Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Quale tra queste "emozioni ti capita" di provare..
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Al caffe' dell'Olimpo
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Proserpina
Moderatore Sessualità
Moderatore Sessualità


Registrato: 08/10/07 14:22
Messaggi: 4599
Residenza: Sono solo nella tua mente (by Odos)

MessaggioInviato: 08 Giu 2008 20:54    Oggetto: Rispondi citando

kevin ha scritto:
si viene bello ma non capisco che c'azzecca il kung fu con le emozioni ... Rolling Eyes


..beh..io ho chiesto come difendersi dagli attacchi e a quanto pare sono in parecchi qui a conoscere le arti marziali...c'azzecca poco ma mi piace tutto questo vociare..io e te siamo in quell'età dove non si usa più il corpo per difendersi..ci basta uno sguardo Twisted Evil
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
kevin
Moderatore Caffè dell'Olimpo
Moderatore Caffè dell'Olimpo


Registrato: 08/02/07 09:52
Messaggi: 15764
Residenza: Qui se guardi da lì

MessaggioInviato: 08 Giu 2008 21:03    Oggetto: Rispondi citando

ti ringrazio per avermi dato del coetaneo ma sono un pò più vecchietto di te di una decina d'anni ... purtroppo!
bè ... a volte non basta uno sguardo ma a parte una sola volta, ho sempre risolto le questioni ragionando con la controparte.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Proserpina
Moderatore Sessualità
Moderatore Sessualità


Registrato: 08/10/07 14:22
Messaggi: 4599
Residenza: Sono solo nella tua mente (by Odos)

MessaggioInviato: 08 Giu 2008 21:10    Oggetto: Rispondi citando

kevin ha scritto:
ti ringrazio per avermi dato del coetaneo ma sono un pò più vecchietto di te di una decina d'anni ... purtroppo!
bè ... a volte non basta uno sguardo ma a parte una sola volta, ho sempre risolto le questioni ragionando con la controparte.


per raccordare i due filoni
Citazione:
l'autodifesa non insegna ad atterrare un uomo, insegna ad immobilizzarlo Wink e ti assicuro che esistono pressioni sui nervi e leve che ti paralizzano dal dolore.

puoi portare il dolore a livelli così alti da rendere una persona incapace di pensare...


..da quello che dici Triv l'obbiettivo è fermare l'aggressione portando la persona fuori dal suo stato di attacco.
Pressioni sui nervi..imobilizzare...pensavo a come provocare lo stesso effetto con gesti o parole...
e che parola può portare un azione rabbiosa o violenta ad uno stop...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
flyngvfactor87
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 12/03/08 13:11
Messaggi: 7030
Residenza: Casa mia

MessaggioInviato: 09 Giu 2008 01:33    Oggetto: Rispondi citando

Proserpina ha scritto:
pensavo a come provocare lo stesso effetto con gesti o parole...
e che parola può portare un azione rabbiosa o violenta ad uno stop...


A mio avviso nessuna...le carogne più le istighi e più si fanno di faccia...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20674
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 09 Giu 2008 09:35    Oggetto: Rispondi citando

Khloe ha scritto:
Posso invidiarvi solo un pò?... Poco, poco?

Certo che puoi, se ti fa sentire bene e magari stimolata a raggiungere lo stesso obiettivo perché no? Very Happy
Non nego di provare rabbia, paura e altre emozioni utili ma non me ne faccio schiavizzare, cerco subito il modo di trasformare tutta quella energia in altro, in cose utili a risolvere il problema. Non mi trattengo da esprimere verbalmente il mio disappunto ma non colpirei mai persone animali o cose per sfogare la mia rabbia. Sarebbe come cercare un muro o un albero per fermare l'auto. Damn!
Io so che i nostri sentimenti hanno origini biochimiche e so anche che il nostro cervello è molto ben organizzato e perfettamente in grado di trovare dentro di sé quel che serve per ritrovare il suo equilibrio.

Ho letto i commenti che precedono questo ed ho visto come vi siete tutti orientati su di un dibattito che verte sull'autodifesa o su fantasie di conflitto a mani più o meno nude. KO
Questo genere di fantasie liberatorie, se condivise, servono a tranquillizzarci rispetto ai nostri naturali timori atavici. Affrontare un grizzly con le roncole (come spiritosamente diceva Trivette), è impensabile quanto cercare di fermare un orologio guardandolo intensamente. L'orologio continuerà a correre e il grizzly vi farà a pezzetti perché ha più paura di voi e solitamente si difende attaccando. TapTap

Dunque, è questo il primo istinto: schiacciare la povera cavalletta, far fuori il serpente, disintegrare il cagnaccio (ma povero cane, perché ucciderlo? Trivette, ripensaci! Nella tua prossima reincarnazione potresti rinascere in un cane da tartufi con il raffreddore da fieno) o saltare in aria come Proserpina se il cavallo si imbizzarrisce. Tutti quelli che hanno fatto un po' di esperienza di equitazione, sa che i cavalli sono pesanti e ricevere un pestone sul piede non è cosa gradevole.
Inoltre, essendo erbivori e facili prede, sono equipaggiati per scattare rapidamente e fuggire: questi movimenti sono assai pericolosi per chi vi si trova vicino, e perciò, la paura di Prose è più che ragionevole. Help Mantenere distanze di sicurezza è cosa buona e fonte di salvezza, quando si ha a che fare con grossi animali o animali potenzialmente aggressivi.
Ad esempio è un errore abbracciare il cale stringendolo al collo, è un segnale di dominanza che non tutti gli animali possono gradire. Inoltre non guardate mai negli occhi un gorilla, è una sfida parecchio sgradita, soprattutto dai "Silverback", i maschi dominanti. In assenza di incudini a portata di mano, il gorilla potrebbe assestarvi un bel sergozzone mandandovi in braccio a Manitou anche se siete Buddisti. Splat Ghost

Allo stesso modo gli insetti, dotati di armi di difesa principalmente chimiche si difenderanno da voi così come si difendono da qualsiasi aggressore. Pensate che esistono insetti in grado di emettere esplosioni chimiche corrosive miscelando in una speciale camera all'interno dell'addome, due sostanze che, entrando in contatto reagiscono violentemente, uscendo da un orifizio posteriore con gli effetti di una vera e propria esplosione corrosiva e caldissima. Ma sono insetti che non vivono alle nostre latitudini. Gli scout non correranno rischio di essere sterminati mentre campeggiano in prossimità dei boschi e dei fiumi aspettando il grizzly che mai non verrà a portarli via da questo mondo di stoltezze. Dubbio

Trivette chiama infami i poveri insetti che si difendono e sbaglia. Se gli insetti non si fossero difesi fin dall'antichità, si sarebbero estinti e con loro ci saremmo estinti anche noi, o meglio, non ci saremmo mai evoluti. L'importanza degli insetti nell'equilibrio di tutta la biosfera è pari a quello dei batteri presenti nel nostro intestino.

Un ragno ti punge perché si sente attaccato, lo stesso fa lo scorpione, le vespe eccetera. Lo so molto bene essendo incappato durante una passeggiata in un bosco, in un nido di vespe che mi ha attaccato (non il nido! Le vespe!) ed inseguito Fuga per alcune centinaia di metri pungendomi come un puntaspilli.
Consiglio a chiunque si trovi in situazioni simili di non agitarsi ma di cercare di allontanare per quanto possibile, quanti più insetti, passando in mezzo alle frasche fitte, laddove presenti, disorientando così le vespe che in gran parte rinunceranno a seguirvi. Per quelle che vi saranno rimaste addosso è sufficiente un piccolo colpo per stordirle e renderle inoffensive. Non serve spappolarle, perdereste solo tempo a ripulirvi mentre le altre continuano a pungere.
Le vespe sono insetti molto fragili e basta un nonnulla per stenderle. Se vi hanno punto e non siete allergici ve la caverete con poco. Maggiore danno potrà invece farvi la paura se, correndo disperati, attraverserete la strada mentre passa un camion da 50 tonnellate carico di maiali o un gruppo di sessanta motociclisti lanciati a 260 km/h.Alle volte basta anche una monovolume per schiacciarvi insieme alle povere vespe. Farsi prendere dal panico, soggiacere al sentimento della paura non vi aiuterà a uscirne con il bouquet da sposa intatto. Splat

Lo stesso vale per la rabbia: aggredire soddisfa un bisogno ma non una necessità (le due cose sono distinguibili dagli effetti collaterali).
Sfogare la rabbia è meglio che tenersela dentro ma la cosa migliore è farci i conti con questa rabbia. Chi è portato alla rabbia può imparare a farla confluire in azioni meno dannose per sé e per gli altri.

Spesso, la rabbia si autoalimenta per via di abitudini consolidate. Sentirsi aggrediti scatena una serie di pensieri che io chiamo "a serramanico", pensieri che danno fuoco alle polveri e uno si autoalimenta da sé. So che si soffre molto perché in gioventù ho conosciuto grandi rabbie impossibili da sfogare senza danni e solo grazie alla consapevolezza dell'origine di queste rabbie sono riuscito a non farle più autoinnescare. Phew

Intendiamoci, mi arrabbio anche adesso ma è una cosa del tutto "pacifica", mi aiuta ad accumulare forza sufficiente per affrontare un problema spinoso ma non certamente a farlo a pezzi o a farmi salire la pressione. Furibondo
La mia rabbia può durare il tempo di uno starnuto o il tempo di una canzone. Poi, senza dover riprendere il controllo che non ho mai perduto, torno alla pace e al sentimento di curiosità precedente.
Curiosità per il mondo, per le cose che accadono dentro e fuori di me, curiosità per il possibile ancora irrealizzato, curiosità per quello che ancora non ho capito.

Bye Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20674
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 09 Giu 2008 09:43    Oggetto: Rispondi citando

Proserpina ha scritto:
..da quello che dici Triv l'obbiettivo è fermare l'aggressione portando la persona fuori dal suo stato di attacco.
Pressioni sui nervi..imobilizzare...pensavo a come provocare lo stesso effetto con gesti o parole...
e che parola può portare un azione rabbiosa o violenta ad uno stop...

Una tecnica semplice è disorientare l'aggressore facendo cose assurde come dipingerlo di bianco o mettendosi a suonare un pianoforte a coda mentre si balla il Tip tap.
Lascia perdere Trivette: da quando ha visto Star Trek se ne va in giro a eseguire la famosa stretta vulcaniana stendendo le persone per la strada.
Se camminando in centro trovi un lungo nasto di persone svenute in pose assurde, può essere passato Trivette.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Ranger_Trivette
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 21/08/07 16:11
Messaggi: 4980
Residenza: Genova

MessaggioInviato: 09 Giu 2008 11:25    Oggetto: Rispondi citando

Silent ha scritto:
Trivette chiama infami i poveri insetti che si difendono e sbaglia. Se gli insetti non si fossero difesi fin dall'antichità, si sarebbero estinti e con loro ci saremmo estinti anche noi, o meglio, non ci saremmo mai evoluti. L'importanza degli insetti nell'equilibrio di tutta la biosfera è pari a quello dei batteri presenti nel nostro intestino.


scusa ma ti sembra giusto che siccome sono nati piccoli e deboli debbano usare armi? d'ora in avanti mi portero' sempre dietro qualche spray tossico e vediamo chi vince Confused
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
flyngvfactor87
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 12/03/08 13:11
Messaggi: 7030
Residenza: Casa mia

MessaggioInviato: 09 Giu 2008 11:47    Oggetto: Rispondi citando

Silent Runner ha scritto:
Farsi prendere dal panico, soggiacere al sentimento della paura non vi aiuterà a uscirne con il bouquet da sposa intatto. Splat


Bè ma questo dipende dai caratteri e dalla fraddezza della persona silent...io ho un coniglio in casa da circa 2 anni e mezzo ma nonostante ciò, mia madre, quando lui fà qualche movimento strano, si spaventa molto e sa benissimo che è un animale innoquo... Rolling Eyes
Moltissimi alle volte hanno addirittura così paura da paralizzarsi e non riuscire più nè a pensare nè ad agire, è facile dire "non fatevi prendere dal panico in situazioni simili ecc ecc"...ma quando sei in quelle situazioni, di certo non ti metti a pensare alle parole del buon vecchio silent...
Però mi chiedo, gli psicologi possono far qualcosa in merito? Cioè dico, se uno ha una paura maledetta dei cani e ciò può essere stato innescato da uno choc in età infantile, loro sanno come arrivarci e aiutarti a superare quelle paure??? Question
Top
Profilo Invia messaggio privato
ioSOLOio
Amministratore
Amministratore


Registrato: 12/09/03 18:01
Messaggi: 16342
Residenza: in un sacco di...acqua

MessaggioInviato: 09 Giu 2008 14:06    Oggetto: Rispondi citando

Silent Runner ha scritto:
Nessuna delle tre.. devo preoccuparmi? Shocked

no, forse siamo anche semplicemente stati un poco fortunati nel quotidiano vivere..
Top
Profilo Invia messaggio privato
ioSOLOio
Amministratore
Amministratore


Registrato: 12/09/03 18:01
Messaggi: 16342
Residenza: in un sacco di...acqua

MessaggioInviato: 09 Giu 2008 14:09    Oggetto: Rispondi citando

Khloe ha scritto:
ioSOLOio ha scritto:

mi trovo in difficoltà...sono tre emozioni forti, intense..che però non fanno molto parte di me.
[...]




Silent Runner ha scritto:

Nessuna delle tre.. devo preoccuparmi?



Posso invidiarvi solo un pò?... Poco, poco?


non credo ve ne sia bisogno..Wink
Ognuno ha le proprie reazioni, in base al carattere, alla personalità e anche alle esperienze vissute, agli accadimenti nella sua vita.

Lo stress credo sia una questione più mentale che altro..quindi io che sono molto logico probabilmente lo "addomestico" prima che diventi tale.
La "paura" è una sensazione....a volte può essere anche irrazionale, altre invece è assolutamente motivata e ragionevole..
non aver provato la seconda magari è solo questione di fortuna
Quanto alla rabbia...ma perchè devo arrabbiarmi per qualcosa o qualcuno che non considero nella mia vita? Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20674
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 09 Giu 2008 14:53    Oggetto: Rispondi citando

flyngvfactor87 ha scritto:
Silent Runner ha scritto:
Farsi prendere dal panico, soggiacere al sentimento della paura non vi aiuterà a uscirne con il bouquet da sposa intatto. Splat


Bè ma questo dipende dai caratteri e dalla fraddezza della persona silent...io ho un coniglio in casa da circa 2 anni e mezzo ma nonostante ciò, mia madre, quando lui fà qualche movimento strano, si spaventa molto e sa benissimo che è un animale innoquo... Rolling Eyes
Moltissimi alle volte hanno addirittura così paura da paralizzarsi e non riuscire più nè a pensare nè ad agire, è facile dire "non fatevi prendere dal panico in situazioni simili ecc ecc"...ma quando sei in quelle situazioni, di certo non ti metti a pensare alle parole del buon vecchio silent...
Però mi chiedo, gli psicologi possono far qualcosa in merito? Cioè dico, se uno ha una paura maledetta dei cani e ciò può essere stato innescato da uno choc in età infantile, loro sanno come arrivarci e aiutarti a superare quelle paure??? Question


Non ho mai pensato che le parole del buon vecchio Silent potessero essere utili a superare le paure di chiunque, non era quello lo scopo. Le ho solo espresse per fornire un argomento sul quale riflettere. Se avessi un simile dono lo avrei già offerto a tutti. Wink
Quando ho detto che farsi prendere dal panico non avrebbe aiutato non intendevo fornire una soluzione ma far riflettere sul gioco fra causa ed effetti.

La psicologia si è occupata a lungo di questo argomento: posso solo dire che un training con un buon terapista può aiutare a superare questo particolare disturbo che in alcuni casi può essere molto invalidante. Ma è un percorso molto lungo e assolutamente personale, non si possono qui dare ricette o prevederne la durata e il successo.
Spesso è sufficiente spostare l'origine della paura su oggetti più coerenti e legati alla paura stessa, in modo da poterla affrontare in modo cosciente e superarla con maggiore facilità.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
flyngvfactor87
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 12/03/08 13:11
Messaggi: 7030
Residenza: Casa mia

MessaggioInviato: 09 Giu 2008 14:58    Oggetto: Rispondi citando

Silent Runner ha scritto:
Spesso è sufficiente spostare l'origine della paura su oggetti più coerenti e legati alla paura stessa, in modo da poterla affrontare in modo cosciente e superarla con maggiore facilità.


Cioè...?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20674
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 09 Giu 2008 15:32    Oggetto: Rispondi citando

Nella maggior parte dei casi, gli oggetti della nostra paura non hanno nulla a che vedere con l'origine della paura stessa.
Se uno ha paura, per esempio, delle cavallette, non è che la sua fobia tragga necessariamente origine dall'insetto ma da ciò che questo inconsciamente può rappresentare. L'insetto può diventare un simbolo, una proiezione del tutto personale ed inconscia. Se poi si sommano le paure ataviche come quella dei serpenti o dei ragni, animali potenzialmente pericolosi, la paura trova ancora di più una spiegazione razionale con il risultato di impedire di vedere la vera origine del problema.
Come ho detto, se la fobia è invalidante e non ti permette di vivere serenamente è meglio rivolgersi ad uno specialista e cercare attraverso un percorso personale di analisi, di scoprire l'origine del problema.
Spesso questo genere di disturbi si risolvono in breve tempo.
Ma non si può fare alcun tipo di previsione.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
flyngvfactor87
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 12/03/08 13:11
Messaggi: 7030
Residenza: Casa mia

MessaggioInviato: 09 Giu 2008 15:38    Oggetto: Rispondi

Capito...grazie... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Al caffe' dell'Olimpo Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3
Pagina 3 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi