Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Realtà vs luoghi comuni della sessualità femminile
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sessualità e cultura
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Proserpina
Moderatore Sessualità
Moderatore Sessualità


Registrato: 08/10/07 14:22
Messaggi: 4599
Residenza: Sono solo nella tua mente (by Odos)

MessaggioInviato: 02 Mar 2008 12:14    Oggetto: Rispondi citando

Silent Runner ha scritto:

L'unica cosa alla quale non dobbiamo porre limiti è la conoscenza.
Tuttavia è necessario un lungo lavoro di ricerca e consapevolezza senza il quale sbatteremmo in eterno come falene conto il vetro della finestra, attratti dalla luce che viene dall'interno.


...senza capire che la luce proviene in realtà da noi.....
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20674
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 02 Mar 2008 12:54    Oggetto: Rispondi citando

Proserpina ha scritto:

...senza capire che la luce proviene in realtà da noi.....

Grazie per averlo specificato: era proprio quanto intendevo dire.
I veri nemici sono quelli interiori, la luce che ci può salvare dal buio, anche quella, è sempre interiore!

Alle volte fa quasi rabbia pensare quanto sia facile una volta capito.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8497
Residenza: Hinter dem Horizont.

MessaggioInviato: 03 Mar 2008 15:41    Oggetto: Rispondi

Avevo preso la decisione di non partecipare più a questa conversazione...
Qualcuno, amabilmente, ha insistito perchè recedessi dal'intento...

Cercherò di essere conciso, anche se non garantisco:

Silent Runner ha scritto:
@Danielix:
Sinestesia a parte, dobbiamo tenere conto anche del modello maschile interiorizzato in occidente.
La cultura guidaico cristiana attraversa anche la mente degli atei come una righiera di una scala utile quando si sale al buio.

E' veramente raro che io non sia d'accordo con Silent, ma evidentemente può accadere anche questo.
Non posso "mettere da parte" la sinestesia, dal momento che il mio intervento poggiava le sue fondamenta proprio su quella, e dal lato percettivo femminile, e da quello maschile, avendo speso buona parte della mia esistenza allo studio approfondito della stessa.

Devo ritenermi eccezionalmente fortunato o, con antipatica superbia, al di sopra dei comuni condizionamenti, se l'interiorizzazione del modello maschile occidentale, pur avendo percorso un cammino che mi ha obbligatoriamente sfiorato, non è riuscita ad attecchire in misura neppure minima nella mia percezione della sessualità che resta ben distaccata dai canoni, siano questi occidentali, che orientali, che settentrionali, meridionali o extraterrestri.
Da fervente seguace - come tu ben sai - di Henri Laborit, essa rimane esclusivamente legata alla sua essenza squisitamente chimico/fisica, corroborata dall' incessante esperienza sul campo, refrattaria per mia costituzione - e convinzione - a qualsivoglia influenza culturale.

Al riguardo della paventata e deleteria cultura guidaico cristiana, legittimamente ritenuta capace di attraversare anche la mente degli atei come una righiera di una scala utile quando si sale al buio, posso solo dire che il mio ateismo affonda le sue possenti e sopratutto inestirpabili radici non solo in un background culturale profondamente ateo, ma si è pure edificato grazie alla visione e percezione marcatamente speculare della suddetta cultura giudaico cristiana: io, se cristo mi avesse dato uno schiaffo, non soltanto non gli avrei porto l'altra guancia, ma gli avrei assestato una randellata sul collo e un paio di calci in culo.
Dopo averci provato con la madre, naturalmente, per rimanere IT.

La metafora della ringhiera di una scala al buio, mi è piaciuta e l'ho avvertita con intensità orgasmica, e sono cosciente che è l'attrezzo più comunemente impiegato ancora oggi, al posto di una buona torcia, magari di quelle da pesca, applicata - guarda caso - sulla testa, sì da lasciare le mani libere...

Che però questa sia soltanto la mia personale esperienza, non così condivisa dalla maggioranza degli esseri appartenenti alla mia stessa specie, lo so bene, sulla mia pelle, è ciò non ha fatto altro che costituire ulteriore ottimo concime utile all'irrobustimento del mio pur già massiccio albero della misantropia, di cui tu conosci bene i connotati grazie ai nostri scambi dialettici privati.

Ed è per questo che abbandono il thread: vi scorgo ad entrambi i lati due imponenti ringhiere bellissime, in rovere massiccio, utili sia al buio che appaganti e rassicuranti alla vista diurna.

Ma io sono provvisto di una buona scorta di torcette da pesca, di quelle a led.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sessualità e cultura Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4
Pagina 4 di 4

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi