Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Windows Update, la colpa è dell'utente
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Windows XP e Reperti Archeologici
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 23 Ott 2007 14:26    Oggetto: Windows Update, la colpa è dell'utente Rispondi citando

Commenti all'articolo Windows Update, la colpa è dell'utente
Per Microsoft la faccenda dei riavvi misteriosi è chiusa e la colpa non è degli Aggiornamenti Automatici ma degli utenti, che lo sappiano oppure no.


Foto di Carl Dwyer
Top
cdimauro
Semidio
Semidio


Registrato: 24/09/07 08:37
Messaggi: 268

MessaggioInviato: 23 Ott 2007 21:17    Oggetto: Rispondi citando

E come mai alla stragrandissima maggioranza degli utenti non sono capitati questi riavvi?
Top
Profilo Invia messaggio privato
ivan ortega
Eroe
Eroe


Registrato: 19/10/07 12:57
Messaggi: 67
Residenza: Verona

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 08:18    Oggetto: Ovvio Rispondi citando

cdimauro ha scritto:
E come mai alla stragrandissima maggioranza degli utenti non sono capitati questi riavvi?


Perché dall'8 settembre hanno disattivato l'opzione.
Top
Profilo Invia messaggio privato
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 08:42    Oggetto: Re: Ovvio Rispondi citando

Citazione:
Vengono forniti infatti alcuni scenari in cui l'utente può aver modificato le opzioni probabilmente senza rendersene pienamente conto.
Ma Windows non era user friendly?

E' così "facile" Smile da usare che c'è il rischio che si cambi un'impostazione -certo non futile come quella degli aggironamenti- senza manco rendersi conto di cosa si sta facendo?

Ah, certo, proprio user friendly!
Top
Profilo Invia messaggio privato
cdimauro
Semidio
Semidio


Registrato: 24/09/07 08:37
Messaggi: 268

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 08:52    Oggetto: Rispondi citando

Guarda che user friendly non significa a prova di idioti. Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
ivan ortega
Eroe
Eroe


Registrato: 19/10/07 12:57
Messaggi: 67
Residenza: Verona

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 08:59    Oggetto: Sul mercato. Rispondi citando

cdimauro ha scritto:
Guarda che user friendly non significa a prova di idioti. Rolling Eyes


Se si vuole stare sul mercato bisogna contemplare anche questo.
Comunque la M$ non me la conta giusta.
Top
Profilo Invia messaggio privato
cdimauro
Semidio
Semidio


Registrato: 24/09/07 08:37
Messaggi: 268

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 09:18    Oggetto: Rispondi citando

C'è un limite a tutto. L'alternativa sarebbe, oltre al s.o., fornire anche un tecnico che guidi per manina ogni utente: una soluzione LEGGERMENTE impraticabile.

Il fatto che la MS (con la S e non col $) "non te la conti giusta" non vuol dire niente: senza argomentazioni a sostegno diventa vuota e priva di valore.
Top
Profilo Invia messaggio privato
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 09:30    Oggetto: Rispondi citando

cdimauro ha scritto:
Guarda che user friendly non significa a prova di idioti. Rolling Eyes
Ah ecco,
quindi chi si è trovato gli aggiornamenti
*o è un disonesto che ha attivato gli aggiornamenti e dice di non averlo fatto
*o è un idiota che gli ha attivati senza accorgersi quando invece avrebbe pouto e dovuto accorgesene.

Io so che la Microsoft vende il proprio sistema operativo pubblicizzando che a differenza da quelli open source è realizato da un team di professionisti e che quindi
*E' facile da usare
*Hai assistenza e aggiornamenti
*ecc. ecc.

Poi se succede qualcosa
*Tanto facile da usare non è (perlomeno in considerazione dell' "idiozia" dell'utenza media. )
*Gli aggiornamenti te li devi scaricare tu e a tue spese. (In un'altra discussione mi è stato risposto, per un problema ad un PC di una mia amcia, di dirle d'installare il Service Pack 2. Ho seguito il link e sono 260 e passa MB. (il sito stesso stima 10 ore e passa a 56 kbps, o 2 ore e passa con DSL)
*Se poi con gli aggiornamenti ci sono problemi, l'assientenza dov'è? Si dà la colpa al cliente e bon!


p.s. : ovvio che un sistema a prova d'idioti al 100% non potrà mai esistere,
ma un sistema user friendly dovrebbe essere un po' più a prova d'idioti
(ad es. chiedermi conferma prima di cancellare un file, o prima di -come in questo caso- riavviare il computer).
Top
Profilo Invia messaggio privato
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 09:31    Oggetto: Re: Sul mercato. Rispondi citando

ivan ortega ha scritto:
Comunque la M$ non me la conta giusta.
Potrebbe mostrare il codice sorgente del programma sospetto.

Ah no, d'oh! dimenticavo, è closed source e loro non volgiono che le cose loro si vedano in giro ...
Top
Profilo Invia messaggio privato
cdimauro
Semidio
Semidio


Registrato: 24/09/07 08:37
Messaggi: 268

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 09:43    Oggetto: Rispondi citando

chemicalbit ha scritto:
cdimauro ha scritto:
Guarda che user friendly non significa a prova di idioti. Rolling Eyes
Ah ecco,
quindi chi si è trovato gli aggiornamenti
*o è un disonesto che ha attivato gli aggiornamenti e dice di non averlo fatto
*o è un idiota che gli ha attivati senza accorgersi quando invece avrebbe pouto e dovuto accorgesene.

Hai dimenticato un'altra possibilità: che qualche malware ne abbia compresso il funzionamento.
Citazione:
Io so che la Microsoft vende il proprio sistema operativo pubblicizzando che a differenza da quelli open source è realizato da un team di professionisti e che quindi
*E' facile da usare
*Hai assistenza e aggiornamenti
*ecc. ecc.

Poi se succede qualcosa
*Tanto facile da usare non è (perlomeno in considerazione dell' "idiozia" dell'utenza media. )

Vedi il mio precedente messaggio: non si può avere tutto. Più facile non vuol dire, appunto, a prova di idiota.
Citazione:
*Gli aggiornamenti te li devi scaricare tu e a tue spese. (In un'altra discussione mi è stato risposto, per un problema ad un PC di una mia amcia, di dirle d'installare il Service Pack 2. Ho seguito il link e sono 260 e passa MB. (il sito stesso stima 10 ore e passa a 56 kbps, o 2 ore e passa con DSL)

E quindi? Cosa vorresti, che venisse un tecnico a casa tua e te li installasse?
Citazione:
*Se poi con gli aggiornamenti ci sono problemi, l'assientenza dov'è? Si dà la colpa al cliente e bon!

L'assistenza ti viene fornita con indicazioni sul sito ed eventualmente la patch da scaricare: mi sembra più che sufficiente per quello che paghi.

Se poi vuoi l'assistenza on-site, il discorso cambia, ma anche i soldi che devi tirare fuori...
Citazione:
p.s. : ovvio che un sistema a prova d'idioti al 100% non potrà mai esistere,
ma un sistema user friendly dovrebbe essere un po' più a prova d'idioti

Se mi dai una definizione precisa di "un po' più a prova d'idioti", magari riusciamo a definire meglio il problema e l'eventuale soluzione.
Citazione:
(ad es. chiedermi conferma prima di cancellare un file, o prima di -come in questo caso- riavviare il computer).

Cose che generalmente avvengono, se permetti.

Se poi sono state fatte altre cose, magari da malware, è chiaro che avvisi del genere difficilmente ne vedresti (a meno di usare l'UAC di Vista, su un PC con account limitato).
Top
Profilo Invia messaggio privato
cdimauro
Semidio
Semidio


Registrato: 24/09/07 08:37
Messaggi: 268

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 09:46    Oggetto: Re: Sul mercato. Rispondi citando

chemicalbit ha scritto:
ivan ortega ha scritto:
Comunque la M$ non me la conta giusta.
Potrebbe mostrare il codice sorgente del programma sospetto.

Prima bisognerebbe sapere qual è questo programma "sospetto".
Citazione:
Ah no, d'oh! dimenticavo, è closed source e loro non volgiono che le cose loro si vedano in giro ...

Il fatto che sia closed source non vuol dire non sia possibile risalire esattamente al codice: è soltanto una questione di skill (leggi: di chi ha le palle abbastanza grandi da poterlo fare). Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10536
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 10:31    Oggetto: Rispondi citando

cdimauro ha scritto:
chemicalbit ha scritto:
cdimauro ha scritto:
Guarda che user friendly non significa a prova di idioti. Rolling Eyes
Ah ecco,
quindi chi si è trovato gli aggiornamenti
*o è un disonesto che ha attivato gli aggiornamenti e dice di non averlo fatto
*o è un idiota che gli ha attivati senza accorgersi quando invece avrebbe pouto e dovuto accorgesene.

Hai dimenticato un'altra possibilità: che qualche malware ne abbia compresso il funzionamento.


Molti programmi che giravano su Windows XP (e precedenti) senza problemi, ora hanno problemi su Vista mentre i malware evidentemente girano senza problemi... ah, dimenticavo che se il programma non gira bene su Vista è colpa del programma che è fatto male, quindi il malware è scritto meglio di molti programmi commerciali, dinuovo evidentemente...

... oppure Vista è il primo S.O. malware friendly ... Rolling Eyes

Laughing Laughing Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 10:33    Oggetto: Rispondi citando

cdimauro ha scritto:
Citazione:
*Gli aggiornamenti te li devi scaricare tu e a tue spese. (In un'altra discussione mi è stato risposto, per un problema ad un PC di una mia amcia, di dirle d'installare il Service Pack 2. Ho seguito il link e sono 260 e passa MB. (il sito stesso stima 10 ore e passa a 56 kbps, o 2 ore e passa con DSL)

E quindi? Cosa vorresti, che venisse un tecnico a casa tua e te li installasse?
Vorrei solo capire la differenza con il software open source.
Anche perché con tutto il software commerciale che ho comprato (non moltissimo, ma tra quello comprato direttamente o in OEM un po' ce l'ho) non mi è mai arrivata una lettera o un'email in cui mi si avvisava di problemi ad un programma e come risolverlo. Eppure ho sempre , quando c'era, inviato l'apposita cartolina di registrazione, o effettuato la registrazione on-line.


p.s. per il tecnico a casa, non pretendo tanto (però potrebbero spedire le patch su un CD ad esempio). Anche se a dirla tutta quando qualche ditta fa errori hardware manda tecnici a casa gratuitamente (un mio parente aveva comprato un certo Pentium), perché non potrebbe farlo una ditta di Softare, molto nota e che si vanta della propria affidabilità, competenza e assistenza post-vendita se il proprio prodotto ha un difetto (e per di più grave, se riguarda la sicurezza).
Non sono io a pretenderlo, è la microsoft a dire che c'è l'assistenza post vendita, ma in concreto cos'è? (su questo penso si potrebbe aprire una discussione apposita)
Top
Profilo Invia messaggio privato
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 10:36    Oggetto: Re: Sul mercato. Rispondi citando

cdimauro ha scritto:
Il fatto che sia closed source non vuol dire non sia possibile risalire esattamente al codice: è soltanto una questione di skill (leggi: di chi ha le palle abbastanza grandi da poterlo fare). Wink
Intendi Reverse engineering ?

1) è legale?

2) non parlavamo di (relativo) user friendly?
A quanto pare se hai un problema con Windows, non basta neppure rivolgersi all'amico smanettone un po' esperto, ci vuole un mega-guro dell'informatica con le "skill" e le palle.
Top
Profilo Invia messaggio privato
cdimauro
Semidio
Semidio


Registrato: 24/09/07 08:37
Messaggi: 268

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 10:41    Oggetto: Rispondi citando

SverX ha scritto:
cdimauro ha scritto:
chemicalbit ha scritto:
cdimauro ha scritto:
Guarda che user friendly non significa a prova di idioti. Rolling Eyes
Ah ecco,
quindi chi si è trovato gli aggiornamenti
*o è un disonesto che ha attivato gli aggiornamenti e dice di non averlo fatto
*o è un idiota che gli ha attivati senza accorgersi quando invece avrebbe pouto e dovuto accorgesene.

Hai dimenticato un'altra possibilità: che qualche malware ne abbia compresso il funzionamento.


Molti programmi che giravano su Windows XP (e precedenti) senza problemi, ora hanno problemi su Vista mentre i malware evidentemente girano senza problemi... ah, dimenticavo che se il programma non gira bene su Vista è colpa del programma che è fatto male, quindi il malware è scritto meglio di molti programmi commerciali, dinuovo evidentemente...

... oppure Vista è il primo S.O. malware friendly ... Rolling Eyes

Laughing Laughing Laughing

Molti programmi, come molti malware (al contrario di quello che affermi), non girano bene su vista perché l'utente di default che viene usato non ha i privilegi di amministratore, ma da "power user".

E' questo, infatti, il motivo per cui, con l'UAC attivato, viene chiesta conferma per alcune operazioni anche se si sta girando come Amministratore, appunto.

Disabilitando l'UAC l'utente Amministratore torna ad avere di default i privilegi completi, esattamente come avviene con XP e precedenti.

A parte questo, le incompatibilità sono dovute anche alla mancata aderenza alle linee guida MS per lo sviluppo delle applicazioni.

Specifiche che, è bene ricordarlo, valgono tanto per le applicazioni ("normali") che per i malware.
Top
Profilo Invia messaggio privato
cdimauro
Semidio
Semidio


Registrato: 24/09/07 08:37
Messaggi: 268

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 10:43    Oggetto: Rispondi citando

chemicalbit ha scritto:
cdimauro ha scritto:
Citazione:
*Gli aggiornamenti te li devi scaricare tu e a tue spese. (In un'altra discussione mi è stato risposto, per un problema ad un PC di una mia amcia, di dirle d'installare il Service Pack 2. Ho seguito il link e sono 260 e passa MB. (il sito stesso stima 10 ore e passa a 56 kbps, o 2 ore e passa con DSL)

E quindi? Cosa vorresti, che venisse un tecnico a casa tua e te li installasse?
Vorrei solo capire la differenza con il software open source.
Anche perché con tutto il software commerciale che ho comprato (non moltissimo, ma tra quello comprato direttamente o in OEM un po' ce l'ho) non mi è mai arrivata una lettera o un'email in cui mi si avvisava di problemi ad un programma e come risolverlo. Eppure ho sempre , quando c'era, inviato l'apposita cartolina di registrazione, o effettuato la registrazione on-line.

Vuol dire che non era prevista dalla licenza.

Anche per le applicazioni open esistono delle licenze a pagamento: ad esempio la Red Hat Enterprise che usiamo per le macchine di produzione che abbiamo a lavoro. Wink
Citazione:
p.s. per il tecnico a casa, non pretendo tanto (però potrebbero spedire le patch su un CD ad esempio). Anche se a dirla tutta quando qualche ditta fa errori hardware manda tecnici a casa gratuitamente (un mio parente aveva comprato un certo Pentium), perché non potrebbe farlo una ditta di Softare, molto nota e che si vanta della propria affidabilità, competenza e assistenza post-vendita se il proprio prodotto ha un difetto (e per di più grave, se riguarda la sicurezza).
Non sono io a pretenderlo, è la microsoft a dire che c'è l'assistenza post vendita, ma in concreto cos'è? (su questo penso si potrebbe aprire una discussione apposita)

E' un problema di costi: se paghi, puoi avere quello che vuoi. Open o closed che sia il software che usi (vedi sopra per Red Hat Enterprise).

Sono i soldi che fanno girare il mondo. Nel bene, e nel male.
Top
Profilo Invia messaggio privato
cdimauro
Semidio
Semidio


Registrato: 24/09/07 08:37
Messaggi: 268

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 13:18    Oggetto: Re: Sul mercato. Rispondi citando

chemicalbit ha scritto:
cdimauro ha scritto:
Il fatto che sia closed source non vuol dire non sia possibile risalire esattamente al codice: è soltanto una questione di skill (leggi: di chi ha le palle abbastanza grandi da poterlo fare). Wink
Intendi Reverse engineering ?

1) è legale?

In alcuni paesi non lo è (ad esempio, in Italia è legale, negli USA no).
Citazione:
2) non parlavamo di (relativo) user friendly?

Sì, ma riguardo, appunto, agli utenti. Wink
Citazione:
A quanto pare se hai un problema con Windows, non basta neppure rivolgersi all'amico smanettone un po' esperto, ci vuole un mega-guro dell'informatica con le "skill" e le palle.

Similmente per Linux mi pare: non so quanti hanno le palle per potersi leggere i sorgenti del kernel ed effettuare il traceback di un'operazione fino a quel livello.

La differenza che passa nel fare la stessa cosa con software closed oppure open source è che nel primo caso il tracing lo fai con un debugger "a basso livello" (e quindi avendo davanti un "listato" in assembly, registri e dump di dati, stack e codice), mentre nel secondo caso con uno inerente al linguaggio che è stato usato (C, C++, Python, ecc.).
Top
Profilo Invia messaggio privato
anyfile
Semidio
Semidio


Registrato: 27/08/05 16:20
Messaggi: 345

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 16:57    Oggetto: Rispondi citando

Ma un tempo non si diceva che il cliente ha sempre ragione?

E poi troppo facile fare programmi che pretendono che l'utente non sbagli.

Allora per fare un programma che fa una divisione non servirebbe neppure controllare che il dividendo sia diverso da zero. Eppure omettere un tale controllo sarebbe considerato una cosa pessima.
Top
Profilo Invia messaggio privato
cdimauro
Semidio
Semidio


Registrato: 24/09/07 08:37
Messaggi: 268

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 18:58    Oggetto: Rispondi citando

Non è così facile: l'interfaccia uomo-macchina non è affatto cosa banale, ed è oggetto di studi da quando è nata l'informatica.
Top
Profilo Invia messaggio privato
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 24 Ott 2007 21:47    Oggetto: Rispondi

cdimauro ha scritto:
Non è così facile: l'interfaccia uomo-macchina non è affatto cosa banale, ed è oggetto di studi da quando è nata l'informatica.
Interfaccia?
Qui si sta parlando se un programma abbia sbagliato e abbia cambiato, nonostante l'utente non gli abbai detto di farlo, delle impostazioni.

Al limite l'interfaccia da prendere in considerazione è quella programma/programmatore, perché dietro ad un errore di un programma, c'è un errore di un programmatore.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Windows XP e Reperti Archeologici Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi