Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Fusione Tim e Open Fiber, l'Europa non può che approvare
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Telefonia fissa
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 05 Set 2020 09:37    Oggetto: Fusione Tim e Open Fiber, l'Europa non può che approvare Rispondi citando

Leggi l'articolo Fusione Tim e Open Fiber, l'Europa non può che approvare
C'è chi vorrebbe che la UE bocciasse l'operazione, ma la rete unica è la soluzione adottata anche lì.


 

 

Segnala un refuso
Top
{dintona}
Ospite





MessaggioInviato: 05 Set 2020 14:58    Oggetto: Rispondi citando

Finché questi tipi di 'soluzioni' saranno politiche e non tecniche, niente di buono si può lecitamente attendere.
La politica, specie nella iperdirigista europa, mette il naso ovunque, appesantendo e quasi sempre storpiando il mercato, che poi deve essere mantenuto storpiato per evitarne il crollo.
L'errore è nella base, e credo che se sarà possibile correggerlo, cosa che personalmente mi sento di dubitare, ci vorranno generazioni...
Nel frattempo così è, se ci pare (o non ci pare).
Top
Ramon
Semidio
Semidio


Registrato: 07/07/06 00:50
Messaggi: 335

MessaggioInviato: 05 Set 2020 16:20    Oggetto: Rispondi citando

Il discorso non riguarda la rete unica, ma chi la deve gestire.
L'ABC dell'economia di mercato dice che: chi gestisce la rete non può gestire anche i servizi, altrimenti si verrebbe a trovare in una condizione di enorme privilegio rispetto ai concorrenti.
Proprio per questo motivo, già nel 1984 gli USA decisero di smembrare il colosso AT&T in numerose aziende più piccole, in modo da eliminare un monopolio che stava soffocando tutto il mercato delle TLC.
In Italia invece, nel 2020 si decide di affidare la rete al monopolista TIM, il quale è responsabile della gravissima arretratezza tecnologica in cui versa buona parte del Paese (le cosiddette "aree bianche" o "aree a fallimento di mercato", ridotte in quelle condizioni proprio da TIM/TELECOM).
Top
Profilo Invia messaggio privato
PuppinoCbr
Dio minore
Dio minore


Registrato: 10/03/06 17:13
Messaggi: 622
Residenza: Chieti

MessaggioInviato: 06 Set 2020 12:42    Oggetto: Rispondi citando

{dintona} ha scritto:
La politica, ..., mette il naso ovunque, appesantendo e quasi sempre storpiando il mercato, ...


Te ne stupisci? Non sono, alla fine, gli stessi interpreti?
Top
Profilo Invia messaggio privato
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 28 Set 2020 08:51    Oggetto: Rispondi

Il problema non è la rete unica ma TIM. Il ritardo tecnologico dell'Italia dipende solo dall'inettitudine di questa società che ha sempre goduto di una posizione dominante nel mercato nazionale solo grazie a favoritismi politici e operazioni economico/finanziarie al limite del lecito.
La rete unica è un bene solo se gestita da persone capaci senza velate posizioni monopolistiche.
Solita storia italiana, facciamo le infrastrutture con i soldi pubblici e poi le regaliamo a finti privati (SIP docet)
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Telefonia fissa Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi