Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Analfabetismo numerico e Covid-19
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 09 Nov 2020 17:00    Oggetto: Analfabetismo numerico e Covid-19 Rispondi citando

Leggi l'articolo Analfabetismo numerico e Covid-19
Cassandra Crossing/ Da Benedetto Croce a Facebook: che fine ha fatto la cultura scientifica degli italiani?


 
Benedetto Croce e Giovanni Gentile
 

Segnala un refuso
Top
{Piero}
Ospite





MessaggioInviato: 09 Nov 2020 19:18    Oggetto: Rispondi citando

Novantadue minuti di applausi.
Top
{Tullio Tomasi}
Ospite





MessaggioInviato: 10 Nov 2020 14:57    Oggetto: Rispondi citando

Salve. Seguo sempre con estremo interesse i suoi articoli.
Questa volta però devo registrare una caduta misera sul piano della cultura scientifica ( putacaso, proprio l'argomento dell'articolo): non si può parlare nel caso del maledetto covid-19 di crescita esponenziale... Suvvia, saremmo tutti già morti da tempo!
Un caro saluto
tt
Top
Paolosalva
Semidio
Semidio


Registrato: 16/12/17 15:32
Messaggi: 201
Residenza: Italia

MessaggioInviato: 10 Nov 2020 16:32    Oggetto: Rispondi citando

Eppure la risposta è molto semplice, è sotto gli occhi di tutti, ma pochi la vogliono vedere e la vedono.
La Chiesa cattolica, la religione, che da noi è al comando da circa 15 secoli, non può permettere che l'educazione dei ragazzi sia di impronta scientifica, solo gli studi umanistici possono allevare menti predisposte alle credenze religiose, chi studia materie tecniche e scientifiche, nella maggioranza dei casi, farà fatica a credere ai racconti religiosi, gli sarà impossibile credere ai miracoli, alla creazione del mondo da parte di un dio.
La causa principale dell'arretratezza della scuola italiana, a tutti i livelli, è di responsabilità della Chiesa cattolica, che, nonostante il racconto popolare, ha ancora un potere immenso in Italia, tale da poter influenzare tutta la catena di eventi che indirizzano le sorti di tutto il paese.
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Massimo}
Ospite





MessaggioInviato: 10 Nov 2020 16:55    Oggetto: Rispondi citando

Io penso che attribuire la COLPA dell'ignoranza in senso stretto che deriva dall'istruzione scolastica attuale alla Chiesa Cattolica (quantomeno da esprimere con l'iniziale maiuscola), quando siamo uno dei paesi industrializzati con il più alto tasso di uscita dagli studi dopo la scuola dell'obbligo e con il devasto dato dai continui, persistenti e ignobili tagli alla Pubblica Istruzione sia un modo, per dirla con un eufemismo, molto limitato di vedere il problema. Vogliamo dare la colpa a chi ha costruito lo specchio anziché a chi è riflesso ? Facciamolo pure, ma essendo consci che così non ci distacchiamo dagli struzzi. O tempora o mores !
Top
{Bepi Tissi}
Ospite





MessaggioInviato: 10 Nov 2020 17:25    Oggetto: Rispondi citando

Musica per le mie orecchie, perfettamente d'accordo, ma attenzione agli strafalcioni: Gentile non Croce fece la famosa riforma scolastica, che oltretutto è del 1924 e non del '23. Croce era stato ministro della Pubblica Istruzione due anni prima, con l'ultimo governo Giolitti, e non è l'autore della riforma. Volevo inoltrare l'articolo ai miei contatti, ma così com'è diventa un autogol.
Top
{Bepi Tissi}
Ospite





MessaggioInviato: 10 Nov 2020 17:25    Oggetto: - Rispondi citando

Commento fuori tema o non conforme al regolamento del forum.
Top
zero
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/03/08 17:34
Messaggi: 1331

MessaggioInviato: 10 Nov 2020 17:38    Oggetto: Rispondi citando

Un'altra forma di analfabetismo numerico e' quella che riguarda le "classifiche" delle regioni piu' colpite da COVID.

Sono mesi che i media si "stupiscono" che la Lombardia (10 milioni di abitanti, ovvero un sesto degli italiani) ha piu' casi delle altre regioni come Toscana (3.7 milioni) o Molise (300 mila).

E cosi' compliacato capire che si deve calcolare l'incidenza per 100mila abitanti?


.
Top
Profilo Invia messaggio privato
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1789
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 10 Nov 2020 20:56    Oggetto: Rispondi citando

Zeus News ha scritto:
Analfabetismo numerico e Covid-19 (...) che fine ha fatto la cultura scientifica degli italiani?

Gli italiani se appena sentono parlare di scienza si chiudono a riccio e si scagliano contro i "professoroni", ossia contro chiunque usi più di una coppia di neuroni e abbia un Q.I. superiore a quello di un'oloturia, senza minimamente ascoltare.

Se poi ascoltano, ascoltano poco, capiscono male e interpretano peggio, a cominciare dai giornalisti per cui qualunque crescita è "esponenziale" perché il termine suona colto anche se la progressione è 1-1.1-1.2-1.3... che in una pandemia è certo da non sottovalutare, per carità, ma neppure geometrica.

Non parliamo poi dei politici, che tra governo e opposizione sembrano farsi un vanto di usare i numeri a vanvera, dallo sbarco di quattro gatti presentato come un'invasione alla mobilità risolta con i monopattini ai cincischiamenti sugli orari di chiusura e coprifuoco che inseguivano un aumento già geometrico con provvedimenti neppure in grado di contenere una crescita meno che lineare.

Rassegnamoci e continuiamo a contare sullo stellone italiano, che come sempre ci porterà fuori dal baratro nostro malgrado.
Top
Profilo Invia messaggio privato
silver57
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 04/06/14 09:36
Messaggi: 95
Residenza: Genova

MessaggioInviato: 10 Nov 2020 21:17    Oggetto: Rispondi citando

Paolosalva ha scritto:
Eppure la risposta è molto semplice, è sotto gli occhi di tutti, ma pochi la vogliono vedere e la vedono.
La Chiesa cattolica, ....


Quoto in pieno!
L'ignoranza rende l'uomo schiavo e le religioni (tutte) hanno bisogno di schiavi.
Noi in Italia abbiamo il monopolio della Chiesa cattolica che tanti danni ha fatto e tanti danni farà ancora... purtroppo, nonostante il progredire del secolarismo. E' una tara culturale impressa nel dna Crying or Very sad
Top
Profilo Invia messaggio privato
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10678
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 11 Nov 2020 17:40    Oggetto: Rispondi citando

zero ha scritto:
Sono mesi che i media si "stupiscono" che la Lombardia (10 milioni di abitanti, ovvero un sesto degli italiani) ha piu' casi delle altre regioni come Toscana (3.7 milioni) o Molise (300 mila).
E cosi' compliacato capire che si deve calcolare l'incidenza per 100mila abitanti?


Vai qui, scegli "Casi totali per abitanti" e vedi l'incidenza per 100 mila abitanti per provincia. La maggiore parte di quelle più colpite comunque sono in Lombardia. Più in basso c'è la tabella con i contagi per Regione, e per quota di abitanti: seconda la Lombardia, con 2.817% in questo momento (prima la Valle d'Aosta)

Rolling Eyes Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Paolosalva
Semidio
Semidio


Registrato: 16/12/17 15:32
Messaggi: 201
Residenza: Italia

MessaggioInviato: 11 Nov 2020 18:06    Oggetto: Rispondi citando

Dati molto interessanti, vanno bene per smascherare e sbugiardare la stampa, i morti in Italia sono 70 ogni 100.000 abitanti, nei cattivi Stati Uniti del cattivissimo Trump saranno almeno il doppio o il triplo! E invece no, sono 77 su 100.000, ed il cattivissimo Brasile di quella bestia di Bolsonaro? E' a quota 77 anche lui, quello che sta peggio è il Perù a quota 106, però parlano solo degli USA e del Brasile. Ma il dato più interessante è quello svedese, li non hanno fatto gran chiusure, eppure stanno a 60 morti, sempre per ogni 100.000 abitanti. Abbiamo ancora dubbi sulla disonestà della stampa?
Top
Profilo Invia messaggio privato
colemar
Semidio
Semidio


Registrato: 17/08/10 23:44
Messaggi: 402

MessaggioInviato: 11 Nov 2020 18:20    Oggetto: Rispondi citando

{Tullio Tomasi} ha scritto:
... non si può parlare nel caso del maledetto covid-19 di crescita esponenziale... Suvvia, saremmo tutti già morti da tempo!


Eppure la crescita è esponenziale (tempo continuo), oppure geometrica (tempo discreto: giorno per giorno).
Siamo ancora vivi per vari motivi:
    La ragione della progressione è piccola, attualmente in Italia è meno di 1,05 (cioè ogni giorno il conteggio dei positivi in corso aumenta del 5% o meno)
    Solo una piccola parte dei positivi evolve in una malattia mortale
    Le regole di comportamento contribuiscono a ridurre i contatti e quindi la ragione geometrica non è costante ma diminuisce (in effetti la crescita non è esponenziale nei periodi in cui varia il comportamento sociale)


Comunque, se lasciata progredire senza interventi, una crescita geometrica/esponenziale raggiunge tutta la popolazione in tempi sorprendentemente brevi. In realtà, l'andamento risulta esponenziale solo se la popolazione è infinita o finché i negativi sono in numero molto maggiore dei positivi.

Se il comportamento sociale cambia la crescita può rallentare, ma nel momento in cui il comportamento si stabilizza essa ritorna geometrica (ovviamente con una ragione minore).
Se il comportamento è davvero molto prudente, allora la ragione geometrica può scendere a 1 (numero di positivi stabile) o anche meno di 1 (numero di positivi in decrescita geometrica).

Il famoso indice Rt citato spesso nelle notizie non rappresenta la ragione geometica giornaliera, bensì rappresenta il numero medio di persone che un positivo contagia nell'arco di tutto il periodo in cui è contagioso, e non viene misurato direttamente ma viene calcolato proprio a partire dalla ragione geometrica e da altri dati come la durata media dello stato di positività.


Wikipedia: Progressione geometrica
Top
Profilo Invia messaggio privato
gomez
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 28/06/05 10:26
Messaggi: 1789
Residenza: Provincia di Torino

MessaggioInviato: 11 Nov 2020 20:56    Oggetto: Rispondi citando

silver57 ha scritto:
Paolosalva ha scritto:
Eppure la risposta è molto semplice, è sotto gli occhi di tutti, ma pochi la vogliono vedere e la vedono.
La Chiesa cattolica, ....
le religioni (tutte) hanno bisogno di schiavi

Boh, io al posto vostro andrei a rileggere il punto dove Camillo Olivetti spiega che dal tempo di Roma antica la scienza è stata considerata seconda alle arti liberali...

Certamente il dominio del papato su gran parte d'Italia e le religioni in generale ha contribuito all'atteggiamento antiscientifico dell'intellighenzia e della politica ma non ne è stata la causa prima, e molto hanno contribuito e continuano a contribuire i radical chic pronti a esaltare cantanti da sagra della salamella e ignorare gli scienziati.
Top
Profilo Invia messaggio privato
silver57
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 04/06/14 09:36
Messaggi: 95
Residenza: Genova

MessaggioInviato: 11 Nov 2020 23:19    Oggetto: Rispondi citando

Paolosalva ha scritto:
Dati molto interessanti, vanno bene per smascherare e sbugiardare la stampa, i morti in Italia sono 70 ogni 100.000 abitanti, nei cattivi Stati Uniti del cattivissimo Trump saranno almeno il doppio o il triplo! E invece no, sono 77 su 100.000, ed il cattivissimo Brasile di quella bestia di Bolsonaro? E' a quota 77 anche lui, quello che sta peggio è il Perù a quota 106, però parlano solo degli USA e del Brasile. Ma il dato più interessante è quello svedese, li non hanno fatto gran chiusure, eppure stanno a 60 morti, sempre per ogni 100.000 abitanti. Abbiamo ancora dubbi sulla disonestà della stampa?

Be'... dipende sempre da come vuoi leggere i numeri, la percentuale sarà pur sempre la stessa ma un conto è dire che muore il 50% di una popolazione di 100 abitanti altro conto è sempre il 50% ma di una popolazione di 1000 abitanti. La percentuale è invariata ma nel primo caso ho 50 morti nel secondo ne ho 500. Poi è chiaro che i giornalisti per loro natura tendono a dare le notizie nel modo in cui fanno più scalpore, devono vendere non fare informazione
Top
Profilo Invia messaggio privato
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10678
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 12 Nov 2020 12:11    Oggetto: Rispondi citando

Paolosalva ha scritto:
i morti in Italia sono 70 ogni 100.000 abitanti, nei cattivi Stati Uniti del cattivissimo Trump saranno almeno il doppio o il triplo! E invece no, sono 77 su 100.000


vero, ma guarda anche l'altro dato, per esempio qui riguardo i casi su 1M di abitanti.

Per dirti: morti/casi dipende dallo stato di salute e dall'età della popolazione mentre casi/abitanti dipende molto dalle politiche di contenimento adottate... e si vede.
USA: 32K/1M e Italia 17K/1M.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Paolosalva
Semidio
Semidio


Registrato: 16/12/17 15:32
Messaggi: 201
Residenza: Italia

MessaggioInviato: 12 Nov 2020 12:46    Oggetto: Rispondi citando

silver57 ha scritto:
Paolosalva ha scritto:
Dati molto interessanti, vanno bene per smascherare e sbugiardare la stampa, i morti in Italia sono 70 ogni 100.000 abitanti, nei cattivi Stati Uniti del cattivissimo Trump saranno almeno il doppio o il triplo! E invece no, sono 77 su 100.000, ed il cattivissimo Brasile di quella bestia di Bolsonaro? E' a quota 77 anche lui, quello che sta peggio è il Perù a quota 106, però parlano solo degli USA e del Brasile. Ma il dato più interessante è quello svedese, li non hanno fatto gran chiusure, eppure stanno a 60 morti, sempre per ogni 100.000 abitanti. Abbiamo ancora dubbi sulla disonestà della stampa?

Be'... dipende sempre da come vuoi leggere i numeri, la percentuale sarà pur sempre la stessa ma un conto è dire che muore il 50% di una popolazione di 100 abitanti altro conto è sempre il 50% ma di una popolazione di 1000 abitanti. La percentuale è invariata ma nel primo caso ho 50 morti nel secondo ne ho 500. Poi è chiaro che i giornalisti per loro natura tendono a dare le notizie nel modo in cui fanno più scalpore, devono vendere non fare informazione

Per definire l'efficacia delle scelte governative, c'è solo un metodo, confrontarle con quelle degli altri Governi, e si può fare solo guardando le percentuali, dunque le cose sono due, o noi siamo stati bravi e lo sono anche USA e Brasile, o loro hanno lavorato male e noi pure.
Ma la malafede della stampa, che voleva colpire due dei principali rappresentati della destra mondiale, è comprovata dal silenzio assoluto sul Perù, che è troppo piccolo e poco importante per spostare voti, e dal silenzio sulla Svezia, che seguendo le linee guida tipo "Trump" (nonostante sia un paese socialista) ha avuto una percentuale di morti più bassa della media occidentale.
La stampa ha definitivamente rinunciato al suo ruolo di informatore neutrale, per diventare il principale sistema di disinformazione ed indottrinamento, quasi totalmente nelle mani della sinistra.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Paolosalva
Semidio
Semidio


Registrato: 16/12/17 15:32
Messaggi: 201
Residenza: Italia

MessaggioInviato: 12 Nov 2020 12:50    Oggetto: Rispondi citando

SverX ha scritto:
Paolosalva ha scritto:
i morti in Italia sono 70 ogni 100.000 abitanti, nei cattivi Stati Uniti del cattivissimo Trump saranno almeno il doppio o il triplo! E invece no, sono 77 su 100.000


vero, ma guarda anche l'altro dato, per esempio qui riguardo i casi su 1M di abitanti.

Per dirti: morti/casi dipende dallo stato di salute e dall'età della popolazione mentre casi/abitanti dipende molto dalle politiche di contenimento adottate... e si vede.
USA: 32K/1M e Italia 17K/1M.

Sono più importanti i casi di persone contagiate o i morti? Dovremmo giudicare così anche l'influenza stagionale? Allora diventerebbe una malattia gravissima, perché sono centinaia di milioni ogni anno!
Quello che conta sono i morti, non i contagiati.
Top
Profilo Invia messaggio privato
silver57
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 04/06/14 09:36
Messaggi: 95
Residenza: Genova

MessaggioInviato: 12 Nov 2020 13:16    Oggetto: Rispondi citando

Se fosse vera in assoluto la tua affermazione "Quello che conta sono i morti, non i contagiati" allora tutti i governi, compreso quello della Svezia, dovrebbero andare a prendere lezione dai governatori dello Sri Lanka, grande il doppio della Lombardia, conta solo 41 morti.
Forse ci sono altri parametri da prendere in considerazione per valutare difficoltà ed efficacia dei trattamenti sanitari...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Paolosalva
Semidio
Semidio


Registrato: 16/12/17 15:32
Messaggi: 201
Residenza: Italia

MessaggioInviato: 12 Nov 2020 14:32    Oggetto: Rispondi

xxx
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2, 3, 4  Successivo
Pagina 1 di 4

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi