Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Monaco di Baviera torna a Linux
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Linux
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 17 Mag 2020 13:35    Oggetto: Monaco di Baviera torna a Linux Rispondi citando

Leggi l'articolo Monaco di Baviera torna a Linux
Il nuovo slogan è ''Soldi pubblici, codice pubblico''.


 

 

Segnala un refuso
Top
{Giampix}
Ospite





MessaggioInviato: 17 Mag 2020 15:34    Oggetto: Rispondi citando

Infatti mi sono sempre chiesto come facciano le amministrazioni pubbliche, ed in primis quelle militari, a fidarsi di un qualsiasi programma in cui non sia possibile guardare dentro per vedere che fa e come lo fa,.... Mah!
Top
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9169

MessaggioInviato: 18 Mag 2020 12:37    Oggetto: Rispondi citando

Dunque qualche anno fa hanno comprato nuovi pc e nuove licenze per W10 e MS Office, ora buttano tutto nel cesso per tornare a Linux.
Anche se il costo dei nuovi pc è recuperabile, le licenze non credo.

Hanno una bella sorta di bipolarismo informatico questi di Monaco. Rolling Eyes


L'ultima modifica di Maary79 il 18 Mag 2020 12:41, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9169

MessaggioInviato: 18 Mag 2020 12:40    Oggetto: Rispondi citando

{Giampix} ha scritto:
Infatti mi sono sempre chiesto come facciano le amministrazioni pubbliche, ed in primis quelle militari, a fidarsi di un qualsiasi programma in cui non sia possibile guardare dentro per vedere che fa e come lo fa,.... Mah!


In Italia neanche sanno cosa voglia dire codice aperto, e che esistano altri OS a parte quei 3 molto pubblicizzati e preistallati, compresi la quasi totalità dei dipendenti pubblici.
Figuriamoci cosa gli interessa.
Sono ancora li, che mi mandano le e-mail con allegati pdf, e le istruzioni per poter vedere il pdf...cioè scaricando Adobe Reader.... Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Cin Fu}
Ospite





MessaggioInviato: 18 Mag 2020 14:34    Oggetto: Rispondi citando

@Maary79
Già, tanto pagano i cittadini tedeschi per le scelte politiche, mica i politici che le fanno.
@Giampix
I miltari hanno accesso quasi totale al codice sorgente dei programmi Microsoft.
E nel "quasi" che si cela il diavolo.
D'altra parte gli italiani sono esterofili incalliti.
Pochi sanno infatti che le poste italiane sono controllate solo al 9 percento dall'italia, perlopiù con la cassa depositi e prestiti, che a sua volta è controllata da banche private di mezzo mondo, e attraverso società satelliti dai cinesi di State Grid Corporation, che controllano anche Terna, il detentore fisico della rete elettrica nazionale italiana...
E gli italioti imbambolati dal calcio in tv, non fiatano perché non sanno.
Non sanno niente del paese in cui vivono, e dei benefattori esterofili che lo hanno governato.
Top
Ramon
Semidio
Semidio


Registrato: 07/07/06 00:50
Messaggi: 331

MessaggioInviato: 18 Mag 2020 16:00    Oggetto: Rispondi citando

Non entro nel merito della solita diatriba Windows-Linux, però vorrei far notare che spesso closed-source non è certo sinonimo di maggiore qualità e affidabilità; ad esempio, si è visto negli anni che il codice chiuso a volte nasconde delle backdoor messe li non certo per sbaglio. Non parliamo poi del fatto che tecnologie closed pagate a peso d'oro dalle pubbliche amministrazioni, si siano in seguito rivelate totalmente inadeguate, al punto da sfigurare persino nei confronti delle soluzioni open-source.
Proprio in questi giorni sono arrivate le conclusioni dell'inchiesta sull'epic fail di Aprile del sito INPS; niente hackeraggio (come tutti già sospettavano), ma gravi responsabilità da parte di chi doveva garantire la capacità dei server di gestire un numero enorme di richieste. Come rivela il generale Umberto Rapetto, il colossale flop vede coinvolta Microsoft (tecnologia Akamai fornita nell'ambito dei servizi Cloud Azure), IBM e Leonardo; resta da capire quanti soldi siano stati spesi per pagare questo gigantesco colabrodo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9169

MessaggioInviato: 18 Mag 2020 22:30    Oggetto: Rispondi citando

Per come la vedo io ogni stato dovrebbe/potrebbe avere la propria distribuzione Linux. Ce ne sono un po' per ogni parte del mondo.
E non ci sarebbe nessuna frammentazione perché la base è sempre la stessa
Top
Profilo Invia messaggio privato
wyvern
Comune mortale
Comune mortale


Registrato: 19/05/20 08:24
Messaggi: 1

MessaggioInviato: 19 Mag 2020 08:29    Oggetto: Rispondi citando

{Cin Fu} ha scritto:
@Maary79
Pochi sanno infatti che le poste italiane sono controllate solo al 9 percento dall'italia, perlopiù con la cassa depositi e prestiti, che a sua volta è controllata da banche private di mezzo mondo, e attraverso società satelliti dai cinesi di State Grid Corporation, che controllano anche Terna, il detentore fisico della rete elettrica nazionale italiana...

Leggo sul sito poste.it:
Al 31 dicembre 2019 la Società è partecipata per il 29,3% dal Ministero dell’Economia e della Finanze (MEF), per il 35% da Cassa Depositi e Prestiti, a sua volta controllata dal MEF, e per la residua parte da investitori istituzionali e retail.
Scusa ma a me pare che sia più del 9%...
Top
Profilo Invia messaggio privato
gelty72
Eroe
Eroe


Registrato: 03/02/10 10:27
Messaggi: 63

MessaggioInviato: 19 Mag 2020 09:28    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
Dunque qualche anno fa hanno comprato nuovi pc e nuove licenze per W10 e MS Office, ora buttano tutto nel cesso per tornare a Linux.
Anche se il costo dei nuovi pc è recuperabile, le licenze non credo.


Citazione:
«nulla cambierà dall'oggi al domani, ma ogni volta che ci sarà da sottoscrivere un nuovo contratto, pensiamo che debba coinvolgere il software libero»


Probabilmente, come dice la FSF, si tratta di nuovi contratti, non di buttare al macero i vecchi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
zero
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/03/08 17:34
Messaggi: 1257

MessaggioInviato: 19 Mag 2020 10:05    Oggetto: Rispondi citando

L'importante e' che si decidano, una volta per tutte.
Cambiare un OS non e' come cambiare una TV!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Undertaker
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 25/02/14 16:00
Messaggi: 148

MessaggioInviato: 19 Mag 2020 22:25    Oggetto: Rispondi citando

Così però si perderanno tutte queste simpatiche epidemie di ransomware Sad
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zio_LoneWolf
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 18/05/16 09:00
Messaggi: 197

MessaggioInviato: 20 Mag 2020 09:22    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
Per come la vedo io ogni stato dovrebbe/potrebbe avere la propria distribuzione Linux. Ce ne sono un po' per ogni parte del mondo.
E non ci sarebbe nessuna frammentazione perché la base è sempre la stessa

Per come la vedo io, non ci sarebbe nemmeno bisogno di una distribuzione completa - non serve LiMux: sarebbe sufficiente un repository multipiattaforma per applicazioni custom (native snap o quant'altro) ed un metapacchetto (.deb, .rpm o quant'altro) per l'installazione e la configurazione di una base comune e uniforme.

E non è nemmeno particolarmente difficile: lo feci parecchi annetti fa in poche ore per installare a tappeto una quindicina di server tutti uguali, usando anaconda (l'installer di RH), e un paio di script... con un po' più di impegno, sono certo sia possibile, scelte anche due o tre distribuzioni "ufficiali", arrivare ad installazioni customizzate nei minimi dettagli per specifici settori pubblici solo con i metapacchetti.
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Cin Fu}
Ospite





MessaggioInviato: 20 Mag 2020 19:56    Oggetto: Rispondi

@wyvern: si, errore mio di trascrizione.
Per la cassa depositi e prestiti (e per la "parte residua") vale quanto ho scritto.
E direi che avere due strutture chiave controllate da privati e governi (dietro ai privati) stranieri è una cosa che definire "preoccupante" è un eufemismo.
Da quando i collusi politici hanno fatto diventare persone giuridiche le entità chiave dell'italia, hanno dato il via libera alla spartizione del bottino da parte di chiounque avesse soldi e potere sufficienti.
Ricordo che dietro ad una società giuridica si può nascondere chiunque, mafia docet.
Quello che volevo sottolineare è l'ignoranza della gente di quanto fanno i governanti, e questo va avanti da circa 40 anni di distruzione sistematica di questo Paese.
Siamo in una dittatura de facto, mascherata da vuote chiacchiere sulla democrazia.
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Linux Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi