Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Cassazione: niente limiti per gli autovelox
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 13 Ott 2010 16:39    Oggetto: Cassazione: niente limiti per gli autovelox Rispondi citando

Commenti all'articolo Cassazione: niente limiti per gli autovelox
La Polizia Municipale può piazzare i rilevatori dove meglio crede, senza obbligo di segnalazione.



Top
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 13 Ott 2010 18:20    Oggetto: Rispondi citando

vergogna
Top
{Summer}
Ospite





MessaggioInviato: 13 Ott 2010 21:52    Oggetto: Rispondi citando

Divertente vedere l'esito del sondaggio. Ma se sono dei mangiasoldi perché rallentate tutti di colpo appena ne vedete uno in lontananza? Forse perché state andando oltre il limite?
Top
merlin
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 15/03/07 23:32
Messaggi: 2421
Residenza: Kingdom of Camelot

MessaggioInviato: 13 Ott 2010 21:55    Oggetto: Rispondi citando

Si vede che è diventato ondivago anche l'art. 3 della Costituzione; infatti se vado a 250 in autostrada e mi becca un autovelox controllato dalla Stradale me la cavo, mentre se vado a 53 in città mi tocca tossire la sanzione.
Top
Profilo Invia messaggio privato
max.agnelli
Eroe
Eroe


Registrato: 16/06/06 19:48
Messaggi: 72

MessaggioInviato: 13 Ott 2010 21:57    Oggetto: Rispondi citando

Quindi se non è segnalato e uno non lo vede può anche passarci sopra con un auto?
Io me lo sono trovato davanti una volta e l'ho evitato per un pelo.
I vigili li ho visti ma il velox era un treppiede ed una scatoletta sopra.
Siamo sicuri?
Max
Top
Profilo Invia messaggio privato
linguist
Semidio
Semidio


Registrato: 09/02/08 22:27
Messaggi: 449
Residenza: ITALIA ma vorrei essere altrove, davvero non qui.

MessaggioInviato: 14 Ott 2010 00:14    Oggetto: Rispondi citando

A Giovanni Giolitti è ascritta la seguente frase: La legge si interpreta per gli amici e si applica per i nemici.
In Italia siamo maestri eccellentissimi nel fare certe cose. Grrr
Top
Profilo Invia messaggio privato
mauro_mbf1948
Dio minore
Dio minore


Registrato: 18/03/08 05:06
Messaggi: 742
Residenza: genova

MessaggioInviato: 14 Ott 2010 02:10    Oggetto: Rispondi citando

Oh poverini....e pensare che hanno speso tutti quei soldi per i cartelli in cui segnalano che c'è il controllo elettronico della velocità.....

Altri sistemi per fare soldi e spellare chi ne ha meno non li trovano?

Se mi becco seicento euro di multa per essere andato a 110 dove c'era una uscita (sempre sulla destra), dove c'era 80, e se io sono sulla sinistra e proseguo, non posso tamponare chi esce; e dato che per PURO CASO il cartello lo mettono sempre nell'autostrada nel tratto più ripido e sempre in in discesa, (vedi da Genova a Sestri levante compreso), o che vai a marce più ridotte o bruci i freni, o se prendi la multa non mangi per un mese.

Consideriamo anche che la maggior parte dei trafori che attraversano dei monti, sono in salita e spesso anche in curva, e anche con forti pendenze fino alla metà; e poi ovviamente con la stessa pendenza se non di più, riprendono in discesa, per cui mentre si era quasi a tavoletta in salita, si aumenta di velocità quasi senza accorgersene già dalla posizione di piano fino all'inizio discesa; Quindi può capitare che invece che uscire a 100 esco a 120! Può capitare sì, che si esca a velocità superiore alla prevista, anche perchè non si può vivere con l'occhio sul tachimetro o sintonizzarsi le orecchie sul rumore del motore alle varie velocità ; altrimenti se guardo il tachimetro non vedo la strada, ovvio e se ascolto il motore posso anche sbagliarmi nella valutazione, od avere le orecchie tappate salendo o scendendo rapidamente di altitudine come avviene con una autovettura, o per un banalissimo raffreddore.

Che fanno, ti aspettano appena esci con l'autovelox e ti fermano?? Chi mi garantisce che ci sia la pattuglia della stradale a rilevarmi e non i soliti pupazzi animati che mettono nei Cantieri in galleria per i lavori in corso, e soprattutto come possono dimostrare che c'erano veramente agenti dall'autovelox e non era piazzato li alla ricerca dei soliti fessi, mentre invece la Pattuglia era da altra parte e tornava a prendere "Il raccolto" a fine giornata?? Secondo voi bastano due firme sul verbale dei due Agenti?? Due firme si possono anche mettere "a tavolino"

Salvo poi l'assurdità come la autostrada Torino Savona, che per un lungo tratto da Savona verso Torino è in pendenza continua (si sale per valicare l'Appennino) e non poca, Vi ASSICURO L'HO FATTA PER DECINE DI ANNI PER LAVORO; almeno fino a MILLESIMO (SV) è salita continua in curva, anche nei viadotti e gallerie ; E lì invece mettono limite dei 100-110, quando una utilitaria normale fa fatica già ad arrivare a 90 a causa sia della pendenza continua senza punti di ripresa in piano, sia perchè la maggiore parte dei viadotti sono anche in curva, ed obbligano a rallentare, sia perchè quando tira il vento è talmente forte che si vola se presi di fianco e ti frena se prende di muso.-

Se invece si becca con autovelox uno dei tanti calciatori, vip, attori, furbastri vari, assessori, politici e ministri, con auto ultrapotenti, quelli se le fanno togliere (e gliele tolgono), e se invece dovessero pagare, che problemi possono avere alla fine del mese? Facciamo una colletta per le loro auto, rimborso infrazioni....poverini altrimenti ci rimettono!

Per caso chi mi sorpassa con il SUV in autostrada e fa le "nuvolette" in pochi secondi sparendo alla vista, mentre vado regolarmente a 130 permessi al massimo, pensate davvero che si facciano un problema per pagare seicento euro quando la loro macchina ne vale almeno 30.000 o 40.000?

E per il TUTOR che ti frega ovunque sei?

Il tutor dal nome deve tutelare; ma chi, tutela..... l'utente o gli incassi?

Insomma ....facciamo come al solito figli e figliastri? Paga Pantalone?

O meglio...chi ha i pantaloni meno costosi?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo MSN
mauro_mbf1948
Dio minore
Dio minore


Registrato: 18/03/08 05:06
Messaggi: 742
Residenza: genova

MessaggioInviato: 14 Ott 2010 02:59    Oggetto: Rispondi citando

merlin ha scritto:
Si vede che è diventato ondivago anche l'art. 3 della Costituzione; infatti se vado a 250 in autostrada e mi becca un autovelox controllato dalla Stradale me la cavo, mentre se vado a 53 in città mi tocca tossire la sanzione.


Scusa Merlin, a parte la esagerazione di esempio, mi spieghi come potresti cavartela ad alta velocità con la stradale mentre ti fanno il mazzo in città per i 53 chilometri ora? Che ti freghino in città è verissimo, specie nelle strade di scorrimento, naturalmente nei tratti in discesa. (non è un'ossessione, una delle principali i vie di scorrimento fino a GE Nervi o meglio fino all'inizio dell'Aurelia è un continuo salire e scendere, fra caseggiati ai lati), e li mettono piazzati e nascosti o nei pressi del semaforo, e semafori ne hai uno ogni 100 metri, quindi ce ne sono due o tre decine, oppure in un furgone apparentemente in sosta, unqualsiasi furgoncino commerciale telonato o chiuso; dentro ci sono loro con il diabolico apparecchio. Se non basta ci sono anche sui cavalcavia, e non da ultimo abbiamo anche i carinissimi rilevatori ad effetto doppler, che ti li puntano contro; sembrano macchine fotografiche, e valutano il tempo di ritorno dell' "eco" luminosa con un raggio infrarosso invisibile emesso dalla macchina che rimbalza sulla tua auto mentre ti avvicini. La differenza di tempo fra due punti in avvicinamento dà per forza la velocità esatta, ossia tanti metri al secondo, tanti chilometri ora. Se arrivavi a 11 metri al secondo tanto di cappello; se arrivavi a 16 metri al secondo anche per un attimo, e sei fregato.- (Basta fare la velocità in metri al secondo per 3,6 ed ecco i chilometri ora. Non si sgarra.) Se sei in auto e ti approssimi a 30 metri vedi scattare il giallo, fermati, la tua accelerata per liberare l'incrocio come diceva una volta il Codice della strada (se si è in prossimità dell'incrocio e scatta il giallo e non ci si può fermare in totale sicurezza, procedere con cautela per liberare al più presto l'incrocio) Ebbene accelerare e liberare con cautela l'incrocio come dicevano loro, costa 233 euro,e te lo garantisco.- Se rallenti e non riesci a fermarti, passi per forza con il rosso, perchè per superare certi incroci non riesci a transitare ancora con il giallo; quindi se acceleri per passare ancora con il giallo scatta l'autovelox. Accidenti pare che esista un ufficio di Archimede Pitagorico preposto per le invenzioni tributarie!

Dimmi, quale multa preferisci? La scelta è solo tua.....

Pochi secondi e ti trovi la multa pronta e confezionata, e provati a contestarla! Multa che arriverà ovviamente diversi mesi dopo, quando nemmeno ti ricordi quando diavolo eri passato di lì.

Te lo ricorderanno con amore loro, indicandoti Località , nome della/e via/e, con data ora e minuti, alla scadenza dei 150 giorni giorno più giorno meno e dettaglio dell'articolo del Codice (che dovresti conoscere amemoria) che hai violato.

Peccato ora possono arrivare solo a 90 gg, ma è sempre un bell'incubo!

Non solo. Hanno tolto la possibilità di pagamento delle multe, sia con la carta di credito, sia con la SISAL, sia con Internet, che tramite le Poste. Si deve andare all'altro capo della città a fare ore di coda e di mattino presto, magari per soli 36 euro.-

Quindi come è possibile quel paragone? Velocità elevata in autostrada con la Pattuglia te la cavi ed a 60 in Città no? Sai bene che oltre i 40 oltre al limite consentito scatta il ritiro patente più la multa.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo MSN
Bunips
Semidio
Semidio


Registrato: 30/11/07 14:19
Messaggi: 202
Residenza: Bolzano

MessaggioInviato: 14 Ott 2010 04:43    Oggetto: Rispondi citando

D'altronde bisogna capirli.
Hanno tagliato le spese alle regioni e poverini devono pure far campare centinaia di migliaia di "enti Inutili" . le spese per le Auto Blu? dove le vogliamo mettere? devono pure avere un mezzo per andare a travestiti la sera a spese nostre... e con quello che costa la "neve"... bisogna vedere le spese nel loro complesso certo...
Ma vorrei aggiungere solo una piccola cosa a a tutto questo..

MI VERGOGNO DI ESSERE CITTADINO DI QUESTA REPUBBLICA DELLE BANANE!!!
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
merlin
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 15/03/07 23:32
Messaggi: 2421
Residenza: Kingdom of Camelot

MessaggioInviato: 14 Ott 2010 07:30    Oggetto: Rispondi citando

mauro_mbf1948 ha scritto:
merlin ha scritto:
Si vede che è diventato ondivago anche l'art. 3 della Costituzione; infatti se vado a 250 in autostrada e mi becca un autovelox controllato dalla Stradale me la cavo, mentre se vado a 53 in città mi tocca tossire la sanzione.

Scusa Merlin, a parte la esagerazione di esempio, [...]

Volevo solo dire che è diventato più facile contestare una contravvenzione della Stradale mentre diventa quasi impossibile farlo con i vigili urbani.
Quanto al resto, Genova ha sempre avuto problemi con "i cantunè" fin da quando ero giovane di patente. Siccome mal comune mezzo gaudio, un po' malignamente rifletto sul fatto che il tempo non li ha migliorati. Anzi. Rolling Eyes Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
carlonove
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 08/06/09 13:51
Messaggi: 103

MessaggioInviato: 14 Ott 2010 08:06    Oggetto: Cambio Rispondi citando

Bunips ha scritto:
D'altronde bisogna capirli.
Hanno tagliato le spese alle regioni e poverini devono pure far campare centinaia di migliaia di "enti Inutili" . le spese per le Auto Blu? dove le vogliamo mettere? devono pure avere un mezzo per andare a travestiti la sera a spese nostre... e con quello che costa la "neve"... bisogna vedere le spese nel loro complesso certo...
Ma vorrei aggiungere solo una piccola cosa a a tutto questo..

MI VERGOGNO DI ESSERE CITTADINO DI QUESTA REPUBBLICA DELLE BANANE!!!



Non è più quella delle banane ma... quella dei CETRIOLI !!!
Top
Profilo Invia messaggio privato
dany88
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 12/02/09 11:14
Messaggi: 1300

MessaggioInviato: 14 Ott 2010 08:31    Oggetto: Rispondi citando

i miei 2 cents:
volete che non si superino i limiti? cominciate a vendere macchine che vanno al massimo a 130. Trovi gente che va a 150? Controllo immediato del veicolo, se risulta senza "tamponi", sequestro dell'auto.

Ovviamente questo non risolverebbe tutti i problemi, ma di sicuro ne risolve piu' di quanti se ne risolvono con un paio di autovelox nascosti.


Un altra idea diabolica? Twisted Evil

Tamponi regolabili elettronicamente, tutti i produttori adottano uno standard per cambiare dinamicamente la velocità massima, antenne poste lungo le strade piu' importanti possono ulteriormente diminuire la velocità massima a seconda delle condizioni (metereologiche, traffico) e dei limiti.
Log sulle macchine con una qualche tecnologia sicura che permetta di riconoscere malfunzionamenti da alterazioni.

E non venitemi a dire che è impossibile da fare o che il giorno dopo avrebbero tutti macchine "modificate", perchè se metti le sanzioni giuste e fai i controlli come si devono, nessuno rischierebbe di farlo.

Questo sarebbe davvero "fico" (anche se sono convinto che qualcuno di voi non la pensa così Very Happy).
Quale è il problema? che non ci guadagna lo stato (anzi ci perderebbero proprio, perchè dovrebbero investire nella progettazione e nello sviluppo dell'idea). E non ci guadagna l'economia (è brutto dirlo, ma andare oltre i limiti di velocità, che tu sia un camionista o un rappresentante, fa risparmiare taaaaaaaanti soldi all'azienda).
Top
Profilo Invia messaggio privato
{pask}
Ospite





MessaggioInviato: 14 Ott 2010 08:55    Oggetto: Bilanciamento degli interessi Rispondi citando

Mi auguro che i giudici e alcune delle persone che hanno espresso i loro giudizi, tengano presente il cosiddetto "bilanciamento degli interessi". In un mondo perfetto in cui ci si può fidare ciecamente delle "buone intenzioni" delle autorità, così come dell'infallibilità delle loro scelte sul territorio (definizione dei limiti di velocità sulle strade) sarei d'accordo con il non segnalare la presenza degli autovbelox.
Ma nella realtà così come è necessario tutelare "la legge", definita a livello locale in questo caso, è anche opportuno tutelare gli utenti da interpretazioni errate, malizione o vessatorie di quegli amministratori locali che hanno interesse a sfruttare la loro posizione per ... fare cassa!

La verità che gli autovelox, così come le strisce blu ma anche gli orari della differenziata sono diventati formidabili strumenti per porre rimedio ad amministrazioni mediocri che in condizioni di ristrettezze non sono in grado di trovare sistemi migliori per gestire le loro finanza se non tramite vessazioni dei cittadini. Ecco allora la necessità di avere autovelox nascosti, magari in strade dove per volontà o errore vengono posti improbabili limiti (es 10km/h su un strada su cui si va e si può ragionevolmente andare a 50km/h) o la segnaletica stradale non è chiara o contraddittoria. Che strumenti ha il cittadino per far rispettare i suoi diritti violati? Lui che è sempre in una posizione svantaggiata rispetto all'autorità! Provate a contestare una multa! alle complicazioni che vi comporta! al danno materiale ed esistenziale (arrabbiature, tempo perso).

No. L'unica soluzione è prevedere un impianto normartivo che sia equilibrato e garantista. Perseguire il bene di tutti. In quest'ottica tenere gli autovelox bene in vista mi sembra un buon compromesso: ha un effetto dissuasivo e sul medio termine anche educativo nei confronti degli automobilisti, senza dare spazio ad eventuali deviazioni degenerative che per gare cassa e porre rimedio alle loro inefficienze vedono negli automobilisti un facile preda da spennare.
Top
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20590
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 14 Ott 2010 09:17    Oggetto: Rispondi citando

Magari l'unica soluzione è rispettare il codice anche per la nostra personale sicurezza.

La strada non è un videogioco, chi ha subito le conseguenze di un incidente lo capisce solo dopo l'incidente.

Per quanto riguarda la bizzarria delle sentenze della cassazione possiamo dire che, disgraziatamente, queste fanno parte dell'anomalia stessa che attraversa il paese. Ed è un'anomalia millenaria.
Non c'è rimedio, dunque.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Il fuggitivo
Mortale devoto
Mortale devoto


Registrato: 22/12/09 18:25
Messaggi: 8

MessaggioInviato: 14 Ott 2010 09:40    Oggetto: Rispondi citando

Di fatto, poiché non sarà possibile provare che i Vigili c'erano o meno (la parola del privato contro quella del pubblico ufficiale è carta straccia), la Cassazione ha dato via libera al far west della multa.
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Osvaldo}
Ospite





MessaggioInviato: 14 Ott 2010 10:02    Oggetto: Era ora!... Rispondi citando

(ante/s- sono in completo disaccordo con Pask)
Prevedere che gli autovelox dovessero essere segnalati, era una vaccata. La dissuasione per uno che dove c'è il limite di 50 va a 90 non è vedere la segnalazione dell'autovelox (che dopo superato torna a 90): è ricevere a casa "la multa, cosa buona e giusta"... :-)
Il problema non è quindi che venga beccato chi tiene una velocità eccessiva "rispetto alle condizioni della strada che percorre" (anzi, VA beccato), ma semmai avere strumenti (noi cittadini) per non subire vessazioni. Che vuole dire (ridotto all'essenziale) due cose:
- avere una autorità cui potersi rivolgere per contestare il limite di velocità, a priori intendo; per logica, dovrebbe essere il prefetto; personalmente io rispetto i limiti (anche se questo mi costa furibonde suonate e sorpassi da deficienti che ti sverniciano lo specchietto) ma mi incazzo anche io quando non sono congrui. Avrei una lista già pronta da segnalare...
- riguardo le multe per il rosso, non basta la foto, ci deve essere un video, che parta da qualche secondo prima dell'infrazione. Spiegare perché è un po' troppo complesso, qui e adesso.
Grazie dell'ospitalità, un saluto agli altri e tranquilli: se rispettate i limiti non ingrasserete nessun comune!...
Top
nino.dago
Semidio
Semidio


Registrato: 06/09/07 14:59
Messaggi: 232

MessaggioInviato: 14 Ott 2010 10:21    Oggetto: Pericoloso precedente Rispondi citando

A mio parere la Cassazione apre un pericoloso precedente per l'uso degli autovelox.

Parto dal presupposto che personalmente ritengo tale strumento e tutti i suoi parenti uno strumento non atto ad essere un deterrente per gli incidenti stradali causati dall'eccesso di velocità, ma un diffusissimo mezzo usato da enti pubblici di varie territorialità per incamerare grosse quantità di denaro.

Che l'affaire autovelox sia una macchina da soldi che interessa sia ai produttori dei dispositivi stessi, sia agli enti in questione è un fatto noto e palesato da diversi programmi televisivi (le Iene, Report), per cui pensare che davvero l'autovelox faccia prevenzione stradale è utopistico.

Sulla base di questo mio presupposto totalmente personale, ritengo che la sentenza della Corte presti il fianco al proliferare selvaggio di autovelox posizionati nei punti più disparati, al proliferare di multe selvagge, al proliferare del malumore del cittadino che si sente costantemente "fregato" da uno Stato (in tutte le sue manifestazioni, non solo a livello centrale intendo) che, avendo saturato le tasse esigibili, cerca sempre e comunque di raschiare il fondo del barile.

Gli autovelox et similia avrebbero senso, IMHO, se venissero correlati ad un indice di pericolosità stradale. Mi spiego meglio.
In Italia, ogni anno, ci sono migliaia di incidenti causati dall'eccesso di velocità. Tuttavia statisticamente parlando questi incidenti sono facilmente collocabili in tratti stradali / autostradali precisi e soprattutto a orari precisi.

Farsi Carsoli-Tivoli (A24 dir. Roma) alle 7.30 del mattino a 145 km/h di media, considerando la tipologia di tratto autostradale, la frequenza di traffico in quella fascia oraria e fattori simili, non dovrebbe essere suscettibile di multa, secondo me, ma non perché è giusto violare i limiti di velocità, semplicemente perché certi limiti hanno senso in funzione dei fattori di cui sopra.

Ho conosciuto, ahimé, gente che ha perso la vita per incidenti causati a 40-50 km/h, come chi ha un colpo di sonno in autostrada potrebbe benissimo commettere un incidente mortale a 90 km/h... e in quei casi a che servono tali strumenti?

Perché, ad esempio, gli autovelox non si piazzano nei tratti autostradali in prossimità degli accessi a discoteche importanti, di sabato notte dalle 2 in poi mentre si mettono in via Coccia di Morto a Fiumicino, in una strada che praticamente passa in mezzo alle campagne, alle 11 del mattino di un venerdì qualunque??

Saluti
Nino
Top
Profilo Invia messaggio privato
OXO
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 10/05/05 17:30
Messaggi: 1942
Residenza: Scandicci

MessaggioInviato: 14 Ott 2010 10:52    Oggetto: Rispondi citando

Concordo pienamente: la Cassazione ha compiuto un atto scellerato, gravissimo, ha sdoganato la legge del furbetto e colpito a morte la certezza del diritto.

Ritengo che l'unico mezzo tecnologico plausibile siano i tutor, che si basano sulla velocità media e non su quella puntuale (un sorpasso, una discesa, un ragionevole attimo di distrazione...): ovviamente però nessuna misura può essere efficace senza una sana cultura civica, sia da parte dei cittadini che delle istituzioni, e questo purtroppo oggigiorno è francamente utopistico. Twisted Evil
Top
Profilo Invia messaggio privato
geppino
Mortale pio
Mortale pio


Registrato: 26/01/09 13:38
Messaggi: 28

MessaggioInviato: 14 Ott 2010 10:57    Oggetto: Rispondi citando

Va bene per l'omologazione e sul modello depositato.....Ma perché nessuno parla mai della TARATURA degli autovelox? In altre parole, chi mi assicura che la catena metrologica sia validata? Chi mi assicura che io stia percorrendo un tratto di strada veramente alla velocità che segna lo strumento?
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Osvaldo}
Ospite





MessaggioInviato: 14 Ott 2010 11:12    Oggetto: Rispondi

che scrive: "Chi mi assicura che io stia percorrendo un tratto di strada veramente alla velocità che segna lo strumento?"
Il TUO contachilometri... :-) perché non mi venire a dire che il problema è quello (non ti becchi una multa se col limite di 50 fai 54, tranquillo. Tra l'altro c'è anche la "tara", se non sbaglio del 5%, che ti abbuonano), il problema semmai è che effettivamente molte volte è IL LIMITE imposto che è troppo basso. Ma questo richiede altri correttivi, vedi altro mio post (al momento non pubblicato, ho scritto qualcosa che non va?). ciao
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi