Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Grosseto, fumano in rianimazione e mettono le foto su Facebo
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Social network
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
MaXXX eternal tiare
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 18/02/09 11:13
Messaggi: 2280
Residenza: Dreamland

MessaggioInviato: 01 Apr 2011 17:12    Oggetto: Re: Vado controcorrente Rispondi citando

{Tinny} ha scritto:
Io ho pensato che queste persone ne vedono di tutti i colori, ogni giorno. Vedono morire persone quotidianamente e altre in condizioni disperate. Hanno sdrammatizzato un po' e fatto l'errore di pubblicare la cosa, incappando nella prima persona iper moralista che ha visto le foto. Sicuramente con tutti gli sprechi di milioni e milioni di euro, non sono le quattro garze usate da questi qui a far fallire l'economia.


Non è una questione di moralismo ma di regole e rispetto che non sono sempre moralismo esagerato, come ha detto Roberto 1960 sicuramente per chi lavora in ospedale diventa una routine e anzi devono a volte imparare il distacco per poter far questo lavoro, a volte vedo scherzare i ragazzi delle ambulanze quando vado all'ospedale della mia città, non ci trovo nulla di male.

Solo che il reparto di rianimazione è uno dei reparti più delicati e sinceramente fare tutta quella sceneggiata proprio li e pure metterla on-line lo trovo eccessivo, dovevano contenersi e ognuno sul proprio lavoro risponde a volte anche per le cavolate, non credo cmq che le licenzieranno basterà una "lavata di capo"
Top
Profilo Invia messaggio privato
Roberto1960
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 21/01/08 00:39
Messaggi: 1162
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 01 Apr 2011 18:20    Oggetto: Rispondi citando

OXO ha scritto:
Perdonami, ma mettere deliberatamente a rischio la salute dei degenti (ovvero, l'antitesi del loro mestiere), facendosene baffe e, non paghi, ostentare la loro idiozia su un social network non ti paiono condizioni necessarie e sufficienti da richiedere l'allontanamento a vita di queste persone da qualsiasi ospedale? Shocked
Certo, tenendo conto che in questo Paese non si va in galera neanche se ci si mette alla guida di una vettura ubriachi fradici e si falciano vite di innocenti, direi che il tuo ragionamento non fa una grinza, ma se permetti è questo tuo mondo il Medioevo, non il mio, e ti invito caldamente ad affrontare una profonda riflessione sull'argomento.
Poi magari mi spieghi anche da dove hai dedotto che io sostenga la pena di morte e soprattutto che sono un bigotto (questa poi me la devo segnare...)

Siamo d'accordo sulla idiozia dei nostri eroi, siamo anche d'accordo sulla necessità di una qualche sanzione.
Non siamo invece d'accordo sul licenziamento.

Non so se vi rendete conto di quanto sia grave un provvedimento come il licenziamento, visto anche che il lavoro è un diritto fondamentale del cittadino.
I nostri fessacchiotti non hanno "gravemente" attentato alla salute dei degenti, non certo per un po' di fumo da sigaretta.
Il danno d'immagine verso l'ospedale c'è ed è giusto considerarlo ma, ripeto, non mi piace l'estrema facilità con cui si parla di licenziamento.

Qualche altro chiarimento.
Non ho sostenuto che tu vorresti reintrodurre la pena di morte, era solo un esempio di estremizzazione che potrebbe venire dal tuo approccio.
Come pure non avevo intenzione di accusarti di essere bigotto, semplicemente stavo parlando della mentalità che mi sembra sottenda il tuo intervento.
Ad essere sinceri la cosa che maggiormente non mi è piaciuta del tuo intervento è stata quella battuta sul "volerli vedere chiedere l'elemosina" che, perdonami, non ha niente a che vedere con una giusta e calibrata sanzione del loro comportamento e analisi del fatto.
Mi sembra una frase animata da uno spirito di vendetta che definirei fuori luogo; a questo pensavo quando ho parlato di oscurantismo e medioevo.
Forse ho usato parole un po' forti, se ti sei offeso mi spiace, non era mia intenzione, ma confermo in pieno la mia opinione.

Vorrei anche rispondere ad Ahriman.
Non volevo certo sostenere la classica tesi assolutaria del "altri fanno peggio". Sostengo da sempre la responsabilità individuale, senza tentennamenti.
Io volevo solamente dire che altri comportamenti ben più gravi (e, credetemi, ce ne sono tantissimi!) meriterebbero forse il licenziamento e quindi, in proporzione, in questo caso mi sembra una punizione decisamente esagerata.

Opinioni differenti, come è normale Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
Ahriman80
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 24/11/09 11:23
Messaggi: 187

MessaggioInviato: 01 Apr 2011 20:30    Oggetto: Rispondi citando

Come ho già detto io considero un livello minimo di professionalità sotto il quale c'è il licenziamento, non una proporzionalità, altrimenti se il peggio è il medico ubriaco e strafatto che opera e uccide qualcuno solo in quel caso si avrebbe il licenziamento. Secondo me l'assenza di una vere responsabilità è uno dei motivi per cui le cose non vanno bene in ospedale e in altri luoghi lavorativi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
OXO
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 10/05/05 17:30
Messaggi: 1942
Residenza: Scandicci

MessaggioInviato: 02 Apr 2011 11:44    Oggetto: Rispondi

Roberto1960 ha scritto:
...Ad essere sinceri la cosa che maggiormente non mi è piaciuta del tuo intervento è stata quella battuta sul "volerli vedere chiedere l'elemosina" che, perdonami, non ha niente a che vedere con una giusta e calibrata sanzione del loro comportamento e analisi del fatto.
Mi sembra una frase animata da uno spirito di vendetta che definirei fuori luogo; a questo pensavo quando ho parlato di oscurantismo e medioevo...


Non si tratta di vendetta, ma di forte deterrente: in un Paese come il nostro dove da ormai troppi anni l'illegale è la normalità (e qui mi riferisco alla situazione generale di uno Stato cosiddetto di diritto in cui nessuno paga mai per quello che fa, a partire dal suo nuovo Duce) si deve dare un segnale chiaro e deciso che la musica deve cambiare; se continuiamo a dare pacche sulle spalle rimarremo per sempre un popolo di bonaccioni che poi si ritrova a piangere inerme quando il danno è fatto ed ormai irreparabile (mi permetto di citare la vicenda del terremoto dell'Aquila, tanto per riferirmi all'ultimo drammatico caso di irresponsabilità).
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Social network Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3
Pagina 3 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi