Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Scuola fotoshoppa studentesse poco vestite in foto di classe
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Grafica e fotografia digitale
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
EmptyHead
Semidio
Semidio


Registrato: 09/04/09 05:34
Messaggi: 202

MessaggioInviato: 03 Giu 2014 15:14    Oggetto: Rispondi citando

gomez ha scritto:
Maary79 ha scritto:
come dice gomez bisogna avere un abito adatto per ogni occasione! Che sia giusto dipende!

Non ho detto che sia giusto, ma che è sensato.

Se vado a scuola per studiare o in ufficio per lavorare e mi vesto come se volessi sedurre i compagni sto facendo una cosa poco sensata, perchè spreco tempo e risorse cercando un obbiettivo sbagliato.

Rispettabilissima visione, tua però. Non c'è nulla di polemico in questo, il fatto è che il parametro di giusto e sbagliato non è unificato per tutti. Tu sei arrivato/a ad un parametro di giusto/sbagliato dalle tue esperienze di vita, dalla tua etica, dalla tua forma di cultura, dall'ambiente in cui vivi ed hai vissuto, dalla tua generazione etc etc.
Adesso, indifferentemente se io sia d'accordo o meno con questa tua visione (e non te lo dico perchè è irrilevante Wink ) perchè decidere anche anche cos'è giusto o sbagliato per gli altri?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9363
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 03 Giu 2014 18:19    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
Gladiator ha scritto:
Già che c'erano potevano anche mettere il fazzoletto o, meglio, la cuffietta bianca per nascondere i capelli, anzi un bel burka così non ci si pensava più.

E questi dovrebbero esportare nel mondo libertà e democrazia? Twisted Evil


Ma lo fanno anche da noi! E non solo da adesso...come dice gomez bisogna avere un abito adatto per ogni occasione! Che sia giusto dipende! Se voglio andare in discoteca non dico con un paio di scarponi da scii...ma con un paio di scarpe da tennis perchè dovrei stare fuori? Eppure è così che gira...fosse per me tutte le discoteche sarebbero già fallite...specie quelle che selezionano i clienti paganti in base a come sono vestiti!!
A scuola, come al lavoro è più tollerabile...e questo vale anche per i maschi...immagina un ragazzo che va a scuola con i pantaloni strappati solo perchè è di moda...o un uomo che va in ufficio con i bermuda e la canotta awaiana!!
Ci vuole buon senso...ma c'è da dire che dalle foto di queste ragazze non traspare nulla di che...dunque questa è esagerazione...sbaglio ma in paesi come il Giappone i studenti vanno a scuola con una divisa uguale per tutti?

In tutto il mondo ci sono regole di etichetta più o meno comprensibili e condivisibili che cambiano da popolo a popolo e da cultura a cultura e che hanno significati molto variegati.

In questo caso mi soffermavo a commentare un comportamento dei gestori di una scuola superiore in uno dei paesi che si autodefinisce oggi esempio di libertà e democrazia in cui, senza alcuna informazione o consenso da parte delle dirette interessate, si è unilateralmente deciso di censurare foto che, francamente, sono appena poco meno caste di quelle di una suora - vabbeh ho voluto esagerare un poco ma neanche poi troppo - ecco questo è il fatto che volevo stigmatizzare con il mio commento.

Mi pare che da questo a quello che dice gomez o al fatto che possa essere opportuno avere abiti adatti alle occasioni, normalmente per convenzione sociale, ce ne passi!
Pensa che anche in tante chiese italiane, oggi, non è più neppure necessario che le donne si coprano eventuali spalle nude prima di entrare, e questo mi sembra alquanto significativo della grettitudine del comportamento di questi istitutori (e mi sono limitato nell'aggettivo).

Del resto mi pare che nell'ultima riga del tuo post, sia pure in modo più garbato del mio, confermi il mio giudizio...
Top
Profilo Invia messaggio privato
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1689
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 04 Giu 2014 03:06    Oggetto: Rispondi citando

EmptyHead ha scritto:
gomez ha scritto:
Maary79 ha scritto:
come dice gomez bisogna avere un abito adatto per ogni occasione! Che sia giusto dipende!

Non ho detto che sia giusto, ma che è sensato.

Se vado a scuola per studiare o in ufficio per lavorare e mi vesto come se volessi sedurre i compagni sto facendo una cosa poco sensata, perchè spreco tempo e risorse cercando un obbiettivo sbagliato.

Rispettabilissima visione, tua però. Non c'è nulla di polemico in questo, il fatto è che il parametro di giusto e sbagliato non è unificato per tutti. Tu sei arrivato/a ad un parametro di giusto/sbagliato dalle tue esperienze di vita, dalla tua etica, dalla tua forma di cultura, dall'ambiente in cui vivi ed hai vissuto, dalla tua generazione etc etc.
Adesso, indifferentemente se io sia d'accordo o meno con questa tua visione (e non te lo dico perchè è irrilevante Wink ) perchè decidere anche anche cos'è giusto o sbagliato per gli altri?

Ma non lo decidiamo nè io ne tu, cosa è giusto e cosa è sbagliato: lo decide la società in cui viviamo.

Dal punto di vista semplicemente logico (non moralista o codino o pruriginoso) in una classe mista con ragazzi e ragazze con gli ormoni in ebollizione una studentessa in minigonna o fortemente scollata è ovviamente fonte di distrazione, non nascondiamoci dietro a un dito, e quindi c'è da aspettarsi che la Scuola imponga un abito che ne generi meno possibile.

Negli uffici gli ormoni bollono meno, ma la collega con molti centimetri scoperti fa ugualmente un certo effetto su noi maschietti, e anche qui non stupiamoci se il capoufficio, più interessato al rendimento che alle interazioni personali, cerchi di contenere le esibizioni anche involontarie.

Ma bisogna essere capaci anche di tenere conto dell'ambiente sociale in cui ci si muove, nella mia ditta arrivò una nuova segretaria piuttosto carina, che il primo giorno di lavoro si presentò truccatissima, attillata e in minigonna di pelle (allora di modissima, peraltro) come si vestiva nell'agenzia di viaggi dove lavorava prima.

In venti secondi 450 persone la soprannominarono "la picia" (*) e anche dopo che si fu resa conto che le altre colleghe erano vestite diversamente (anche quelle più belle di lei) e si fu adeguata all'abbigliamento "standard" (non era affatto stupida, e si rese conto rapidamente dell'errore) faticò parecchio a recuperare credibilità tra i colleghi.

Pensare prima a cosa sarebbe stato opportuno mettersi (aka: tenere un basso profilo finchè non si è capito l'ambiente) le avrebbe risparmiato parecchie umiliazioni.

Mauro

(*) puttana
Top
Profilo Invia messaggio privato
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1689
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 04 Giu 2014 03:22    Oggetto: Rispondi citando

Gladiator ha scritto:

Mi pare che da questo a quello che dice gomez o al fatto che possa essere opportuno avere abiti adatti alle occasioni, normalmente per convenzione sociale, ce ne passi!

Rileggi con più attenzione il mio post, dove parlo di abito adatto eccetera è ben chiaro che non è adatto "per me" ma in base alle valutazioni della società in cui ci muoviamo.

Vestirsi come ci pare per andare allo stadio o in ufficio o a teatro o in palestra o in discoteca non è certamente vietato, e a me non viene in tasca nulla dal cambio di abbigliamento altrui, ma uno in gessato blu in discoteca fa la figura di un pirla, esattamente come in ufficio uno in t-shirt e bermuda.

E anche se nessuno muovesse loro alcuna osservazione ne avrebbero comunque un danno, quello in discoteca col gessato andrebbe probabilmente in bianco Wink e quello in bermuda in ufficio altrettanto probabilmente vedrebbe l'incarico migliore assegnato ad un altro.

Mauro
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9363
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 04 Giu 2014 07:07    Oggetto: Rispondi citando

@gomez

E' quello che intendevo dire anch'io, ritengo che le due frasi "normalmente per convenzione sociale" e "in base alle valutazioni della società in cui ci muoviamo" siano abbastanza equipollenti o no?

Quindi mi sembra che su questo punto siamo piuttosto concordi, o c'è forse qualcosa che continuo a non capire? Think
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9174

MessaggioInviato: 04 Giu 2014 08:39    Oggetto: Rispondi citando

Gladiator ha scritto:


In questo caso mi soffermavo a commentare un comportamento dei gestori di una scuola superiore in uno dei paesi che si autodefinisce oggi esempio di libertà e democrazia in cui, senza alcuna informazione o consenso da parte delle dirette interessate, si è unilateralmente deciso di censurare foto che, francamente, sono appena poco meno caste di quelle di una suora - vabbeh ho voluto esagerare un poco ma neanche poi troppo - ecco questo è il fatto che volevo stigmatizzare con il mio commento.

Mi pare che da questo a quello che dice gomez o al fatto che possa essere opportuno avere abiti adatti alle occasioni, normalmente per convenzione sociale, ce ne passi!
Pensa che anche in tante chiese italiane, oggi, non è più neppure necessario che le donne si coprano eventuali spalle nude prima di entrare, e questo mi sembra alquanto significativo della grettitudine del comportamento di questi istitutori (e mi sono limitato nell'aggettivo).

Del resto mi pare che nell'ultima riga del tuo post, sia pure in modo più garbato del mio, confermi il mio giudizio...


Si certo, sono d'accordo con te, e penso che tutti qui troviamo assurdo questo tipo di censura, si stava forse estremizzando, riferendosi a chi veramente in luoghi come scuole, lavoro, esagera...ma non è questo il caso.
Bisognerebbe capire chi ha questo potere e qual'è il suo metro di giudizio...sicuramente il rettore (o chi ha questo incarico) avrà qualche tipo di bigottismo - moralismo esagerato...ma non fa la regola!
Nei miei commenti, non per forza riferiti all'articolo, sottilineavo che gli eccessi ci sono in qualsiasi generazione, magari in modo diverso, ma ci sono sempre stati! Razz
Top
Profilo Invia messaggio privato
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1689
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 04 Giu 2014 11:48    Oggetto: Rispondi citando

Gladiator ha scritto:
@gomez

E' quello che intendevo dire anch'io, ritengo che le due frasi "normalmente per convenzione sociale" e "in base alle valutazioni della società in cui ci muoviamo" siano abbastanza equipollenti o no?

Sì, concordo, mi dava solo un po' fastidio quel "convenzione" che mi pareva avesse valenza negativa. Smile

Mauro
Top
Profilo Invia messaggio privato
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1689
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 04 Giu 2014 11:52    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
Nei miei commenti, non per forza riferiti all'articolo, sottilineavo che gli eccessi ci sono in qualsiasi generazione, magari in modo diverso, ma ci sono sempre stati! Razz

...e son sempre stati sanzionati, io mi son fatto un giorno di sospensione per essere entrato in classe in giaccone di pelle e occhiali neri (e mica per sfida, avevo dimenticato di mettere nella sacca della moto la roba "normale" Wink ), correvano gli anni '60. Rolling Eyes

Mauro
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9174

MessaggioInviato: 04 Giu 2014 12:32    Oggetto: Rispondi citando

@gomez

Mi sa che è andata meglio a quelli della mia generazione, quando facevo le superiori, fino alla fine degli anni 90, io e tanti altri/e andavamo a scuola con i jeans strappati e scoloriti...a volte tagliatia appositamente sotto il sedere!
In compenso ora al lavoro ho una specie di divisa (camicia o polo e pantalone scuro e lungo anche di estate), che a volte mi sento un becchino! Razz
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9363
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 04 Giu 2014 18:06    Oggetto: Rispondi citando

gomez ha scritto:
Gladiator ha scritto:
@gomez

E' quello che intendevo dire anch'io, ritengo che le due frasi "normalmente per convenzione sociale" e "in base alle valutazioni della società in cui ci muoviamo" siano abbastanza equipollenti o no?

Sì, concordo, mi dava solo un po' fastidio quel "convenzione" che mi pareva avesse valenza negativa. Smile

Mauro

Non aveva alcuna valenza negativa ma sostanzialmente neutra, avrei anche potuto scrivere "consuetudine sociale", semplicemente per indicare che sovente nel modo di vestire ci si conforma alla maggioranza di coloro che frequentano o sono presenti nello stesso ambiente anche solo per non sentirsi un pesce fuor d'acqua. Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1689
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 04 Giu 2014 18:36    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
In compenso ora al lavoro ho una specie di divisa (camicia o polo e pantalone scuro e lungo anche di estate), che a volte mi sento un becchino! Razz

Be' se può consolarti noi per decenni abbbiamo indossato giacca e cravatta blu, pantaloni grigi e camicia bianca, mentre i tecnici al posto della giacca portavano un camice bianco tipo E.R..

Non che quell'abbigliamento fosse obbligatorio o codificato, ma se ti presentavi con una cravatta a righe rischiavi incrociando il direttore di sentirti dire "ehi, vesti sportivo, oggi!". Shocked

Col tempo siamo passati ad abiti più normali, e ora vedi anche gente in polo e jeans come andassero al mercato. Confused

Altrove parlavi di bimbi che vanno alle elementari in grembiule, ti posso assicurare che in almeno metà delle scuole in cui sono andato li ho visti vestiti con abiti proprii.

La cosa più divertente era vedere nella stessa classe i maschietti di 6-8 anni infagottati nella maglia del loro campione, magari di due misure troppo grande, e le loro coetanee tiratissime con addosso tutto coordinato di kittykat o come si chiama la gattina rosa. Very Happy

Mauro
Top
Profilo Invia messaggio privato
Freestyler
Semidio
Semidio


Registrato: 12/05/06 12:04
Messaggi: 491

MessaggioInviato: 05 Giu 2014 23:51    Oggetto: Rispondi citando

Capita che io vada a scuola con i pantaloni corti (non perchè mi diverto, ma perchè soffro un casino il caldo, grondo sudore ed alla fine comincio a puzzare), ovviamente verso maggio/giugno. Nessun preside (su tre che si son susseguiti) mi ha mai detto niente, gli unici commenti venivano da alcuni prof che mi hanno parlato di immagine ed esempio da dare ai ragazzi ecc. Ebbene io in questo vedo un'ipocrisia enorme, ci sono professori che bestemmiano in classe, o che si fanno i cavoli loro senza insegnar niente, o che proprio non sono tagliati per questo lavoro... eh, però hanno i pantaloni lunghi! Ora io mi chiedo chi dia ai ragazzi un'immagine migliore: il prof che bestemmia o quello che ha i pantaloni corti, ma cerca di trasmettere dei valori importanti ai giovani? Si pensa così tanto alla forma che poi si perde di vista la sostanza.

Sì, sono un prof (che è ancora cciovane, quindi non è troppo brutto da vedere con la divisa estiva Very Happy )
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9174

MessaggioInviato: 06 Giu 2014 08:11    Oggetto: Rispondi citando

gomez ha scritto:
Maary79 ha scritto:
In compenso ora al lavoro ho una specie di divisa (camicia o polo e pantalone scuro e lungo anche di estate), che a volte mi sento un becchino! Razz

Be' se può consolarti noi per decenni abbbiamo indossato giacca e cravatta blu, pantaloni grigi e camicia bianca, mentre i tecnici al posto della giacca portavano un camice bianco tipo E.R..

Non che quell'abbigliamento fosse obbligatorio o codificato, ma se ti presentavi con una cravatta a righe rischiavi incrociando il direttore di sentirti dire "ehi, vesti sportivo, oggi!". Shocked

Col tempo siamo passati ad abiti più normali, e ora vedi anche gente in polo e jeans come andassero al mercato. Confused

Altrove parlavi di bimbi che vanno alle elementari in grembiule, ti posso assicurare che in almeno metà delle scuole in cui sono andato li ho visti vestiti con abiti proprii.

La cosa più divertente era vedere nella stessa classe i maschietti di 6-8 anni infagottati nella maglia del loro campione, magari di due misure troppo grande, e le loro coetanee tiratissime con addosso tutto coordinato di kittykat o come si chiama la gattina rosa. Very Happy

Mauro


Beh, mi sembra che tu parli di ambiente di ufficio...andare in ufficio con jeans e polo (o camicia, non mi sembra fuori luogo...per un impiegato, magari un direttore è diverso, da me gli impiegati sono tutti in jeans e maglietta o polo, solo uno che ha superato i 50 mette pantaloni e camicia...le donne di certo non fanno una sfilata di moda ma possono mettersi pantaloni o jeans non eleganti...sempre se non ci sono riunioni importanti.
Dunque dipende dal posto ma anche dall'occasione...a fare le fotocopie non serve la cravatta!!
Anche per le mansioni che svolgo io dipende da dove devo andare...ma il jeans classico si può o mettere, con maglietta o polo...alcune mie colleghe mettono gonna e tacchi (non vistosi) io non mi ci trovo, fatico a muovermi...
Non possiamo mettere in ogni caso jeans corti o tipo moderno/strano, e canottiere di ogni genere.

Concordo poi con freestyler, è assurdo che nelle scuole si facciano tanti problemi sull'abbigliamanto dei prof...quando ce ne sono di 1000 volte di più importanti, nel suo caso specifico.
Top
Profilo Invia messaggio privato
{luciano}
Ospite





MessaggioInviato: 06 Giu 2014 13:14    Oggetto: Rispondi citando

avete notato che tutti gli arrestati dei vari scandali e ruberie ad alto livello indossano tutti bellissimi completi (regolarmente blu)con candida camicia e relativa intonata cravatta, aggiungete immancabile borsa (suppongo di ottima pelle), tutti i politici nei vari parlamenti sono ottimamente ben vestiti! Mia morale: L'ABITO NON FA IL MONACO!!! (Sempre attuale) Saluti
Top
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1689
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 07 Giu 2014 07:53    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
[quote="Freestyler"]Capita che io vada a scuola con i pantaloni corti (non perchè mi diverto, ma perchè soffro un casino il caldo, grondo sudore ed alla fine comincio a puzzare)

Mi pare un caso un po' estremo, capirei se parlassi di giacca ma mezzo metro di stoffa sui polpacci stento a credere che facciano tutta questa differenza, per me è un problema psicologico.
Citazione:
mi hanno parlato di immagine ed esempio da dare ai ragazzi

Vero, in età giovanile la capacità critica è limitata e quindi il "se lo fa lui posso farlo anch'io" impera
Citazione:
ci sono professori che bestemmiano in classe

Esempio certamente peggiore di un paio di braghe corte, ma non è che se uno parcheggia il SUV sul marciapiede allora io che lo parcheggio solo in doppia fila sono virtuso.
Citazione:
Si pensa così tanto alla forma che poi si perde di vista la sostanza

Un educatore deve dare un buon esempio globale, non a macchie di leopardo, non bestemmio quindi posso fumare in classe, metto le brache lunghe quindi mi infilo le dita nel naso.
Citazione:
Sì, sono un prof

Mah.

Mauro
Top
Profilo Invia messaggio privato
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1689
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 07 Giu 2014 08:14    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:

Beh, mi sembra che tu parli di ambiente di ufficio...andare in ufficio con jeans e polo

L'ufficio era solo un esempio, in tutti i casi in cui ti rapporti con terze persone devi domandarti se l'immagine che stai dando è veramente quella che vorresti dare, e se è adeguata al ruolo che ricopri.

Se poi hai contatti col pubblico l'immagine che trasmetti è anche quella della tua azienda, in un'agenzia di viaggi un uomo in gessato marrone o una donna in tailleur blu danno l'immagine sbagliata, è un luogo in cui si va principalmente per andare in vacanza o comunque per spostarsi e sono molto più rappresentative delle persone abbigliare casual, che non vuol dire sciamannato eh!
Citazione:
da me gli impiegati sono tutti in jeans e maglietta o polo

Se fanno un lavoro non a contatto col pubblico, ed ai loro capi pare corretto così, buon per loro.
Citazione:
le donne di certo non fanno una sfilata di moda ma possono mettersi pantaloni o jeans non eleganti...sempre se non ci sono riunioni importanti
.
Eh no eh, mi metto in tiro solo se ci sono i capi altrimenti per te che non conti un cazzo mi vesto come capita... bruttissimo modo di intendere i rapporti umani.
Citazione:
Anche per le mansioni che svolgo io dipende da dove devo andare...ma il jeans classico si può o mettere, con maglietta o polo...alcune mie colleghe mettono gonna e tacchi (non vistosi) io non mi ci trovo, fatico a muovermi...

Torno a dire, l'abbigliamento "obbligatorio" esiste solo in particolari casi (un farmacista non in camice o un meccanico non in tuta sono difficili da immaginare) ma anche se è del tutto libero bisogna appunto avere il buon senso di adeguarsi all'ambiente.
Citazione:
Non possiamo mettere in ogni caso jeans corti o tipo moderno/strano, e canottiere di ogni genere

Immagino però che non ci sia stato un diktat dall'alto ma una semplice applicazione di buon senso (e buon gusto, perché no) da parte delle impiegate.
Citazione:
Concordo poi con freestyler, è assurdo che nelle scuole si facciano tanti problemi sull'abbigliamanto dei prof...quando ce ne sono di 1000 volte di più importanti, nel suo caso specifico.

No, io invece non concordo, dire che "il problema è un altro" o "ci sono problemi ben più importanti" è ipocrisia pura, se non mi lavo puzzo, e anche se il PIL è ben più importante lavarmi posso farlo subito e da solo, aumentare il PIL no.

Cominiciamo ad affrontare i problemi che possiamo risolvere senza bisogno della Merkel o del governo o dei sommi poteri, e almeno quelli ce li saremo levati da davanti.

Mauro
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9174

MessaggioInviato: 07 Giu 2014 14:19    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Eh no eh, mi metto in tiro solo se ci sono i capi altrimenti per te che non conti un cazzo mi vesto come capita... bruttissimo modo di intendere i rapporti umani. ]


Mi sono espressa male, diciamo che in certe occasioni dove ci sono clienti importanti è richiesto agli impiegati, indistintamente dal sesso, un abbigliamento più formale, ma in linea di massima loro si vestono come vogliono, senza però esagerare.

La mia mansione è diversa...abbiamo polo e camice che ci vengono dotate dall'azienda stessa, con logo aziendale, così da fare loro pubblicità...

Del resto, sono d'ccordo che in base al posto dove si lavora per non essere fuori luogo bisogna tenere una certa immagine, ma diciamo che al di fuori dei vari contesti lavorativi ognuno dovrebbe vestirsi come più si sente a proprio agio.



Citazione:
No, io invece non concordo, dire che "il problema è un altro" o "ci sono problemi ben più importanti" è ipocrisia pura, se


Se permetti...io scelgo il male minore a questo punto...preferisco un prof in veste sportiva...non trasandata, che uno gessato che bestemmia o peggio.
Top
Profilo Invia messaggio privato
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1689
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 08 Giu 2014 18:15    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
Citazione:
No, io invece non concordo, dire che "il problema è un altro" o "ci sono problemi ben più importanti" è ipocrisia pura, se

Se permetti...io scelgo il male minore a questo punto...preferisco un prof in veste sportiva...non trasandata, che uno gessato che bestemmia o peggio.

OK non vorrei che finisse in rissa, ma quando sento che "il problema è un altro" mi inalbero perché è il peggiore argomento che si possa portare in una discussione e di solito porta fuori tema, come in questo caso, cosa c'entra uno che bestemmia con uno che si veste casual?

Il prof che bestemmia va mandato a casa a calci in culo, punto, non c'è nulla da scegliere, per questo non è "il problema è un altro", quello proprio NON FA PARTE DEL PROBLEMA di cui stiamo parlando (abbigliamento).

Capirei se uno dicesse "il problema è un altro" perché giustifica il bermuda blu a confronto col bermuda a fiori. Twisted Evil

Mauro
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9174

MessaggioInviato: 09 Giu 2014 07:23    Oggetto: Rispondi

Ma scherzi gomez, una rissa mai! Con te poi! Wink
Ma l'esempio potremo farlo in molti ambiti...e l'essere fuori tema, diventa discrezione personale...una discussione evolve, mica possiamo ripetere ciò che é stato già stato detto all'infinito!
Il banchiere gessato che ruba i soldi ai clenti, la studentessa modello che si da, da fare in bagno...l'abito non fa il monaco in ogni caso, e non é detto che la persona più semplice o anticonformista certe cose non le faccia o non le possa fare!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Grafica e fotografia digitale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi