Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
* XP-Iso Builder, l'anti recovery cd
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Windows XP e Reperti Archeologici
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Gateo
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 17/11/03 18:16
Messaggi: 12379

MessaggioInviato: 15 Nov 2006 18:13    Oggetto: * XP-Iso Builder, l'anti recovery cd Rispondi citando

Ricordandomi di questa discussione sulla stupidita' dei recoverycd che danno (quando va bene ) con i windows in licenza OEM , ho fatto un po' di ricerche ed ho scoperto che qualcuno il problema ha deciso di risolverlo.
XP-Iso builder promette di convertire i recovery cd in cd d'installazione a tutti gli effetti, oltre ad offrire tutta una serie di ulteriori succulente possibilita'.
Devo ancora testarlo quindi non so ne se funziona, ne' se e' freeware, ne' se contiene adaware et similia, intnato ve lo segnalo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 16 Nov 2006 00:34    Oggetto: Rispondi citando

Giusto per curiosità, quanto è lecito?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gateo
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 17/11/03 18:16
Messaggi: 12379

MessaggioInviato: 16 Nov 2006 15:12    Oggetto: Rispondi citando

E' perfettamente lecito, visto che quando compri un pc/notebook tu non prendi nessun impegno con la Microsoft, ergo con quel cd di ripristino ci puoi fare quello che vuoi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 16 Nov 2006 22:04    Oggetto: Rispondi citando

Ma quando lo compri devi poi accettare la licenza
(altrimenti unopotrebeb installate una verisone OEM su 15 macchine, magari anche in contemporanea dicendo "io quando ho comprato il pc/notebook non ho preso nessun impegno con la Microsoft, ergo con quel cd di ripristino ci posso fare quello che voglio."
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gateo
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 17/11/03 18:16
Messaggi: 12379

MessaggioInviato: 22 Nov 2006 18:58    Oggetto: Rispondi citando

chemicalbit ha scritto:
Ma quando lo compri devi poi accettare la licenza
E allora bisogna leggere l'Eula in merito, non ricordo pero' nulla riguardo copiare dei file dal nb per metterli in un diverso ordine su un cd...
Ma quello che volevo dire in realta' e' che se sul cd/dvd d'installazione c'e' un immagine tipo ghost anziche' file sparsi il programma non estre alcun cd d'installazione.
Seguiranno altre prove.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gateo
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 17/11/03 18:16
Messaggi: 12379

MessaggioInviato: 27 Nov 2006 14:32    Oggetto: Rispondi citando

Riporto una sentenza che dovrebbe far riflettere sulle teorie Microsoft in fatto di licenze.


Citazione:
Chi va in un negozio e acquista una scatola con dentro un programma acquista incondizionatamente e senza limitazioni perché in quel momento egli non conosce quanto sta scritto (magari in inglese) all'interno della scatola. Dice giustamente il Codice Civile che le condizioni generali del contratto sono opponibili all'altro contraente se egli le conosceva al momento della stipulazione nel contratto; come può conoscerle l'acquirente se il venditore non gliele fa leggere e sottoscrivere prima di consegnare l'oggetto e di incassare il corrispettivo?
Quindi tutti i tentativi di vincolare l'acquirente con comunicazioni successive all'acquisto sono semplicemente ridicole; le frasi "chi apre questa busta accetta le condizioni" "chi vuole usare il programma clicchi qui e accetti le condizioni" sono inesistenti per l'utente del programma.
Anche la garanzia deve essere data dal venditore senza eccezioni e non può essere subordinata a comportamenti che l'acquirente non abbia espressamente accettato. E l'acquirente comunque può sempre rinunziare alla garanzia.
Si aggiunga ancora che ad ogni modo l'acquirente ha sempre il diritto di rivendere il programma acquistato, sia nuovo che usato ed ha il diritto di farsi una copia di scorta.
Top
Profilo Invia messaggio privato
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 27 Nov 2006 20:53    Oggetto: Rispondi

Leggendo ho scoperto anche altre cose, più ... giuridiche:

1) che anche quelle del GIP sono sentenze 8io pensavo solo quelel del colelgio giudicante vero e proprio)

2) che in una sentenza si può scrivere "ridicole"
Gateo ha scritto:

Citazione:
Quindi tutti i tentativi di vincolare l'acquirente con comunicazioni successive all'acquisto sono semplicemente ridicole;


Una delle poche sentenze a cui avevo dato un'occhiata -quella del famoso caso sul noem di dominio armani.it - era pieno di paroloni "il convneuto avrebeb ddiritto a ... in base all'art. ... della legge ... , ma non essendo statoidnicato nella memoria da lui presentata, questo collegio non può pronunciarsi, "extra petita non est ...." eccetera"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Windows XP e Reperti Archeologici Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi