Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Mettiamo il mondo in freezer
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ribelli digitali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 17 Feb 2007 08:14    Oggetto: Mettiamo il mondo in freezer Rispondi citando

Commenti all'articolo Mettiamo il mondo in freezer
Al via un mega progetto norvegese, che archivierà tre milioni di campioni di sementi congelate. Ma il pianeta ne ha davvero bisogno?



Top
{Alberto}
Ospite





MessaggioInviato: 17 Feb 2007 15:07    Oggetto: A me mi sa che siamo noi italiani, i biodiversi Rispondi citando

Infatti produciamo energia carissima inquinando il *nostro* territorio in attesa che i venti ci portino, all'occorrenza, i miasmi nucleari del vicini (e lontani) d'oltralpe. Siamo tra i pochissimi che vietano gli OGM e i nostri prodotti agricoli aumentano dalle 10 alle 100 volte di prezzo dal produttore ai mercati.
Eppure appena oggi uno dei più illustri oncologi nostrani ha confermato quanto già si sapeva e cioè che gli OGM sono sicuri e comunque più sicuri rispetto ad alcuni prodotti naturali.
Ben venga comunque la conservazione di sementi in via di estinzione, sono un salvacondotto per il futuro oltre che la memoria storica del passato. Ridurre il tutto ad un confronto museale tra le esposizioni del grasso di marmotta da fiera paesana e le raccolte del Louvre, mi pare un po' troppo semplicistico e comunque estremamente riduttivo.
Top
liver
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 31/03/05 09:20
Messaggi: 1091
Residenza: Verona

MessaggioInviato: 17 Feb 2007 16:41    Oggetto: OGM, baracconate ONU e contadini hacker Rispondi citando

Non sono d'accordo nel ridurre il problema dell'ingegneria genetica alla salute pubblica. Personalmente non vedo grossi pericoli, ma è l'aspetto meno interessante dell'invasività di questa tecnologia. Gli Organismi Geneticamente Modificati, grazie al meccanismo dei brevetti, costituiscono un pericolo economico prima ancora che ambientale o di salute pubblica.

I principali problemi della produzione agricola sono il latifondo e la monocoltura. Interessi forti impediscono la varietà dell'offerta e un'equa distribuzione delle risorse tra i contadini, uniformando la produzione grazie a tecnologie e brevetti OGM.

I brevetti sui semi sono detenuti da poche corporation, che mirano a coprire l'intera superficie agricola con queste colture, rendendo i contadini schiavi di varietà e tecnologie brevettate. È un ritorno al feudalesimo, di matrice tecnologica.

Questa pratica minaccia anche il mondo animale: esistono infatti dei brevetti su particolari combinazioni genetiche che identificano razze di animali di allevamento.

Sono noti numerosi processi a carico di contadini che hanno osato riseminare semenze brevettate destinate (contrattualmente) alla vendita: tutto perché il proprietario del seme non è il contadino, ma la corporation.

Semplici agricoltori, spesso poveri, sono stati condannati da un giudice a pagare centinaia di migliaia di dollari per la loro presunta pirateria tecnologica.

Questa situazione si risolve solo rifiutandosi di aderire a questo modello economico. I contadini che conservano la biodiversità sono un esempio di iniziative dal basso. Altri esempi, gli agricoltori organici, che peraltro se la passano meglio, economicamente, dei loro colleghi convenzionali e monocolturali.

È così che si combattono e vincono battaglie di civiltà, non con le baracconate ONU alla James Bond. La biodiversità la vogliamo up and running, non conservata nel freezer nel timore di catastrofi.


L'ultima modifica di liver il 17 Feb 2007 18:12, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
earlati
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 24/09/05 15:13
Messaggi: 123
Residenza: Bergamo

MessaggioInviato: 17 Feb 2007 17:43    Oggetto: Il prossimo passo Rispondi citando

Aspetto con fiducia che qualche multinazionale brevetti qualche protocollo OMG per gestire la nascita delle persone.

Cosi i nostri discendenti potranno essere perennemente riconoscenti verso la titolare del brevetto di nascita ,
a cui verseranno una somma mensile obbligatoria per legge,
con facolta di recesso consentita solo nell' eventualita' in cui si sia
disposti anche alla rinuncia della non-piu' propria vita.

Embarassed Embarassed Embarassed Embarassed Embarassed Embarassed Embarassed



Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo MSN
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 17 Feb 2007 21:59    Oggetto: distrugge in un sol colpo concetto millenario di argicoltura Rispondi citando

liver ha scritto:
Sono noti numerosi processi a carico di contadini che hanno osato riseminare semenze brevettate destinate (contrattualmente) alla vendita: tutto perché il proprietario del seme non è il contadino, ma la corporation.
Come avevo senttto dire tempo fa alla radio, il divieto di accantonare una parte del raccolto per seminarlo l'anno dopo, distrugge in un sol colpo millenni di cultura contadina, e il concetto stesso di agricoltura così com'è stato fin qui inteso

Per millenni la differenza tra il passare il prossimo anno agevolmente o ridotti alla fame (se non la morte!) dipendeva anche dalla scelta di quante sementi/prodotti agricoli rinunciare a mangiare in una certa regione della terra, per seminarle per l'anno seguente (scelta tutt'altro che facile, visto non si sa nulla sul prossimo anno, visto che ogni anno è diverso dagli altri -a partire dalle condizioni meterologiche, ecc. ecc.- )


Tutto questo spazzato via in un colpo.
Terminaot il raccolto di quest'anno, dovrai chiederti quanti soldi spendere per comprare nuovamente sementi per la semina per il prossimo anno. E se i soldi non bastano?
Top
Profilo Invia messaggio privato
liver
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 31/03/05 09:20
Messaggi: 1091
Residenza: Verona

MessaggioInviato: 18 Feb 2007 17:25    Oggetto: Riguardo l'accantonare una parte del raccolto Rispondi citando

Riguardo l'accantonare una parte del raccolto,
Sandro kensan ha scritto:
noi tutti esistiamo perché esiste questa buona usanza di conservare i semi per l'anno dopo, se questa usanza viene persa si perde pure la conoscenza che ci ha permesso di esistere, quindi non è un particolare legale.

L'uomo agicoltore è esistito per un numero elevatissimo di generazioni e probabilmente ha lasciato segni tangibili nei cromosomi di tutti noi, tagliare le possibilità di sopravvivenza a codesto uomo significa fare del male e rendere più debole psicologicamente anche l'uomo che lavora col PC 8 ore al giorno. Con questo voglio dire che noi siamo un sistema integrato col nostro passato.

Da qui.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
{Alberto}
Ospite





MessaggioInviato: 19 Feb 2007 00:49    Oggetto: sementi e biodiversità Rispondi citando

Mi pare strano che qualche magistrato abbia potuto condannare agricoltori a risarcimenti per aver svolto il loro compito principale; cioè la semina, sia pure di sementi frutto di selezione genetica coperta da bravetto. Perché credo che il brevetto copra il procedimento, mica l'utilizzo; tant'è che i produttori di sementi si sforzano di commercializzare sementi sterili nella successiva generazione. Ed è qui lo scandalo, la grossa porcheria. Senza questo vincolo la fame nel mondo potrebbe scomparire nel giro di qualche generazione.
Top
liver
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 31/03/05 09:20
Messaggi: 1091
Residenza: Verona

MessaggioInviato: 19 Feb 2007 06:48    Oggetto: Soldi o filantropia? Rispondi citando

Dubito che la fame nel mondo possa essere risolta chiedendo alla terra più di quanto abbiano chiesto milioni di anni di evoluzione e migliaia di anni di miglioramenti genetici dovuti a incroci, innesti e impollinazioni.

Soprattutto, dubito che chi spende milioni di euro l'anno per ricerca e avvocati, lo faccia per sconfiggere la fame nel mondo Crying or Very sad
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Kalandra
Dio minore
Dio minore


Registrato: 17/10/05 09:58
Messaggi: 775

MessaggioInviato: 25 Feb 2007 01:48    Oggetto: Re: Soldi o filantropia? Rispondi

liver ha scritto:
Dubito che la fame nel mondo possa essere risolta chiedendo alla terra più di quanto abbiano chiesto milioni di anni di evoluzione e migliaia di anni di miglioramenti genetici dovuti a incroci, innesti e impollinazioni.

Soprattutto, dubito che chi spende milioni di euro l'anno per ricerca e avvocati, lo faccia per sconfiggere la fame nel mondo Crying or Very sad




infatti lo fa per farci dipendere sempre di più. futuri robottini di carne e sangue che mangeranno tutti le stesse cose..
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ribelli digitali Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi