Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Sbornia Bond e la crisi economica (con immagini)
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Rozzemilio
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 23/10/06 14:38
Messaggi: 1762
Residenza: Rozz(|)... a sud di Mil(|)

MessaggioInviato: 14 Nov 2012 09:48    Oggetto: Sbornia Bond e la crisi economica (con immagini) Rispondi citando

Helga è la proprietaria di un bar, di quelli dove si beve forte.



Rendendosi conto che quasi tutti i suoi clienti sono disoccupati e che quindi dovranno ridurre le consumazioni e frequentazioni, escogita un geniale piano di marketing, consentendo loro di bere subito e pagare in seguito. Segna quindi le bevute su un libro che diventa il libro dei crediti (cioè dei debiti dei clienti).



La formula “bevi ora, paga dopo” è un successone: la voce si sparge, gli affari aumentano e il bar di Helga diventa il più importante della città.



Lei ogni tanto rialza i prezzi delle bevande e naturalmente nessuno protesta, visto che nessuno paga: è un rialzo virtuale. Così il volume delle vendite aumenta ancora.



La banca di Helga, rassicurata dal giro d’affari, le aumenta il fido. In fondo, dicono i risk manager, il fido è garantito da tutti i crediti che il bar vanta verso i clienti: il collaterale a garanzia.



Intanto l’Ufficio Investimenti & Alchimie Finanziarie della banca ha una pensata geniale. Prendono i crediti del bar di Helga e li usano come garanzia per emettere un’obbligazione nuova fiammante e collocarla sui mercati internazionali: gli Sbornia Bond.



I bond ottengono subito un rating di AA+ come quello della banca che li emette, e gli investitori non si accorgono che i titoli sono di fatto garantiti da debiti di ubriaconi disoccupati. Così, dato che rendono bene, tutti li comprano.

Conseguentemente il prezzo sale, quindi arrivano anche i gestori dei Fondi pensione a comprare, attirati dall’irresistibile combinazione di un bond con alto rating, che rende tanto e il cui prezzo sale sempre. E i portafogli, in giro per il mondo, si riempiono di Sbornia Bond.



Un giorno però, alla banca di Helga arriva un nuovo direttore che, visto che in giro c’è aria di crisi, tanto per non rischiare le riduce il fido e le chiede di rientrare per la parte in eccesso al nuovo limite.

A questo punto Helga, per trovare i soldi, comincia a chiedere ai clienti di pagare i loro debiti. Il che è ovviamente impossibile essendo loro dei disoccupati che si sono anche bevuti tutti i risparmi.



Helga non è quindi in grado di ripagare il fido e la banca le taglia i fondi.

Il bar fallisce e tutti gli impiegati si trovano per strada.



Il prezzo degli Sbornia Bond crolla del 90%.

La banca che li ha emessi entra in crisi di liquidità e congela immediatamente l’attività: niente più prestiti alle aziende. L’attività economica locale si paralizza.



Intanto i fornitori di Helga, che in virtù del suo successo, le avevano fornito gli alcolici con grandi dilazioni di pagamento, si ritrovano ora pieni di crediti inesigibili visto che lei non può più pagare.

Purtroppo avevano anche investito negli Sbornia Bond, sui quali ora perdono il 90%.

Il fornitore di birra inizia prima a licenziare e poi fallisce.



Il fornitore di vino viene invece acquisito da un’azienda concorrente che chiude subito lo stabilimento locale, manda a casa gli impiegati e delocalizza a 6.000 chilometri di distanza.

Per fortuna la banca viene invece salvata da un mega prestito governativo senza richiesta di garanzie e a tasso zero.



Per reperire i fondi necessari il governo ha semplicemente tassato tutti quelli che non erano mai stati al bar di Helga perché astemi o troppo impegnati a lavorare.



Bene, ora potete dilettarvi ad applicare la dinamica degli Sbornia Bond alle cronache di questi giorni, giusto per aver chiaro chi è ubriaco e chi sobrio.

Liberamente tradotto da qui
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gummy Bear
Dio minore
Dio minore


Registrato: 02/01/11 22:54
Messaggi: 671
Residenza: Paese dei Balocchi

MessaggioInviato: 14 Nov 2012 11:30    Oggetto: Rispondi citando

Senza commenti... Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad
Top
Profilo Invia messaggio privato
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 14 Nov 2012 16:58    Oggetto: Rispondi citando

Fantastica!
Manca però dire che fine possono fare gli Sbornia Bond.
Potrebbe capitare per esempio, ma solo per esempio, che un fondo statunitense, nel quale partecipano supporter di un candidato alla presidenza, compri a prezzi stracciati questi Bond che nessuno vuole. Poi, attraverso lobby e pressioni internazionali che solo loro possono fare, trovano il modo di riavere in toto (o in parte ma comunque maggiore a quanto hanno speso) la restituzione del debito. Magari giusto per rientrare un po' dalle spese di una campagna elettorale miliardaria.
Top
paolobene
Comune mortale
Comune mortale


Registrato: 14/11/12 17:10
Messaggi: 1
Residenza: san felice sul panaro

MessaggioInviato: 14 Nov 2012 18:18    Oggetto: Rispondi citando

Non è poi mica tanto una storiella fantastica, perchè se sostituite "sbornia bond" con "mutui" contratti dal pubblico, ecco confezionata la storia degli ultimi 2/3 anni.
A me ha lasciato molto amaro in bocca anche perchè non ne vedo una rapida fine.
Top
Profilo Invia messaggio privato
etabeta
Dio minore
Dio minore


Registrato: 06/04/06 10:02
Messaggi: 984

MessaggioInviato: 14 Nov 2012 20:06    Oggetto: Rispondi citando

Una storiella molto educativa per chi non vuole saperne di finanza e si beve (tanto per essere in tema) la storia che raccontano le banche che le obbligazioni sono un investimento sicuro con cui non ci si perde mai, al limite non si percepiscono interessi.

Già se rischio di non percepire interessi che interesse ho??
L'investimento lo faccio per guadagnare.

Secondo.
Le obbligazioni sono debiti propri che le società vendono a terzi (ospiti di Francesco Amadori) con la vacua promessa di un interesse.
Voi daresti soldi a chi è già indebitato di suo?
Io onestamente NO! (Scusate l'urlo).

Terzo.
Le obbligazioni sono quotate sul mercato.
Vi "garantiscono" (quelli delle banche che devono libersarsene e per liberarsene cercano di fregare voi) che sono strumenti sicuri con una buona remunerazione.
Bene.
Poniamo che l'obbligazione garantisca il 5% (più è alto l'interesse offerto più è alto il rischio di rimetterci, chi non ha credibilità e solidità ma un disperato bisogno di soldi spera che i pesci abbocchino attaccando all'amo tassi di interesse "interessanti" per chi non conosce lo strumento ovvero la maggioranza).
Bene io la acquisto a cento e il tasso di interesse garantito è il 5% ma se il mercato vuole che la quotazione dell'obbligazione perda un 10% in un anno o peggio in un semestre io non solo non prendo gli interessi promessi ma ho perso anche il 5% del mio capitale iniziale.

Grazie Rozzemilio e grazie Zeussino per la vostra opera di educazione.

Ora sapete cosa rispondere alla banca o al promotore finanziario che vi proponessero obbligazioni (anche chiamate bond per turlupinare meglio la gente comune).
Che possono mettersele dove non batte mai il sole!

Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Stx
Dio minore
Dio minore


Registrato: 07/07/08 13:38
Messaggi: 730
Residenza: In coda sulla Tangenziale Est

MessaggioInviato: 15 Nov 2012 14:51    Oggetto: Rispondi citando

@eta: anche i bot sono obbligazioni, se nessuno comprasse quelli italiani saremmo messi MOLTO PEGGIO di come e' messa la Grecia oggi.

Allora in cosa consigli di investire? Nel mattone (mercato sull'orlo del tracollo)??! chin
Top
Profilo Invia messaggio privato
etabeta
Dio minore
Dio minore


Registrato: 06/04/06 10:02
Messaggi: 984

MessaggioInviato: 15 Nov 2012 16:57    Oggetto: Rispondi citando

Stx ha scritto:

Allora in cosa consigli di investire? Nel mattone (mercato sull'orlo del tracollo)??!


Conti deposito da accendersi ovviamente con banche aderenti al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi.

Interessi buoni e garantiti, come il capitale, dal Fondo di cui sopra.

Il mattone può essere interessante ma... dopo il tracollo, le pretese dei proprietari che cercano di vendere sono ancora troppo alte.

Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
fiorfiore
Eroe
Eroe


Registrato: 18/03/09 15:23
Messaggi: 59
Residenza: Dietro di te!

MessaggioInviato: 15 Nov 2012 17:34    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Allora in cosa consigli di investire? Nel mattone (mercato sull'orlo del tracollo)??! chin


no sotto il mattone, o dentro il materasso.con gli "alti" interessi, le tasse e le commissioni applicate è meglio cosi Shocked
Top
Profilo Invia messaggio privato
etabeta
Dio minore
Dio minore


Registrato: 06/04/06 10:02
Messaggi: 984

MessaggioInviato: 15 Nov 2012 20:20    Oggetto: Rispondi citando

fiorfiore ha scritto:

no sotto il mattone, o dentro il materasso.con gli "alti" interessi, le tasse e le commissioni applicate è meglio cosi Shocked


Beh, la crisi ha cambiato un po' anche questo scenario.
Ora grazie alla scarsità di contante e alla concorrenza esistono banche che non applicano canoni e che addirittura fino a giugno 2015 ti pagano l'imposta di bollo.
4,50% l'anno non è un tasso disprezzabile per uno strumento sicuro come un conto deposito e ci sono banche che per invogliarti a portargli i soldi non applicano spese e si fanno carico loro dell'imposta di bollo.
L'unica cosa che prorpio non si può evitare è il prelievo del 20% operato dallo stato sugli interessi ma quello è inevitabile a meno di eliminare lo stato e tutti i suoi dipendenti che sono li grazie al voto di scambio.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
fiorfiore
Eroe
Eroe


Registrato: 18/03/09 15:23
Messaggi: 59
Residenza: Dietro di te!

MessaggioInviato: 15 Nov 2012 21:12    Oggetto: Rispondi

Citazione:
si fanno carico loro dell'imposta di bollo.


ma la legge è cambiata come le condizioni contrattuali.
mi pare che per l'anno 2012 abbaino applicato l'imposta di bollo sui conti deposito del 0,10%
e per gli anni a seguire lo elevino al 0,15% con un minimo di 37,5€.

sempre se fai vedere che li hai. per questo il sotto mattone per me è ora più conveniente! Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Pagina 1 di 6

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi