Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Smartphone come cocaina per i bambini, il sexting è normale per le ragazzine
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 21 Giu 2017 13:30    Oggetto: Smartphone come cocaina per i bambini, il sexting è normale per le ragazzine Rispondi citando

Leggi l'articolo Smartphone come cocaina per i bambini, il sexting è normale per le ragazzine
La dipendenza dagli apparecchi elettronici non è diversa da quella da droga.


 

 

Segnala un refuso
Top
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9295

MessaggioInviato: 21 Giu 2017 15:08    Oggetto: Rispondi citando

Quando ero giovane io a creare dipendenza erano videogiochi e tv.
Ora sono smartphone.e tablet...ma secondo loro come si dovrebbe fare?
Glielo vieti? Io non sono per il divieto assoluto. Fino a 8, 10 anni poni delle limitazioni, in fin dei conti per un bambino un tablet o smartphone non è molto diverso da una console portatile, con cui ci puoi anche fare foto e video, internet solo sotto supervisione.
È proprio in quella fascia di età che metti giù le basi, così che poi da adolescenti ne facciano un uso consapevole.
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Paolo Del Bene}
Ospite





MessaggioInviato: 22 Giu 2017 06:23    Oggetto: Rispondi citando

In ambito comunicazioni ci sono leggi ben precise:

È vietato l'uso di qualsiasi mezzo che permetta di ricevere e trasmettere qualsiasi tipo di comunicazione, a chi ha meno di 16 anni.

Da 16 anni in su, ci deve essere qualcuno che eserciti la patria potestà.

Saranno almeno 3 anni che scrivo queste parole e nessuno le vuole recepire.

Chi pensa di fare il furbo; sappia che gli potrà essere levata la patria potestà e poi vedremo quanto si sentiranno furbi cercando di non rispettare le leggi vigenti.

Saluti
Top
{Paolo Del Bene}
Ospite





MessaggioInviato: 22 Giu 2017 06:25    Oggetto: Rispondi citando

Riguardo alle droghe potrei scrivere un trattato per le competenze assimilate negli ultimi 3 anni

La responsabilità è dei genitori.

Saluti
Top
Alphios
Mortale devoto
Mortale devoto


Registrato: 14/10/08 21:11
Messaggi: 5

MessaggioInviato: 22 Giu 2017 07:22    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
Quando ero giovane io a creare dipendenza erano videogiochi e tv.
Ora sono smartphone.e tablet...ma secondo loro come si dovrebbe fare?


Hai assolutamente ragione.
Credo la differenza sia che oggi gli oggetti che creano dipendenza, un tempo "relegati" al salotto di casa, sono diventati ultraportatili e quindi pronti a occupare ogni ritaglio di tempo.

Come in molti altri casi, la ricetta è semplice ma di difficile attuazione: non puoi lasciare un bambino senza guida in un mondo complesso e variegato come quello dei device smart, peggio ancora se connessi. D'altronde, essere guida per i propri figli è il mestiere di genitore...

Non mi soffermerei troppo sulle dinamiche in atto (sexting ad esempio, che negli articoli acchiappaclick va tanto di moda). Quelle riguardano la morale, e si sa che la morale cambia di generazione in generazione. Se è normale per le ragazzine oggi, tra 10 anni lo sarà per le donne adulte e le ragazzine scopriranno un nuovo modo di essere trasgressive.

Quello che mi piacerebbe dare a mia figlia è la capacità di scegliere e, in caso, di opporsi consapevole a quello che la tecnologia propone. In due parole che scelga (e in caso sbagli...) da sola.
Top
Profilo Invia messaggio privato
miclab
Mortale pio
Mortale pio


Registrato: 25/03/08 10:23
Messaggi: 27

MessaggioInviato: 22 Giu 2017 07:42    Oggetto: Rispondi citando

La differenza che a casa (mia) la tv la guardavo un po (supervisione dei genitori) poi fuori a giocare, ora fuori a chattare. Il problema è dei genitori, ma per favore. Basta una compagnia di amicizie sbagliate e vedi che fine fanno i bei discorsi.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
{Paolo Del Bene}
Ospite





MessaggioInviato: 22 Giu 2017 09:43    Oggetto: Rispondi citando

Riguardo ad amicizie giuste o sbagliate è solo un luogocomune ed il pensare che se stai in compagnia di gente che si reputi sbagliata, si faccia la stessa fine. Ciò è falso anche perchè oltre a dover essere fragile di carattere, ci dovrebbero essere tanti altri fattori che ad esempio ti spingono a fare uso di droghe sintetiche.

Io nella mia vita ho frequentato gente di ogni genere, anche coloro che andavano a rubare per comprarsi la droga, ma mai nessuno di loro, mi ha mai invitato a far uso di droghe.

Nel gruppo ero la mascotte, quello che non si drogava e nessuno mi ha mai detto perchè stai fra noi se non ti droghi.

C'era un rispetto da parte delle vecchie generazioni che non vi potete nemmeno immaginare.

Ho frequentato 7 gruppi e mai fra loro o con loro ho assunto droghe.

La Cannabis e l'Hashish ho iniziato ad usarla 2 anni è mezzo fa dopo aver venduto la casa, dopo aver perso mia madre nel 2009.

Inoltre sono una persona molto esigente e se ciò che mi serve non è di una qualità alta, ne faccio decisamente a meno

Saluti
Top
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9295

MessaggioInviato: 22 Giu 2017 21:05    Oggetto: Rispondi citando

{Paolo Del Bene} ha scritto:
In ambito comunicazioni ci sono leggi ben precise:

È vietato l'uso di qualsiasi mezzo che permetta di ricevere e trasmettere qualsiasi tipo di comunicazione, a chi ha meno di 16 anni.

Da 16 anni in su, ci deve essere qualcuno che eserciti la patria potestà.

Saranno almeno 3 anni che scrivo queste parole e nessuno le vuole recepire.

Chi pensa di fare il furbo; sappia che gli potrà essere levata la patria potestà e poi vedremo quanto si sentiranno furbi cercando di non rispettare le leggi vigenti.

Saluti


Saranno 3 anni che lo scrivi, ma non ti sei mai chiesto se questa legge sia veramente applicabile? O se è solo teoria?
Non si tratta di fare i furbi.
Hai figli?
Conosci gente che ne ha?
Prova a negare ad un preadolescente lo smartphone, dopo che tutti i compagni di classe e amici ce l'hanno, non puoi, non ci riuscirai.
Figuriamoci ad un adolescente.

Mettere in mano ad un ragazzino/a di 12 anni (si è quella l'età, 1a media) uno smartphone, senza avergli spiegato nulla, di quali grandi potenzialità, e pericoli implica non è giusto, né intelligente, come non è giusto negare.

I giovani vanno formati fin da bambini, devono conoscere tutti gli strumenti informatici, in modo graduale, ovviamente monitorando anche un'eventuale dipendenza.

Il mondo va così, evolve. È inarrestabile.

Io la penso come Alphios. Sì cerca di dare delle basi, poi a sbagliare ci penseranno da soli. E per quel che riguarda le "cattive compagnie", beh, pure quelle non sono una novità.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9451
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 09 Lug 2017 17:56    Oggetto: Rispondi citando

Ok per le basi, ok per il fatto che a un preadolescente o a un adolescente non puoi negare uno smartphone (forse) ma arrivare a:
Citazione:
è comprovata da uno studio, recentemente pubblicato, dal quale emerge come ormai anche per bambini di tre o quattro anni sia normale passare in media, ogni settimana, sei ore e mezza collegati a Internet.

Francamente mi sembra decisamente troppo. Shocked

Inoltre anche i preadolescenti ed adolescenti dovrebbe utilizzare questi strumenti per periodi di tempo limitati e sotto la supervisione dei genitori che, invece, sovente gli danno lo smartphone in mano proprio per non doversi occupare del figlio che "così tanto gioca un po e non da fastidio". Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9295

MessaggioInviato: 10 Lug 2017 08:46    Oggetto: Rispondi citando

Quello studio è stato fatto da bambini di 6 anni?
E' chiaro che non è possibile, un bambino di 3 o 4 anni non sa ancora leggere e scrivere, mi dovrebbero spiegare come può riuscire a navigare in internet... Shocked
Cliccando a caso sulle immagini visualizzate in un browser? Forse. Ma sta di fatto che a quell'età ci deve essere un adulto che accende il pc, lancia il browser, ecc..

E anche se parlassimo di smartphone o tablet (con il tasto touch diventano più semplici da usare di un pc, non dovendo usare il mouse) vedo alquanto improbabile che riescano a navigare sul web, al massimo potrebbero usare qualche semplice gioco, o far scorrere le foto...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9451
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 10 Lug 2017 16:30    Oggetto: Rispondi citando

Che ci sia l'adulto che lo favorisce per farlo distrarre con smartphone o simili ed evitare di doverlo seguire non ho dubbi.

In quanto alla capacita di usare uno smartphone ho visto un pargolo di 4 anni che, dopo aver visto tutta una sequenza di azioni del genitore sul proprio smartphone, quando questi lo ha lasciato sul tavolo, se ne è appropriato ed ha ripetuto l'intera sequenza iniziando a sfoglia pagine sul browser del smartphone stesso: roba da non credere ma l'ho visto di persona quindi...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9295

MessaggioInviato: 11 Lug 2017 08:36    Oggetto: Rispondi

Ci saranno bambini di 4 anni più svegli di altri, mia figlia a 3 - 4 anni se mi prendeva il cellulare dovevo stare attenta che nello sfogliare le foto non me ne cancellasse qualcuna, o apriva la rubrica (e poteva lanciare chiamate), o la fotocamera, ma del resto sul mio telefono non ci sono giochi che attraggono un bambino con la loro icona, e le varie applicazioni frequenti sono dentro a cartelle, solo quelle elencate sopra erano a schermo, e facilmente raggiungibili.
Una cosa che imparò subito è premere il tasto indietro, per togliere quello che non le interessava.
Sempre a 3 anni ho iniziato a farle tenere in mano il mouse, del mio vecchio pc fisso, per giocare con qualche semplice gioco per pc. Anche se per i bambini sono molto più semplici gli schermi touch.
Per Natale, quando aveva 3 anni mi arrivò in casa un tablet della Lisciani, un'area genitori, piuttosto carino per un bambino. Però lo restituii nel giro di un giorno, lo cambiai con uno più semplice (ovvero senza internet, quello aveva tanto di browser, mail, e app gioco che funzionavano solo con la rete), ne presi uno solo con vari giochi offline educativi o adatti a bimbi piccoli.

In fin dei conti io sono cresciuta in una famiglia dove erano vietati i videogames, non ne ho avuto neanche uno, e quando a 13 anni avevo chiesto di avere un pc (come alcune mie amiche) mi dissero che serviva solo a giocare, e costava troppo.
Morale della favola, alle superiori non sapevo nemmeno da che parte si accendeva, e il primo pc me lo acquistai con il primo lavoro retribuito.

D'accordo che ora siamo arrivati all'eccesso opposto, ma un tempo, ricordo che in molti la pensavano come i miei. Io sto cercando di far conoscere tutti gli strumenti informatici a mia figlia, e col tempo le spiegherò anche le insidie che nasconde internet (al momento non usa internet).
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi