Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Texas Instruments taglia 1700 dipendenti
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 15 Nov 2012 15:34    Oggetto: Texas Instruments taglia 1700 dipendenti Rispondi citando

Leggi l'articolo Texas Instruments taglia 1700 dipendenti
L'abbandono del settore mobile porta con sé un'ondata di licenziamenti.



Top
casaprocida
Comune mortale *
Comune mortale *


Registrato: 03/02/06 15:57
Messaggi: 106
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 15 Nov 2012 16:01    Oggetto: Rispondi citando

Il licenziamenti fanno ridurre i csti di 450 milioni di dollari.
Ma il mercato Mobile e Tablet quanto portava nelle casse di TI?
Ma i 1700 dipendenti che ora spendono i loro stipendi e poi non spenderanno più quanto farà perdere a TI ?
Ma 1700 persone che non avranno più i soldi per mangiare e quindi saranno costretti a rubare quanto costeranno alla società e quindi a TI ?
....
Ma quante altre domande pone questo fatto?
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 16 Nov 2012 10:23    Oggetto: Rispondi citando

@casaprocida

Il comparto era in rosso da tempo e non cera niente da fare per farlo riprendere.

Nel capitalismo la disoccupazione è una manna: Più disoccupazione c'è più puoi stringere gli stipendi e ridurre i diritti fin alla schiavitù come accade in India (in Cina stanno molto meglio) e poi ricattare lo Stato (come fa la FIAT) che teme la disoccupazione.
Embarassed Crying or Very sad
MA chi compra???
Shocked

Allora lo Stato per uscire dalla crisi deve aumentare i diritti e vietare i licenziamenti facili e attuare forme di protezionismo commerciale, se no, accade come l'India che malgrado sia un potenza economica muoiono ancora per la strada per fame.

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 16 Nov 2012 13:45    Oggetto: Rispondi citando

C'è un'altra possibilità.

Consentire piena libertà di licenziamento, da anarcocapitalismo, ma garantire a tutti un reddito base + servizi pubblici che mettano al sicuro da situazioni di schiavitù più o meno mascherate. Wink

Peccato che non lo faranno mai, finche non saranno veramente con le spalle al muro. A quel punto, però, non sevirà più che lo facciano loro. Twisted Evil
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9451
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 16 Nov 2012 19:25    Oggetto: Rispondi citando

Però, erano dei signori dipendenti se costavano in media 264.705 $ all'anno a testa! Shocked

O, forse, finalmente abbiamo trovato un'azienda che ha deciso di lasciare a casa i manager che hanno contribuito a produrre il disastro... Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 16 Nov 2012 19:28    Oggetto: Rispondi citando

Aahh!! Surprised Se costavano così tanto, senza nemmeno rendere, allora hanno fatto proprio bene a licenziarli.
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 16 Nov 2012 20:18    Oggetto: Rispondi citando

Zievatron ha scritto:
C'è un'altra possibilità.
Consentire piena libertà di licenziamento, da anarcocapitalismo, ma garantire a tutti un reddito base + servizi pubblici che mettano al sicuro da situazioni di schiavitù più o meno mascherate. Wink
Peccato che non lo faranno mai, finche non saranno veramente con le spalle al muro. A quel punto, però, non sevirà più che lo facciano loro. Twisted Evil


Veramente cosa sarebbe il sussidio di disoccupazione e quello per la povertà?
NB: In Italia è una miseria ma altri Stati come la Svizzera è un bel gruzzolo.

Gladiator ha scritto:
Però, erano dei signori dipendenti se costavano in media 264.705 $ all'anno a testa! Shocked
O, forse, finalmente abbiamo trovato un'azienda che ha deciso di lasciare a casa i manager che hanno contribuito a produrre il disastro... Wink


La media è fatta con gli stipendi dei manager e simili. Scommetto che la paga base degli altri era una fame.
Wink

Tanto per farti un'idea una volta avevo un capo che si beccava 10milioni di Lire al mese e si lamentava che non riducevamo i costi per essere concorrenziali!

Come diceva un comico: "Come è bello fare i gay con il culo degli altri"

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 16 Nov 2012 20:56    Oggetto: Rispondi citando

mda ha scritto:
Veramente cosa sarebbe il sussidio di disoccupazione e quello per la povertà?
NB: In Italia è una miseria ma altri Stati come la Svizzera è un bel gruzzolo.


Appunto. Serve una rielaborazione, innanzitutto concettuale e di conseguenza anche pratica ed economica, della politica della redistribuzione della ricchezza.

I concetti di:
- sussidio di dsoccupazione/povertà
- pensione sociale
- pensione d'invalidità
Sono concetti come minimo obsoleti. Io direi radicalmente sbagliati, in quanto creano degli "status" sociali che non dovrebbero esistere.
Il concetto di reddito di base garantito del cittadino, quale principio di sicurezza economica e di redistribuzione di ricchezza è una cosa profondamente diversa.

I primi sono legati all'accertamento di una condizione particolare, che deve essere dimostrata dal richiedente e riconosciuta dallo stato, divenendo così un vero e proprio "status" sociale. Questo sistema è intrinsecamente perverso, perchè stimola frodi e comporta costi di controllo e meccanismi viziosi vari che danneggiano la società e le persone in essa.

Il secondo è un reddito erogato a tutti i cittadini in quanto tali, perciò è indipendente da particolari condizioni, non richiede nessun apparato di controllo nè può stimolare frodi. Se questo reddito base è 1 (unità di comparazione), la fascia esente da imposta dovrebbe essere almeno 1,5. Oltre ci sono le aliquote IRPEF.

In rapporto a condizioni particolari in cui si trova il cittadino gli si possono invece fornire dei servizi ed ausili specifici.
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 16 Nov 2012 21:44    Oggetto: Rispondi citando

@Zievatron

Capisco quel che vuoi dire e non sarebbe una cattiva idea se non fosse che erogando uno "retta" (un tot di soldi per ogni cittadino) i prezzi automaticamente si alzerebbero annullando i vantaggi di questa "retta".
Shocked

Per me bisognerebbe eliminare proprio il denaro. Il pericolo che poi nessuno farebbe più niente? Impossibile, ci si annoierebbe mortalmente!

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 16 Nov 2012 23:56    Oggetto: Rispondi citando

No. Perchè è da intendersi (oltre che specificarsi) che l'importo di tale redditto deve essere indicizzato all'inflazione. Meglio ancora se si praticasse una politica di rigorosa stabilità monetaria.

Meglio ancora se inquadrato in una grande riforma dell'economia con settore assicurativo-bancario-finanziario monopolio di stato e, quindi, servizio pubblico.
Il cittadino ha un documento unico che è carta d'identità, tessera sanitaria, cosice fiscale, carta di credito, assicurazione globale, associata a conto corrente di servizio pubblico sul quale non ci sono nè costi nè interessi.
La moneta continua ad esistere, ma è totalmente dematerializzata e si muove solo tra conti correnti di servizio pubblico.
I prestiti si possono fare e chiedere solo allo stato, il quale ha il dovere di evitare che si producano situazioni rischiose per la stabilità monetaria.
Tutte le imposte ed i balzelli differenti da IRPEF ed IVA sono aboliti. Eventualmente, si può aggiungere qualcosa sui grandi patrimoni.
Il dovuto di imposte allo stato viene calcolato in automatico sui conti correnti a fine anno fiscale ed addebitato in 12 rate mensili nel nuovo anno e lo stato è responsabile della esattezza del calcolo nei confronti del cittadino.
Chi vuole investire è vincolato a farlo seriamente. Cioè, sono ammesse le partecipazioni in solo capitale alle imprese, ma niente speculazioni finanziarie.

In aggiunta, si potrebbe anche introdurre una ulteriore garanzia per i cittadini: L'alloggio minimo garantito. Significa che se non ti puoi permettre di pagare per qualcosa di più, o i soldi li spendi per altro, lo stato ti assegna in uso un mini-appartamento con caratteristiche base (buone).

In pratica, male che ti possa andare, non puoi restare mai nè senza casa, nè senza reddito. Però, con tali garanzie, occorre anche che se fai il mascalzone ti si possa buttare fuori dal paese con un calcio nel di dietro.

Ovviamente, questo non è un sistema perfetto, perchè il sistema perfetto non può esistere. Però, almeno, è un sistema di concezione estremamente coerente.
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 17 Nov 2012 02:12    Oggetto: Rispondi citando

L'idea è buona ma si sconta con la meccaniche delle monete. per questo dico di eliminarle del tutto!

Se la retta fosse indicizzata sarebbe una corsa tra l'aumento della retta e l'inflazione. Peggio di quello della "scala mobile". In quanto quei soldi essendo regalati non sono lavoro vero e quindi decontestualizzati ovvero virtuali

La politica monetaria antiinflazionistica (chiamala se vuoi Stabilità Monetaria) è un seguito di bla-bla di "neo-metodi" ma alla fine per calmare l'inflazione si usano sempre i vecchi metodi. Basta agire in modo furbesco o chiamarli con un nome diverso e magari inglese in modo che la gente non s'accorge.
Laughing

Esempio: Come rallentare un auto senza levare il piede dall'acceleratore? Basta allungare il filo dell'acceleratore! Idem adesso con i piani antiinflazionistici che sono la stessa cosa ma per non svelare il trucco usano dei metodi correlati al vecchio metodo in modo che sembrano diversi dal vecchio metodo. Come per l'auto o allunghi il filo o levi il piede è sempre correlato.

Pensi poi che se si occupa lo Stato del credito bancario sarebbe diverso da ora? Non credo avendo conosciuto la Mediobanca di Cuccia.. e gli intrallazzi in banca d?Italia.
. Shocked

In definitiva è una buona idea ma esiste e sempre il fattore dei soldi veri e quelli (falsi) virtuali e de-materializzandoli in digitale è molto peggio! Poi esistono i problemi annosi dei soldi veri e propri ovvero quelli derivanti da un lavoro.

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 17 Nov 2012 08:45    Oggetto: Rispondi citando

Nessun sistema teoricamente possibile può mai funzionare nella pratica se la sua implementazione è ingannevole.

Quanto ai soldi veri-falsi, è ovvio che si possono inventare i soldi falsi, ma questo è appunto una implementazione falsa, disonesta, del sistema teorizzato.
I soldi devono essere sempre quelli veri (ricchezza reale), solo che una parte di questi soldi veri viene distribuita.

Se l'implementazione del sistema viene attuata in modo sufficientemente corretto, il sistema è molto valido. Poi, per risolvere i problemi globali, servirà implementare anche un po' di altre cose. Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
Roberto1960
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 21/01/08 00:39
Messaggi: 1167
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 17 Nov 2012 21:26    Oggetto: Rispondi citando

mda ha scritto:
L'idea è buona ma si sconta con la meccaniche delle monete. per questo dico di eliminarle del tutto!

Ma non vedo come praticamente si possa eliminare la moneta.
Che facciamo, torniamo al baratto?

Io credo che il problema non sia la moneta in quanto tale, piuttosto il fatto che la moneta ha perduto il suo valore originario, quello di puro e semplice corrispettivo di benessere (beni e/o servizi), ossia qualcosa che non ha valore in sé.

Nel momento in cui invece è diventato possibile creare nuova moneta partendo da altra moneta, a prescindere dalla relazione con qualsiasi attività economica, si è drogato il sistema.

La creazione di denaro a partire dal solo denaro (la cosidetta speculazione finanziaria) è DEL TUTTO EQUIVALENTE alla stampa di denaro falso, ma se a creare denaro falso è un cittadino questo viene chiamato (giustamente) criminale, se invece a farlo sono grandi banche e finanziarie smette di essere visto come un crimine e, anzi, neppure si capisce che è un danno gravissimo.

Questo secondo me è il vero problema: ridare alla moneta il suo valore e ruolo effettivo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Roberto1960
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 21/01/08 00:39
Messaggi: 1167
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 17 Nov 2012 22:56    Oggetto: Rispondi citando

Zievatron ha scritto:

Appunto. Serve una rielaborazione, innanzitutto concettuale e di conseguenza anche pratica ed economica, della politica della redistribuzione della ricchezza.

Bravo, penso che hai toccato veramente un punto nevralgico!!! Applause

A ben vedere la storia dell'Occidente degli ultimi 30 anni è stata soprattutto la storia di un enorme trasferimento di benessere dai ceti bassi e medi verso gli alti.

Non si può semplificare così tanto da arrivare a dire che questa è la causa della crisi attuale. Ve ne sono varie altre.

Tuttavia è indubbio che continuare lungo questa strada, continuare a sopportare l'arricchimento di pochi e l'impoverimento di molti è una follia e non aiuta la nazioni ad uscire dalla crisi.

Bisogna invertire la tendenza, subito (o meglio: bisognerebbe...)

Faccio un solo esempio: per quale motivo non si dovrebbe approvare una legge che dica una cosa molto semplice: il rapporto tra il massimo ed il minimo stipendio all'interno di una azienda può arrivare fino a dieci, oltre è illegale?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Roberto1960
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 21/01/08 00:39
Messaggi: 1167
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 17 Nov 2012 23:16    Oggetto: Rispondi citando

Zievatron ha scritto:

Meglio ancora se inquadrato in una grande riforma dell'economia con settore assicurativo-bancario-finanziario monopolio di stato e, quindi, servizio pubblico.
Il cittadino ha un documento unico che è carta d'identità, tessera sanitaria, cosice fiscale, carta di credito, assicurazione globale, associata a conto corrente di servizio pubblico sul quale non ci sono nè costi nè interessi.
La moneta continua ad esistere, ma è totalmente dematerializzata e si muove solo tra conti correnti di servizio pubblico.
I prestiti si possono fare e chiedere solo allo stato, il quale ha il dovere di evitare che si producano situazioni rischiose per la stabilità monetaria.
Tutte le imposte ed i balzelli differenti da IRPEF ed IVA sono aboliti. Eventualmente, si può aggiungere qualcosa sui grandi patrimoni.
Il dovuto di imposte allo stato viene calcolato in automatico sui conti correnti a fine anno fiscale ed addebitato in 12 rate mensili nel nuovo anno e lo stato è responsabile della esattezza del calcolo nei confronti del cittadino.
Chi vuole investire è vincolato a farlo seriamente. Cioè, sono ammesse le partecipazioni in solo capitale alle imprese, ma niente speculazioni finanziarie.

In aggiunta, si potrebbe anche introdurre una ulteriore garanzia per i cittadini: L'alloggio minimo garantito. Significa che se non ti puoi permettre di pagare per qualcosa di più, o i soldi li spendi per altro, lo stato ti assegna in uso un mini-appartamento con caratteristiche base (buone).

In pratica, male che ti possa andare, non puoi restare mai nè senza casa, nè senza reddito. Però, con tali garanzie, occorre anche che se fai il mascalzone ti si possa buttare fuori dal paese con un calcio nel di dietro.

Ovviamente, questo non è un sistema perfetto, perchè il sistema perfetto non può esistere. Però, almeno, è un sistema di concezione estremamente coerente.

Perfetto!
Candidati, il mio voto con questo programma ce l'hai di sicuro!

I liberisti, quelli che io chiamo "profeti di sciagura", opporranno subito la più classica delle obiezioni: dove troviamo le risorse?

Le risorse ci sono, ce ne sono in quantità enorme, abbastanza per introdurre il "reddito di cittadinanza" (quello che solo noi, insieme a Ungheria e Grecia, compagnia non proprio edificante, non abbiamo in Europa) e qualche forma di "alloggio garantito".

Ce ne sono anche per ritornare a sostenere scuola, università, ricerca e sanità pubbliche.
Per promuovere il lavoro e ridurre la disoccupazione.

E resterebbero risorse per fare anche diverse altre cosette...

Solo che, piccolo problemino, bisognerebbe cancellare i privilegi e intaccare le ricchezze accumulate di un dieci per cento di "furbacchioni" che da soli posseggono quasi la metà della ricchezza nazionale privata, che ammonta a quasi 9000 miliardi di euro, ovvero più del quadruplo del debito pubblico.

Ed è chiaro che essendo la nostra classe dirigente composta per intero da persone che a quel dieci per cento appartengono, quanto detto sopra "non s'ha da fare"...
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 17 Nov 2012 23:43    Oggetto: Rispondi citando

Anch'io sono d'accordo che la moneta delle banche/Borsa ( non della Zecca) sia "falso" (lo metto tra le virgolette perchè legale)!!!

Perchè tornare al baratto? Esempio: Nel vero sistema sistema Comunista (mai applicato in uno Stato) non cera bisogno dei soldi. Nel sistema hippy idem. Nel sistema Militare (al suo interno) NON c'è bisogno dei soldi. Nel sistema dei convitti religiosi, come i monaci, NON c'è denaro! (l'elenco è lunghissimo). Eppure hanno coinvolto migliaia di persone fin milioni.

Perchè commerciare? Quello che produco è dato senza nessuna contropartita salvo che TUTTI fanno la stessa cosa.

Perchè negli esempi Comunista, Hippy, Militare, Monaci, ecc. NON c'è chi si appropria del di più? Uno perchè è inutile "avere di più" e secondo ci sono sistemi che limitano la proprietà se (Comunismo, Monaci) non l'aboliscono.

Vuoi barattare? Guarda che è meglio dei soldi!

ORA si può barattare senza portare la merce al mercato.I certificati di proprietà sono denaro contante! Se sommati ad un certificato di qualità vale di più del denaro contante e qualsiasi altra cartaccia.

I soldi in tasca, oggi, (esempio) possono valerti l'acquisto di una casa e un domani gli stessi soldi non bastano per comperare un panino! Guarda che è già successo!

Mio padre mi raccontava che la sua famiglia aveva una riserva di ben 5'000 Lire (del conio del RE) che al tempo valeva una bella casa e nel giro di pochissimo tempo, con la guerra, non valevano più niente salvo che fossero AM-Lire ovvero stampate dagli USA. Con l'avvento della Democrazia, con la conversione in nuove Lire, presero poco o niente!
Questo vuol dire che anni di sudori e sacrifici SONO buttati nel CESSO. Se se li fossero mangiati al tempo era molto meglio!!!

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 17 Nov 2012 23:54    Oggetto: Rispondi citando

Roberto1960 ha scritto:

Solo che, piccolo problemino, bisognerebbe cancellare i privilegi e intaccare le ricchezze accumulate di un dieci per cento di "furbacchioni" che da soli posseggono quasi la metà della ricchezza nazionale privata, che ammonta a quasi 9000 miliardi di euro, ovvero più del quadruplo del debito pubblico.

Ed è chiaro che essendo la nostra classe dirigente composta per intero da persone che a quel dieci per cento appartengono, quanto detto sopra "non s'ha da fare"...


PAROLE SANTE!!!
ola
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 18 Nov 2012 00:11    Oggetto: Rispondi citando

Roberto1960 ha scritto:
....

Quoto integralmente entrambi i messaggi.

Aggiungo che sarebbe giusto stabilire un limite massimo di reddito, chiamiamola "aliquota tetto", oltre il quale le entrate eccedenti sono tassate 100%.
In termini proporzionali, con reddito minimo garantito = 1, potremmo avere qualcosa del genere:

Aliquota fino a imposta Netto massimo
1a 1,50 0% 1,5
2a 3,00 20% 2,7
3a 6,00 40% 4,5
4a 12,0 60% 6,9
5a 24,0 80% 9,3
6a oltre 100% 9,3

Il ventaglio di redditi netti da 1 a 9,3 è sicuramente sufficiente per attuare processi meritocratici. Nel contempo:
- impedisce che un arricchimento osceno possa essere legale.
- sostiene il valore di qell'1 che è il reddito minimo garantito.
In questo modo si impedisce anche che ci si possa "dare da fare" al solo scopo di arricchirsi oltre. Questo tipo di darsi da fare non è affatto utile alla società. E' molto più utile il darsi da fare di chi cerca non tanto di arricchirsi, quanto di trovare soddisfazione nell'opera che svolge.
Si otterrebbe un'attenuazione estremamente utile delle situazioni di ricattabilità e corruttibiltà.
Ovviamente, la cosa non va vista come ipotesi isolata, ma nel contesto del complesso di riforme già indicate in altri post e sempre perfezionabili.

Altre fonti di entrate per il fisco sono:
IVA: bastano 4 aliquote, da 0% per i generi di prima necessità fino a 60%
per generi prettamente lussuosi (dicesi anche "di ostentazione").
Patrimonio Immobiliare: Anche per questa vale la non tassazione per abitazione di residenza personale e per sede lavorativa di piccole imprese e poi qualche aliquota per altri immobili posseduti.

Come già detto, nessuna altra imposta o balzello a nessun titolo dovrebbe essere ammessa.

Da non dimenticare, il molto falso lavoro esistente, che serve solo a creare privilegiati che intascano stipendi consistenti senza fare niente di veramente utile, che va cancellato. Tanto i disoccupati che così si producono hanno il reddito minimo garantito e non vengono ridotti all'indigenza.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Roberto1960
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 21/01/08 00:39
Messaggi: 1167
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 18 Nov 2012 00:13    Oggetto: Rispondi citando

mda ha scritto:

I soldi in tasca, oggi (esempio) possono valerti l'acquisto di una casa e un domani gli stessi soldi non bastano per comperare un panino! Guarda che è già successo!

Certo che è successo!
E' successo in casi in cui per l'appunto la moneta era "denaro-speculativo" e non "corrispettivo di benessere".

In un sistema in cui i soldi sono quello che ho descritto io, cioè esclusivamente un comodo sistema di gestione del commercio, una cosa come quella che hai descritto tu semplicemente non può succedere, perché un panino non puà mai avere il valore di una casa! (Escludendo il caso di guerre o tragedie simili.)
Se accade vuol dire che sono nuovamente entrati meccanismi speculativi, cioè che non si è stati capaci di mantenere la stabilità monetaria.

Il baratto, secondo me, per quanto ipotesi affascinante, non può garantire un commercio efficiente in sistemi molto complessi come le nostre nazioni.
Di sicuro però, anche il baratto sarebbe meglio piuttosto che continuare così, verso il baratro!

Tieni però presente che il baratto, di per sé, non è garanzia di stabilità.
Chi ti assicura che un bel giorno i panini al prosciutto non diventino merce talmente rara che si possano barattare con case?
Esempio paradossale che faccio per dire che la stabilità e l'equilibrio dei prezzi è qualcosa che va ottenuto e mantenuto in ogni caso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 18 Nov 2012 00:16    Oggetto: Rispondi

@Zievatron

Il sistema non è male! In questo caso si evita anche di far sviluppare l'inflazione.

complimenti
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi