Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Il boot velocissimo di Windows 8
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Windows 10, 8, 7
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 09 Set 2011 11:19    Oggetto: Il boot velocissimo di Windows 8 Rispondi citando

Commenti all'articolo Il boot velocissimo di Windows 8
Il sistema di Microsoft ora si avvia in pochi secondi.



Top
franz
Dio minore
Dio minore


Registrato: 25/05/05 16:12
Messaggi: 776
Residenza: Lac Majeur

MessaggioInviato: 09 Set 2011 17:20    Oggetto: Rispondi citando

io questo non lo definisco un 'boot', per me è tecnicamente un 'resume', quale che sia lo stato di sospensione, ibernazione mummificazione o quel che volete.
Il boot a casa mia è da quando il sistema si accende la prima volta (non riesco a dirlo meglio, ma penso sia ben chiaro)
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ercole69
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 22/11/06 09:20
Messaggi: 149

MessaggioInviato: 09 Set 2011 18:40    Oggetto: Rispondi citando

franz ha scritto:
io questo non lo definisco un 'boot', per me è tecnicamente un 'resume', quale che sia lo stato di sospensione, ibernazione mummificazione o quel che volete.
Il boot a casa mia è da quando il sistema si accende la prima volta (non riesco a dirlo meglio, ma penso sia ben chiaro)


Proprio così. Resta comunque una tecnologia interessante, anche se in pratica è già possibile farlo adesso con qualunque sistema operativo uscendo dalla sessione utente e poi ibernando il PC.
Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 09 Set 2011 20:03    Oggetto: Rispondi citando

Sul mio laptop (Precision m4500) con un "vecchio" Intel X-25M da 160Gb boot per
davvero, non resume&c, in 6.5" circa se tolgo le password (iow il tempo che
impiego io a digitarle, una per LUKS ed una di utente)...

Fs btrfs montato con compress,discard,ssd
Top
Profilo Invia messaggio privato
{ken}
Ospite





MessaggioInviato: 10 Set 2011 02:23    Oggetto: Rispondi citando

Hanno visto i tempi di boot (reale, non finto) delle ultime versioni di ubuntu, e gli e' presa la strizza...

Sono comunque assai curioso di vedere quanto ci mettera' a partire windows 8 dopo qualche mese di utilizzo. Di norma il deterioramento del sistema e' piu' rapido di quello di una mozzarella.
Top
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 10 Set 2011 02:26    Oggetto: Rispondi citando

franz ha scritto:
io questo non lo definisco un 'boot', per me è tecnicamente un 'resume', quale che sia lo stato di sospensione, ibernazione mummificazione o quel che volete.
Il boot a casa mia è da quando il sistema si accende la prima volta (non riesco a dirlo meglio, ma penso sia ben chiaro)


Esatto!
Un migliorato "Ibernazione" ma quante volte da dei problemi alla "riaccensione" anche se con Seven sono quasi spariti?
Embarassed
Bisogna veder poi se questo nuovo sistema ci siano dei difetti propri. Per l'ibernazione ci hanno messo 20anni!!!
Rolling Eyes

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
dany88
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 12/02/09 11:14
Messaggi: 1300

MessaggioInviato: 10 Set 2011 08:25    Oggetto: Rispondi citando

praticamente è quello che ho chiesto che implementassero da 4 anni Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato
{pippolo}
Ospite





MessaggioInviato: 10 Set 2011 11:54    Oggetto: Rispondi citando

I soliti trucchetti per gli utonti, in perfetto stile M$
Top
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9465
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 10 Set 2011 17:18    Oggetto: Rispondi citando

Anche a mio giudizio chiamare questa modalità di accensione "boot" è quantomeno fuorviante, per non dire fuffaldino. Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
{ken}
Ospite





MessaggioInviato: 12 Set 2011 21:10    Oggetto: Rispondi citando

A costo di scrivere una banalita':
boot veloce = linux

Anche senza scomodare gli ssd, ubuntu e' pienamente operativo in 20/30 secondi, su macchine di media potenza.

E questo STABILMENTE. Cioe': dopo un anno o piu' di utilizzo intenso, la velocita' resta quella.
E' piuttosto ridicolo prendere come riferimento i tempi di boot di un windows pulito, dato che e' piu' che risaputo quanto le prestazioni diminuiscano col tempo (al punto che questa sembrerebbe quasi una cosa voluta...)
Top
Pistix
Eroe
Eroe


Registrato: 02/08/11 23:50
Messaggi: 60

MessaggioInviato: 13 Set 2011 00:41    Oggetto: Rispondi citando

carino,voglio vedere quanto mi va a durare però 'sta funzione istantanea -.-"
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 13 Set 2011 19:35    Oggetto: Rispondi citando

{ken} ha scritto:
A costo di scrivere una banalita': boot veloce = linux

Anche senza scomodare gli ssd, ubuntu e' pienamente operativo in 20/30 secondi, su macchine di media potenza.
E questo STABILMENTE. Cioe': dopo un anno o piu' di utilizzo intenso, la velocita' resta quella.
(..)


Mica banale! Oltretutto si può tranquillamente (la licenza lo permette) installarla su EPROM con un accensione al fulmicotone!

Se ci fossero, standard, nelle schedi madri già un EPROM-Disk (una EPROM vista come disco comune) da un giga sarebbe un sogno!

Pare inoltre che sempre in Linux ci saranno ulteriori migliorie nella velocità d'avviamento.

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 13 Set 2011 20:23    Oggetto: Rispondi citando

@mda
da anni Dell mette una mini-distro in "quickboot", lascia perdere, credimi.
Se vuoi un sistema operativo facile, rapido e completo ti installi GNU/Linux,
ad esempio Ubuntu, se vuoi una rottura di scatole installi Windows, i mini-OS
sono sempre stati una rottura di scatole.

GNU/Linux come tutto il software opensource evolve n volte più rapidamente e
con miglioramenti concreti rispetto al software proprietario che genircamente
cambia il cappotto o tappa un buco aprendone un altro ma non ho mai notato
grandi guadagni in termini di pura velocità da anni a questa parte. Semmai ho
notato che Windows cala quanto a performance, ma questa è un'altra storia.

Vuoi un laptop veloce? Prendi un laptop decente, naked, non spazzatura da GDO,
compri un SSD a parte da 120Gb o 160Gb (lo paghi 170-250€, tra un 120 ed un
160 purtroppo c'è un bel gap) contro i 400+ dello stesso disco fornito col
laptop, prendi un scheda video decente, NVidia Quadro sono l'ideale ad oggi,
NVidia desktop vanno bene, ATI ed Intel lasciale perdere, 4Gb di ram sono più
che sufficienti. Mettici Ubuntu, /boot da 100Mb, un pv LVM/LUKS, un vg con
dentro / 8-10Gb, swap 512Mb/1Gb, /home il resto, / e /home in btrfs montato
con compress,discard,ssd (prima di iniziare l'install), /tmp in ram, la Cache
di Firefox o chi per esso idem. Bleachbit regolare e avrai tempi di boot sui
6-7" sempre, sistema sempre reattivo, se vuoi collegare stampanti o scanner
attacchi la usb/dai ip/marca/modello della stampante/scanner e li usi senza
ore di install, idem per ogni altro dispositivo, niente virus, niente casini
con update improbabili, niente caccia al software domestico in giro per la
rete ecc. ecc. ecc.
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 13 Set 2011 20:45    Oggetto: Rispondi citando

spacexplorer ha scritto:
@mda
da anni Dell mette una mini-distro in "quickboot", lascia perdere, credimi.
Se vuoi un sistema operativo facile, rapido e completo ti installi Linux,
ad esempio Ubuntu, se vuoi una rottura di scatole installi Windows, i mini-OS
sono sempre stati una rottura di scatole.
(....)


Non una mini-distro! Wink Mi sono spiegato male.

Monti solo la zona di \boot sulla Eprom e il resto su disco. Puoi installare anche tutto OpenSuse (per dire una distro bella grossa) ma avendo in EPROM-disk la parte di boot e le parti maggiormente usate sai che velocità anche in esecuzione normale?

Certo non è una istallazione facile ma se esistesse uno standard EPROM-disk e venisse usato su molte schede madri non sarebbe male e si farebbe una installazione già nella distribuzione stessa.

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 14 Set 2011 20:50    Oggetto: Rispondi citando

@mda
Mi sa che sei ancora intossicato da Windows... /boot (\ è roba Windows) è la
parte meno usata del filesistem! Contiene il kernel che viene subito
caricato in ram ed è talmente piccolo che il tempo di IO è trascurabile, il
ramdisk che viene usato solo sino al montaggio della / e gli stage successivi
del bootloader (grub, se questo si usa) che sono di nuovo usati solo nelle
prime fasi di boot...

A livello di concetto, ovvero avere l'OS, volume "piccolo" rispetto ai dati
personali, il cui tempo di accesso è più sentito rispetto a questi, è giusto
in linea teorica: un SSD piccolo costa "poco" contiene l'OS che è quello che
più sente l'IO ed il resto lo tengo su dischi più lenti.

Non c'è nessuna difficoltà nel fare un'installazione sparsa, su GNU/Linux come
su ogni UNIX puoi montare anche ogni singola directory su volumi/partizioni
differenti poste su dischi diversi, anche con protocolli diversi. Di solito
si fa così. L'unica cosa che hai da fare è in fase di install partizionare
come vuoi o in seguito farti le partizioni/volumi, copiarci il contenuto
opportuno ed aggiornare l'fstab.

Il problema è semmai che gli SSD piccoli vanno molto più lenti di quelli
grandi! Questo perché l'SSD da 160Gb non è una singola memoria flash da 160Gb
ma un'insieme di memorie più piccole gestite da un controller che è assai più
veloce di loro. Ipersemplificando:
* un controller SATA-II (i più comuni) viaggia sino a 3Gb/sec
* una nand/flash di un SSD viaggia metti sui 250Mb/sec [1]
* un ssd da 40Gb sono 5 chip da 8Gb, un 80Gb sono 10, un 160 20
i controller tra le tante cose che fanno "spargono" i dati sui vari chip, un
po' come il raid0/striping per gli HD; questo implica ad es. che quando chiedi
un file da 4Gb su un disco da 40Gb hai nel migliore dei casi 512Mb per chip
(4Gb/8 chip) ovvero per leggere 4Gb impieghi 2 secondi (250Mb/sec di IO per
chip, 512Mb == 2" per chip), il canale sata porta a 3Gb/sec quindi non è un
problema. Se hai il 160 invece nel migliore dei casi i tuoi 4Gb sono sparsi
su 20 chip (~200Mb per chip, 4Gb/20 chip) quindi impieghi meno di un secondo
per leggere 4Gb! Questo ad es. è il motivo per cui gli ssd OCZ i cui chip
sono solitamente più veloci dei corrispondenti Intel siano nell'uso più lenti
dei primi: la logica del controller è meno efficiente e questa su volumi medi
e grandi di chip impatta ben più della velocità del singolo chip.

In altri termini l'idea di avere un SSD piccolo con l'OS ed un disco classico
per tutto il resto ti da un po' di performance in più ma assai di meno che
avere un SSD grosso con tutto sopra! Anche qui infatti l'accesso ai singoli
blocchi dati è tranquillamente contemporaneo, non hai una testina che deve
saltellare da una parte all'altra facendoti perdere performance per il tempo
di seek!

Spero di essere stati chiaro Smile

Ps
il filesystem è un'altro tassello critico per gli SSD, infatti questi deve
sapere che non serve cercare di privilegiare l'IO contiguo per diminuire i
tempi di seek, il readahead deve considerare più la struttura logica dei
blocchi dati, non la loro disposizione ecc. Banalmente lo stesso SSD con
btrfs (montato con discard,ssd) viaggia molto più veloce dell'ntfs!


[1] viaggia molto meno, ma è comodo questo valore come esempio
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 14 Set 2011 22:32    Oggetto: Rispondi citando

spacexplorer ha scritto:
@mda
Mi sa che sei ancora intossicato da Windows... /boot (\ è roba Windows) è la
parte meno usata del filesistem! Contiene il kernel che viene subito
caricato in ram ed è talmente piccolo che il tempo di IO è trascurabile, il
ramdisk che viene usato solo sino al montaggio della / e gli stage successivi
del bootloader (grub, se questo si usa) che sono di nuovo usati solo nelle
prime fasi di boot...

A livello di concetto, ovvero avere l'OS, volume "piccolo" rispetto ai dati
personali, il cui tempo di accesso è più sentito rispetto a questi, è giusto
in linea teorica: un SSD piccolo costa "poco" contiene l'OS che è quello che
più sente l'IO ed il resto lo tengo su dischi più lenti.

Non c'è nessuna difficoltà nel fare un'installazione sparsa, su Linux come
su ogni UNIX puoi montare anche ogni singola directory su volumi/partizioni
(...)


Non è roba da Windows semmai Windows è in \Windows e quando carichi tutto quello che parte in Boot (non intendevo solo la directory /boot) in un disco veloce (che poi è una partizione e in UNIX le partizioni possono essere ovunque anche in dischi diversi o in un SD o una EPROM) che poi collegare COME VUOI TU .... Logico che più parti carichi in EPROM più schizza! Da prove (di altri) da me viste la velocità è altissima.

Posso darti ragione che parte del tempo lo perde nella lettura della configurazione iniziale, ma questa fase è un fottio di accessi disco! Specie quando deve alzare e rialzare l'interprete shell.

Già fare cluster collegati su dischi veloci non è male quando carichi un dato dal cluster per dirtene una. Ma anche partizionare i singoli settori una volta (adesso non si nota la differenza) era un trucco per velocizzare se erano tanti piccoli file o il contrario.

Caricare in ramdisk è quando fai le "installazioni" live-cd che è altra cosa.

Grub e Lilo servono per la fase prima dell'avvio per selezionare la partizione d'avvio nel caso di più sistemi operativi. Se no non ci sono.

NON CONFONDERE LE SD CON LE EPROM. Logico che una SD siano più EPROM insieme per consentire di cancellare le singole parti dato che una EPROM si cancella totalmente o niente. Non per niente dicevo che non esisteva standard se no se erano SD lo standard disco esiste di già.

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 15 Set 2011 12:37    Oggetto: Rispondi citando

@mda
non capisco... Se due post fa intendevi mettere l'OS su uno storage dedicato,
piccolo e veloce (piccolo perché costoso) ed il resto su un'altro storage (più
grande ma economico) la risposta è: "si, funziona, ma è più teorico che altro
per via di come sono fatti gli SSD; più son piccoli meno sono veloci."

Nell'ultimo post non ho capito nulla...

\<nome> e "cluster", che scrivi dopo, l'unica cosa che mi ispira è una share
smb che non c'entra nulla con una macchina standalone, come potrebbe essere
un lap e che anche ipotizzando un sistema distribuito in rete mi suona fuori
di testa: smb è il protocollo più osceno per gestire volumi di rete sulla
piazza, non credo ci sia manco software per avere root esportate via smb...

La "configurazione iniziale" non so cosa sia, le "componenti di boot" di un
OS unix sono sui 10-50Mb di IO disco al massimo, gli stage del bootloader,
il kernel ed il ramdisk (initramfs), che non c'è solo nelle live ma nel 99%
di tutte le install desktop moderne; una volta caricate restano e lavorano
in ram. La shell è di solito l'sh che pesa sui 100Kb e per quanti processi
lanci l'IO è tutto in ram una volta caricato /bin/sh... Il grosso dell'IO lo
fai sulla root intera perché dipende da quali servizi vuoi far partire. Una
getty ed una shell hanno un IO del tutto irrilevante.

Le SD che suppogo intendi le memorie nand sono EPROM, se invece per eprom
intendi la memoria dove ad esempio risiede il bios, l'obp ecc bé queste sono
immensamente più lente degli SSD!

Il discorso che la EPROM la cancelli tutta o niente non c'entra nulla: i chip
di nand degli SSD sono sugli 8Gb per chip. Sono n-mila celle per chip ognuna
cancellabile per i fatti suoi. Il fatto è che le read e le write sul singolo
chip da 8Gb sono più lente della velocità del bus SATA e poiché tale IO è
gestito da un controller più veloce del singolo chip ed abbastanza intelligente
questo sparge i dati si più chip per massimizzare l'IO. Stò parlando di singole
memorie da 8Gb, non di singole celle da un bit!
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 16 Set 2011 17:26    Oggetto: Rispondi citando

spacexplorer ha scritto:
@mda
non capisco... Se due post fa intendevi mettere l'OS su uno storage dedicato,
piccolo e veloce (piccolo perché costoso) ed il resto su un'altro storage (più
grande ma economico) la risposta è: "si, funziona, ma è più teorico che altro
per via di come sono fatti gli SSD; più son piccoli meno sono veloci."
Nell'ultimo post non ho capito nulla...
(...)
Il discorso che la EPROM la cancelli tutta o niente non c'entra nulla: i chip
di nand degli SSD sono sugli 8Gb per chip. Sono n-mila celle per chip ognuna
cancellabile per i fatti suoi. Il fatto è che le read e le write sul singolo
chip da 8Gb sono più lente della velocità del bus SATA e poiché tale IO è
gestito da un controller più veloce del singolo chip ed abbastanza intelligente
questo sparge i dati si più chip per massimizzare l'IO. Stò parlando di singole
memorie da 8Gb, non di singole celle da un bit!


Non confondiamo le EPROM lente perchè economiche con le EPROM veloci (non economiche) e non confondiamo le SD (o l'acronimo esteso SSD) che sono tante celle EPROM di solito (veramente la norma) con bassa velocità, il trucco per cancellare (le EPROM si cancellano totalmente e gli SD sono un derivato) è circuitare ogni blocco da 8bit su ogni blocco singolo per ogni blocco fin l'ultimo, questo aumenta la complessità circuitale e di conseguenza sono più lente e costose, metti poi che vuoi avere un acceso SATA che serve solo per avere cancella/modifica inutile per una EPROM (accesso seriale/parallelo I/O) pura e questo ovviamente peggiora il tutto.

Infatti quando leggi l' EPROM del BIOS non è in accesso SATA ed è solo poco più lento di una RAM vecchiotta. Nota che una volta sui piccoli PC esisteva addirittura l'OS sulle EPROM e anche il BASIC (su IBM PC XT) e altre cosucce. In alcuni vecchi Computer potevi utilizzare lo spazio rimasto, la complessità era che per scrivere dovevi ricopiare tutta EPROM sul disco e riscriverla con l'aggiunta, venne abbandonato per il pericolo che si aggiungessero Virus. Quando "aggiorni" il BIOS in realtà lo riscrivi tutto.

Quando vuoi programmare una EPROM (non del BIOS) o la colleghi ad una scheda dedicata o alla presa parallela con l'apposito adattatore. Ora anche USB ma solo perchè le prese parallela/seriale sono sparite.

Ritornando alla fase di boot. Certo la base Linux si carica subito in memoria ma se noti la lucina del Hard Disk durante l'avvio Linux noterai che lampeggia continuamente (ogni lampeggio un accesso I/O disk) per tutta la fase di caricamento.

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 17 Set 2011 12:07    Oggetto: Rispondi citando

@mda
continuo a non capire cosa dici...
che SD sia l'acronimo corto degli ssd è la prima volta che lo sento e Google
non mi aiuta: per cosa stà? Storage-Device? Puoi linkare foto/descrizioni di
queste EPROM di cui parli? Se non esistono in commercio ma sono teoricamente
producibili con le tecnologie attuali o giù di lì, descrivi più o meno come
potrebbero essere realizzate.

In particolare queste EPROM:
* che capacità hanno per unità di volume (es: 1cmx1cmx4mm ~8Gb)?
* come si interfacciano col mondo (SAS, PCIe, SATA, FC, ...)?
* che costo per Gb e consumo elettrico hanno?

Che quando aggiorni il BIOS lo riscrivi siamo daccordo, che la EEPROM su cui
è salvato sia veloce quasi quanto una ram non mi risulta proprio, è mooolto
lenta e non ha motivo di essere veloce data la ridotta dimensione del bios.

Ritornando al boot la "lucina che lampeggia" al boot non lampeggia mica per
IO del kernel e/o dell'sh eh!? Lampeggia per tutto l'IO dei software che il
kernel e l'init caricano, come ad es. Xorg, un login-manager grafico ecc ecc.
cosa proponi di fare? Spostare anche loro su queste EPROM? È fattibile ma
non semplice, non è spostare una directory in una partizione ma specifiche
parti di varie directory, cmq è fattibile. E poi che guadagno avresti? La
maggior parte del tempo che "perdi" in attesa è quando apri varie applicazioni
che non sono caricate al boot (*office, firefox, ...) se sposti anche queste
siamo sui 4-7Gb di roba. A questo punto vale il costo di rivoluzionare l'hw
quando un normale ssd può assolvere egregiamente il problema?
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 17 Set 2011 23:31    Oggetto: Rispondi

spacexplorer ha scritto:
@mda
continuo a non capire cosa dici...
che SD sia l'acronimo corto degli ssd è la prima volta che lo sento e Google
non mi aiuta: per cosa stà? Storage-Device? Puoi linkare foto/descrizioni di
queste EPROM di cui parli? Se non esistono in commercio ma sono teoricamente
producibili con le tecnologie attuali o giù di lì, descrivi più o meno come
potrebbero essere realizzate.

In particolare queste EPROM:
* che capacità hanno per unità di volume (es: 1cmx1cmx4mm ~8Gb)?
* come si interfacciano col mondo (SAS, PCIe, SATA, FC, ...)?
* che costo per Gb e consumo elettrico hanno?

Che quando aggiorni il BIOS lo riscrivi siamo daccordo, che la EEPROM su cui
è salvato sia veloce quasi quanto una ram non mi risulta proprio, è mooolto
lenta e non ha motivo di essere veloce data la ridotta dimensione del bios.

Ritornando al boot la "lucina che lampeggia" al boot non lampeggia mica per
IO del kernel e/o dell'sh eh!? Lampeggia per tutto l'IO dei software che il
kernel e l'init caricano, come ad es. Xorg, un login-manager grafico ecc ecc.
cosa proponi di fare? Spostare anche loro su queste EPROM? È fattibile ma
non semplice, non è spostare una directory in una partizione ma specifiche
parti di varie directory, cmq è fattibile. E poi che guadagno avresti? La
maggior parte del tempo che "perdi" in attesa è quando apri varie applicazioni
che non sono caricate al boot (*office, firefox, ...) se sposti anche queste
siamo sui 4-7Gb di roba. A questo punto vale il costo di rivoluzionare l'hw
quando un normale ssd può assolvere egregiamente il problema?


Questi SD e SSD li tirasti in ballo tu! Rileggi i post precedenti perchè stai facendo confusione tra quello che dici te e quello che dico io.

Io parlo di EPROM e se non sai cosa sia una EPROM "veloce" (Eprom lente sono quelle del BIOS per i costi) sono spiacente ma devo dirti di rivolgerti in biblioteca (sono usatissime!) perchè non avrei il tempo per scriverti un saggio.

Sappi solo che sono MOooooooooolto più veloci di un disco (solo meno della RAM e questo lo dissi prima) specialmente, poi, quando si devono fare un sacco d'accessi.

Già dall'inizio ti dissi che caricando in EPROM tutto quello che si carica nella fase di Boot si velocizza ma certamente senza esagerare all'estremo come dici te nella seconda parte. Una cosa è la fase di partenza e un'altra la fase di normale lavoro.

Infatti si parla solo di velocizzare la fase di partenza!
Che sia difficile lo avrei detto prima e aggiungo (lo dissi anche prima) che questo cozza contro la difficoltà che non esiste uno standard dunque niente SAS, PCIe, SATA, FC, ... MA di solito un adattatore specifico I/O per EPROM al che esistono migliaia di modelli diversi.

Certo che con un SSD saresti avvantaggiato in questo MA sono più lenti e quindi perderesti il vantaggio della velocità.

Spero di essermi spiegato bene questa volta!

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Windows 10, 8, 7 Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi