Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Il più grande tetto fotovoltaico in Italia
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 18 Nov 2009 00:00    Oggetto: Il più grande tetto fotovoltaico in Italia Rispondi citando

Commenti all'articolo Il più grande tetto fotovoltaico in Italia
Il magazzino Coop di Prato è coperto da 21.000 metri quadrati di pannelli solari che forniranno tutta l'energia necessaria.


Top
doctorzibo
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 13/12/07 15:40
Messaggi: 78
Residenza: Milazzo

MessaggioInviato: 19 Nov 2009 08:06    Oggetto: Rispondi citando

E brava la COOP! Very Happy
Mi risulta che ci fosse una ditta italiana, la Eurosolare del gruppo ENI, che produceva in Italia i pannelli solari a partire dalla materia prima, coprendo così tutto il ciclo produttivo. Una bella cosa, in termini di know-how. Sembra che per scelte di politica aziendale del gruppo sia stata "affossata". Del resto, per un gruppo che ha il core-business nel petrolio, perchè investire nel solare? Confused
Peccato, perchè quei pannelli avrebbero potuto essere italiani, invece che giapponesi ( con tutto il rispetto ): avrebbero avuto un bel altro peso per la nostra economia boccheggiante. Crying or Very sad
Cordiali saluti
Top
Profilo Invia messaggio privato
axias41
Semidio
Semidio


Registrato: 10/11/08 12:05
Messaggi: 243

MessaggioInviato: 19 Nov 2009 09:58    Oggetto: Rispondi citando

doctorzibo ha scritto:
E brava la COOP! Very Happy
Mi risulta che ci fosse una ditta italiana, la Eurosolare del gruppo ENI, che produceva in Italia i pannelli solari a partire dalla materia prima, coprendo così tutto il ciclo produttivo. Una bella cosa, in termini di know-how. Sembra che per scelte di politica aziendale del gruppo sia stata "affossata". Del resto, per un gruppo che ha il core-business nel petrolio, perchè investire nel solare? Confused
Peccato, perchè quei pannelli avrebbero potuto essere italiani, invece che giapponesi ( con tutto il rispetto ): avrebbero avuto un bel altro peso per la nostra economia boccheggiante. Crying or Very sad
Cordiali saluti


Perche' prima o poi il petrolio finira'? Il che potrebbe anche accadere prima del previsto, se cinesi e indiani consumeranno come gli occidentali?
Top
Profilo Invia messaggio privato
bdoriano
Amministratore
Amministratore


Registrato: 02/04/07 11:05
Messaggi: 14252
Residenza: 3° pianeta del sistema solare... (Barzotti)

MessaggioInviato: 19 Nov 2009 10:10    Oggetto: Rispondi citando

Al solito, per investire in nuove tecnologie ci vuole l'impegno dei soggetti privati che sborsano di tasca propria.

Purtroppo, la gestione dei soldi pubblici è in mano a dei personaggi con idee prettamente basate sulla cementificazione in tutte le sue forme. Roba dell'anteguerra... Umpf
Top
Profilo Invia messaggio privato
fiorfiore
Eroe
Eroe


Registrato: 18/03/09 15:23
Messaggi: 60
Residenza: Dietro di te!

MessaggioInviato: 19 Nov 2009 13:51    Oggetto: Rispondi citando

Rimngo spesso basito dal vedere come le persone (non tutte) pensino che il mondo giri esclusivamente per la presenza dei soldi.
Il petrolio forse finirà ma questo non è importante,quando arriverà quel tempo come saremo combinati?a girare con la maschera antigas o con la tutina di piombo!

Se sti cialtroni che hanno in mano i soldini pensassero ad un'idea tipo:
Energia Solare
Installare apparecchiature nei deserti, posti dove il sole c'e per la maggior parte del giorno e le condizioni climatiche sono favorevoli allo scopo.
e siccome di deserti ce ne sono in qualunque continente della fascia equatoriale creare un network ridondante per evitare che con il buio l'energia manchi,un po' come internet no?
Detto questo piuttosto che centrali nucleari,o pozzi petroliferi questo non sarebbe meglio?
Top
Profilo Invia messaggio privato
fiorfiore
Eroe
Eroe


Registrato: 18/03/09 15:23
Messaggi: 60
Residenza: Dietro di te!

MessaggioInviato: 19 Nov 2009 13:52    Oggetto: Rispondi citando

Rimango spesso basito dal vedere come le persone (non tutte) pensino che il mondo giri esclusivamente per la presenza dei soldi.
Il petrolio forse finirà ma questo non è importante,quando arriverà quel tempo come saremo combinati?a girare con la maschera antigas o con la tutina di piombo!

Se sti cialtroni che hanno in mano i soldini pensassero ad un'idea tipo:
Energia Solare
Installare apparecchiature nei deserti, posti dove il sole c'e per la maggior parte del giorno e le condizioni climatiche sono favorevoli allo scopo.
e siccome di deserti ce ne sono in qualunque continente della fascia equatoriale creare un network ridondante per evitare che con il buio l'energia manchi,un po' come internet no?
Detto questo piuttosto che centrali nucleari,o pozzi petroliferi questo non sarebbe meglio?
Top
Profilo Invia messaggio privato
digirun
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/03/08 23:37
Messaggi: 1687
Residenza: TOSCANACCIO (salmastroso)

MessaggioInviato: 19 Nov 2009 14:14    Oggetto: Rispondi citando

si... ma quanto costa? Rolling Eyes

NON verrà mai ripagato, probabilmente!

Oddio, sempre meglio che fare ospedali mai aperti, strade senza sbocchi, ponti inutili....

Il vero problema si riduce a questo secondo me: i pannelli solari sono frutto di una tecnologia ben sperimentata, i macchinari per produrli non sono poi così costosi, la materia prima è volgarissima SABBIA SILICEA

MI SPIEGATE PERCHE' COSTANO COSI' CARI?

Ve lo dico io: PURA SPECULAZIONE, daccordo con gli stati che dipendono dai poteri forti (banche e petrolio)

In un paese NORMALE, lo stato, imporrebbe a una FIAT, di riconvertire uno dei suoi stabilimenti sottoutilizzati e cassaintegrati alla produzione a costi CALMIERATI di pannelli fotovoltaici!

E già che ci siamo un'altro stabilimento a produrre PALE EOLICHE!

Sai quanti posti di lavoro si creerebbero anche per la successiva installazione?

E questa sarebbe una produzione con ricadute positive e non come le automobili che non sappiamo più dove mettere!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gipi'
Dio minore
Dio minore


Registrato: 04/07/05 16:32
Messaggi: 978
Residenza: Vicenza e il mondo possibilmente dall'alto (magari del Teide ;-)

MessaggioInviato: 19 Nov 2009 14:26    Oggetto: Rispondi citando

doctorzibo ha scritto:
E brava la COOP! Very Happy
Mi risulta che ci fosse una ditta italiana, la Eurosolare del gruppo ENI, che produceva in Italia i pannelli solari a partire dalla materia prima, coprendo così tutto il ciclo produttivo. Una bella cosa, in termini di know-how. Sembra che per scelte di politica aziendale del gruppo sia stata "affossata". Del resto, per un gruppo che ha il core-business nel petrolio, perchè investire nel solare? Confused
Peccato, perchè quei pannelli avrebbero potuto essere italiani, invece che giapponesi ( con tutto il rispetto ): avrebbero avuto un bel altro peso per la nostra economia boccheggiante. Crying or Very sad
Cordiali saluti


... per fortuna esistono dei privati che hanno deciso di investire in queste tecnologie, come la Helios Technology partita in Veneto qualche anno fa e produttrice di pannelli fotovoltaici.
Speriamo che altri imprenditori seguano questo esempio Very Happy

.
Top
Profilo Invia messaggio privato
fiorfiore
Eroe
Eroe


Registrato: 18/03/09 15:23
Messaggi: 60
Residenza: Dietro di te!

MessaggioInviato: 19 Nov 2009 14:43    Oggetto: Rispondi citando

digirun ha scritto:
si... ma quanto costa?

Ecco appunto sempre a pensare ai soldi.
La mia era un'idea utopistica lontanissima dall'avverarsi fintantoche si ragionerà col portafoglio.
e costare sarebbe relativo.dirotta i soldi per i pozzi petroliferi,la raffinazione,le guerre che ci stanno dietro, le centrali termoelettriche,il trasporto,ecc
trovati i soldi!
basta mettere d'accordo i vari governi Laughing
I lavoratori ora impiegati troverebbero posto nelle nuove installazioni.

E le guerre finiranno...
staremo tutti in pace....Whistle

Ma è solo utopia!
non succederà mai Shame on you
Top
Profilo Invia messaggio privato
mariantonio.inter
Semidio
Semidio


Registrato: 02/06/07 14:56
Messaggi: 478
Residenza: meglio nero che bianconero ! NO al razzimo

MessaggioInviato: 19 Nov 2009 17:01    Oggetto: Rispondi citando

bravo Digi, hai centrato per me il problem! complimenti
Il fotovoltaico non è ancora "sbocciato" perchè è ancora ignorato dalla speculazione. 8)
Evidentemente il petrolio funziona ancora. E questo lo vedremo nei prossimi mesi con l'altalena dei prezzi. pranzo
Finita la pacchia del petro, improvvisamente si riverseranno enormi masse di denaro sul settore fotovoltaico e allora costerà una miseria tapezzare una casa di specchi. Shocked
Di petrolio ce n'è, al netto della speculazione, fino a fine secolo. Shocked
Pensare che il sole ci "riscaldi" senza i grandi capitali che ci "pranzano" sopra, questa si che è speranza demagogica, vuol dire essere fuori dalla realtà in cui TUTTI siamo immersi: i schèi ! Damn!
Questa è la realtà. Si può condividere o meno ma è la realtà. sparo
E tanto per infierire Wink , riporto quanto letto un paio di giorni fa che mi sembra cosa esatta: durante questa crisi il capitalismo è stato ferito ma non morirà. barella
Frase che può o non può essere condivisa ma comunque dà un indirizzo al nostro prossimo futuro. Crying or Very sad
Nel frattempo djparty
ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 19 Nov 2009 22:56    Oggetto: Rispondi citando

digirun ha scritto:
si... ma quanto costa? Rolling Eyes

NON verrà mai ripagato, probabilmente!


No, viene ripagato anzi più volte. Anzi, per dirla tutta si ammortizza l'intera spesa più volte. Ammortizzata la spesa è tutto guadagno !!!

Il problema è questo : Il costo è solo iniziale e carissimo, poi il "carburante" (sole) è gratis e la manutenzione minima e spesso inesistente. Dunque all'inizio l'energia devi venderla (esempio) ad 40centesimi, poi dopo 5 o 7 anni anche sui 2centesimi è tutto guadagno.


digirun ha scritto:

(....)
MI SPIEGATE PERCHE' COSTANO COSI' CARI?

Ve lo dico io: PURA SPECULAZIONE, daccordo con gli stati che dipendono dai poteri forti (banche e petrolio)

In un paese NORMALE, lo stato, imporrebbe a una FIAT, di riconvertire uno dei suoi stabilimenti sottoutilizzati e cassaintegrati alla produzione a costi CALMIERATI di pannelli fotovoltaici!


Vero, anche secondo me "ci marciano" un pochino! Ma i veri cretini siamo stati noi terrestri che aspettiamo l'ultimo momento quando siamo presi per la gol dall'inquinamento e mancanza d'energia.

digirun ha scritto:

E già che ci siamo un'altro stabilimento a produrre PALE EOLICHE!

Sai quanti posti di lavoro si creerebbero anche per la successiva installazione?

E questa sarebbe una produzione con ricadute positive e non come le automobili che non sappiamo più dove mettere!


Ma lo sai che avevano sia una ditta che produceva panelli fotovoltaici (tutto il ciclo) che una ditta (associata Siemens) che produceva Eolico(tutto il ciclo) ed è stata affossata?
Lo sai che siamo leader sul eolico ad bassa velocità, tanto che le nostre pale inventate lavorano con un filo di vento con tanta invidia estera?

Lo sai che un nostro inventore propone un sistema eolico che crea tantissima energia (come o più di una centrale nucleare) ed è stato analizzato dagli esperti UE e Americani e Giapponesi, ma lui vuole testardamente che il progetto rimanga in Italia???

Codice:
 La visione di Kite Gen è implementare e mettere sul mercato un concetto completamente nuovo di centrale elettrica, adatto a quasi ogni territorio, per la produzione da fonte rinnovabile di elettricità a costi inferiori a quelli ottenuti con i combustibili fossili (petrolio, carbone, gas), in diretta competizione con le odierne installazioni convenzionali della classe del GigaWatt.

La fonte energetica, attualmente non sfruttata e disponibile ovunque, è il vento in quota, raggiunto tramite batterie di grandi profili alari di potenza in volo a una altezza di 800 / 1 000 metri, i cui movimenti sono controllati elettronicamente via sensori e software proprietario.


Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 19 Nov 2009 23:07    Oggetto: Rispondi citando

fiorfiore ha scritto:
Se sti cialtroni che hanno in mano i soldini pensassero ad un'idea tipo:
Energia Solare
Installare apparecchiature nei deserti, posti dove il sole c'e per la maggior parte del giorno e le condizioni climatiche sono favorevoli allo scopo.
e siccome di deserti ce ne sono in qualunque continente della fascia equatoriale creare un network ridondante per evitare che con il buio l'energia manchi,un po' come internet no?
Detto questo piuttosto che centrali nucleari,o pozzi petroliferi questo non sarebbe meglio?


Il progetto si chiama Desertec ed è un complesso in zona desertica senza sabbia (zona montagnosa del Sahara) più zone d'accumulo d'energia e eolico. La corrente sarà trasmessa con elettrodotti ad alta potenza fin Germania e Inghilterra (e altre nazioni in minor quantità) le quali chiuderanno le vecchie centrali nucleari e carbone!!!

Codice:
The DESERTEC Concept illustrates a scenario for sustainable development in a world with 10 billion people.


L'Italia che è più vicina Laughing invece punta, buttando il doppio dei soldi, sul carbone "pulito" (gli Inglesi ci ridono ed è tutto dire) e il nucleare che è rifiutato salvo in quelle nazioni dove serve urgentemente energia ma come la Cina che poi pensa che è meglio abbandonarla per via del rinnovabile che cresce.
Laughing

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 19 Nov 2009 23:26    Oggetto: Rispondi citando

mariantonio.inter ha scritto:
bravo Digi, hai centrato per me il problem! complimenti
Il fotovoltaico non è ancora "sbocciato" perchè è ancora ignorato dalla speculazione. 8)


Mi pare che abbia detto che ci mangino sopra ovvero che ci speculino troppo!

mariantonio.inter ha scritto:

Evidentemente il petrolio funziona ancora. E questo lo vedremo nei prossimi mesi con l'altalena dei prezzi. pranzo
Finita la pacchia del petro, improvvisamente si riverseranno enormi masse di denaro sul settore fotovoltaico e allora costerà una miseria tapezzare una casa di specchi. Shocked


Quando il carbone venne sostituito dal petrolio, quelle nazioni che avevano già il piede dentro il petrolio che sono diventate ricchissime.
L'ENI aveva dato all'Italia un periodo d'oro! poi Mattei (presidente ENI con le P maiuscole) venne assassinato (dissero incidente) e tutto venne ridimensionato al favore Americano e iniziò un periodo di crisi Italiana che peggiora di giorno in giorno in Italia.

mariantonio.inter ha scritto:

Di petrolio ce n'è, al netto della speculazione, fino a fine secolo. Shocked


Parte il fatto che siamo già al nuovo secolo ... Siamo nel 2009 Laughing

Il guaio è che abbiamo sfruttato prima il petrolio d'alta qualità ed è rimasto quello schifoso che peggiora di qualità ogni giorno che passa : Il petrolio degli anni 80 se venisse venduto adesso costerebbe sui 150$ al barile.

mariantonio.inter ha scritto:

Pensare che il sole ci "riscaldi" senza i grandi capitali che ci "pranzano" sopra, questa si che è speranza demagogica, vuol dire essere fuori dalla realtà in cui TUTTI siamo immersi: i schèi ! Damn!


Perfettamente giusto. Adesso i nostri Politici e Imprenditori per chi lavorano??? PER L'ITALIA?? Evil or Very Mad

mariantonio.inter ha scritto:

Questa è la realtà. Si può condividere o meno ma è la realtà. sparo
E tanto per infierire Wink , riporto quanto letto un paio di giorni fa che mi sembra cosa esatta: durante questa crisi il capitalismo è stato ferito ma non morirà. barella


Anche in India NON è morto il capitalismo anzi è una nazione fondata sul capitalismo, ma poi muoiono le persone di fame per le strade. Quale capitalismo sarà in futuro per l'Italia ?
Innocente

mariantonio.inter ha scritto:

Frase che può o non può essere condivisa ma comunque dà un indirizzo al nostro prossimo futuro. Crying or Very sad
Nel frattempo djparty
ciao


Non proprio !
Twisted Evil

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 19 Nov 2009 23:39    Oggetto: precisiamo Rispondi citando

Riporto:
"I moduli PV-TD185MF5, prodotti da Mitsubishi, sono privi di piombo e hanno un'efficienza di conversione elettrica del 13,4% (tra le più alte sul mercato). "

Veramente basta fare un giro con Google per sapere che i pannelli fotovoltaici DOMESTICI hanno ora una resa dal 15 al 18%.

Però quei pannelli fotovoltaici sono più ecologici (ma è cosa minima) e costano enormemente di meno perchè saranno sostituiti da un nuovo modello già in produzione.

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
mariantonio.inter
Semidio
Semidio


Registrato: 02/06/07 14:56
Messaggi: 478
Residenza: meglio nero che bianconero ! NO al razzimo

MessaggioInviato: 20 Nov 2009 17:24    Oggetto: Rispondi citando

mda, mi hai sverniciato oggi ma è venerdi sera e quindi hai ragione al 100% su tutto.... Laughing
E allora....... djparty

ciao buon we
Top
Profilo Invia messaggio privato
slandau
Mortale devoto
Mortale devoto


Registrato: 18/09/07 20:17
Messaggi: 8

MessaggioInviato: 21 Nov 2009 00:22    Oggetto: Rispondi citando

Quello che pochi sanno è che per costruire un pannello solare ci vuole energia, tantissima energia.
Nei casi migliori un pannello solare impiega 20 anni a produrre l'energia spesa per la sua costruzione solo in condizioni ottimali. La durata stimata di un pannello solare poi è di circa 30 anni.

A questo punto, con questi numeri, secondo me i pannelli valgono solo per dove è difficile portare una linea elettrica.
Se per produrre un pannello spendo 100 sapendo che in condizioni ideali restituirà 150 in 30 anni....... tanto vale utilizzare quei 100 subito e puntare se forme energetiche più potenti, pulite, convenienti quali il nucleare.

E' poi vero che c'è una lobby potentissima nel mercato del petrolio, che osteggia il più possibile il nucleare (l'unica energia in grado di sostituirlo) ed invece tenta di deviare l'interesse su forme che sembrano promettenti, ma in realtà non costituiscono alcuna minaccia per i petrolieri in quanto sono molto poco efficenti e molto costose..... anzi, contribuiscono ad un aumento dei consumi!
Top
Profilo Invia messaggio privato
bdoriano
Amministratore
Amministratore


Registrato: 02/04/07 11:05
Messaggi: 14252
Residenza: 3° pianeta del sistema solare... (Barzotti)

MessaggioInviato: 21 Nov 2009 09:42    Oggetto: Rispondi citando

slandau ha scritto:
A questo punto, con questi numeri, secondo me i pannelli valgono solo per dove è difficile portare una linea elettrica.
Se per produrre un pannello spendo 100 sapendo che in condizioni ideali restituirà 150 in 30 anni....... tanto vale utilizzare quei 100 subito e puntare se forme energetiche più potenti, pulite, convenienti quali il nucleare.

ROTFL Sbonk ROTFL Sbonk ROTFL Sbonk

Hai dimenticato di dire sicura e senza alcun impatto ambientale...

Fare una centrale nucleare è talmente conveniente che nessun soggetto privato, senza contributi pubblici, si metterebbe mai a costruirla.
Inoltre esiste il problema di smaltimento delle scorie (molto pericolose per l'uomo e per l'ambiente) a cui non è stato ancora trovato un rimedio efficace e sicuro... ma se vuoi dimenticarlo e non parlarne, libero di farlo. Wink
Senza dimenticare anche lo smaltimento della struttura, una volta finito il ciclo vitale della centrale nucleare.
Top
Profilo Invia messaggio privato
fiorfiore
Eroe
Eroe


Registrato: 18/03/09 15:23
Messaggi: 60
Residenza: Dietro di te!

MessaggioInviato: 21 Nov 2009 11:17    Oggetto: Rispondi citando

mda ha scritto:
fiorfiore ha scritto:
Se sti cialtroni che hanno in mano i soldini pensassero ad un'idea tipo:
Energia Solare
Installare apparecchiature nei deserti, posti dove il sole c'e per la maggior parte del giorno e le condizioni climatiche sono favorevoli allo scopo.
e siccome di deserti ce ne sono in qualunque continente della fascia equatoriale creare un network ridondante per evitare che con il buio l'energia manchi,un po' come internet no?
Detto questo piuttosto che centrali nucleari,o pozzi petroliferi questo non sarebbe meglio?


Il progetto si chiama Desertec ed è un complesso in zona desertica senza sabbia (zona montagnosa del Sahara) più zone d'accumulo d'energia e eolico. La corrente sarà trasmessa con elettrodotti ad alta potenza fin Germania e Inghilterra (e altre nazioni in minor quantità) le quali chiuderanno le vecchie centrali nucleari e carbone!!!

Codice:
The DESERTEC Concept illustrates a scenario for sustainable development in a world with 10 billion people.


L'Italia che è più vicina Laughing invece punta, buttando il doppio dei soldi, sul carbone "pulito" (gli Inglesi ci ridono ed è tutto dire) e il nucleare che è rifiutato salvo in quelle nazioni dove serve urgentemente energia ma come la Cina che poi pensa che è meglio abbandonarla per via del rinnovabile che cresce.
Laughing

Ciao


Bellissimo,di questo non ne ero a conoscenza grazie!
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 21 Nov 2009 18:10    Oggetto: Rispondi citando

slandau ha scritto:
Quello che pochi sanno è che per costruire un pannello solare ci vuole energia, tantissima energia.
Nei casi migliori un pannello solare impiega 20 anni a produrre l'energia spesa per la sua costruzione solo in condizioni ottimali. La durata stimata di un pannello solare poi è di circa 30 anni.


Questi sono i dati degli anni 60'. Grazie alla produzione industriale di massa occorre meno energia (logico) per cui nei dati 90' erano già 10 anni ed ora solo 5 anni e adesso 3. Rolling Eyes Se guardi il ritorno energetico è quasi sempre legato al costo economico che è sempre superiore ... Bé devono guadagnarci sopra e ripagarsi le spese varie commerciali (es: pubblicità) i costruttori.

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 21 Nov 2009 18:14    Oggetto: Rispondi

mariantonio.inter ha scritto:
mda, mi hai sverniciato oggi ma è venerdi sera e quindi hai ragione al 100% su tutto.... Laughing
E allora.......
ciao buon we


Altrettanto!
Mica siamo in guerra o in religione, io passo solo informazioni.

Buon divertimento!

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi