Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Energie alternative
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 17 Nov 2011 10:22    Oggetto: Energie alternative Rispondi citando

Commenti all'articolo Energie alternative
Considerando costi, tempi di realizzazione e conseguenze, su quale energia alternativa punteresti?
Top
Gregoriorosso
Eroe
Eroe


Registrato: 14/09/11 10:28
Messaggi: 41

MessaggioInviato: 17 Nov 2011 22:37    Oggetto: Rispondi citando

Le fonti fossili non sono in esaurimento, ma costi e impatti aumentano. Si esauriscono il tempo e le risorse per sostituirle. Italia già fuori dalla partita nucleare. Tutte le rinnovabili a costo ragionevole vanno stimolate, ricordando che l'Italia è un paese che deve esportare tecnologia e non comprare celle PV dalla Cina. Nell'ordine di priorità: biomasse, solare termico, geotermico, vento e idro dove ci sono. Idrogeno e fotovoltaico sono bolle. I costi del nucleare aumentano con quello delle materie prime, ma restano inferiori, eccetto vento e idro. Danni da scorie e incidenti nucleari molto inferiori a quelli da carbone e shale oil/gas.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Marcus Prometheus
Mortale devoto
Mortale devoto


Registrato: 08/11/11 23:50
Messaggi: 17
Residenza: Romania

MessaggioInviato: 19 Nov 2011 02:24    Oggetto: Rispondi citando

MANCA la piu' promettente l'EOLICO di ALTA QUOTA ed in particolare il progetto in fase di prototipo dell'ing. Massimo Ippolito KITE STEM
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail HomePage MSN
{Diego}
Ospite





MessaggioInviato: 19 Nov 2011 08:42    Oggetto: Rispondi citando

L'idrogeno non fa parte delle energie alternative! Può essere considerato un vettore di energia, dato che deve essere prodotto con un dispendio energetico pari almeno a quello che restituirà utilizzandolo successivamente. E lo stesso principio delle batterie.
Top
vac
Comune mortale *
Comune mortale *


Registrato: 25/09/09 11:37
Messaggi: 298

MessaggioInviato: 19 Nov 2011 09:58    Oggetto: Idrogeno? Nucleare? Rispondi citando

E' un vettore.... Con rendimento <30%
-
Il nucleare è una fonte "alternativa" nel senso molto stretto del termine.
Anche il carbone ed il metano sono alternative al petrolio!
-
MA NESSUNA DI QUESTE E' RINNOVABILE
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
{Giuseppe}
Ospite





MessaggioInviato: 19 Nov 2011 15:18    Oggetto: Rispondi citando

Scusate se mi permetto, ma le opzioni del sondaggio sono un po' troppo generiche.
Con "Idrogeno" non si intende una energia in senso stretto, ma un tecnologia per l'accumulazione.
Eolico può ricomprendere alta quota, offshore, microeolico sui tetti di case e palazzi...
Solare a sua volta può essere termico, fotovoltaico, termodinamico...

Io ho votato per solare, ma in base alla tecnologia adottata questo può comportare consumo di territorio (chilometri di parchi fotovoltaici o eolici) e quindi conseguenze.

Quello che intendo è che se dovessi esprimere una preferenza tra le alternative attualmente disponibili considerando contemporaneamente le conseguenze e i costi, io punterei sul SOLARE TERMODINAMICO.
Il progetto capofila è del premio Nobel Carlo Rubbia e attraverso l'accumulazione del calore coi sali minerali risolve brillantemente i problemi di accumulazione, mancanza di sole, alternanza tra giorno e notte. Sarebbe subito disponibile e per di più si tratta di un progetto Italiano, che come al solito il nostro paese si è lasciato scappare..
Top
zero
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/03/08 17:34
Messaggi: 1277

MessaggioInviato: 19 Nov 2011 17:00    Oggetto: Rispondi citando

Non si puo' puntare su una sola fonte di energia.
Di notte il solare non funziona, ci deve essere un'alternativa. Il vento puo' cessare o diventare molto debole. ecc.

Meglio puntare su un mix di fonti sfruttando, zona per zona, quelle piu' adatte. Senza dimenticarci che tutti i sistemi hanno un impatto sull'ambiente.

E continuare la ricerca...
Top
Profilo Invia messaggio privato
MaXXX eternal tiare
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 18/02/09 11:13
Messaggi: 2287
Residenza: Dreamland

MessaggioInviato: 19 Nov 2011 17:18    Oggetto: Rispondi citando

Sono d'accordo con te Zero, puntare su un mix ottimizzato per ogni zona.
Top
Profilo Invia messaggio privato
PuppinoCbr
Dio minore
Dio minore


Registrato: 10/03/06 17:13
Messaggi: 611
Residenza: Chieti

MessaggioInviato: 19 Nov 2011 17:23    Oggetto: Rispondi citando

{Diego} ha scritto:
L'idrogeno non fa parte delle energie alternative! Può essere considerato un vettore di energia, dato che deve essere prodotto con un dispendio energetico pari almeno a quello che restituirà utilizzandolo successivamente. E lo stesso principio delle batterie.


Finalmente qualcuno che dice una sacrosanta verità!! Surprised
Ma perchè c'è ancora chi la considera una fonte energetica e non un veicolo per trasportare energia.. PRODOTTA NECESSARIAMENTE DA ALTRE FONTI???
Mah ..
Perchè non mettere anche le batterie, allora.. In parte anche i condensatori.. La cisterna degli scaldabagni..

L'idrogeno è pulito.. come anche la Smart elettrica.. se vengono prodotti col carbone o petrolio?? Fate un po voi..

A sto punto, ad esempio, molto meglio un veicolo a metano, dove è sicuro che quell'energia, in quel momento, è prodotta nel modo più pulito possibile (ricordo che il metano è oggi nei trasporti, treni a parte, il modo per inquinare meno possibile, senza particolato e ha molto meno impatto dell'ibrida, tanto pubblicizzata solo per confondere la gente).
Se un giorno, invece, l'elettricità verrà prodotta da dei pannelli posti sul cofano o cappotta della stessa autovettura, allora sarà tutta un'altra cosa: sai infatti da dove viene quella fonte energetica. Altrimenti finiamo come il riciclaggio di denaro sporco: si pulisce con poco ma viene dalle fonti più inquinanti possibili.. Altro che la spingono in Don Matteo come la soluzione ai problemi.. Forse del centro storico, ma nelle zone limitrofe, per produrre quell'energia, chissà cosa bruciano o che scorie producono.. Sposti la zona di inquinamento.. Vi sempbra questo un modo di risolvere (o limitare) il problema?? Twisted Evil
Top
Profilo Invia messaggio privato
{CarCarlo}
Ospite





MessaggioInviato: 19 Nov 2011 17:48    Oggetto: Rispondi citando

La fusione fredda si sta muovendo.
In dicembre grosse novità dagli Stati Uniti e dall'Italia (Siena).
Stay tuned.
Top
{ulissedinessuno}
Ospite





MessaggioInviato: 19 Nov 2011 20:35    Oggetto: Rispondi citando

E-CAT di Andrea Rossi; chissa perchè una "bomba" di tale portata viene snobbata e ignorata dai più.. anche da voi!

(edit: non mi pare proprio... segui il link)
Top
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9451
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 20 Nov 2011 17:52    Oggetto: Rispondi citando

Anche a mio modesto parere il sondaggio è riduttivo, bisognerebbe puntare su più fonti energetiche rinnovabili e, comunque, non ritengo il nucleare una fonte di energia alternativa poichè mi sembra ampiamente sfruttata nel mondo, in molti paesi quanto o più di quelle di origine fossile.
Top
Profilo Invia messaggio privato
genepi
Mortale pio
Mortale pio


Registrato: 12/04/11 07:31
Messaggi: 20

MessaggioInviato: 20 Nov 2011 18:50    Oggetto: Rispondi citando

Ho installato pannelli per solare termico a integrazione del riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria (con caldaia a biomassa: pellet). Posso assicurare che il risparmio è notevole se paragonato ad altri tipi di combustibile fossile (gas, gasolio.....).
La mia perplessità riguarda il fotovoltaico, non tanto per l'aspetto "tecnico" quanto per una questione di "parità" di acquisto/vendita di energia elettrica; nel senso che:
1 - non mi è permesso di essere autosufficiente: devo in ogni caso avere un contratto di fornitura di energia elettrica (pagando il fisso) per "l'abitabilità".
2 - se vendo l'energia prodotta in surplus mi viene pagata meno di quando la compro.....ergo, sono sempre in perdita; non che voglio guadagnarci, ma nemmeno continuare a pagare un NON servizio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Blind Guardian
Semidio
Semidio


Registrato: 26/07/07 14:23
Messaggi: 497
Residenza: Frankfurt

MessaggioInviato: 21 Nov 2011 10:39    Oggetto: Rispondi citando

Infatti il fotovoltaico se non fosse che siamo in Italia sarebbe un sistema validissimo che non risente minimamente del giorno/notte se associato con buoni sistemi per accumulare l'energia. Ci sono interi paesi in Germania che vanno avanti col fotovoltaico e nient'altro e credetemi... in Germania di sole se ne vede ben poco.

Ovviamente si tratta di soluzioni che DEVONO essere a carattere personale, il mio pannello sulla mia casa o sul mio condominio. Certo, il discorso si fa più complicato per le grandi città, ma chi vuole può facilmente costruirsi la propria casa ecocompatibile ed essere energeticamente autosufficiente per il resto della propria vita ad un costo irrisorio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
spacexplorer
Dio minore
Dio minore


Registrato: 08/10/09 10:22
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 21 Nov 2011 10:41    Oggetto: Rispondi citando

@genepi
ci sono anche pesanti aspetti tecnici: in Italia le case sono fatte in cemento,
abbiamo un isolamento termico insignificante rispetto alle case del centro, est
e nord Europa. Ogni lavoro da noi è un problema, non puoi smontare e rimontare
pezzi come un lego, devi demolire e ricostruire anche solo per spostare una
presa, solo negli uffici, limitatamente a contro soffitti/pavimenti e canaline
puoi almeno gli impianti gestirli con facilità...

Il geotermico+{eolico,solare} può scaldare una casa come un condominio, ma solo
se questo è ben isolato! I nostri "cappotti" e simili fanno ridere quindi da
noi si continuerà a spendere di più per il riscaldamento ed il raffrescamento
che non sul circolo polare o ai tropici, le "fonti alternative" non possono
bastare...

I soli impianti solari in Italia sono in massima parte con pannelli montati in
stringhe e grossi inverter non microinverter per pannello. Facendo si che:
* il costo di progettazione salga (devi dimensionare e sezionare le stringhe)
* la manutenibilità ed espandibilità siano limitate (non puoi aggiungere un
singolo pannello, devi aggiungere una stringa e il o i pochi megainverter
quando si guastano fermano l'impianto e costano cari)
* il rendimento sia spesso ridotto (copri un pannello anche con una foglia e
e tutta la stringa rende come il pannello che produce meno...)

Col calore il rendimento di un pannello scende, ma peste che trovi offerte od
anche solo pannelli che siano fotovoltaici con uno scambiatore di calore sul
retro (es un banale blocco dall'alluminio con una spiralina piena di glicole
propilico o altro termovettore che non gela tanto facilmente e si può collegare
ad un piccolo "scaldabagno" o meglio ad una pompa di calore geotermica.)
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Giuseppe}
Ospite





MessaggioInviato: 23 Nov 2011 09:19    Oggetto: Rispondi citando

Zero è vero che non si può puntare su una sola fonte di energia e che un mix di fonti sia la soluzione migliore, ma è altrettanto vero che alcune forme di produzione sono più promettenti di altre e - ovviamente - non parlo per tifo :)

Invece "devo" smentirti sul solare che non funziona di notte: il solare termodinamico funziona anche di notte (sfruttando il calore accumulato durante il giorno)

Se può interessare lascio un link di approfondimento: link
Top
andreaziffer
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 30/06/05 13:12
Messaggi: 131
Residenza: Firenze, Italia

MessaggioInviato: 20 Feb 2012 09:37    Oggetto: Rispondi citando

in pochi abbiamo scelto biomasse. Io la voto perché è disponibile in modo diffuso, e consente di risolvere 2 problemi: produzione energetica e smaltimento di residui agricoli/forestali che oggi sono problematici.
Inoltre il tipo impianto a biomasse opera in cogenarazione, quindi con alto rendimento.
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
Hulk
Mortale adepto
Mortale adepto


Registrato: 24/09/07 11:24
Messaggi: 37

MessaggioInviato: 07 Mag 2012 09:48    Oggetto: Rispondi citando

MaXXX eternal tiare ha scritto:
Sono d'accordo con te Zero, puntare su un mix ottimizzato per ogni zona.

Mi associo. Occorre un mix localizzato (ad es.: il sole dal Mediterraneo verso sud ha senso, ma in Inghilterra e Scandinavia è un suicidio ...).
Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20673
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 07 Mag 2012 17:41    Oggetto: Rispondi citando

Veramente.. per quanto ne so, è propri nel nord Europa (certo non all'interno del circolo polare artico!) che si hanno le maggiori applicazioni di energie alternative, molto più che in Italia..
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Hulk
Mortale adepto
Mortale adepto


Registrato: 24/09/07 11:24
Messaggi: 37

MessaggioInviato: 07 Mag 2012 18:03    Oggetto: il sole! non le alternative Rispondi

Il riferimento al mix ottimale era: SOLE sul mediterraneo piuttosto che in nord Europa (dove, ad esempio, il vento va alla grande)
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi