Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Fare il pieno con alcool e zucchero
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 10 Mag 2008 23:08    Oggetto: Fare il pieno con alcool e zucchero Rispondi citando

Commenti all'articolo Fare il pieno con alcool e zucchero
E-Fuel presenta il primo distributore casalingo di etanolo per automobili, alimentato con zucchero e alcool di scarto.



Top
seahawk
Dio minore
Dio minore


Registrato: 14/07/07 08:23
Messaggi: 865
Residenza: Bosco di Shoikan

MessaggioInviato: 11 Mag 2008 11:12    Oggetto: Rispondi citando

Infatti quelli che producono biocarburanti da etanolo non hanno considerato il fatto che diminuisce così la superficie coltivabile per le normali colture. Così facendo abbiamo meno materie prime facendo lievitare i prezzi (con o senza speculazioni, lo sappiamo tutti).

Non tutti però sanno che in USA sono un passo avanti (strano..), avendo capito il problema dell'affamamento modiale (passatemi il termine) delle tecniche precedenti, si è concentrata sulla coltivazione di alghe, che stando in acqua non ruberebbero lo spazio a nessuno, ottenendo buoni risultati.

Non sono esperto di emissioni, ma come diceva Piero Angela nel 1982: l'umanità è di fronte a una crisi di idee per superare la crisi energetica (e si, già nel 1982 si sapeva che ci sarebbe stata una crisi tra il 2010-2020...e io lo trovo allucinante)
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
danielegr
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 04/05/05 08:54
Messaggi: 2277
Residenza: 43 54 26,81N 7 56 25,35E Altitudine 184 m.

MessaggioInviato: 11 Mag 2008 12:18    Oggetto: Rispondi citando

Io credo però che si stia facendo un po' di terrorismo psicologico: è vero, destinando alcune zone tendenzialmente agricole alla produzione di vegetali da destinare alla produzione di bio carburanti si riducono quelle destinate alla produzione di generi alimentari. Ma siamo sicuri che questo sia un male?
Nel mondo occidentale, almeno, il problema mi sembra invece quello delle eccedenze agricole, che vengono periodicamente distrutte. Chi ricorda i trattori che passano sopra alle eccedenze di frutta o di pomodori, perchè il prezzo non si svilisca troppo? Credo che il problema sia piuttosto di una riorganizzazione della produzione agricola, in modo da far convivere entrambe le produzioni: quella destinata all'alimentazionee quella destinata ad altri usi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
seahawk
Dio minore
Dio minore


Registrato: 14/07/07 08:23
Messaggi: 865
Residenza: Bosco di Shoikan

MessaggioInviato: 11 Mag 2008 13:42    Oggetto: Rispondi citando

io ne parlo per conoscenza, visto che studio agraria (unimi) e ti posso anche dire che la politica agricola comunitaria ( la famosa PAC) in Europa fino agli anni 2000 circa è stata una bella bluffa a livello mondiale nei confronti degli altri paesi di produttori agricoli per svariati motivi (dovrei aprire un forum solo per quello).

Infatti precedentemente si pagava un agricoltore per NON coltivare una parte del suo terreno (set-aside) a causa delle eccedenze europee che, come hai detto giustamente, venivano distrutte, ora invece è stato revocato per i problemi suddetti. La loro distruzione infatti andava a mantenere un certo prezzo e quindi un certo ricavo per l'agricoltore stesso.

La popolazione mondiale aumenta, aumentano le richieste di prodotti agricoli e ovviamente ce ne è di meno per tutti. Non capisco quando dici : "Siamo sicuri che è un male?" riferito alla diminuzione dei terreni... per me è non sta ne in cielo ne in terra.

Il vero problema è che l'agricoltura in Italia è frammentata, la maggior parte delle aziende ha dimensioni di 1 ettaro (per chi non lo sa: 1ha=10,000 m2) e non c'è un associazione di categoria forte per riunire tutti i nostri produttori.

E poi scusate: se i paesi del terzo mondo non hanno nemmeno ora un'agricoltura sviluppata per il loro sostentamento, se dovessero cominciare la coltivazione per i biocarburanti rimarrebbero ancora più invischiati nel loro pantano. E le multinazionali ne sanno qualcosa...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
danielegr
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 04/05/05 08:54
Messaggi: 2277
Residenza: 43 54 26,81N 7 56 25,35E Altitudine 184 m.

MessaggioInviato: 11 Mag 2008 15:10    Oggetto: Rispondi citando

Ma infatti io mi riferivo al mondo occidentale, che è poi quello nel quale si verificano le eccedenze: non ha senso, secondo me, destinare a colture per uso industriale terreni nel terzo mondo: lì prima bisogna pensare a riempire la pancia.
Il "siamo sicuri che sia davvero un male?" va appunto riferito a questa ottica. Io credo pur essendo tutt'altro che un esperto nel ramo, che andrebbe infatti meglio organizzato, a livello provinciale o regionale, incentivando con premi o disincentivando con penalizzazioni le varie colture.
Top
Profilo Invia messaggio privato
seahawk
Dio minore
Dio minore


Registrato: 14/07/07 08:23
Messaggi: 865
Residenza: Bosco di Shoikan

MessaggioInviato: 11 Mag 2008 16:38    Oggetto: Rispondi citando

danielegr ha scritto:
Ma infatti io mi riferivo al mondo occidentale, che è poi quello nel quale si verificano le eccedenze: non ha senso, secondo me, destinare a colture per uso industriale terreni nel terzo mondo: lì prima bisogna pensare a riempire la pancia.


certamente, ma se ti pagano di più per produrre quelle colture abbiamo un problema...

danielegr ha scritto:
Il "siamo sicuri che sia davvero un male?" va appunto riferito a questa ottica. Io credo pur essendo tutt'altro che un esperto nel ramo, che andrebbe infatti meglio organizzato, a livello provinciale o regionale, incentivando con premi o disincentivando con penalizzazioni le varie colture.


Il sistema della PAC ha sempre previsto e prevede (fino al 2017 e poi dovrebbe cessare) dei contributi in base a ciò che produci e a quanto produci... ovvero: coltivi mais? ottimo, ti diamo 300?, fai frumento? te ne diamo 250... il problema sono il giro di soldi di questa PAC , che fino a poco tempo fa prendeva il 45% dei fondi europei, cioè: 45 miliardi di euro (!). Il sistema degli incentivi di cui parli tu è proprio questo Smile, che è quello che ha poi falsato il mercato mondiale.

Solo recentemente gli aiuti si sono ristretti cercando l'allineamento con le condizioni di mercato del resto del mondo, ma non sono previste delle penalizzazioni.
Preciso inoltre che, essendo una questione europea, l'Italia in quanto tale non può fare molto.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
steverm
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 15/02/07 12:33
Messaggi: 179

MessaggioInviato: 12 Mag 2008 08:17    Oggetto: ...ma è vietato Rispondi citando

è vietato ovunque prodursi carburanti x autotrazione in proprio perchè si evadono le accise...quindi legalmente non serve ! e purtroppo mai servirà...anche se legalizzassero la produzione casalinga (come succede già in Francia con il metano, non è in questo caso produzione ma rifornimento) scaterrebbero subito in Italia delle super-tasse che lo renderebbero appetibile solo da un tot enorme di km in poi (vedi gasolio)
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Bunips
Semidio
Semidio


Registrato: 30/11/07 14:19
Messaggi: 202
Residenza: Bolzano

MessaggioInviato: 12 Mag 2008 08:23    Oggetto: etanolo e carburanti alternativi Rispondi citando

il giorno che la mia quattro lumache mi pianta, (spero in un futuro molto prossimo), ho mi faccio la macchina ibrida, oppure un vecchio diesel.
in questo caso ci piscio sopra alle alcise e vado avanti con olio per friggere!
costa la meta, non inquina e la metto nel posteriore alle sette sorelle e hai loro amichetti arabi!
dati alla mano l'olio per friggere non crea casini se trattato con piccoli accorgimenti. nulla di chimico. basta solo pre riscaldare il carburante per renderlo piu fluido e io gioco e fatto 8)
testato e provato di persona Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
amldc
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 02/05/06 16:21
Messaggi: 1162

MessaggioInviato: 12 Mag 2008 12:13    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
in questo caso ci piscio sopra alle alcise e vado avanti con olio per friggere!

Davanti alla legge rimarresti un evasore fiscale inoltre mi sembra che ultimamente stia venendo fuori che questi combustibili non siano poi cosi' ecologici. Per quanto riguarda poi le industrie petrolifere, guanda di non andare ad ingrassare in loro vece qualche altra multinazionale (produttrice di olio) che non ha niente da invidiare (in quanto a porcherie mondiali) ad esse.

Per il resto potrebbe essere una buona idea il recupero degli alcoolici di 'scarto' da ristoranti, bar, discoteche ecc., magari con un consorzio tipo quelli per gli olii usati, si avrebbe un minor inquinamento (dove vanno a finire ora ?) ed un risparmio sulla materia.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Bunips
Semidio
Semidio


Registrato: 30/11/07 14:19
Messaggi: 202
Residenza: Bolzano

MessaggioInviato: 12 Mag 2008 12:44    Oggetto: e vero! Rispondi

sono uno sporco evasore fiscale e merito di essere messo alla gognia. ARRESTATEMI!!
quando dicevo che questo tipo di combusitbili inquinano pochissimo, non lo dico io. lo dicono i dati della motorizzazione civile. infatti dopo aver fatto la revisione della macchina mi anno chiesto che razza di additivo uso per macchina. e risultato che il veicolo e 8 punti sotto il limite minimo di inquinamento! alla faccia delle tasse di questo branco di farabutti.
che incidono per il 40% sul costo dei carburanti.
interessante il discorso dello smaltimento dei prodotti alcoolici.
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi