Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Cyberbullismo, tentano di nuovo di imbavagliare il Web
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ribelli digitali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 11 Ago 2016 14:41    Oggetto: Cyberbullismo, tentano di nuovo di imbavagliare il Web Rispondi citando

Leggi l'articolo Cyberbullismo, tentano di nuovo di imbavagliare il Web
La protezione dei minori è il cavallo di Troia per limitare la libertà d'espressione.


 

 

Segnala un refuso
Top
Sbazaars
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 09/10/14 14:38
Messaggi: 152
Residenza: Bari

MessaggioInviato: 11 Ago 2016 17:33    Oggetto: Rispondi citando

Sinceramente non credo che la norma sia stata fatta per impedire la libertà del web in questo caso. Semplicemente viene resa la possibilità di ammettere che esiste un problema di etichetta e buon senso anche nel web. Se molti sui forum o sui social seguono la netiquette altri non lo fanno perché? Perché si nascondono dietro una tastiera e dicono o fanno cose che nella vita reale non farebbero mai...Mettere un minimo di protezione verso chi viene attaccato nella reputazione con offese pesanti non credo sia così male o no? se uno è corretto non vedo tutto questo limitare.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
{Iotin}
Ospite





MessaggioInviato: 12 Ago 2016 07:59    Oggetto: Rispondi citando

Ma quando si capirà che cose come questa si debelleranno rendendo più fruibili alternative positive e costruttive?
Top
{Paolo Del Bene}
Ospite





MessaggioInviato: 14 Ago 2016 04:37    Oggetto: Rispondi citando

Nel regolamento radioamatoriale italiano, così come in quello degli altri paesi, c'è scritto chiaramente che: "NESSUNA persona che ha meno di 16 anni, può usare un mezzo di COMUNICAZIONE atto a RICEVERE, TRASMETTERE e/o RICEVERE e TRASMETTERE". La persona deve avere almeno 16 anni e DEVE esser PRESENTE, qualcuno che eserciti la Patria Potestà".

Dunque NON c'è bisogno di fare nuove leggi, basta applicare quelle esistenti.
È o non è un MODEM un mezzo di COMUNICAZIONE atto a TRASMETTERE e/o RICEVERE?
È o non è un mezzo di COMUNICAZIONE atto a MODULARE e DEMODULARE un segnale?

Dunque perché i GENITORI violano le leggi e poi si lamentano dei casi di bullismo tramite i social networks?
Perché consentono ai loro figli minorenni di usare i social networks?
Prima di parlare di Cyber, sarebbe opportuno ricondurre il termine Cyber al suo vero significato che è ben lontano da Pirateria Informatica o competenti da bulli.

Dunque i genitori prima di mettere in mano ai loro figli un mezzo di COMUNICAZIONE, siano responsabili.

Inoltre non c'è alcun motivo per cui debbano fargli usare dei social networks.
Sarebbe opportuno che responsabilizino i loro figli, iniziando a fargli studiare libri di informatica, matematica, sicurezza informatica e per concludere usino IRSSI, KVIRC, PIDGIN, YAAIC.

I genitori rispondano del loro comportamento, i figli sono la conseguenza delle cazzate dei genitori.
Top
{Iotin}
Ospite





MessaggioInviato: 14 Ago 2016 14:10    Oggetto: Rispondi citando

Certo, i genitori gestiscono i media, il parlamento e tutti gli uffici pubblici.
Top
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 7767
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 14 Ago 2016 14:38    Oggetto: Rispondi citando

In effetti, se in una legge volta a punire il cyberbullismo, non si fa menzione dei soggetti che tipicamente sono vittime di questi episodi (i minori) e si lascia invece all'interpretazione addirittura del Garante della privacy e non a quella della magistratura l'applicazione della legge, qualche dubbio sulla trasparenza da parte del legislatore viene... Incupito
Top
Profilo Invia messaggio privato
{gortoz}
Ospite





MessaggioInviato: 14 Ago 2016 22:16    Oggetto: Rispondi citando

La repressione della libertà di espressione e la limitazione dei diritti, insieme al transito obbligato attraverso lo Stato per ogni cosa che rguarda la vita sociale, non ha bisogno di complotti: è una necessità di tutti coloro che governano, da sempre.
E' difficilissimo, forse impossibile, governare un Paese dove la libertà del cittadino non viene limitata.
Sarebbe un Paese di adulti, responsabili e forti; il contrario di un Paese dove c'è una legge per ogni cosa e le persone sono deresponsabilizzate come bambini che si rivolgono a papà per ogni cosa.
Non lo dico io, basta leggere un qualsiasi libro di psicologia, sociologia o di storia (es. 'Psicologia delle folle').
O forse basta solo aprire gli occhi e vedere cosa accade intorno a noi.
Top
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 6989

MessaggioInviato: 18 Ago 2016 15:08    Oggetto: Rispondi citando

Sbazaars ha scritto:
Sinceramente non credo che la norma sia stata fatta per impedire la libertà del web in questo caso. Semplicemente viene resa la possibilità di ammettere che esiste un problema di etichetta e buon senso anche nel web. Se molti sui forum o sui social seguono la netiquette altri non lo fanno perché? Perché si nascondono dietro una tastiera e dicono o fanno cose che nella vita reale non farebbero mai...Mettere un minimo di protezione verso chi viene attaccato nella reputazione con offese pesanti non credo sia così male o no? se uno è corretto non vedo tutto questo limitare.


Sono d'accordo. Ma penso che questa legge sia tutto sommato inutile, se non pericolosa (lascio agli altri le tesi complottistiche).
Le leggi ci sono già. Basta applicare quelle già esistenti e non che il governo perda tempo per queste cose.
Il bullismo, da cui deriva il cyberbullismo, sono fenomeni che sono sempre esistiti, ma le leggi sono altra cosa, e già esistono, che si parli di adulti o minori.
Non cambia nulla se un ingiuria viene fatta dal web o in altro modo. Anzi, se fatta nel web è meglio, perché è tracciabile.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 7767
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 18 Ago 2016 17:37    Oggetto: Rispondi citando

Vedi Maary la tesi "complottista" nasce dal fatto che, come sottolinei anche tu, le leggi esistono già ed è sufficiente farle applicare per contrastare il fenomeno però si pensa sempre a scriverne di nuove, magari evitando di farle chiare e semplici, in modo poi da lasciare ampi margini di interpretazione adeguabili alla bisogna...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 6989

MessaggioInviato: 18 Ago 2016 23:36    Oggetto: Rispondi

Sorry Gladiator, con "lascio agli altri le tesi complottiste" intendevo che non avevo nulla da aggiungere a ciò che è stato già detto giustamente dagli altri.
Anche se capisco la buona fede di Sbazaars, che cerca di vedere il lato positivo della cosa, l'utilità, e l'interesse che ne avrebbero le persone vittime di cyberbullismo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ribelli digitali Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi