Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Impariamo dagli abitanti dell'isola Samso
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
paolodegregorio
Dio minore
Dio minore


Registrato: 13/07/07 12:00
Messaggi: 961

MessaggioInviato: 09 Feb 2010 09:27    Oggetto: Impariamo dagli abitanti dell'isola Samso Rispondi citando

Leggi l'articolo Impariamo dagli abitanti dell'isola di Samso
E' totalmente autosufficiente per l'energia e addirittura vende alla Danimarca il suo surplus di elettricità.




di Paolo De Gregorio
Top
Profilo Invia messaggio privato
madvero
Amministratore
Amministratore


Registrato: 05/07/05 20:42
Messaggi: 19291
Residenza: Ero il maestro Zen. Scrivevo piccole poesie Haiku. Le mandavo a tutti via e-mail.

MessaggioInviato: 09 Feb 2010 13:48    Oggetto: Rispondi citando

hai detto bene... samso è in danimarca.
mica in italia.

Sad Sad Sad
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8497
Residenza: Hinter dem Horizont.

MessaggioInviato: 16 Feb 2010 00:06    Oggetto: Re: impariamo dagli abitanti dell'isola Samso Rispondi citando

paolodegregorio ha scritto:
Certo vedendo, qui da noi quei farlocchi che si aspettano miracoli quando si scioglie il sangue di San Gennaro, viene qualche dubbio sulla possibilità di imitare i cittadini di Samso...

Grazie per averlo - seppur gratuitamente (ma condivido) - scritto: è tutta qui la chiave...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
toto200
Dio minore
Dio minore


Registrato: 28/11/05 16:43
Messaggi: 664
Residenza: europa

MessaggioInviato: 17 Feb 2010 15:55    Oggetto: Re: impariamo dagli abitanti dell'isola Samso Rispondi citando

paolodegregorio ha scritto:
Invece, un buon sindaco ...

chissà se avessero avuto Milko Pennisi come primo cittadino, che cosa sarebbe successo Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
Kalandra
Dio minore
Dio minore


Registrato: 17/10/05 09:58
Messaggi: 775

MessaggioInviato: 06 Nov 2012 09:26    Oggetto: Rispondi citando

madvero ha scritto:
hai detto bene... samso è in danimarca.
mica in italia.

Sad Sad Sad


già, in italia siamo felici di vivere a stretto contato con gli elettrodotti di ENEL dalle SUE centrali nucleari appena al di là del confine.

Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 06 Nov 2012 09:56    Oggetto: Rispondi citando

Hem,
posto che sono un sostenitore delle rinnovabili e delle società di cittadini,
ben diverse dalla cortigianeria italica. C'è da considerare quanta corrente
elettrica usa quest'isola: avete idea di quanto consuma un'industria diciamo
dell'alluminio giusto per citare un caso aperto in Sardegna (AlCoa)?

* Se installassimo in maniera distribuita eolico e solare;
* se avessimo una rete elettrica adatta;
* se avessimo case isolate;
* se avessimo un'industria moderna.

Allora potremmo andare a rinnovabili per buona parte del fabbisogno energetico
sopperendo alle carenze col nucleare, colle biomasse o con quel che abbiamo
mentre sviluppiamo nuove tecnologie.

Peccato che:
*
non installiamo affatto pannelli solari e pale eoliche con criterio, i grandi
parchi servono solo ad incassare contributi al pari del ponte sullo stretto o
della tav. I singoli cittadini stessi non sono incentivati né in buona parte
interessati alla cosa: sono abituati che pigi un interruttore e arriva tutta
l'energia che vuoi. Cambiare la mentalità richiede almeno una generazione ad
essere ottimisti.

*
Non abbiamo una rete elettrica adatta a ricevere energia praticamente da ogni
punto dove l'energia la distribuisce, abbiamo una rete che da grandi centrali
porta a piccole centrali, a cabine di distribuzione ecc. secondo una scala più
o meno piramidale. Rifare la rete elettrica è una Grande Opera ben più utile
ma anche ben più costosa di Ponte e TAV.

*
In Italia son tutti convinti che la casa più robusta è in cemento armato e che
in genere si va di cemento e mattoni; i pannelli e le strutture portanti in
acciaio (tubolare, putrelle alveolari ecc) o legno (xlam) sono roba tipo lego
made-in-USA di quel genere che si vede volare in TV ad ogni uragano. Il fatto
che già i pochi nuovi grattacieli/palazzi parcheggio/centri commerciali si
inizino timidamente a fare così è pressoché ignoto. L'Italiano Medio® da
piccolo inizia coi castelli di sabbia e da grande porta avanti questa passione,
lego e meccano richiedono troppo intelletto... Cambiare questo oltre al tempo
richiede un costo *enorme* vuol dire rifare il 99.9999% degli immobili, case
singole come palazzi di tutto il paese.

*
La nostra industria ma più in generale l'intera industria mondiale è ferma
agli a anni '70 o '80 se non prima, da decenni non si investe più realmente
né in paesi emergenti né da noi per innovare. La Volkswagen ha fatto un nuovo
stabilimento? Si con architettura avveniristica e tecniche obsolete, la
Peugeot chiude lo stabilimento di Parigi anche perché vende poco ma vende poco
e spende tanto perché da decenni cambia un po' le scocche dei veicoli e lascia
tutto il resto uguale, processi produttivi inclusi. La Monsanto non fa più
ricerca ogm dagli anni '80, rivende solo i prodotti delle ricerche di allora,
la Cisco e l'Intel idem, migliorano i loro prodotti ma non tirano fuori nulla
di nuovo, il po' di ricerca che fanno è solo dedicata all'ingegnerizzazione
dell'esistente. ecc ecc ecc.

In sostanza l'intera società occidentale s'è seduta. Abbiamo seguito il
modello consumistico USA, il modello Ford dell'ignoranza per controllare
meglio, il modello del profitto come fine e mezzo, il modello dell'economia
speculativa autoreferenziale e ora iniziamo a sentire il cetriolo. Non vedo
nessun futuro positivo per i prossimi 40 anni almeno e vedo anzi una sempre
più preoccupante fantascienza che si forma non a spingere l'innovazione ma
a fermarla: oggi c'è gente che sogna di vivere in casette autosufficienti in
campagna; come, dove, con che materie prime e tecnologie, tali casette siano
prodotte è irrilevante. Il pannello solare si raccoglie sugli alberi, non ci
deve essere un'industria "sporca" ed energivora dietro. Anche il fatto che
dato il numero di bipedi sulla Terra non ci siano campagne a clima temperato
sufficienti per tutti è un dettaglio: lo spazio è onirico, infinito, virtuale,
un po' come una mappa infinita in un videogioco.

Altri sognano motori "a gas nobili" il fatto che questi si chiamino così
perché non reagiscono con un tubazzo di nulla quindi non sappiamo come
farli bruciare se non, forse, nel cuore di una reazione nucleare molto
energia è un dettaglio.

Altri ancora sognano i video della "fondazione keshe" o roba simile, musiche
carine, facce buone (e ricche), immagini suggestive con un po' di simboli che
abbiamo visto in qualche libro di fisica (peccato che i nomi e la scala
dimensionale siano diverse tipo i "plasmi interatomici" ecc). Massì, dai che
domani (data ignota) qualcuno (nato e formato dove è irrilevante) arriverà a
salvarci tutti dai cattivi oppressori con una nuova supertecnologia.

Dall'altra c'è chi crede che non si possa andare avanti: c'è solo il petrolio,
solo i motori a pistoni e le case in cemento. Avanti! Che gho da lavurà! Minga
posso pensare a 'ste cose moderne che son tuta roba per finocchi!

Questa è la condizione ideale per instaurare dittature nate da populismi vari
non per evolvere.

Scusate il lungo rant/post son veramente *stufo marcio* di leggere utopie
usate per drogarsi di sogni e non pensare alla realtà.
Top
Profilo Invia messaggio privato
{ictuscano}
Ospite





MessaggioInviato: 06 Nov 2012 12:38    Oggetto: Rispondi citando

@spacexplorer
Sei un bastardo: per poter commentare tutto quanto hai scritto, dovrei impegnare tutta la giornata!
peraltro concordo quasi su tutto
Post bellissimo ;-) la battuta "alla Bossi" mi ha fatto scompisciare.
Segnalo giusto che quello che a mio parere è il "punto centrale" interessante dell'esperienza danese: cioè, lo sviluppo di iniziative basate diciamo su "azionariato popolare diffuso" (azionariato in senso lato), cioè verso l'obiettivo di "sfilare" di mano alle grandi società, la gestione di quello che ci interessa (anche se ovviamente va precisato che le "economie di scala" ottenibili dalle grandi imprese, contano: non dimentichiamo che di solito queste iniziative sono "pesantemente sovvenzionate" (*) altrimenti non sarebbero convenienti: il "problema" è che si sovvenzionino le iniziative "piccole e diffuse" e non quelle "grandi industriali bancarie" che non ne hanno bisogno. Va comunque considerato anche il problema del paesaggio e del consumo di territorio). ciao

(*) vedi ad esempio il tanto esaltato esempio del "lago di luce" link
cito: "Nei giorni in cui l'Italia si spacca sul nucleare, emerge dal profondo Nord una comunità montana virtuosa che si è dotata della più grande centrale pubblica fotovoltaica d'Europa.
La quale distribuisce elettricità gratis a tutti gli uffici municipali, le strade, i semafori, i pensionati, le scuole; Senza un centesimo di soldi statali".
Beh, sarà anche senza un centesimo di soldi statali: ma a quel che mi risulta, son stati "furbi" sfruttando i "ricchi incentivi" dei primi piani energia per i pannelli solari. In sostanza, producono a spese degli altri contribuenti...
Top
MaXXX eternal tiare
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 18/02/09 11:13
Messaggi: 2287
Residenza: Dreamland

MessaggioInviato: 06 Nov 2012 15:03    Oggetto: Rispondi citando

Qui non c'entra San Gennaro o la religione per una volta.

C'entrano solamente i soldi pubblici spesi male o rubati e i cittadani o sfiduciati o troppo impegnati a comprarsi con i prestiti e le cc gli ultimi gadget tecnologici, vedere le partite di calcio, litigare tra destra-sinistra con principi di 50 anni fa, adorare o maledire il papa a seconda della fazione e altri passatempi squisitamente italiani.

Tò per una volta un luogo comune semi-vero Sad

L'esempio di Samso è virtuoso ma è nato dalla volontà di un sindaco che amava la sua città ed era impegnato a migliorarla, non a scaldare la poltrona scaricando il barile su altri.

FIichè rimaniamo sulla corda non cambierà nulla temo... quando inizieranno in massa ad aver problemi su cibo e bollette forse qualche rivoltà accadrà... o accadrà anche se mettono la tessera del tifoso (sdrammatizzo)
Top
Profilo Invia messaggio privato
.Giuseppe Caon.
Ospite





MessaggioInviato: 07 Nov 2012 09:25    Oggetto: Rispondi citando

Io non credo nella religione cattolica, nè nella santa (?) romana chiesa. Però non mi permetterei, in pubblico, di offendere o mancare di rispetto a chi la pensa diversamente da me, soprattutto in ambito di fede religiosa, e che non può ribattere con lo stesso mezzo, la stessa forza, la stessa immediatezza. Fare apprezzamenti censurabili a chi crede al miracolo di s. Gennaro è poco "simpatico" e stride molto con il clima di libertà di pensiero, di opinione, di credo che dovrebbe esistere. Anche per me il miracolo è, probabilmente, tutta una messinscena. Ma mi limito a esprimere il mio scetticismo, senza trascendere, in una pubblica vetrina come questo giornale vorrebbe essere. Al limite potremmo discutere sul fatto stesso, in pubblico, ma non sulla pochezza di chi ci crede. Per questo ultimo aspetto esiste l'ambito privato dove ognuno può liberamente dare i suoi giudizi e, conseguentemente, venire contestato o, anche, ripagato con pari offese.
Ciao
Bepi
Top
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 07 Nov 2012 09:30    Oggetto: Rispondi citando

Impariamo dagli abitanti dell'isola di Samso. E' totalmente autosufficiente per l'energia e addirittura vende alla Danimarca il suo surplus di elettricità.
Top
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 07 Nov 2012 12:45    Oggetto: Rispondi citando

Kalandra ha scritto:
madvero ha scritto:
hai detto bene... samso è in danimarca.
mica in italia.
Sad Sad Sad


già, in italia siamo felici di vivere a stretto contato con gli elettrodotti di ENEL dalle SUE centrali nucleari appena al di là del confine.


Infatti! Anche se producessimo il 500% dell'energia in Italia pensate che l'ENEL rinuncerebbe all'affare di far arrivare la SUA energia elettrica dall'estero???

Guardate che EDF e ENEL da decenni che collaborano e si scambiano investimenti, spesso con pesanti perdite ENEL (esempio vedi affare Fenice).

Notate che la meno cara è quella di Grecia e Austria (con due bei elettrodotti che si collegano all'Italia) che NON usano centrali atomiche (ma il gas) e NON sono dell'ENEL! Guarda caso noi importiamo di meno da quei due....

Rendere competitiva l'energia nucleare? Semplice basta non mettere i costi di smantellamento e altri! La centrale slovena dell'ENEL ora deve rinnovarsi con un esborso di MILIARDI.... Che paghiamo NOI TUTTI (anche se di altri gestori dato che Terna è SOLO ENEL) nella bolletta.

Parliamo di una isoletta quando la nostra Puglia già produce di più di quanto consuma grazie alle energie rinnovabili creando una marea di posti di lavoro ITALIANI?
Wink
OK in quell'isoletta sono in una condiziona estrema e non favoriti come la Puglia e tutto il nostro SUD.
Wink

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 07 Nov 2012 12:49    Oggetto: Rispondi citando

spacexplorer ha scritto:
Hem,
posto che sono un sostenitore delle rinnovabili e delle società di cittadini,
ben diverse dalla cortigianeria italica. C'è da considerare quanta corrente
elettrica usa quest'isola: avete idea di quanto consuma un'industria diciamo
dell'alluminio giusto per citare un caso aperto in Sardegna (AlCoa)?

* Se installassimo in maniera distribuita eolico e solare;
* se avessimo una rete elettrica adatta;
* se avessimo case isolate;
* se avessimo un'industria moderna.
(...)
.


Mi sembra la Barzelletta di pierino:

Pierino ma come mai sei gay? Sai non trovo nessuna che me la voglia dare mentre trovo moltissimi che me lo danno....

Laughing Laughing Laughing Laughing

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
{Pitro}
Ospite





MessaggioInviato: 07 Nov 2012 19:09    Oggetto: Rispondi citando

Quoto spacexplorer: ormai si vende il domani (anche qui su Zeusnews) perché l'oggi è già stato "consumato".
Il risultato è di addormentare completamente la coscienza già debilitata di chi dovrebbe vivere e affrontare i problemi di oggi.
Nell'italia della politica marcia, riflesso di una popolazione insana (da un punto di vista sociale), non è possibile pensare, su scala nazionale, a qualcosa di simile a ciò che hanno realizzato a Samso.
Credo che solo piccole comunità, a misura d'Uomo (che è una misura molto piccola), possa sviluppare qualcosa per il bene comune che crei vero benessere.
Tutti i problemi che abbiamo, a livello globale, derivano dal fatto che siamo in troppi su questo pianeta, ed ogni volta che facciamo qualcosa roviniamo di più di quanto costruiamo.
Siamo tanti perché il consumismo, così come realizzato oggi, porta automaticamente alla sovrappopolazione, con il degrado inevitabile della qualità di vita di tutti, tranne i pochissimi eletti in cima alla piramide del potere.
Personalmente, con molto dispiacere, vedo profilarsi all'orizzonte un futuro in stile "2023 i sopravvissuti"...
Ci vorranno molte generazioni e sicuramente una minaccia di catastrofe (o una catastrofe tout court), o il totalitarismo tecnologico che si sta formando sotto i nostri occhi, per riallinearci su binari più sani; l'Uomo, ahinoi, cambia solo se spinto da una necessità di sopravvivenza.
Top
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 08 Nov 2012 15:21    Oggetto: Rispondi citando

spacexplorer ha scritto:
... In sostanza l'intera società occidentale s'è seduta. ...


Il peggio è che, con tutto il rumore prodotto, è diventata sorda.
Altrimenti sentirebbe che la sedia sta scricchiolando.
Scricchiolando paurosamente. Shocked
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 08 Nov 2012 15:31    Oggetto: Rispondi citando

.Giuseppe Caon. ha scritto:
Io non credo ... .... Per questo ultimo aspetto esiste l'ambito privato dove ognuno può liberamente dare i suoi giudizi e, conseguentemente, venire contestato o, anche, ripagato con pari offese.


Io non credo che ci sia un ambito giusto per fare a botte di offese. Non è cosa da farsi, nè in pubblico, nè in privato. Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
toto200
Dio minore
Dio minore


Registrato: 28/11/05 16:43
Messaggi: 664
Residenza: europa

MessaggioInviato: 08 Nov 2012 15:42    Oggetto: Rispondi citando

{Pitro} ha scritto:
Tutti i problemi che abbiamo, a livello globale, derivano dal fatto che siamo in troppi su questo pianeta

Dissento.

Volendo ordinare i problemi che abbiamo in ordine decrescente di gravità degli effetti che causano, al primo posto metterei il fatto non che siamo in troppi, ma che ci sono troppi ladri su questo pianeta.
Mettendoli in condizione di non nuocere - utopistico perchè, essendo ladri, hanno i mezzi per comperarsi il potere - secondo me si vivrebbe comunque bene.

Ma tanto è un pour parler Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 08 Nov 2012 18:16    Oggetto: Rispondi citando

Direi che è mezzo vero e mezzo falso.
Cioè, il fatto che ci siano troppi ladri è sicuramente vero. Ed è vero anche che questa abbondanza d'irresponsabili è di enorme ostacolo ad affrontare i problemi della società e di tutta l'umanità.
Però si tratta pur sempre di un problema "interno" dell'umanità. Lo si può considerare una caratteristica dell'attuale umanità. Quindi un fattore concorrente alla determinazione del problema più generale e più grave che è la crescita incontrollata.
Cioè, il problema grave è che siamo troppi, la causa maggiore del problema è nella natura umana (come media).

Poi, è possibile che questa umanità (sempre in media) si riconosca appieno nella propria natura e non gliene importi nulla di andare incontro ad un collasso catastrofico. Perchè la sua Via è fatta di squilibri che si esasperano fino al crollo e poi se ne sviluppano di nuovi che ancora si esasperano fino al crollo successivo e così via finchè la Terra sarà idonea ad ospitare vita umana.
Top
Profilo Invia messaggio privato
toto200
Dio minore
Dio minore


Registrato: 28/11/05 16:43
Messaggi: 664
Residenza: europa

MessaggioInviato: 08 Nov 2012 18:24    Oggetto: Rispondi citando

.Giuseppe Caon. ha scritto:
Fare apprezzamenti censurabili a chi crede al miracolo di s. Gennaro è poco "simpatico" e stride molto con il clima di libertà di pensiero, di opinione, di credo che dovrebbe esistere

Bepi, non mi freghi: mentre scrivevi quest'arringa ti sei scarrucolato la mascella dal ridere al pensiero di quelli che ti avrebbero preso sul serio in questa tua difesa di coloro che, credendo nel reverse engineering delle piastrine di S.Gennaro, erano stati oggetto di una battuta.

Sii buono, Bepi, dì la verità: guarda che qualcuno qui pensa veramente che la tua filippica non sia uno scherzo. Non ostante sia così smaccatamente esagerata, sia nella forma che nella quantità, rispetto a ciò che l'ha causata.

Abbi pietà di loro e diglielo, Bepi, che li stai coglionando tutti Sbonk
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 08 Nov 2012 23:54    Oggetto: Rispondi citando

Zievatron ha scritto:
spacexplorer ha scritto:
... In sostanza l'intera società occidentale s'è seduta. ...


Il peggio è che, con tutto il rumore prodotto, è diventata sorda.
Altrimenti sentirebbe che la sedia sta scricchiolando.
Scricchiolando paurosamente. Shocked


Per questo non è la prima volta: Ogni grande impero prima di crollare erano tutti sordi!

Vedi Impero romano (pdf).

Ma anche il più recente Impero: L'URSS e prossimamente gli USA....

Cool

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 08 Nov 2012 23:59    Oggetto: Rispondi

toto200 ha scritto:
(...) Volendo ordinare i problemi che abbiamo in ordine decrescente di gravità degli effetti che causano, al primo posto metterei il fatto non che siamo in troppi, ma che ci sono troppi ladri su questo pianeta. (...)


Quando "il frigo diventa vuoto" diminuire i ladri permette solo di avere più tempo (dunque trovare una soluzione per riempire il frigorifero"") prima che "si svuoti il frigorifero", ma anche la quantità di persone concorrono nella determinazione di quanto ci vuole allo "svuotarsi il frigorifero" e anche quanto si spreca è da considerare.
Wink

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi