Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Dieci splendidi oggetti morti: quando non eravamo digitali
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 13 Giu 2020 07:36    Oggetto: Dieci splendidi oggetti morti: quando non eravamo digitali Rispondi citando

Leggi l'articolo Dieci splendidi oggetti morti: quando non eravamo digitali
Esce il nuovo saggio di Massimo Mantellini, che ci parla di come eravamo prima di Internet e di come non saremo mai più.


 

 

Segnala un refuso
Top
RECAST
Eroe
Eroe


Registrato: 15/11/14 21:15
Messaggi: 66

MessaggioInviato: 13 Giu 2020 10:48    Oggetto: Rispondi citando

Ho vissuto questo percorso dai primordi. Ho visto i primi fax, le telescriventi, i potentissimi, per allora, Olivetti M24, il dannato dos. Oggi uso il tomtom, che spesso mi porta a spasso nelle mulattiere, ma lo affianco a una cartina (ripiegata male).
Top
Profilo Invia messaggio privato
amldc
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 02/05/06 16:21
Messaggi: 1339

MessaggioInviato: 13 Giu 2020 11:04    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Oggi uso il tomtom, che spesso mi porta a spasso nelle mulattiere, ma lo affianco a una cartina

La cartina ha indubbiamente alcuni piccoli e quasi insignificanti vantaggi rispetto ad un navigatore:
    se non c'è campo funziona lo stesso
    se il GPS non riceve il segnale funzion lo stesso
    se si scaricano le batterie funziona lo stesso
    se cade in terra non si rompe
    offre una visuale non limitata ad una manciata di pollici

Per essere più efficace sarebbe opportuno che fosse anche accompagnata da una semplice bussola.
Sono equipaggiamenti che una persona dotata di buon senso dovrebbe sempre portarsi dietro quando va in zone poco conosciute e frequentate.
Top
Profilo Invia messaggio privato
{pojana}
Ospite





MessaggioInviato: 13 Giu 2020 11:35    Oggetto: Rispondi citando

Possiamo leggere scritti fatti su supporti cartacei o simili di qualche migliaio di anni fa, che previsioni fare su quelli digitali attuali ?
Per quanto riguarda la trasmissione orale ricordiamoci la storiella del bicchiere di Re Artù ....
Top
zoomx
Eroe
Eroe


Registrato: 14/11/14 16:11
Messaggi: 70

MessaggioInviato: 13 Giu 2020 14:39    Oggetto: Rispondi citando

La grande maggioranza degli scritti di migliaia di anni fa è andata persa. Possiamo leggere il poco che rimane e i testi ricopiati o citati in altri scritti.

Le cartine topografiche sono bellissime ma: in Italia non sono aggiornate spesso di decenni e, se piove e non sono in tivek, si deteriorano.
In altri paesi, tipo la Francia, sono invece aggiornate.
Top
Profilo Invia messaggio privato
zero
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/03/08 17:34
Messaggi: 1331

MessaggioInviato: 13 Giu 2020 16:38    Oggetto: Rispondi citando

Si chiama progresso.
Senza progresso useremo ancora i bastoncini da sfregare per accendere il fuoco.
Anzi...anche i bastoncini sono stata un innovazione tecnologia.

"Bei tempi quando si mangiava la carne cruda del cinghiale appena ucciso, mentre adesso c'e' questa diavoleria dei bastoncini da sfregare. Dove andremo a finire di questo passo!?"


.
Top
Profilo Invia messaggio privato
yayo75
Eroe
Eroe


Registrato: 07/08/06 21:53
Messaggi: 76

MessaggioInviato: 13 Giu 2020 21:15    Oggetto: Rispondi citando

Progresso vuol dire nuove invenzioni e nuove tecnologie, ma poi bisogna vedere se servono davvero, a che cosa, a chi, in che modo, come vengono usate... ecc...
Il presupposto di migliorare la vita non è un assunto e per ogni novità si dovrebbero valutare correttamente tutte le implicazioni. Possibilmente prima.

Cioè, per capirci, pure la plastica era il progresso, ma l'abbiamo usata da stupidi e adesso la mangiamo. : /
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1789
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 13 Giu 2020 23:12    Oggetto: Rispondi citando

Zeus News ha scritto:
Esce il nuovo saggio di Massimo Mantellini, che ci parla di come eravamo prima di Internet e di come non saremo mai più

Ho appena finito di leggerlo... in formato ebook ovviamente Very Happy e l'ho trovato interessante, dietro al titolo è volutamente pessimista.

Certo alcuni oggetti ormai hanno un futuro sempre più incerto, come la macchina fotografica, con la pellicola intendo, perché il cellulare l'ha sostituita per i click mentre quelle elettroniche godono di ottima salute.

Dei vecchi oggetti quasi nessuno è scomparso del tutto, la candela continua a farmi luce durante i blackout, la vecchia cartina omaggio del benzinaio è ancora nel cruscotto per quando cellulare e tomtom non prendono, la lista della spesa la compilo ancora a biro...

Ma quello che mai più riavremo indietro è il silenzio, ed è forse la cosa più triste.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9644

MessaggioInviato: 14 Giu 2020 09:11    Oggetto: Rispondi citando

Anche i pc, a discapito degli smartphone e tablet, sono quasi estinti.
Anche se nel periodo della quarantena sono stati rivalutati... Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
RECAST
Eroe
Eroe


Registrato: 15/11/14 21:15
Messaggi: 66

MessaggioInviato: 14 Giu 2020 14:35    Oggetto: Rispondi citando

Letto in un pomeriggio. Mi ha fatto fare un bel viaggio a ritroso: guarda caso ho anch'io un tascam 244 che non funziona più.
Top
Profilo Invia messaggio privato
etabeta
Troll Sconvolto *


Registrato: 06/04/06 10:02
Messaggi: 2663

MessaggioInviato: 14 Giu 2020 15:05    Oggetto: Rispondi citando

yayo75 ha scritto:
Progresso vuol dire nuove invenzioni e nuove tecnologie, ma poi bisogna vedere se servono davvero, a che cosa, a chi, in che modo, come vengono usate... ecc...
Il presupposto di migliorare la vita non è un assunto e per ogni novità si dovrebbero valutare correttamente tutte le implicazioni. Possibilmente prima.

Cioè, per capirci, pure la plastica era il progresso, ma l'abbiamo usata da stupidi e adesso la mangiamo. : /


cappello
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1789
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 14 Giu 2020 17:11    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
Anche i pc, a discapito degli smartphone e tablet, sono quasi estinti.

Ma quando mai? Se col pc ci devi lavorare sul serio ti servono uno schermo grande e una tastiera vera, non si possono sostituire con schermi piccoli e touchscreen che sono nati per gioco e comunicazione e assolutamente inadatti a lavorare con grandi spreadsheet o grafica complessa.

Chi non se n'era ancora reso conto proprio durante la quarantena si è accorto di cosa voglia dire passare una giornata su un 10" e le aziende lo hanno ben recepito lanciando nuovi modelli.

E' come con il monopattino, può sostituire l'auto se devi solo spostare te stesso per brevi tratte, col bel tempo e nulla da traportare, ma già con due buste della spesa o sotto la pioggia neppure un ragazzo li usa, figurati una casalinga o un cinquantenne.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9644

MessaggioInviato: 14 Giu 2020 22:36    Oggetto: Rispondi citando

@gomez

Chi deve lavorare al pc sono una minor parte. L'informatica è solo in questi ultimi tempi che è diventata alla portata di chiunque, smart.
Prima era cosa per pochi. Ma non saprei se così era meglio, nonostante tutto... Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1789
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 15 Giu 2020 10:16    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
Chi deve lavorare al pc sono una minor parte.

Possibile, anche se col telelavoro incalzante (sì sì OK OK, ora si chiama Smart Working, in effetti in inglese fa più figo) molti si sono resi conto che una cosa è guardarsi Netflix sul 10" spaparanzati sul divano chattando tre righe e ben altro è doverci mettere le mani per otto ore o più per lavorare sul serio

Saranno quindi sempre di più quelli che pretenderanno dall'azienda almeno uno strumento adatto, visto che tutto il rsto di fatto è a carico loro e risparmiare sul bus non basta.
Top
Profilo Invia messaggio privato
etabeta
Troll Sconvolto *


Registrato: 06/04/06 10:02
Messaggi: 2663

MessaggioInviato: 16 Giu 2020 21:09    Oggetto: Rispondi citando

gomez ha scritto:
Zeus News ha scritto:
Esce il nuovo saggio di Massimo Mantellini, che ci parla di come eravamo prima di Internet e di come non saremo mai più

Ho appena finito di leggerlo... in formato ebook ovviamente Very Happy e l'ho trovato interessante, dietro al titolo è volutamente pessimista.

Certo alcuni oggetti ormai hanno un futuro sempre più incerto, come la macchina fotografica, con la pellicola intendo, perché il cellulare l'ha sostituita per i click mentre quelle elettroniche godono di ottima salute.

Dei vecchi oggetti quasi nessuno è scomparso del tutto, la candela continua a farmi luce durante i blackout, la vecchia cartina omaggio del benzinaio è ancora nel cruscotto per quando cellulare e tomtom non prendono, la lista della spesa la compilo ancora a biro...


No dirlo! Rischiamo di finire anche noi due "obsolescenzizzati" Wink

gomez ha scritto:

Ma quello che mai più riavremo indietro è il silenzio, ed è forse la cosa più triste.


Se lo cerchi lo trovi.
Io nel silenzio perfetto ci sono anche ora, come sempre.
Navigo in internet, niente televisione, ne radio, ne mp3 in sottofondo solo io e il rumore dei tasti premuti sulla tastiera del mio eeePC.
(Autoplay di contenuti web multimediali ovviamente disabilitato Very Happy )
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
etabeta
Troll Sconvolto *


Registrato: 06/04/06 10:02
Messaggi: 2663

MessaggioInviato: 16 Giu 2020 21:11    Oggetto: Rispondi citando

gomez ha scritto:
Maary79 ha scritto:
Chi deve lavorare al pc sono una minor parte.

Possibile, anche se col telelavoro incalzante (sì sì OK OK, ora si chiama Smart Working, in effetti in inglese fa più figo) molti si sono resi conto che una cosa è guardarsi Netflix sul 10" spaparanzati sul divano chattando tre righe e ben altro è doverci mettere le mani per otto ore o più per lavorare sul serio

Saranno quindi sempre di più quelli che pretenderanno dall'azienda almeno uno strumento adatto, visto che tutto il rsto di fatto è a carico loro e risparmiare sul bus non basta.


ola ola ola
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
etabeta
Troll Sconvolto *


Registrato: 06/04/06 10:02
Messaggi: 2663

MessaggioInviato: 16 Giu 2020 21:19    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
@gomez

Chi deve lavorare al pc sono una minor parte. L'informatica è solo in questi ultimi tempi che è diventata alla portata di chiunque, smart.
Prima era cosa per pochi. Ma non saprei se così era meglio, nonostante tutto... Rolling Eyes


Quindi le persone che oggi ne hanno abbastanza di un tablet per quello che devono farci ma attorno all'inizio del secolo hanno comperato un pc... hanno buttato soldi.

Ho indovinato?
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1789
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 17 Giu 2020 04:11    Oggetto: Rispondi citando

etabeta ha scritto:
gomez ha scritto:

Ma quello che mai più riavremo indietro è il silenzio, ed è forse la cosa più triste.

Se lo cerchi lo trovi.
Io nel silenzio perfetto ci sono anche ora, come sempre.
Navigo in internet, niente televisione, ne radio, ne mp3 in sottofondo solo io e il rumore dei tasti premuti sulla tastiera del mio eeePC.
(Autoplay di contenuti web multimediali ovviamente disabilitato Very Happy )

Eh... no. Sad

Sei comunque soggetto a rumori indesiderati, come le odiose musichette che ormai tutti si sentono in dovere di usare come sottofondo a discorsi e interviste.

Per non parlare di quelle che ti ossessionano in ogni ascensore, supermecato, centro commerciale.

E in gran parte dei ristoranti e bar non ti salvi da maxischermi che trasmettono milionari in mutande che inseguono una palla o dementi che si urlano reciprocamente addosso con applausi registrati quando tacciono.

E ci sono le distorte musichette telefoniche di attesa intervallate dall'ossessivo consiglio di non riagganciare per non perdere la priortà acquisita.

E dovunque trovi dementi che soffrono di horror vacui acustico e paiono non concepire che si possa stare in un parco o in riva a un lago senza berciarti nelle orecchie i fatti loro al cellulare o guardar scorrere un filmatino sulla chat.

Io ho la fortuna di vivere in una casa quasi isolata e con vicini educati che quasi non sento esistere, ma anche qui i suoni della natura (che sono il silenzio perfetto) ogni tanto vengono sovrastati da un'autoradio a palla che dalla provinciale mi rammenta che orrori come Nino d'Angelo hanno tutt'ora un pubblico.

No, il silenzio l'abbiamo perso per sempre. Sad
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9644

MessaggioInviato: 17 Giu 2020 15:19    Oggetto: Rispondi citando

etabeta ha scritto:
Maary79 ha scritto:
@gomez

Chi deve lavorare al pc sono una minor parte. L'informatica è solo in questi ultimi tempi che è diventata alla portata di chiunque, smart.
Prima era cosa per pochi. Ma non saprei se così era meglio, nonostante tutto... Rolling Eyes


Quindi le persone che oggi ne hanno abbastanza di un tablet per quello che devono farci ma attorno all'inizio del secolo hanno comperato un pc... hanno buttato soldi.

Ho indovinato?


Diciamo che quelle persone ad inizio secolo o non avevano il pc, o ce l'avevano per semplice navigazione, video, documenti, ma senza pretese.
I dispositivi mobili hanno reso tutto facile, smart, e per chi non era abituato all'utilizzo di pc sono stati una manna dal cielo, io conosco molta gente che con smartphone e tablet hanno fatto tutto, ma proprio tutto a livello di scuola/figli durante il lock down.
Certo, a livello di lavoro d'ufficio serve un pc, con i software aziendali. Ma è l'azienda tenuta a provvedere ai propri dipendenti, in modo che potessero lavorare da casa, e di sicuro questi utenti sono anche più abituati ad usare questi strumenti.
L'utente base, vede i pc come oggetti per lavorare o al massimo giocare, mentre per tutto il resto ci sono i dispositivi mobili.
Top
Profilo Invia messaggio privato
etabeta
Troll Sconvolto *


Registrato: 06/04/06 10:02
Messaggi: 2663

MessaggioInviato: 22 Giu 2020 12:06    Oggetto: Rispondi

gomez ha scritto:

No, il silenzio l'abbiamo perso per sempre. Sad


Invero il silenzio in natura non è mai esistito.
Basta guardarsi naked & afraid su dmax, anche in una zona senza altra presenza umana oltre a te stesso ci sono comunque rumori generati dagli animali.

Il silenzio assoluto è un'invenzione dell'uomo, si chiama camera anecoica.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi