Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Windows 7, Microsoft già al lavoro sul Service Pack
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Windows 10, 8, 7
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 04 Nov 2009 14:21    Oggetto: Windows 7, Microsoft già al lavoro sul Service Pack Rispondi citando

Commenti all'articolo Windows 7, Microsoft già al lavoro sul Service Pack
La prima beta dell'aggiornamento potrebbe arrivare già entro Natale e la versione definitiva apparire prima della prossima estate.



Top
ITbit
Dio minore
Dio minore


Registrato: 28/05/09 16:07
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 04 Nov 2009 17:07    Oggetto: Rispondi citando

Come detto in altra sede io aspetto un annetto. Le cavie fatele voi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
kenshir
Semidio
Semidio


Registrato: 21/02/07 15:29
Messaggi: 421
Residenza: un punto nero sulla faccia del mondo

MessaggioInviato: 05 Nov 2009 01:36    Oggetto: Rispondi citando

Io aspetto che esca il service pack, e poi magari gli concedo una macchina virtuale di Virtualbox, sotto Ubuntu.

Tenere Windows in un recinto, e fargli fare esclusivamente le cose che il monopolio impone, da' una certa soddisfazione Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
delfo
Eroe
Eroe


Registrato: 02/07/05 20:08
Messaggi: 53

MessaggioInviato: 05 Nov 2009 03:24    Oggetto: Rispondi citando

Qualcuno ci vuole che faccia da cavia perchè sipossano trovare e correggere gli errori, mi sembra il minimo.
http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=11299
Top
Profilo Invia messaggio privato
kenshir
Semidio
Semidio


Registrato: 21/02/07 15:29
Messaggi: 421
Residenza: un punto nero sulla faccia del mondo

MessaggioInviato: 05 Nov 2009 05:41    Oggetto: Rispondi citando

delfo ha scritto:
Qualcuno ci vuole che faccia da cavia perchè sipossano trovare e correggere gli errori, mi sembra il minimo.
http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=11299


Vero! Senza dimenticare che, cito dall'articolo:

Citazione:
Le cose vanno decisamente meglio a chi ha preferito reinstallare da zero il proprio sistema: nella maggior parte dei casi in una mezz'ora Ubuntu 9.10 è pronto e funzionante.


Poi ognuno fa da cavia per quello che preferisce, l'importante sarebbe dare a tutti la possibilita' di scegliere Wink
Citazione:
Si può davvero farsi rimborsare un Windows non utilizzato? La risposta è sì, anche in Italia si può, ma con molta fatica: io l'ho fatto, e a quanto pare sono stato il primo in Italia a riuscirci. Poi vi racconto la mia storia personale, ma prima ci vuole lo spiegone generale.

Molti contratti di licenza di Windows prevedono esplicitamente una clausola, poco pubblicizzata e poco conosciuta, che consente di farsi rimborsare il costo di Windows preinstallato (che non è gratuito), a patto di decidere subito di non voler usare quel Windows. La clausola, presente un tempo in tutti i contratti del software preinstallato Microsoft, è però in via di estinzione per motivi che lascio a voi intuire.

La clausola di rimborso, se presente, ha consentito ad alcuni utenti che l'hanno fatta valere di risparmiare fino a mezzo milione di lire (circa 260 euro).

Tuttavia è estremamente difficile ottenere questo rimborso. Se volete acquistare un computer sul quale non intendete usare Windows, vi conviene di gran lunga:

* comperarne uno con Windows preinstallato e cancellarlo, ingoiando il rospo di pagare un prodotto che non vi serve e non avete richiesto;
* comperarlo da chi vende PC privi di sistema operativo;
* acquistare i singoli componenti e fabbricarvi da voi il PC su misura, oppure rivolgervi agli assemblatori, che lo realizzano per voi;
* comperarlo di seconda mano;
* comperare un computer Apple.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Freestyler
Semidio
Semidio


Registrato: 12/05/06 12:04
Messaggi: 489

MessaggioInviato: 05 Nov 2009 08:30    Oggetto: Rispondi citando

Facendo un discorso più generale, secondo me i service pack di Windows dovrebbero uscire con cadenza semestrale/annuale e contenere tutti gli update usciti fino a quel momento: è intollerabile che ad ogni formattazione bisogna impegare altre due ore tra download di aggiornamenti e loro installazione.

Ogni volta è un parto, specialmente dopo aver finito la lista di aggiornamenti da fare, riavviare il PC soddisfatti d'aver finito, e veder spuntare un'altra lista di aggiornamenti degli aggiornamenti... AAAARRRRGGGHHHHH!!!!! Shocked Mad Evil or Very Mad
Top
Profilo Invia messaggio privato
jaman
Troll conclamato *
Troll conclamato *


Registrato: 30/09/09 14:55
Messaggi: 47

MessaggioInviato: 05 Nov 2009 11:37    Oggetto: Rispondi citando

kenshir ha scritto:
delfo ha scritto:
Qualcuno ci vuole che faccia da cavia perchè sipossano trovare e correggere gli errori, mi sembra il minimo.
http://www.zeusnews.com/index.php3?ar=stampa&cod=11299


Vero! Senza dimenticare che, cito dall'articolo:

Citazione:
Le cose vanno decisamente meglio a chi ha preferito reinstallare da zero il proprio sistema: nella maggior parte dei casi in una mezz'ora Ubuntu 9.10 è pronto e funzionante.


Poi ognuno fa da cavia per quello che preferisce, l'importante sarebbe dare a tutti la possibilita' di scegliere Wink
Citazione:
Si può davvero farsi rimborsare un Windows non utilizzato?

[cut]



Da ex utilizzatore di Ubuntu, capisco benissimo il tuo punto di vista, ho fatto di tutto per riavere i soldi di Vista (invano).

Debbo però dire d'aver lasciato Ubuntu (pensando di farlo temporaneamente) nel tardo periodo estivo, poiché i driver Nvidia scaldavano il mio Vaio al punto che avrei potuto friggerci un uovo.

D'accordissimo all'opensource, ma non ci butto un portatile..

Finita l'estate, pronto a tornare su Ubuntu (doppio boot ancora li come prima dell'estate) decido prima di provare 7.

Devo ammettere che da quanto Zio Bill sen'è andato la Microsoft sta lavorando MOLTO MEGLIO.

Sta eliminando i programmi "doppioni", le 3000 release per ogni suo software, ha rilasciato parte del codice di Windows e Windows7 quasi lo regala ovunque (da studente di Informatica alla Federico II ne ho avute ben 4 versioni).

É sufficiente?

Beh io almeno apprezzo lo sforzo, difatti ho tolto tutto dal pc e lasciato solo Seven e ti dirò, non me ne pento affatto.

Mi dirai.. "Hai un Vaio, la Sony è chiusissima, è ovvio che il tuo pc scalda su Ubuntu" beh, è verissimo, difatti oramai delusissimo dalla Sony (che ho sempre adorato), per i prossimi acquisti comprerò un Dell, ma siamo onesti, è possibile far usare Ubuntu ad un utente "casalingo" ?

Decisamente no.

Ho fatto usare Ubuntu a mia sorella per qualche mese, si è adattata, iniziava pure a piacerle, ma i problemi erano continui sopratutto per la compatibilità hardware.

Vaglielo a spiegare perché il suo cellulare non veniva riconosciuto, mentre su Windows veniva letto come SD, manco io lo so!

Mettile Kubuntu, versione nuova tutto dovrebbe andare perfettamente, il pc è vecchiotto dopotutto (un P4).. no il sistema Freeza di continuo.

PC nuovo assemblato e Windows 7, non più un lamento.

Aspettare un anno per Windows7?
Non è necessario vel'assicuro.

Io piuttosto ne aspetterei 6 o 7 per un Ubuntu che funzioni bene (oramai consuma più ram Ubuntu che Windows un'altro pò..) Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
kenshir
Semidio
Semidio


Registrato: 21/02/07 15:29
Messaggi: 421
Residenza: un punto nero sulla faccia del mondo

MessaggioInviato: 05 Nov 2009 19:02    Oggetto: Rispondi citando

Hai sicuramente fatto bene a rinunciare a ubuntu sul sony vaio qualche mese fa jaman. In certi casi proprio non vale la pena di perdere ore e ore per fare configurazioni strane.

Pero' posso dirti che sei stato piuttosto sfortunato. In casa mia ho installato ubuntu almeno in 6 macchine diverse, di produttori diversi, sia di ultima generazione che nate una decina di anni fa. In piu' l'ho usato per un progetto trashware che ho seguito, non saprei dire su quante piattaforme diverse, piu' o meno vecchie. Versioni dalla 7.10 alla 9.04, ubuntu e xubuntu.
In alcuni casi c'e' da fare qualche configurazione specifica, ma la maggior parte delle volte riconosce tutto in automatico.

Uso linux da circa dieci anni, e ultimamente insegno a usarlo. Tra le prime debian, mandrake e redhat su cui ho messo le mani e le ultime release di ubuntu, c'e' un abisso in termini di facilita' d'uso.
Per esempio: mia mamma usa xubuntu gia' da un paio d'anni, e decisamente non la definirei un power user Wink
Prima usava xp, sullo stesso portatile. I tempi di boot e di reattivita' della macchina non sono nemmeno paragonabili, se n'e' accorta e ne e' stata contenta.

Temperature: passare da windows xp a ubuntu 7.10 due anni fa su un portatile asus mi ha fatto scendere la temperatura media di 20 gradi.

Ram: ubuntu succhia rispetto ad altri linux, ma con 1 giga fino alla versione 9.04 si va di lusso. Con la 9.10 non ho provato, ma suppongo che il consumo non sia cambiato di molto.

Ci sono ancora dei problemi nel riconoscimento di alcune (molte?) periferiche, ma il salto in avanti anche in questo caso e' stato enorme, rispetto ad anni fa. Canonical con ubuntu ha dato un notevole contributo per ridurre lo svantaggio "commerciale" rispetto al monopolista microsoft. Non va dimenticato che quasi tutte le aziende al momento producono driver solo per windows, mentre quelli per linux sono autoprodotti, e spesso tramite volontariato.
Per questo aspetto pare esserci un minimo di inversione di tendenza, guardando ad esempio a cosa sta facendo AMD con gli ultimi driver grafici.
Ma quello che darebbe un grandissimo aiuto, da questo punto di vista, sarebbe proprio avere macchine sul mercato senza sistema operativo preinstallato, o meglio preinstallato solo su richiesta dell'utente.
Allora ci sarebbe oggettivamente quella liberta' di scelta di cui parlavo nell'altro post.

Guai ad affermare che tutti dovrebbero usare linux, non ci penso neanche. E' giusto che tutti usino quello che vogliono usare.
Windows 7 sono certo che sara' un sistema operativo di buona qualita'.
Microsoft dispone di programmatori eccellenti, quello che fa la differenza sono sempre sue politiche commerciali. Dopo quello che e' accaduto con windows vista, un grosso errore di valutazione, di certo la politica piu' vantaggiosa per loro e' diffondere, anche regalandola, una nuova release di windows che funzioni ragionevolmente.

Ed e' proprio dal punto di vista commerciale che sono un po' critico con canonical: secondo me sarebbe molto meglio rilasciare ubuntu non ogni 6 mesi, ma ogni 12. Cosi' si avrebbero tempi ragionevoli per il beta testing.
Ma del resto credo che il loro problema principale sia proprio quello di recuperare lo svantaggio di compatibilita' "out of the box" dei driver, gia' alla prima installazione del sistema operativo, per poter conquistare piu' utenti.

Chiedo scusa per la lunghezza del post, di solito mi piace essere piu' asciutto, ma su questo argomento le cose da dire sono proprio tante Old
Top
Profilo Invia messaggio privato
InUtIlE
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 26/03/06 11:26
Messaggi: 130
Residenza: Novara

MessaggioInviato: 05 Nov 2009 19:08    Oggetto: Rispondi citando

jaman ha scritto:
(oramai consuma più ram Ubuntu che Windows un'altro pò..) Rolling Eyes

Posso essere d'accordo su altre cose, ma su questa no, anche con l'ironia che spero di cogliere... Windows 7 è ancora esoso di ram, molto più di *buntu, e credo che lo resterà sempre:

Windows 7 Beta: a riposo, nessun programma aperto tranne quelli in esecuzione automatica (msn escluso)


Kubuntu 9.10 con Kde 4.3.3, effetti grafici disabilitati, programmi aperti: Kontact (posta e calendario), aMSN, Firefox e terminale
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
InUtIlE
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 26/03/06 11:26
Messaggi: 130
Residenza: Novara

MessaggioInviato: 05 Nov 2009 19:13    Oggetto: Rispondi

kenshir ha scritto:

Ed e' proprio dal punto di vista commerciale che sono un po' critico con canonical: secondo me sarebbe molto meglio rilasciare ubuntu non ogni 6 mesi, ma ogni 12. Cosi' si avrebbero tempi ragionevoli per il beta testing.
Ma del resto credo che il loro problema principale sia proprio quello di recuperare lo svantaggio di compatibilita' "out of the box" dei driver, gia' alla prima installazione del sistema operativo, per poter conquistare piu' utenti.

Non posso che quotare, anche perchè la 9.10 appena uscita ha problemi tutt'altro che banali (un bug nel kernel che con ext4 può danneggiare file di grosse dimensioni, non corretto riconoscimento di alcune chiavette per connessione con cellulare)...
Si potrebbero usare solo le LTS, però escono raramente e non è detto che riconoscano bene hardware nuovo... Un compromesso sarebbe fare uscire una nuova versione con un minimo di elasticità, non a scadenza prefissata e improrogabile, giusto perchè sia veramente stabile, in modo che l'utente appena arrivato si trovi comunque un sistema pronto, con il minor numero di problemi possibili...
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Windows 10, 8, 7 Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi