo.

Un attacco anzi mi pare proprio che ci sia stato.
Mentre una persona -quale che essa sia- merita comunque rispetto!

Non vedo poi perhcé prendersela con un utente che postando dal sito abbia scelto il nick {utente anonimo} (avrebbe potuto scegliere anche {vappelapesca} o altro ).
Inoltre anche tu, sebbene registrato al forum a differenza dell'altro utente che scrive dal sito, sei non molto meno anonimo in quanto gli utenti vedono solo il tuo nick "Ramon".

Ramon ha scritto:
Il fatto è che non si possono liquidare 10 anni di vita di Linux con quattro righe scritte da chi non si degna nemmeno di documentarsi un po.
E' comunque la sua opinione in base alla sua conoscenza -giusta e sbalgiata che sia- ed è, come ho già fato notare, un ottimo spunto di discussione.

Nessuno t'ha impedito di rispondere su un cosa che ti sta a cuore , e che per altro è un argoemnto interessante da discutere in questo forum.

Se tu rispondessi in modo garbato e rispettoso, si potrebbe chiarire cosa c'è di sbagliato nella sua affermazione, potremmo tuti avere indicazioni su come documentarci un po' e uttti nuoi utenti dei forum si ZeusNews impareremmo qualcosa (perché da ogni discussione s'impara qualcosa).

Invece sterili, inutili, litigiose polemiche e ripicche, per di più su dettalgi pretestuosi come il nick utilizzato, non saranno invece tollerate da parte di nessun utente.
Non è il posto adatto e mi sono stufato (sono già stato abbastanza paziente mi pare, considerata anche la futilità del modo con cui si è svolta la cosa) e quindi ulteriore proseguimento del flame non sarà assolutamente tollerato
Top
Profilo Invia messaggio privato
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 24 Set 2006 13:40    Oggetto: legittima difesa un accidente Rispondi

Le guide famose che ho letto e che sono le più famose e conosciute parlano chiaro: un 486 con 16MB di Ram può funzionare server.
Il P133 con 128MB di ram configurato proprio come un server senza grafica alcuna arrancava già nei confronti di chi gli stava alla tastiera, figuriamoci ad offrire un servizio sulla rete. Ovviamente il mio è un discorso basato sull'utilità, se chi invece ha scritto quei testi ha "involontariamente" (alla luce di come certa gente si inalberi perchè gli si tocca il giochino ho dei dubbi, ma si sa l'asilo nido non li può tenere tutti, i posti sono limitati) tralasciato che si trattava di puri e semplici test accademici allora mi aspetto a breve un bel articolo dove anche un C64 può fare da server, seguito a ruota da un'agenda elettronica casio e perchè no pure un gig tiger...

Forse sarebbe il caso di dare una bella aggiornata a certi testi giusto per evitare il sorgere di nuove ondate di lamentele.
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Pagina 1 di 5

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi