Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Una volta si era un po meno sciacalli.
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Al Caffe' Corretto
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Gateo
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 17/11/03 18:16
Messaggi: 12379

MessaggioInviato: 19 Mar 2011 11:49    Oggetto: Una volta si era un po meno sciacalli. Rispondi citando

Fateci caso: un tempo quando capitavano terremoti, tsunami, alluvioni, ed altre regalie divine ci si preoccupava innanzitutto delle vittime e di come aiutarle.
Adesso interessa piu' la polemica sulle centrali nucleari, o sulle case che non sono abbastanza case, o sui nepalesi che scacazzano colera.
In Italia poi siam fin riusciti a far fuori Bertolaso, siamo veramente piu' avanti
.
Mi pare che i media guardino sempre di piu' al dito anziche alla Luna, e tanto peggio per i lunatici

Vabbe', se ne avete voglia fate un salto qua che non si sbaglia mai.
Citazione:
Donazioni Online


Se vuoi contribuire all'azione della Croce Rossa Italiana, alle sue attivitè in Italia e all'estero, puoi effettuare versamenti online in modo sicuro, attraverso la compilazione della form presente in questa pagina e seguendo successivamente la procedura attraverso il circuito BNL - Visa, Mastercard, American Express oppure attraverso PayPal.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ermengarda Categna
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 31/03/08 15:20
Messaggi: 2414
Residenza: torino

MessaggioInviato: 19 Mar 2011 21:06    Oggetto: Rispondi citando

Gateo,
da un lato hai ragione: manchiamo drammaticamente di solidarietà. Lo verifico ogni giorno, dal momento che sono a contatto con problemi di individui che di solidarietà hanno, o avrebbero, un bisogno disperato, mentre mi sento solo dire che "non se lo meritano".

Dall'altro, perdonami, ma non credo più nell'utilità delle donazioni. Si sono sentite notizie di enormi containers pieni di generi alimentari donati da cittadini volonterosi e solidali, lasciati a marcire senza arrivare alle popolazioni cui erano destinati, da ONLUS di portata internazionale, per non parlare di enti di cooperazione e mission umanitarie, che utilizzano le donazioni per il proprio mantenimento, lasciando solo le briciole a quanti sarebbero in prima linea per ricevere i loro aiuti.

Vero? Falso? Come si fa a capirlo? Nel bailamme delle informazioni ufficiali, perciò sospette, e della controinformazione, non ufficiale e perciò difficile da decifrare e valutare per quanto riguarda la sua attendibilità, non mi stupisce che ci sia meno volontà di donare e più sospetto.

Infine, per quanto riguarda lo specifico del Giappone, il problema dei danni alle centrali nucleari non é poi tanto peregrino: l'acqua gettata sui reattori scoperchiati e caldi al punto di fusione va in vapore, sale negli atrati alti dell'atmosfera, si sposta con le correnti... qui piove enon sono poi tanto sicura che non ci cada in testa anche qualche bella dose di radioattività, micropolveri esalate dal nocciolo e acqua contaminata da radionuclidi a gogò... meglio parlarne, o no?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8497
Residenza: Hinter dem Horizont.

MessaggioInviato: 20 Mar 2011 00:10    Oggetto: Re: Una volta si era un po meno sciacalli. Rispondi

Gateo ha scritto:
fate un salto qua che non si sbaglia mai.

In base a quale criterio, Gateo? Quello insano che un bambino del Burundi ha più diritto di mangiare di uno napoletano, palermitano o - peggio - di uno mio?

I miei figli stanno riuscendo a mangiare esclusivamente grazie alla filosofia Freegan che ho dovuto abbracciare per necessità e non certo per ideologia, e che - per chi non lo sapesse - consiste nel recuperare tra la spazzatura del retro dei supermercati ciò che è ancora commestibile.

A causa di gravi problemi di salute non ho un lavoro da circa un anno e mezzo, ho la corrente tagliata e riesco ad avere energia (e quindi ricaricare il notebook e quindi postare) grazie a un piccolo gruppo elettrogeno portatile dal quale non mi separo mai in quanto marinaio; la mia famiglia mangia - a romantico lume di candela - grazie allo sconsiderato sperpero consumista di frutta e verdura, yogurt e latticini, olio, pasta, riso e pelati scaduti da un giorno o con la confezione appena appena rovinata, e pertanto gettati nella spazzatura (anzi: approfitto per portare a conoscenza che lo stracchino scaduto da dieci giorni è perfetto) e quando - dopo aver percorso tutte le strade percorribili - espongo il problema alla sezione locale della Croce Rossa, mi sento rispondere che "non è di loro competenza": al massimo possono, dopo che avrò presentato una decina di documenti, fornirmi eventualmente qualche medicinale... posso solo replicarti: che i medicinali, specialmente le supposte, se li mettano in culo i responsabili della Croce Rossa e i loro sostenitori e, se ne avanzano, che li mettano anche in culo ai giapponesi. Così testiamo anche se sono efficaci contro le radiazioni...

Con la Croce Rossa si va sul sicuro? Sì, anche con Forza Italia, non lo sapevi?

Non solo quoto e ringrazio Ermengarda Categna, ma aggiungo che di Madre Teresa di Calcutta ne è nata una sola, il resto è puro fango, il tuo link compreso...


Questo mi pare guardare la luna, e non il dito.

Gaty, non mi sembri più quello di una volta...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Al Caffe' Corretto Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi