Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
La Quaresima e l'illogico digiuno da Internet, Sms e Tv
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 03 Mar 2009 11:24    Oggetto: La Quaresima e l'illogico digiuno da Internet, Sms e Tv Rispondi citando

Commenti all'articolo La Quaresima e l'illogico digiuno da Internet, Sms e Tv
Si susseguono gli appelli di vescovi e preti ad astenersi da Sms e Internet. Ma non possono che cadere nel vuoto.



Top
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 03 Mar 2009 11:47    Oggetto: Chi fa queste proposte sa cosa sia Internet, gli SMS, ecc. ? Rispondi citando

Chi fa queste proposte sa cosa sia Internet, gli SMS, ecc. ecc.?

Posso capire che chi crede che in Quaresima si debba fare penitenza, riduca i divertimenti.
Ma Internet, gli SMS ecc. ecc. non sono solo divertimento.

Un invito del genere sarebbe un po' come se s'invitasse a non fare acquisti di vestiti, scarpe, borsette, ecc. ecc. durante la Quaresima,
dando per scontato che tutti facciano shopping per divertimento perché "uh, che bella quella borsetta non posso (!!) non comprarla" Confused ,
facendo di tutta un'erba un fascio con chi deve comprare -magari con sacrifici per poter spendere quei soldi- le scarpe ai figli perché le uniche che avevano si sono rotte.


Forse sarebbe invece più opportuno un invito a distinguere i vari tipi d'uso e a comprendere questi mezzi tecnologici,
con invito a privilegiare in Quaresima, per i credenti e praticanti di essa, a farne solo gli usi consoni a tale scelta (quindi non per divertimento, ma per necessità), un uso quindi più consapevole.

Ma per farlo ci sarebbe bisogno che coloro che lancino questi appelli (e chi li rilancia tali e quali in modo acritico -diversamente da come per fortuna ha fatto Zeus News- ) sappiano loro per primi distinguere i vari tipi d'uso, comprendere quei mezzi tecnologici e farne un uso più consapevole.
Ma visto gli appelli che fanno e rilanciano danno invece l'impressione che loro per primi non sappiano fare queste distinzioni.
Top
Profilo Invia messaggio privato
merlin
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 15/03/07 23:32
Messaggi: 2421
Residenza: Kingdom of Camelot

MessaggioInviato: 03 Mar 2009 14:15    Oggetto: Re: Chi fa queste proposte sa cosa sia Internet, gli SMS, ec Rispondi citando

chemicalbit ha scritto:
Chi fa queste proposte sa cosa sia Internet, gli SMS, ecc. ecc.?

Posso capire che chi crede che in Quaresima si debba fare penitenza, riduca i divertimenti.
Ma Internet, gli SMS ecc. ecc. non sono solo divertimento.
...

Ormai siamo al Ramadan informatico; fra un po' in coda all'omelia domenicale arriverà anche l'invito del curato o dell'arciprete a "navigare bene"?
Top
Profilo Invia messaggio privato
zeross
Moderatore Software e Programmazione
Moderatore Software e Programmazione


Registrato: 19/11/08 11:04
Messaggi: 3464
Residenza: Atlantica

MessaggioInviato: 03 Mar 2009 15:27    Oggetto: Rispondi citando

in una nave che affonda, gli ordini dati dagli ufficiali in comando diventano sempre piu affannosi e concitati in misura maggiore all'approssimarsi della inevitabile e tragica fine.

Questi appelli sempre piu insistenti sembrano volere ignorare l'epilogo verso cui si sta dirigendo un modo antico di concepire i rapporti tra uomo e fede, che incredibilmente e riuscito a soppravvivere ai suoi tragici ed orrendi errori.

Il progresso vuol dire miglioramento e qualsiasi progresso e nemico dell posizioni dominanti vigenti in quel determinato periodo storico.

poi il concetto assoluto di possedere una verità certa, immutabile ed inappellabile e una caratteristica unica delle religioni abramitiche, che perde tutta la sua validità nel momento in cui è costretta al confronto relativo con le altre religioni.

E in quel caso ogni precetto perde qualsiasi significato
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
fulmine
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 23/03/08 15:54
Messaggi: 3345
Residenza: olimpio

MessaggioInviato: 03 Mar 2009 16:01    Oggetto: Rispondi citando

Ma scusate, cosa centra la fede con internet, telefoni e tv. Poi sono cose che fanno parte della comunicazione globale e non della pappa. Allora alla fine ne deduco che ho un pò di dubbio su cosa sia peccato e su cosa non lo sia, i peccati li dettano le coscienze e non dei vescovi, tante cose vengono vietate a sti poveri preti che poi a cosa porta? I preti sono esseri umani, alla fine sapranno cos'è peccato o no, glie lo dirà la loro coscienza. La religione sta diventando un ordine giuridico fatto più di leggi che di coscienza. Basta aureola
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Paolo}
Ospite





MessaggioInviato: 03 Mar 2009 16:22    Oggetto: Parlano tutti: i vescovi no?! Rispondi citando

Se fosse Beppe Grillo a dire che non riusciamo piu' a parlare tra noi, che i nostri giovani fanno dichiarazioni d'amore via sms (che triste!!) allora sarebbe un profeta...
Visto che i vescovi "parlano" ( di certo non obbligano nessuno!!) di queste cose non va bene per definizione: non ci sto!
Ci sono aziende che chiedono ai dipendenti lo sforzo di non usare mail 1 giorno a settimana per riscoprire il senso del parlarsi in faccia....possibile che sforzarsi di non abusare dei mezzi tecnologici sia sempre visto come oscurantismo solo se ne parlano i prelati.....
Ciao Paolo
Top
fulmine
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 23/03/08 15:54
Messaggi: 3345
Residenza: olimpio

MessaggioInviato: 03 Mar 2009 18:44    Oggetto: Rispondi citando

La questione e che i vescovi così facendo credono di creare rimorsi di coscienza. Non è questione di comunicazione.
Top
Profilo Invia messaggio privato
pigreco
Mortale devoto
Mortale devoto


Registrato: 22/02/09 02:30
Messaggi: 6

MessaggioInviato: 03 Mar 2009 20:10    Oggetto: Rispondi citando

Credo proprio che la chiesa ormai abbia perso quello che era il suo compito fondamentale e cioè guidare le nostre anime...
Ormai si preoccupa fondamentalmente di vedere come copuliamo, con chi, ci vorrebbe costringere come una volta a sposarci "perchè si deve"... Mette lingua dove non dovrebbe (specie in ambiti giuridici, vedi l'ultima uscita di bagnasco) e trascura quelli che sono i suoi compiti e la sua funzione...

Adesso la chiesa così facendo si sta soltanto rendendo patetica... Continuassero pure ma poi nn venissero a piangere della perdita dei "fedeli"...

Ma poi proprio in Italia dico io?!
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
{Marco}
Ospite





MessaggioInviato: 03 Mar 2009 20:19    Oggetto: - Rispondi citando

Commento fuori tema o non conforme al regolamento del forum.
Top
didone
Mortale devoto
Mortale devoto


Registrato: 17/10/05 10:08
Messaggi: 14

MessaggioInviato: 03 Mar 2009 21:45    Oggetto: La Chiesa fa bene Rispondi citando

In fatto di Quaresima, credo la Chiesa come insieme dei Vescovi, faccia benissimo a raccomandare vigilanza su Internet e tutti i suoi servizi che spesso inducono in molte tentazioni. Sopratutto in questi tempi di vacche magre (ma a maggior ragione in tempi di vacche grasse) la moderazione, la sobrietà e la distanza è davvero il miglior consiglio. Inoltre i Vescovi si rivolgono ai credenti in primis e non a chi crede di essere dio, perciò il tuo suggerimento ai nostri beneamati Vescovi è del tutto fuori luogo. da informatico per passione e mestiere dico: spegniamo la tecnologia per 1 mese per provare finalmente la gioia di essere liberi dal virtuale, liberi di avere tempo per gli altri, liberi sapere che siamo vivi.
Grazie Chiesa che ci pensi tu a farci riflettere!
Top
Profilo Invia messaggio privato
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 03 Mar 2009 21:54    Oggetto: Rispondi citando

E per vigilare e moderarsi .. bisogna togliere tutto, didone?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Emmett Brown
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/09/05 00:41
Messaggi: 1295

MessaggioInviato: 03 Mar 2009 22:58    Oggetto: Rispondi citando

Lettura, immaginazione, riflessione, silenzio, comunicazione diretta e non superflua... Attenzioni personali dirette... Tutto ciò non può certo essere imposto e neppure consigliato o predicato, dovrebbe essere normale in una società sana. Che molte persone ormai virtualizzino non solo quasi tutte le comunicazioni, ma anche le relazioni sociali, è un fatto evidente ad esempio a chi, come me, entra nelle case della gente e ne nota i comportamenti. Abbiamo tutti sempre meno occasioni, e voglia, di uscir di casa e trovarci di persona, e abbiamo sempre più comode e attraenti occasioni di farlo in modo virtuale, similmente a un gioco di ruolo; stiamo disimparando a relazionarci direttamente, e questo -al di là dei pareri di ognuno- è un fatto. Il punto non è astenersi da tutto questo; secondo me il punto è non abdicare per questo alla propria capacità di relazionarsi. Non è facile come sembra.

Ben venga, comunque e indipendentemente dai presunti 'motivi' delle esternazioni, chi ce lo fa notare e ce lo ricorda, siano essi i vescovi o chiunque altro. Ma i vescovi a maggior ragione, dato che hanno un vasto uditorio. Ben venga Tolardo che ce lo riferisce e ci fa riflettere con le sue considerazioni, che condivido; ben venga ZeusNews che lo pubblica, e ce ne fossero di più di articoli così, che trattano d'informatica da un punto di vista umanistico.

Solo una cosa cambierei: toglierei l'aggettivo 'illogico' dal titolo Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Loredana}
Ospite





MessaggioInviato: 04 Mar 2009 09:05    Oggetto: Rispondi citando

Non trovo niente di illogico nel moderare i piaceri della vita. E "annunciare il Vangelo di Gesù (che è il loro mestiere) è anche "predicare digiuni tecnologici".
Chiaro che a chi vive di rete o SMS questo può non piacere, come un digiuno dei consumi non piace a chi fa i soldi con la distribuzione del superfluo.
Buona giornata.
Top
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 04 Mar 2009 09:51    Oggetto: Ma l'invito non è a moderare ... Rispondi citando

{Loredana} ha scritto:
Non trovo niente di illogico nel moderare i piaceri della vita.
Ma l'invito non è a moderare,
è a "diguinare" ( = non "mangiare", non usare), facendo quindi -come già dicevo- "di tutta un'erba un fascio"
Top
Profilo Invia messaggio privato
fulmine
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 23/03/08 15:54
Messaggi: 3345
Residenza: olimpio

MessaggioInviato: 04 Mar 2009 11:15    Oggetto: Rispondi citando

{Loredana} ha scritto:
Non trovo niente di illogico nel moderare i piaceri della vita. E "annunciare il Vangelo di Gesù (che è il loro mestiere) è anche "predicare digiuni tecnologici".
Chiaro che a chi vive di rete o SMS questo può non piacere, come un digiuno dei consumi non piace a chi fa i soldi con la distribuzione del superfluo.
Buona giornata.

Scusa ma adesso sembra più che illogico esagerato, cosa centra il digiuno con la tecnologia, allora scusate ma si sta approfittando di una regola semplice che è il digiuno fisico e lo si sta allargando a cose che magari danno fastidio a chi asserisce queste cose. Allora se dobbiamo essere chiari, dobbiamo essere anche sinceri con noi stessi. Cosa centra la tecnologia con la quaresima? Ci son cose peggiori che fanno alcuni preti, un esempio scandaloso? La pedofilia, e la chiesa che fa? (Dico la chiesa per dire i vescovi ma la chiesa originale è tutt altra cosa) Cerca di insabbiare un pò le cose per nascondere certe verità crudeli. Mi vien la pelle d'oca. Per cosa, per tenere alto l'onore? Dov'è l'umiltà? Forse stiamo confondendo un pò troppo la chiesa vera e propria con una chiesa legata all'orgoglio di qualche vescovo. Ora, detto questo, i vescovi o chi per loro invece di stare a stressare la gente per la tecnologia, che facciano invece più cartità e abbiano più umiltà, si predica bene e si razzola male, parlano della fame nel mondo ma col cavolo che tirano fuori uno spicciolo. Secondo me stiamo assistendo al nuovo ordine tipo i templari come tesori e ricchezze e ancora stiamo a discutere di queste nefandezze. Quindi il fatto di far fare digiuno di tecnologia , è una goccia nell'oceano, quello che intravedo in tutto ciò è che questi hanno paura che la tecnologia li sovrasti, la temono, Gesù se ai tempi aveva il pc, state sicuri che ne avrebbe fatto uso durante la quaresima, ma questa è una mia ipotesi, non possiamo saperlo perchè allora la tecnologia doveva ancora nascere, quindi... Ciao


L'ultima modifica di fulmine il 04 Mar 2009 13:39, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
longinous
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 29/06/06 12:32
Messaggi: 141
Residenza: la grande rete è la mia casa

MessaggioInviato: 04 Mar 2009 11:16    Oggetto: Rispondi citando

Ma in fondo cos'è che non vi torna?

È da che è stata fondata che questa associazione a delinquere di stampo religioso parla per mezzo dei suoi esponenti di spicco di cose che non conosce in maniera del tutto irragionevole.

Non sono i vescovi che devono tacere (che parli più che può e si renda ridicola: è la chiesa stessa il miglior propagandista dell'agnosticismo/ateismo/ecc...) è la gente comune che deve ridere loro in faccia e spernacchiarli!

E a chi dice "Parlano tutti perché loro no?" rispondo di non dire idiozie, che puntualmente ad ogni scoreggina di monsignore viene dedicato un approfondimento su tutti i telegiornali, e se è il papa anche 27 puntate di Matrix e Porta a Porta.
Non diciamo porcate, da bravi.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Pier Luigi Tolardo
Semidio
Semidio


Registrato: 09/04/05 13:17
Messaggi: 312
Residenza: Novara

MessaggioInviato: 04 Mar 2009 14:09    Oggetto: Precisazioni........ Rispondi citando

Vorrei precisare alcune cose:

1) E' assolutamente scontato che la Chiesa(quella Cattolica e le altre) e i suoi Pastori hanno tutto il diritto di dire quello che ritengono giusto ed opportuno anche su argomenti di attualità.
2) Quando I Pastori si esprimono pubblicamente si esprimono si ai cattolici che in Italia sono circa il 92%(i battezzati), il 70% quelli che si dichiarano credenti, il 30% i praticanti domenicali ma moltissimi di più quelli che si sposano, fanno battezzare i figli, scelgono i funerali religiosi e quindi è chiaro che si rivolgono a tutti.
3) Quando i Vescovi si esprimono su materie non vincolate da dogmi di Fede, che non rientrano nella dottrina morale o sociale, codificata da Catechismo della Chiesa o da encicliche, esprimono solo opinioni personali, per quanto autorevoli e possono benissimo essere criticati, purchè siano critiche educate, anche dai cattolici non Vescovi che hanno diritto alle loro idee.
4) non ho detto che l'invito ad astenersi dall'uso delle tecnologie non abbia un valore umano ma se lo si si vuole invece riempire di contenuti cristiani allora è più importante partire dai fondamentali: Gesù Cristo.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
{Matt}
Ospite





MessaggioInviato: 04 Mar 2009 18:18    Oggetto: Prendersi del tempo per riflettere e pregare Rispondi citando

Illogico? A me di illogico sembrano solo i due ultimi paragrafi dell'articolo...! Non mi pare così assurdo il richiamo a non trascorrere la propria vita su internet, cosa che forse aiuterebbe molti credenti (e non) ad avvicinarsi maggiormente al cuore della fede. Tutto ciò può essere fatto in un periodo come questo, nel quale prendersi del tempo per riflettere e pregare.
Top
{goose}
Ospite





MessaggioInviato: 04 Mar 2009 18:44    Oggetto: Siamo alle solite... Rispondi citando

...basta che lo dica la Chiesa ed allora subito contro! Ma quante difficoltà di relazione hanno tra loro i ragazzi? Per non parlare con gli adulti!!! E' sempre molto facile "dialogare" con sms, internet e chat! Ma che riscoprire una lettera (se sanno scrivere, visto il linguaggio da sms che a volte usano anche nei compiti a scuola), una telefonata o una visita di cortesia sia sbagliato? Quanto invece al commento di chiusura dell'articolo "Verrebbe da suggerire sommessamente a vescovi e preti di occuparsi più di annunciare il Vangelo di Gesù (che è il loro mestiere) piuttosto che predicare digiuni tecnologici." potevate risparmiarvelo, era scontato.
Top
Pier Luigi Tolardo
Semidio
Semidio


Registrato: 09/04/05 13:17
Messaggi: 312
Residenza: Novara

MessaggioInviato: 04 Mar 2009 18:50    Oggetto: Chiesa e noi..... Rispondi

Su Internet ci sono molti siti che riportano passi del Vangelo, offrono spunti di meditazione, intenzioni di pregheriera: potrebbe essere più positivo indicare ai giovani di cercarli e prendere l'abitudine di leggerli piuttosto che suggerire di non navigare o di non utilizzare Facebook: un'indicazione più in positivo che in negativo.
Anche in negativo prima di Facebook e Sms ci son nella stessa Rete altre cose da evitare.
Poi se si parla a giovani già credenti e praticanti è un conto ma quanti sono? Una minoranza, l'emergenza educativa della Chiesa non dovrebbe essere quella di raggiungere i lontani, che sono la maggioranza e la proposta del digiuno tecnologico è la più funzionale a questo scopo?
E poi non si può mai dire che una cosa non va bene se la dice un Vescovo? In fondo, solo alcuni Vescovi l'hanno proposto, molti altri no, è evidente che si tratta di una proposta pastorale, come tale aperta anche alla critica costruttiva. Un conto sono Gesù, il Vangelo, il Papa, un conto è il Vescovo dio Modena, è eretico dire , educatamente, che non si è d'accordo?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi