Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
lettera aperta a Gino Strada
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Politica e dintorni
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
paolodegregorio
Dio minore
Dio minore


Registrato: 13/07/07 12:00
Messaggi: 938

MessaggioInviato: 23 Gen 2019 16:11    Oggetto: lettera aperta a Gino Strada Rispondi

- lettera aperta a Gino Strada -
di Paolo De Gregorio, 23 gennaio 2019

Leggo oggi, 22 gennaio, sul “il Fatto quotidiano” una invettiva contro il governo italiano da parte di Gino Strada, condita di epiteti: coglioni, fascisti, criminali. Naturalmente l’invettiva riguarda la politica di fermezza contro la immigrazione, legittimata dal voto politico alle ultime elezioni, che ha premiato i partiti che si sarebbero impegnati a fermare questo fenomeno.

Personalmente non ho mai insultato nessuno in 18 anni di presenza in rete con centinaia di articoli e un libro (“le regole del gioco” che si può scaricare gratuitamente dalle librerie online Amazon, Mondadori, Republic etc), e continuo a credere che gli insulti allontanino le persone tra loro e rendano impossibile ogni dialogo. Stavolta però mi permetto di introdurre la categoria della stupidità nella quale mi sembra che Gino Strada sia immerso, visto che da 30 anni ha scelto di rendere più umane le guerre assistendo nei suoi ospedali i combattenti feriti, restituendoli sanati alle rispettive parti belligeranti, senza che questa attività abbia mai prevenuto o fatto cessare alcuna guerra.

Mi pare evidente e lampante che alla origine delle guerre intestine africane e della emigrazione vi sia il vergognoso colonialismo di matrice europea, sostituito oggi dal neo-colonialismo delle multinazionali che corrompono le classi dirigenti africane in cambio di sfruttamento delle materie prime, l’acquisto da parte di Cina, Russia, India, Arabia Saudita, etc delle terre più produttive, la sovrappopolazione che è arrivata contare un miliardo e duecento milioni.
Frenare la voracità delle multinazionali, appoggiate dal sistema finanziario internazionale e quando serve dagli interventi militari (vedi il più recente in Libia dei francesi e compari) mi sembra piuttosto velleitario, e oggi è difficile anche far passare una elementare verità come la realtà del neocolonialismo.
Più possibile, anche se difficile e rischioso, è puntare con tutte le Onlus presenti sul territorio africano al contenimento delle nascite, diffondendo quei presidi contraccettivi che hanno a disposizione le donne europee che, oltre a decidere loro stesse se e quando fare figli, hanno garantito una saggia “crescita zero” che fa restare in equilibrio numero abitanti e risorse a disposizioni.

Caro Gino Strada, i coglioni a cui tu parli ti invitano a modificare il tuo impegno, sicuramente in buona fede, ma sicuramente inutile per cambiare le cause della immigrazione e, quando parli di accoglienza, devi farti carico del fatto che la nostra economia non ha bisogno di manodopera non qualificata, non può integrare i richiedenti asilo che vanno a finire nelle mani degli schiavisti e dei caporali o a fare gli spacciatori e devi tener conto che questa immigrazione ha creato forti disagi nelle popolazioni europee spostando a destra la maggioranza dei paesi europei.
Paolo De Gregorio
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Politica e dintorni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi