Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Mondadori ferma il pirata delle riviste
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ribelli digitali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 03 Ago 2017 17:30    Oggetto: Mondadori ferma il pirata delle riviste Rispondi citando

Leggi l'articolo Mondadori ferma il pirata delle riviste



 

 

Segnala un refuso
Top
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 03 Ago 2017 21:31    Oggetto: Rispondi citando

Il portale in questione non ha mai smesso di essere operativo nonostante l'oscuramento. Ha solo cambiato dominio e dal giorno stesso era online. Controllate!
Top
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 04 Ago 2017 10:44    Oggetto: Rispondi citando

dasolo.me funziona perfettamente anche senza VPN
Top
colemar
Semidio
Semidio


Registrato: 17/08/10 23:44
Messaggi: 329

MessaggioInviato: 04 Ago 2017 20:03    Oggetto: Rispondi citando

"pur non responsabili delle violazioni dei diritti protetti, i service provider hanno l'obbligo di attivarsi con tutte le misure ragionevoli"

Ecco un concetto che a quanto pare sta prendendo piede fra i giudici, e che io francamente non riesco a capire.

Mi risulta ci sia una direttiva europea che vieta ai provider di monitorare (e a maggior ragione filtrare) le comunicazioni degli utenti, a meno di un ordine della autorità giudiziaria. Quindi non si può imputare ai provider nemmeno una seppur piccola negligenza, anche a prescindere dai costi notevoli di tale monitoraggio, quindi non c'è alcuna responsabilità preventiva del provider.
E allora perché il giudice accolla ai provider i costi necessari a interrompere il reato e a prevenirlo? Mi sembrerebbe equo che le spese relative le paghi il ricorrente, visto che scovare il gestore del sito è quasi impossibile.

Che differenza c'è tra un provider che involontariamente veicola contenuti illeciti con un concessionario autostradale che involontariamente concede il transito ad un bella fetta di traffici illegali?
Eppure nessun giudice hai mai pensato di ordinare ad Autostrade per l'Italia S.p.A. di perquisire tutti i veicoli sospetti che passano dai caselli.

Dite che i veicoli non possono essere perquisiti se non dalle autorità con certe motivazioni e quindi bla bla bla? Però anche il traffico sulle reti di comunicazioni in base alla succitata direttiva godrebbe di protezioni equivalenti alla corrispondenza postale.
Top
Profilo Invia messaggio privato
{ALIX}
Ospite





MessaggioInviato: 05 Ago 2017 00:18    Oggetto: Rispondi citando

Ha cambiato dominio, ed è diventato italiashare.info...
Allora cosa hanno fatto?
Top
{Teresa}
Ospite





MessaggioInviato: 05 Ago 2017 10:17    Oggetto: Rispondi citando

E' pazzesco come le autorità (e di conseguenza i poi i Media lo sbandierino), si vantino di aver "debellato un traffico illecito" o "inflitto un duro colpo alla pirateria" ecc.ecc. quando poi, gli stessi portali non fanno UN SINGOLO giorno di "offline" operando indisturbati attuando un semplice Redirect al link incriminato
Questo specifico caso ne è l'ennesima dimostrazione: come si può pensare che gli utenti siano tutti così ingenui da farsi intimorire da queste notizie e che credano che questi patetici tentativi di oscuramento siano efficaci a qualcosa?
Non sarebbe meglio adoperare le proprie risorse (tempo e denaro) con espedienti più proficui dal punto di vista del risultato?
Da una vita ormai questo è l'esito finale: oscurato un sito, lo stesso risulta sempre e perennemente ONline con dominio differente
Top
{ginot4v3r4}
Ospite





MessaggioInviato: 08 Ago 2017 08:48    Oggetto: Rispondi citando

Ma come fa un portale a pubblicare le testate?
E poi... le testate in questione sono composte da pagine sulle quali si vedono delle pieghe?
Sono talmente perfetto che a caricarle non può essere che uno che lavora nella casa editrice in questione.
Top
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 7287
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 14 Ago 2017 15:37    Oggetto: Rispondi

Citazione:
[...] e in caso di inattività sono previste a loro carico sanzioni onerose per ogni giorno di ritardo, attivabili da Mondadori senza ulteriori avvisi [...]

Cioè se un bel giorno qualcuno di Mondadori decide che c'è stata una violazione. lo segnala, nessuno verifica la veridicità dall'affermazione e la sanzione viene irrogata??? Shocked

Spero bene che non sia così, spero proprio di aver capito male!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ribelli digitali Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi