Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Niente anonimato su Internet: la battaglia di Gabriella Carl
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ribelli digitali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 18 Feb 2009 10:53    Oggetto: Niente anonimato su Internet: la battaglia di Gabriella Carl Rispondi citando

Commenti all'articolo Niente anonimato su Internet: la battaglia di Gabriella Carlucci
Il disegno di legge 2195 vuole abolire l'anonimato in Rete ed estendere ai contenuti presenti le norme sulla stampa per il reato di diffamazione.



Top
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 18 Feb 2009 11:03    Oggetto: Un commento anonimo, fin che non sarà vietato Rispondi citando

"In realtà, forse, un'idea buona c'era, almeno in origine: la proposta di abolire l'anonimato potrebbe sottintendere l'idea che sono i singoli utenti a essere responsabili delle proprie azioni e non - per esempio - i provider, come di tanto in tanto si vuole credere"

Se è già possibile ora risalire al responsabile di determinate azioni, non ha senso vietare l'anonimato tout court. L'unico senso che ha questo articolo è vietare l'anonimato "relativo": i nickname per capirci.

Tutto con nome e cognome? cioè lasciare una traccia indelebile del tuo passaggio che chiunque-ma proprio chiunque!!!!- può ricostruire con una semplice ricerchina su google, per qualsiasi motivo, anche se non hai commesso illeciti?
pessima idea.
Top
BaK
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 08/11/08 20:52
Messaggi: 88
Residenza: Reggio Calabria

MessaggioInviato: 18 Feb 2009 11:27    Oggetto: informazione alternativa messa a tacere Rispondi citando

Beh mi sembra una "abile mossa" per mettere a tacere l'informazione alternativa (in primis blogger e chi pubblica materiale multimediale su Internet) come e quando conviene alla solita lobby...
Già adesso c'è una "data retention" ed una tracciabilità tramite IP di chi porpone materiale online (ed infatti già abbiamo visti casi di abuso di potere, con blog interi sequestrati a causa di un singolo post che suonava "offensivo" al regime), procedere oltre vuol dire ancora una volta avvicinarci ad antiquati e deliranti modelli di blocco internettiano tanto cari alla Cina...
Utenti: Protestiamo...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 18 Feb 2009 12:10    Oggetto: Re: Un commento anonimo, fin che non sarà vietato Rispondi citando

{utente anonimo} ha scritto:
L'unico senso che ha (...) questo articolo è vietare l'anonimato "relativo": i nickname per capirci.
Sting (e altri come lui) saranno contenti,
se si firmano con nome e cognome, non li riconoscerebbe (quasi) nessuno.

Jump
Top
Profilo Invia messaggio privato
{StefanoSass}
Ospite





MessaggioInviato: 18 Feb 2009 12:23    Oggetto: Lungi da me essere d'accordo con questa legge stupida, ma... Rispondi citando

Non sono d'accordo sulla chiosa del pezzo relativa a Google e il caso del ragazzo Down: sono d'accordo con il rinvio a giudizio perché non dovevano assolutamente tenere sui server il video per 2 mesi ma dovevano rimuoverlo immediatamente non appena ricevuta la segnalazione...perché non l'hanno rimosso? era forse appetibile perché generava migliaia e migliaia di visualizzazioni? sinceramente qui ci vedo gli estremi di della diffamazione e corresponsabilità civile. (aggiungo che poi eticamente è una cosa disdicevole).
Vado un po' off-topic ma in alcuni casi la bandiera della "libertà della Rete" viene sventolata a casaccio.
Lungi da me essere d'accordo con questa legge, che è una legge stupida, (e con tutte le leggi propinateci ultimamente, una più scandalosa dell'altra) ma è innegabile che in questo momento lo "sputtanamento" a mezzo Internet è un problema di cui si dovrebbe parlare seriamente... non vi pare?
Top
Zeus
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/00 01:01
Messaggi: 12694
Residenza: San Junipero

MessaggioInviato: 18 Feb 2009 12:34    Oggetto: Rispondi citando

l'hanno rimosso non appena ricevuta la segnalazione (meno di 24 ore mi pare)
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
{f o}
Ospite





MessaggioInviato: 18 Feb 2009 13:36    Oggetto: internet e intercettazioni, due pesi e due misure Rispondi citando

vi siete mai chiesti perchè vogliono ostacolare le intercettazioni telefoniche MA eliminare l'anonimato in rete ? nel primo caso gli intercettati sono LORO, nel secondo siamo NOI.
meditate gente, non credete a chi vi dice che le intercettazioni telefoniche vanno limitate per salvaguardare la nostra privacy...
Top
spirolone
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 12/10/07 20:02
Messaggi: 134

MessaggioInviato: 18 Feb 2009 16:47    Oggetto: Rispondi citando

{StefanoSass} ha scritto:
...ma è innegabile che in questo momento lo "sputtanamento" a mezzo Internet è un problema di cui si dovrebbe parlare seriamente... non vi pare?
Sinceramente no! Con tutti i problemi seri di cui si dovrebbe parlare, non lo vedo assolutamente una priorità. Le leggi ci sono già, e forse sono già fin troppo severe! Possibile che un magistrato possa oscurare un intero blog perché si parla male di un personaggio famoso come Emilio Fede che è il primo a farlo di altri?? Il guaio non è certo la mancanza di leggi, ma semmai il fatto che riescano a farle applicare solo i ricchi e i potenti, visti i costi e i tempi della giustizia!

Quello che sta succedendo mi sembra evidente: si continua a dire che Internet è una terra senza leggi dove l'illegalità può regnare incontrastata, cosa che chiunque conosce bene Internet sa non essere vera, ma la persona comune che non se ne intende ci crede e accetta che vengano fatte nuove leggi. In realtà le nuove leggi non cambiano nulla, se non certi dettagli che passano inosservati. Uno dei dettagli più significativi che si sta cercando di cambiare è la competenza su certe cose: vi ricordate quando ancora alle elementari ci hanno insegnato che la nostra democrazia è basata sullatripartizione del potere in legislativo, esecutivo e giudiziario? Ebbene a differenza di quello che avviene in uno stato totalitario, in una democrazia ci dovrebbe essere chi fa le leggi, chi si occupa di farle rispettare (sempre più controllati da chi fa le leggi e avrete notato che anche qui ci sono stati cambiamenti, o nessuno ha notato che ora alle classiche figure dei poliziotti ci sono affiancate quelle di militari?), e infine chi si occupa di giudicare se effettivamente qualcuno le ha violate. Bene, se notate nelle ultime leggi proposte compare sempre più spesso il "dettaglio" che per fare certe cose come oscurare un sito o violare la privacy di un utente non serve più l'autorizzazione di un giudice, può farlo direttamente un ministro o un ente privato. E' a questi dettagli che bisogna fare attenzione!

Direi, infine, che non si può non aver notato (come dice anche {f o}) una diversissima posizione tra il campo delle intercettazioni telefoniche e quello del rintracciamento degli utenti su Internet. Le intercettazioni vanno limitate perché lesive della privacy e dei diritti del "povero" intercettato e poi costano. Ma in campo Internet (e in altri campi), la sicurezza e la legalità sono la cosa più importante e non c'è diritto individuale che tenga, tutto è concesso! Sicuramente c'è una grossa contraddizione, come ci sarebbe se uno sostenesse che in campo telefonico si dovrebbe poter intercettare tutto e tutti mentre in campo Internet si dovrebbe poter fare tutto quel che si vuole. Non è invece contraddittorio sostenere che in tutti i campi dovrebbero continuare ad essere i giudici ad autorizzare "invasioni" nella privacy di qualcuno perché ci sono motivazioni per farlo per tutelare la legalità...
Top
Profilo Invia messaggio privato
mariantonio.inter
Semidio
Semidio


Registrato: 02/06/07 14:56
Messaggi: 478
Residenza: meglio nero che bianconero ! NO al razzimo

MessaggioInviato: 18 Feb 2009 17:59    Oggetto: Rispondi citando

una criticare una cosa che non è ancora resa pubblica, mi sembra abbastanza una pratica non molto, diciamo ortodossa. Comunque anche se tutte le critiche, giuste o meno, fossero appropriate, chiedo se non sarebbe il caso che ad ogni articolo, magari anche dopo la critica, non ci fosse anche un buon suggerimento. Penso sarebbe utile come per quelli che come me, non sono esperti di informatica, e potrebbero cominciare a farsi un'idea del problema.
Saluti
Top
Profilo Invia messaggio privato
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 18 Feb 2009 18:28    Oggetto: Dovrebbero fare una legge anche per le telefonate allora! Rispondi

{f o} ha scritto:
vi siete mai chiesti perchè vogliono ostacolare le intercettazioni telefoniche MA eliminare l'anonimato in rete ? nel primo caso gli intercettati sono LORO, nel secondo siamo NOI.
meditate gente, non credete a chi vi dice che le intercettazioni telefoniche vanno limitate per salvaguardare la nostra privacy...
Dovrebbero fare una legge anche per le telefonate, allora!

Quando uno telefona, prima di cominciare dovrebbe dire a voce alta e chiara il suo nome, cognome, luogo e data di nascita, codice fiscale, bla bla bla
Smile

Per non parlare delle lettere, oggi si possono mandare senza alcun controllo (forse possono foralo per le raccomandate, ma quante ne controllano? Forse una su 10.000, vi hanno mai chiesto il documento d'identità all'ufficio postale?)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ribelli digitali Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Pagina 1 di 6

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi