Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Recensioni e diffamazione online
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 23 Nov 2013 15:07    Oggetto: Recensioni e diffamazione online Rispondi citando

Leggi l'articolo Recensioni e diffamazione online
Una donna è stata querelata per una recensione negativa di un ristorante scritta su Trip Advisor. Quale di queste affermazioni trovi più vicina al tuo pensiero?
Top
StarTac
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 22/09/09 21:46
Messaggi: 89

MessaggioInviato: 23 Nov 2013 17:16    Oggetto: Rispondi citando

Una recensione tra tante passa inosservata mentre querelando la cliente, cosa che trovo assurda e ridicola, si sono sputtanati a livello planetario.
Bastava segnalare la recensione a "tripadvisor" invece che fare tutto sto casino inutile.

P.S.
Io ne scrivo tante di recensioni su Tripadvisor, conosco bene il portale e riconosco subito le recensioni autentiche da quelle fasulle. Spesso dopo la recensione negativa vedi spuntare recensioni positivissime scritte dagli stessi titolari che si autocelebrano ( con account fasulli che recensiscono solo se stessi ), il chè fa capire che chi ha dato un parere negativo era sincero. Per me la signora ha espresso il suo parere, punto!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zeus
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/00 01:01
Messaggi: 12697
Residenza: San Junipero

MessaggioInviato: 23 Nov 2013 17:38    Oggetto: Rispondi citando

Vi segnalo anche un articolo pubblicato ieri sull'Espresso.

Citazione:
Trovo inaccettabile che si venga perseguiti non per aver detto il falso o infangato gratuitamente enti o persone, ma per aver espresso su un social network un’opinione che può piacere o non piacere, ma considero più che legittima e manifestata nei modi consoni all’ambiente, con una battuta.

Zittire la gente è una gran brutta cosa, e mi dispiace vedere profuse energie giudiziarie in fatti del genere, come se le procure non avessero del lavoro serio da svolgere.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
aldorote
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 01/06/07 13:33
Messaggi: 130

MessaggioInviato: 25 Nov 2013 07:19    Oggetto: Rispondi citando

Zeus News ha scritto:
Leggi l'articolo Recensioni e diffamazione online
Una donna è stata querelata per una recensione negativa di un ristorante scritta su Trip Advisor. Quale di queste affermazioni trovi più vicina al tuo pensiero?


sarebbe utile pubblicare anche il nome del ristorante, in modo da poterlo evitare come il fuoco
Top
Profilo Invia messaggio privato
Rozzemilio
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 23/10/06 14:38
Messaggi: 1762
Residenza: Rozz(|)... a sud di Mil(|)

MessaggioInviato: 25 Nov 2013 09:47    Oggetto: Rispondi citando

Prova a guardare qui
Top
Profilo Invia messaggio privato
pentolino
Semidio
Semidio


Registrato: 04/09/08 13:53
Messaggi: 237

MessaggioInviato: 25 Nov 2013 10:04    Oggetto: Rispondi citando

Ho letto la recensione ed è quasi del tutto nei limiti della legittima critica, severa ma corretta.

Peccato però che ci sia una precisa calunnia sul vino ("roba da creare problemi di salute") che va ben oltre.
Dire che il vino fa schifo ci sta, accusare il ristoratore di avvelenare i clienti secondo me no.
Top
Profilo Invia messaggio privato
fuocogreco
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 26/07/12 05:14
Messaggi: 2227

MessaggioInviato: 25 Nov 2013 23:36    Oggetto: Rispondi citando

Il servizio on line TripAdvisor deve essere prima di tutto utile per i potenziali clienti di ristoranti (e non) . Che si venga incriminati per aver scritto un giudizio negativo mi sembra veramente troppo. Certo è che se il giudizio lo si da per qualcosa che riguarda la salute si dovrebbe andare più a fondo e non certo limitarsi all' applicazione commerciale .
Top
Profilo Invia messaggio privato
pentolino
Semidio
Semidio


Registrato: 04/09/08 13:53
Messaggi: 237

MessaggioInviato: 26 Nov 2013 08:11    Oggetto: Rispondi citando

E rivolgersi ai NAS, non a tripadvisor...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Yargo
Mortale devoto
Mortale devoto


Registrato: 28/05/09 23:31
Messaggi: 11
Residenza: Varese

MessaggioInviato: 26 Nov 2013 12:05    Oggetto: Rispondi citando

fuocogreco ha scritto:
Il servizio on line TripAdvisor deve essere prima di tutto utile per i potenziali clienti di ristoranti (e non) . Che si venga incriminati per aver scritto un giudizio negativo mi sembra veramente troppo. Certo è che se il giudizio lo si da per qualcosa che riguarda la salute si dovrebbe andare più a fondo e non certo limitarsi all' applicazione commerciale .



...Parlo della mia esperienza, negativa, con le recensioni di TRIP ADVISOR...secondo me a volte ci sono accordi sottobanco...e lo dico non per amore di polemica, che tra l'altro adoro, ma perché mi è accaduto questo. Due anni fa andammo per le vacanze estive in un Hotel di Rimini che aveva riaperto dopo alcuni anni in cui le cose non andavano bene (e di questo c'è traccia in svariati giudizi online su siti/blog e pure TA)...ci siamo trovati benissimo, personale cordiale, si mangiava DAVVERO BENE (con scelta di diversi piatti ogni pasto e buffet a volontà) CAMERE PULITE con CONDIZIONATORE...ebbene l'hotel ha ricevuto alcune critiche negative e va bene...nessun problema...ma purtroppo quando abbiamo messo le nostre recensioni siamo stati contattati e accusati di essere stati pagati per fare una recensione positiva...e quando abbiamo replicato che così non era...la disgraziata disonesta, per essere carini, ha fatto rimuovere la recensione dal sito...ora ditemi voi...l'imparzialità dove sta? (oltretutto, contattato l'albergo, la signora era una di quelle fastidiose che pretendeva per BEN 60 euro con PENSIONE COMPLETA IN AGOSTO, di avere una suite e di essere servita come una regina) ....io da allora posso solo sconsigliare di fidarsi di TA...
Top
Profilo Invia messaggio privato
toto200
Dio minore
Dio minore


Registrato: 28/11/05 16:43
Messaggi: 664
Residenza: europa

MessaggioInviato: 27 Nov 2013 16:39    Oggetto: Rispondi

fuocogreco ha scritto:
se il giudizio lo si da per qualcosa che riguarda la salute si dovrebbe andare più a fondo e non certo limitarsi all'applicazione commerciale

Quindi stai affermando che "se ci si limita all'applicazione commerciale (e non si va più a fondo, traduzione: non ci si rivolge ai NAS) il giudizio è chiaramente da intendersi di tipo commerciale". Per cui non è da prendersi alla lettera. Per cui non c'è calunnia: è chiaramente un modo di esprimersi colorito, non il tentativo di far credere che succede esattamente quello che c'è scritto.

Per cui, se su T.A. io scrivessi "sono morto di fame prima che il cameriere venisse a prendere le ordinazioni", il ristoratore - dopo aver letto la recensione - non dovrebbe chiamare il 118 per cercare un morto nella sua sala. E non dovrebbe, poi, querelare il suo cliente perchè - essendo rimasto vivo - non è vero che sono morto.

Allora siamo d'accordo. Mr. Green

pentolino ha scritto:
Peccato però che ci sia una precisa calunnia sul vino ("roba da creare problemi di salute") che va ben oltre.

Se ha scritto quello vuol dire che il vino è stato assaggiato, e nessuno è finito all'ospedale. Altrimenti altro che recensione negativa.
Quindi lo scritto è chiaramente un giudizio lapidario, come se io scrivessi su T.A. che il caffè "ti avvelena".
Anch'io sarei andato ... oltre? E potrei essere querelato perchè è indubbio che nessuno è mai morto avvelenato per il caffè?

Ma quale precisa calunnia, ma andiamo.

Invece di fare tesoro delle critiche, e cambiare fornitore di vino, o invitare (azione commerciale di efficacia infinita a costo zero offerta su un piatto d'argento) il cliente a ritornare dicendogli che il vino - una bottiglia può capitare - questa volta lo avrebbe offerto lui, si cerca di terrorizzare chi esprime giudizi in modo da impedire la pubblicità negativa: "anche se ti fa schifo il mio vino, te lo bevi e stai zitto". Alla faccia della concorrenza e della meritocrazia: i forzitalioti 1.0 hanno fatto scuola

Ma non riusciamo più a ragionare, e dare un peso alle cose all'interno del loro contesto?
Ma veramente siamo convinti che, perchè così è stato stabilito, Ruby fosse la nipote di Mubarak? Jump
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3  Successivo
Pagina 1 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi