Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Se uno finisce in galera, che fine fa la sua roba ?
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Al Caffe' Corretto
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Erma
Eroe
Eroe


Registrato: 23/11/05 14:33
Messaggi: 74

MessaggioInviato: 07 Apr 2021 22:24    Oggetto: Se uno finisce in galera, che fine fa la sua roba ? Rispondi citando

Un saluto a tutti.

Beh, praticamente come nel titolo, ma vedo di spiegare meglio.
Uno ha una casa, magari in affitto, o anche se in proprietà comunque con riunioni di condominio, spese comuni etc... Contratti di Acqua, Luce, Gas, Telefono/Internet. E tutto quello che contiene, PC, varie apparecchiature elettroniche (HiFi, radio CB, componenti elettronici vari) come varie collezioni di dischi, vecchie audio cassette e VHS, CD... ma anche vestiti, varie attrezzature sportive, ecc... come pure tanti attrezzi di vario genere in cantina e non solo... insomma tutto il materiale di una vita.
Se commette un reato, magari grave, che comprende almeno un discreto tot di anni di galera... che fine fa tutta quella roba ?
Chi dovrebbe occuparsene ?
Comunque lui è impossibilitato ad occuparsene, e sicuramente neanche più in grado "economicamente" di farlo. Se non è almeno abbastanza ricco, non potrà sicuramente assumere un amministratore apposta.
Rimane tutta roba "abbandonata" fin quando tutti i contratti vengono chiusi per morosità (sarebbe il meno), e per le spese di condominio ? Quando si accumulano troppo ti arriva l'ufficiale giudiziario per sequestrare un pò di roba da mettere all'asta per ripagare i debiti sopraggiunti ?
E se "si sparge la voce" (praticamente scontato) che l'appartamento è abbandonato per tanti anni, ti vengono subito i ladri a prendere tutto ?
Oppure viene dato ad un "amministratore pubblico" che se ne occupa... ma pagato da chi, se uno è incapiente ?
E se/quando finisci la pena, magari dopo tanti anni, trovi veramente ancora qualcosa della tua roba ?
Qualcuno ha idea, o ha sentito, di come funzionano ste cose ?

Grazie
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10928
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 08 Apr 2021 17:28    Oggetto: Rispondi citando

immagino che se sei proprietario puoi disattivare tutte le utenze e tenere la casa chiusa fino al tuo ritorno... non ho idea di come funziona per il condominio o le tasse, al massimo uno si troverà cartelle esattoriali a non finire.

comunque cerca di non finire in galera Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 10227

MessaggioInviato: 09 Apr 2021 21:30    Oggetto: Rispondi citando

Erma, quanto tempo. Sei prossimo alla gattabuia?
Penso che in questi casi sia meglio avere qualche amico/a di fiducia, o parente, che gestisca i beni, che non sempre hanno valore, per cui non pignorabili.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Erma
Eroe
Eroe


Registrato: 23/11/05 14:33
Messaggi: 74

MessaggioInviato: 13 Apr 2021 17:33    Oggetto: Rispondi citando

Intanto un grazie per le risposte.

Più che altro la mia vita, che già prima era molto "complicata" (è un eufemismo), in questo ultimo periodo è peggiorata veramente di molto (e non parlo del Covid, che per me è solo una seccatura ulteriore... come me ne mancasse qualcuna... Confused )
Sarebbe complicato, lungo e parecchio "personale" cercare di spiegare meglio.
Comunque...
No... "Amici" non ne ho, e non credo di averli mai avuti. Di quelli veri, almeno... quelli che quando hai bisogno ti aiutano, NON che appena possono se ne approfittano.
Dove vivo io, si usa definire tutti "amici", ma ho scoperto con il tempo (e a mie spese) che in realtà s'intende "complici".
Questi si, ne ho avuto qualcuno, ma la cosa funziona fin quando "fa comodo"... fin quando ci si diverte... poi ognuno fa sempre il proprio interesse... e il "grosso della gente" segue sempre il "branco", il più forte... il più furbo... anche il "carnefice" (se il caso)... mai il debole, il singolo, o la "vittima" (se il caso).
Semplicemente nessuno nemmeno si preoccupa di verificare le situazioni, tutti a giudicare e (peggio) "condannare" anche solo "per sentito dire".
Questa è la società dove vivo io, e (temo) anche quelle intorno... Confused
E...
La "famiglia" è proprio uno dei miei principali problemi, persone da cui dovrei appena cercare di difendermi... riuscendoci, però...
Loro, invece, sono "ben integrati" in questa società... sanno ben fare "branco"... sanno bene (e non si fanno scrupolo di farlo) come "procurarsi consenso" (ruffianandosi il prossimo) e "direzionare" l'ostilità dei propri "amici" sul loro "nemico".
Tutti "giochetti sociali" che ho visto, con gli anni, sembrano essere "normali" tra le persone "normali"... sono io che "non sono normale" e non sopporto tutto questo: "ruffianarsi" il potente comodo o il "popolo per il consenso" e "denigrare faziosamente" il nemico per assurgerlo a "nemico comune" e ottenere l'aiuto del "popolo bue" ai propri personali interessi.
Io lo considero una vigliaccata, ma lo fanno in tanti, in tanti aspetti della vita (personale, lavoro, affetti, politica, ecc.) e la mia famiglia non è da meno, sono solo più "parchi" e più "furbi"...
Altro motivo per cui nella mia vita mi son fatto parecchi nemici, oltre che essere "partito" già svantaggiato dalle "smanie politiche" del mio patrigno. Un egocentrico, presuntuoso, arrogante "drogato di politica".
E una madre falsa, cattiveriosa e avida che gli tiene terzo.
E il peggio è che i suoi "nemici" non sono tanto meglio dei suoi "amici"...
E questa è una società "mafiosa" (in senso lato) e opportunista senza scrupoli... e le istituzioni, qua... spesso... sono una "mafia a se stante".

Questo, ovviamente, a grosse linee.

E in questo contesto, che per me è diventato veramente invivibile, dovrei comunque fare qualcosa per cercare di cambiare la situazione... perchè questa, così, NON può continuare. E' già andata avanti anche troppo.

Stavo valutando le varie opzioni, visto che a 55 anni, con problemi di salute che non riesco a risolvere (anche, e principalmente, grazie a quanto descritto sopra [società mafiosa divisa in branchi]) e senza almeno un buona laurea e la conoscenza dell'inglese... è praticamente impossibile solo pensare di andarsene in un altro paese a cercare di costruirsi una vita decente.
Già tanti anni fa sarebbe stato praticamente impossibile, mi ero già informato al tempo.
Ora peggio che peggio.
E non rimangono proprio tante altre possibilità...
E vi posso assicurare che mi rendo perfettamente conto che, in questo momento di Covid, non sono l'unico ad avere problemi di "sopravvivenza", anche se il mio è comunque "particolare" e NON dovuto specificatamente al Covid attuale, purtroppo.
Semplicemente sta cazzo di pandemia mi procura tantissimi "concorrenti" in più (che anni fa non c'erano) e da alle istituzioni una "possibile giustificazione" per le tante "omissioni" e "menefreghismi" perpetrati nei miei confronti che, una volta, avevano più difficoltà a "giustificare" (ma le rogne arrivavano comunque, tanto i "pubblici" chi li caccia mai ? Confused Quando intendo una "mafia a se stante"... Mad )
E il detto "mal comune, mezzo gaudio" funzionerà con gli altri, che ci godono delle disgrazie altrui... con me non funziona... io sto male comunque, e degli altri non mi interessa, visto che anche gli altri di me se ne fregano... quando va bene (perchè quando va male, spesso ultimamente, quando possono appena se ne approfittano).

Beh, questo e quanto.
Quello che potevo scrivere pubblicamente in un forum, ovviamente...

E comincio a pensare che anche la galera non sia un opzione minimamente "decente", nonostante alcuni documentari che ho visto in TV... dove sembrano tutti "ex delinquenti ma adesso brave persone che cercano di costruirsi una vita istruendosi e lavorando" (evidentemente è l'immagine "faziosa" che il regista cercava di "spacciare"; magari avrà ricevuto fondi pubblici per questo ? ).
Forse non sarà neanche come in certi film o serie tv, dove sembra l'inferno in terra... sicuramente saranno "romanzati" per fare spettacolo.
Però... se tanto mi da tanto... se già da "incensurato" ho tutti questi problemi con la società e le istituzioni... mi immagino da "condannato" cosa potrebbe essere, tra abusi e prepotenze di vario genere. Temo che il "problema della galera" NON sia solo la "privazione della libertà", anzi... temo che quello sia solo l'ultimo dei problemi.

Non so... veramente non so.
Quello che so solo che così non va e NON può continuare.
Tutto il resto veramente non so...
Mi stupisco ancora di quanto "merda" riesce ad essere la "gente" e la "società"... ma questo è quanto e non è nelle mie possibilità cambiarlo.


shrug
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 10227

MessaggioInviato: 13 Apr 2021 17:46    Oggetto: Rispondi citando

Se i problemi sono dovuti alla società che ti circonda, penso che tu dovresti far su tutto e cambiare città. Non devi neanche per forza uscire dall'Italia.
Una cosa è però certa, nel bisogno, non devi fare molto affidamento sulle istituzioni, solo il lavoro da' possibilità di riscatto.
Top
Profilo Invia messaggio privato
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10928
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 13 Apr 2021 22:00    Oggetto: Rispondi citando

cambiare città può essere un buon consiglio, soprattutto se l'ambiente attorno a te è tossico, in qualunque forma esso lo sia

per il resto siamo qui a leggerti, e dai tuoi ragionamenti non sembri essere uno che non ha speranze di migliorare la propria condizione

in bocca al lupo!
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 10227

MessaggioInviato: 16 Apr 2021 13:16    Oggetto: Rispondi citando

Penso che più o meno tutti abbiamo avuto problemi con parenti e/o amici opportunisti, se guardo anche io, alla mia situazione, gli amici e parenti buoni li conto con le dita di una mano.
Bisogna saper selezionare la gente, e sopratutto, non lasciare correre o lasciarsi trasportare dai bei ricordi passati insieme, se nel presente ci si accorge che quelle persone erano sbagliate per noi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
strangedays
Dio sotto osservazione


Registrato: 27/11/09 16:48
Messaggi: 2088
Residenza: Nelle zone dell'ubiquità

MessaggioInviato: 16 Apr 2021 21:55    Oggetto: Rispondi citando

vive in emilia sicuro.
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 10227

MessaggioInviato: 17 Apr 2021 17:42    Oggetto: Rispondi citando

Vai strange dicci tutto.
Top
Profilo Invia messaggio privato
strangedays
Dio sotto osservazione


Registrato: 27/11/09 16:48
Messaggi: 2088
Residenza: Nelle zone dell'ubiquità

MessaggioInviato: 18 Apr 2021 20:07    Oggetto: Rispondi citando

eh mi è capitato di tutto....
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 10227

MessaggioInviato: 19 Apr 2021 17:11    Oggetto: Rispondi citando

Cambiare città no?
Top
Profilo Invia messaggio privato
strangedays
Dio sotto osservazione


Registrato: 27/11/09 16:48
Messaggi: 2088
Residenza: Nelle zone dell'ubiquità

MessaggioInviato: 29 Apr 2021 21:42    Oggetto: Rispondi citando

come hai visto sto incasinato poi come si fa e che lavoro faccio o sguattero?? c'è da cambiare nazione direttamente la sanità è allo sfascio e non per colpa del virus
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10928
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 30 Apr 2021 15:18    Oggetto: Rispondi citando

se cambi nazione per la sanità, non venire in Regno Unito

qui fanno i paragoni con il sistema sanitario Italiano quando vogliono fare gli esempi di cose che QUI non funzionano e invece dovrebbero (i due sistemi sono piuttosto simili) Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
strangedays
Dio sotto osservazione


Registrato: 27/11/09 16:48
Messaggi: 2088
Residenza: Nelle zone dell'ubiquità

MessaggioInviato: 30 Apr 2021 23:05    Oggetto: Rispondi citando

so tutto è allucinante.. poi fanno credere di essere i numeri 1 quando sono i canadesi e olandesi ad esserlo..
Top
Profilo Invia messaggio privato Yahoo
Erma
Eroe
Eroe


Registrato: 23/11/05 14:33
Messaggi: 74

MessaggioInviato: 10 Mag 2021 00:26    Oggetto: Rispondi citando

Maary79 ha scritto:
Se i problemi sono dovuti alla società che ti circonda, penso che tu dovresti far su tutto e cambiare città. Non devi neanche per forza uscire dall'Italia.
Una cosa è però certa, nel bisogno, non devi fare molto affidamento sulle istituzioni, solo il lavoro da' possibilità di riscatto.

Eh... sarebbe un discorso molto lungo, ho già 55 anni, ne ho viste "alcune" su vari lavori che ho fatto, ho lavorato anche in altre città, alcune volte... ma è sempre sfruttamento, truffe, opportunismo, bullismo, ecc... solo su questo dovrei scrivere un piccolo romanzo, ed è proprio quello che odio e che mi ha procurato più ostilità di tutto.
In teoria sarebbero proprio le istituzioni che dovrebbero proteggere e aiutare i cittadini in difficoltà... ma senza arrivare ai casi eclatanti come il famigerato "G8 di Genova" o i vari Cucchi, Aldrovandi, etc. purtroppo, per esperienza personale, troppo spesso, sono proprio le istituzioni ad essere e/o comportarsi come una "mafia a se stante". Altro discorso lungo e complicato, anche se credo che, grosso modo, sia di pubblico dominio... almeno nelle sue linee generali (mi riferisco ai vari casi di cronaca, o ai servizi di Report, Iene, etc.)
E riguardo alla "libertà data dal lavoro", mi sembra più un discorso generalmente retorico, che realistico.
Non so dove vivi e che esperienze hai avuto in vita (qualcuna bruttina, da quello che ho letto su altri argomenti, sembra), ma riguardo al lavoro... è vero che "dovrebbe" essere quello che ti da la libertà di vivere e costruirti la tua vita... ma io, personalmente, non l'ho mai trovato. Altrimenti tutti sti problemi non li avrei, evidentemente.
E da quello che ho visto io personalmente, in Italia, sono soddisfatti solo quelli che fanno "branco", che seguono il "culto dell'intrallazzo" e la "regola dell'omertà". Quelli, magari, li fanno anche "Cavalieri del Lavoro" e si fanno una vita comoda e (relativamente) tranquilla... ma è proprio quella categoria che odio e disprezzo. E se non fai "branco" con qualcuno, sei "fuori da tutto" e con "tanti nemici"... e, purtroppo, le istituzioni non fanno eccezione su questo. Anche se dovrebbe essere proprio il contrario.
Poi trovi anche brave persone, ogni tanto qua e la, ma sempre troppo poche, sicuramente non quelle che "dirigono" o "fanno carriera" (insomma, quelli che contano poco. salvo vere e rare eccezioni) e, spesso, o sono condizionate e sono "plagiate" dalle "chiacchiere che circolano"... o semplicemente "non vogliono problemi" sul posto di lavoro e si "adeguano al contesto" (non vedo, non sento, non parlo).
Questo per cercare di "semplificare molto" una situazione sociale molto più complessa ed articolata. Non ho mai visto niente di più ostico e complesso dei "rapporti sociali"... un vero manicomio.
Considera, poi, anche la crisi del "2007/2008", che ha dato una discreta "sberla" all'economia e alla società, e sto ultimo Covid che ha dato la mazzata finale. Quando sei già da tempo "l'ultima ruota del carro", tutti questi problemi non fanno che alzare il livello di "merda" che ti trovi attorno...
E in questo contesto, dove comunque "la merda galleggia", a tutti quelli che mi sono fatto "nemici" non gli pare vero di potermi "affossare impunemente" con la complicità dei miei altri nemici e del resto della società che, alla fin fine, non gli ne frega una beata mazza... giusto per dirla grezza.
Anzi, molte volte anche gli "illustri sconosciuti" provano semplicemente il gusto (perverso. questa è vera perversione) di poter "sfogare cattiveria" contro un disgraziato di turno se solo si rendono conto di poterlo fare impunemente... e temo ci siano tante persone così, che in una situazione "normale" non ci proverebbero nemmeno.
Anche questa è la società che abbiamo intorno, purtroppo... e se non ti ci trovi in mezzo, probabilmente, nemmeno te ne accorgi... salvo i casi veramente eclatanti che poi vanno a finire nella cronaca del TG.


SverX ha scritto:
cambiare città può essere un buon consiglio, soprattutto se l'ambiente attorno a te è tossico, in qualunque forma esso lo sia

per il resto siamo qui a leggerti, e dai tuoi ragionamenti non sembri essere uno che non ha speranze di migliorare la propria condizione

in bocca al lupo!


Beh, ti ringrazio per l'incoraggiamento, ma come già scritto, non è proprio così facile, non per tutti e, sicuramente, non adesso... e per me non più da qualche decennio, ormai.
Ma... a prescindere da ogni altro discorso sull'argomento, quando scrivi:
"dai tuoi ragionamenti non sembri essere uno che non ha speranze di migliorare la propria condizione"
cosa intendi esattamente ?
Quali sarebbero i miei "ragionamenti" e cosa dovrebbero "poter migliorare la mia condizione" ?
Veramente non per sterile polemica, ma proprio non capisco... magari mi sfugge qualcosa ?
duh


Maary79 ha scritto:
Penso che più o meno tutti abbiamo avuto problemi con parenti e/o amici opportunisti, se guardo anche io, alla mia situazione, gli amici e parenti buoni li conto con le dita di una mano.
Bisogna saper selezionare la gente, e sopratutto, non lasciare correre o lasciarsi trasportare dai bei ricordi passati insieme, se nel presente ci si accorge che quelle persone erano sbagliate per noi.

Beh, se puoi contare gli amici con le dita di una mano, sei già fortunata. Se sono "veri amici", ovviamente. Già su questo concetto sarebbe molto da disquisire in merito.
E' che mi è difficile rispondere rimanendo "sul generico", ma sicuramente non posso raccontare in questo posto e in questo momento molte delle cose che mi sono successe in vita e che mi hanno, pian piano, portato in questa situazione.
Comunque, si... generalmente è giusto tagliare con le "persone sbagliate" e tirare avanti, è che spesso... sopratutto quando ci sono di mezzo i sentimenti (partners) o rapporti consolidati di frequentazione/fiducia (magari anche solo presunta: amicizie) o anche, più "grave", dipendenza (genitori, cogniugi), non è così semplice e, sopratutto, automatico decidere di tagliare i rapporti completamente e "tirare avanti"... e speri sempre che le cose "si sistemano"... e così rimandi e speri... e le cose, invece di sistemarsi, magari degenerano... e, nel frattempo, ti "coinvolgono" ancora di più e rendono tutto più difficile.
Poi, se trovi anche i "furboni di turno", quelli "scaltri"... nel frattempo si preparano anche il "contesto sociale" dove tu passi per lo stronzo di turno e loro le vittime... ne ho conosciuti più di qualcuno. Anzi, forse è la "razza più diffusa", perchè raramente ho trovato lo stronzo che ti insulta e ti aggredisce direttamente, mettendosi a rischio di denuncia. Generalmente i "più furbi" ti sorridono davanti e, magari, di danno pure ragione... sono in schiena che "ti fanno le scarpe" nei modi più disparati, ma sopratutto con la falsità e la cattiveria.
Io ci ho messo decenni per capire come funziona, e ancora oggi, oltre a rendermi conto che spesso funziona così, non sono in grado di difendermi adeguatamente da tutta la falsità e cattiveria che mi trovo attorno, e quello che vedo mi stupisce ancora.
Se poi ci metti dentro una società, mafiosa, menefreghista, opportunista, pronta sempre a fare "branco" col più forte e col più furbo... (e spesso ne fanno pure l'apologia... Mad ) o anche semplicemente stupida che si lascia plagiare dal "furbone di turno", abile retorico che conosce bene le "fisime" della gente e le usa a proprio uso e consumo senza scrupoli, se questo gli può servire al proprio scopo (ne conosco qualcuno di mooolto vicino a me; i più bastardi e rognosi Evil or Very Mad )
Poi considera pure che io sono una persona molto particolare (credo che un pò vi siete già fatti un idea, in questo forum, ma non sapete ancora tutto, perchè non ho scritto molto e non su tutto) in tanti modi di vedere, di sentire, di valutare e pure di divertirmi. Tutte cose che comunque, anche quando non avevo ancora tutti sti problemi (da giovine Smile ), mi hanno dato sempre molte difficoltà a trovare persone con cui andare veramente d'accordo. Non ti dico per un eventuale rapporto di coppia (non mi ha mai interessato l'avventura di una serata o di qualche giorno: con aggiunta di "derisione" da parte dei miei ex-amici, ragazze comprese, eh... non sono tutte "ingenui angioletti del focolare". Anche questo mi ha procurato alcune "ostilità femminili" [dovrei raccontare la storia specifica]), ci ho già rinunciato da qualche decennio.
E' che tutto, purtroppo... lavoro/affari compresi... in questa società "mafiosa" (in senso lato) funziona per "amicizie" e "branchi mafiosi".
Questo è il mio vero problema.
E' da decenni il mio vero problema.
Trovare un sistema per rendermi indipendente dalla mia famiglia (falsa, stronza, vigliacca e mafiosa di merda [e anche inaspettatamente avida, ho scoperto ultimamente Mad ]), che sia affidabile (perchè se potessi andare via, ormai, sarebbe per forza un "viaggio di sola andata") e che mi permetta di costruirmi una vita (soldi e tempo per farlo)... altrimenti, qualunque altra cosa, NON mi servirebbe allo scopo: lavori precari, o sfruttati (o non pagati, mi è successo anche questo) o da "servo in terra ostile".
Da quando, nonostante l'astio della mia famiglia, ho abbandonato la scuola (discorso lungo anche qua, dove ho perso 9 anni, quelli più importanti, quelli della crescita e della gioventù, solo per le "fisime", la "falsità" e il bisogno di "apparenza pubblica" della mia famiglia), non ho mai trovato un lavoro che mi permetta di costruirmi la mia vita in maniera "civile ed affidabile"... e parlo ancora degli anni prima della crisi del 2007/2008, quando l'economia funzionava discretamente.

>>> NOTA per i lettori "casuali" che potrebbero sentirsi presi in causa.
Disposto a discutere sui vari casi specifici con chiunque ne abbia titolo, sopratutto con chi è "causa di questo" che sicuramente divulgherà una versione diversa Confused
Vorrei, però, dei testimoni terzi e "super partes", sta volta... Evil or Very Mad


strangedays ha scritto:
vive in emilia sicuro.


Problemi con l'Emilia ? Wink
No, un pò più a Nord e un pò più a Est.

Avrei voluto farlo prima, ma non mi piace molto che i profili degli utenti sono di dominio pubblico... in altri forum sono visualizzabili solo dagli utenti registrati. Ma visto l'andazzo generale, mi può andare bene anche così, perciò aggiungo nel mio profilo il link alla mia pagina Facebook (lo odio, ma non avendolo conosciuto prima credevo fosse meglio) e un mio B L O G (quale SPAM ?!?) che ho appena aperto per cercare di "ovviare" alle "mancanze" di FB. Ma si sta rivelando ostico pure lui... è che, al momento, non ho nessuna voglia nè tempo per tribolare con codice HTML... (i CSS non so nemmeno usarli, al momento) e vedrò di venirne a capo appena ho un pò di più tempo.
Casomai, se neanche lui mi soddisferà, cercherò qualche altra alternativa.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 10227

MessaggioInviato: 11 Mag 2021 10:08    Oggetto: Rispondi citando

erma ha scritto:
E riguardo alla "libertà data dal lavoro", mi sembra più un discorso generalmente retorico, che realistico.


Diciamo che spesso bisogna scendere a compromessi. Ovviamente c'è un limite ai compromessi. O ci si adatta o bisogna andarsene.
Lavorare in proprio può essere un'alternativa, anche se, pure in questo senso non è sempre rose e fiori, anzi lo è quasi mai.
Gli unici fortunati sono quelli 'nati con una camicia', figli e figlie di grossi imprenditori che non devono fare il minimo sforzo per avere il massimo risultato.

Per il resto l'indole umana è prevaricatrice o preservatrice.
I primi sono al comando e i secondi al servizio.
Ovviamente non è giusto generalizzare, ma spesso entrambe le categorie per il proprio tornaconto sono disposte a calpestare il più debole, il più indifeso, o chi non si allinea.
In questo caso, bisognerebbe trovarsi un posto 'al di fuori', e senza mai farsi mettere in mezzo, semplicemente sopravvivere, essere adattivi.
Non per forza devi fare 'branco' con qualcuno, io ad esempio non l'ho mai fatto.
Ho sempre adottato la tecnica del non farmi coinvolgere.
Poi sicuramente abbiamo avuto esperienza diverse.
Lavoro, città, famiglia, amicizie, partner.


Citazione:
>>> NOTA per i lettori "casuali" che potrebbero sentirsi presi in causa.
Disposto a discutere sui vari casi specifici con chiunque ne abbia titolo, sopratutto con chi è "causa di questo" che sicuramente divulgherà una versione diversa Confused
Vorrei, però, dei testimoni terzi e "super partes", sta volta... Evil or Very Mad


Qui leggono in pochi. Ecco il perchè. http://forum.zeusnews.com/viewtopic.php?t=76773
Tranquillo.



Citazione:
Avrei voluto farlo prima, ma non mi piace molto che i profili degli utenti sono di dominio pubblico... in altri forum sono visualizzabili solo dagli utenti registrati. Ma visto l'andazzo generale, mi può andare bene anche così, perciò aggiungo nel mio profilo il link alla mia pagina Facebook (lo odio, ma non avendolo conosciuto prima credevo fosse meglio) e un mio B L O G


In genere è considerato SPAM ma tu sei un utente di vecchia data. Vedi tu se vuoi lasciare quelle info personali su di te. Io di mio non sono su FB per i motivi scritti sull'altro thread. Per cui una vagonata di cazzi tuoi non me li faccio... Wink e non me li farei comunque. Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10928
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 11 Mag 2021 15:39    Oggetto: Rispondi citando

Erma ha scritto:
a prescindere da ogni altro discorso sull'argomento, quando scrivi:
"dai tuoi ragionamenti non sembri essere uno che non ha speranze di migliorare la propria condizione"
cosa intendi esattamente?


era un modo prolisso per scrivere "non mi sembri uno stupido, hai speranza di tirarti fuori dai guai"...

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Erma
Eroe
Eroe


Registrato: 23/11/05 14:33
Messaggi: 74

MessaggioInviato: 17 Giu 2021 11:27    Oggetto: Rispondi citando

@ Maary79
Mah, guarda... il discorso che fai è "genericamente" giusto, però... non so perchè (anche se una mia idea ma la sono fatta, ma se ve la dico, poi devo uccidervi... Very Happy scherzo, ovviamente Wink ) io mi trovo sempre situazioni peggiori e troppo spesso con persone prevenute e spesso in palese malafede. E' che come spesso succede, su discorsi complessi, rimanere sul generico non ci si spiega a sufficienza (o magari sono solo io che non ne sono capace) è che non ho intenzione di raccontare qua tutta la mia vita per filo e per segno... sarebbe lungo e un pò fuori luogo (comunque, proprio per motivi simili, è quello che sto cercando di fare su FB e, ora, sul mio b l o g).
"Non lasciarsi coinvolgere" è possibile solo con "amici" per cazzeggio... sul lavoro come fai ? Sei là che devi fare o non fare, sei coinvolto comunque, non puoi mica prendere e andartene perchè "non vuoi essere coinvolto". E se lo fai sei complice, se non lo fai perdi il lavoro (e magari anche la "reputazione": altro argomento da disquisire a parte). Non so dove lavori, sembrerebbe in ambito "pubblico" o quasi, da come scrivi. I soli posti dove, probabilmente, puoi veramente continuare a lavorare anche se "non ti fai coinvolgere" e vedi il lavoro autonomo come qualcosa di "veramente indipendente". Anch'io lo pensavo quando ho iniziato a lavorare, ed era un mio "sogno"... poi ho visto come funziona veramente e ti posso assicurare che sei molto più "dipendente dal contesto sociale" di quello che sembra. In una società come questa, dove tutto funziona per "amicizie & opportunismi", se non sei un "opportunista da branco senza scrupoli" non credo potrai mai fare nessun lavoro artigianale, perchè non ne troverai. O potrebbe andare peggio... potresti trovare pacchi e fregature da parte di concorrenti o "nemici personali" e gli "amici" di costoro.
E devi sempre pagare tasse e imposte... e su questo campo, in Italia, le cose sono veramente e oggettivamente molto gravi. Non sto facendo l'apologia della "frode fiscale", ma è un dato oggettivo che in Italia funziona molto male e... per gli "amici degli amici" nessuno vede e nessuno controlla (e loro non pagano mai), mentre per i "qualunque" sei sempre sotto il mirino, con controlli ed, eventualmente, sanzioni... e devi fare tutto "a bolla" (e spesso non basta pure questo). Anche questa è pura discriminazione e "concorrenza sleale"... e tutto con la "complicità" di "certe istituzioni" (potrei farti + di qualche esempio, senza far nomi ovviamente...).
E vivo all'estremo N-E, "culla di cultura mitteleuropea" (sostiene qualcuno... :-/ proprio "te li raccomando" i miei "concittadini", almeno in buona parte di loro)... mica in qualche paese del profondo sud...
E dovevo pure finire adottato da un patrigno egocentrico, presuntuoso, arrogante "drogato di politica" [e alcune volte anche faziosamente falso, quando gli può servire; la brava e onesta persona è una "immagine pubblica" abilmente costruita, in alcune parti più "personali". Ed è proprio in questo che gli sto sulle balle.... ed è reciproco :-/] che se ne è sostanzialmente fregato della famiglia per correre dietro alla sua vanagloria politica, e che mi ha "plagiato" con tutte le stronzate sui "cattivi colonialisti e mafiosi italiani"... in parte sicuramente vero, basta guardare Striscia, Le Iene e i vari servizi di Report per questo... peccato che "i suoi amici" non sono tanto diversi... truffano e imbrogliano anche loro.... ma sono "amici" e "non si toccano"... anche se sfruttano e maltrattano il proprio figliastro... anzi, troppo spesso l'ho sentito pure difenderli.
Un vero padre denuncerebbe i sfruttatori del proprio figlio... lui no... perchè sono i suoi "amici politici" !
Che gran TdC !
Peccato che non si può annullare un adozione se non per "gravi motivi", e sarebbe "da provarci" anche solo per questo. Anche perchè, purtroppo... non è tutto qua, con la mia famiglia... è una storia più lunga e complessa. :-/ (mia madre non è tanto meglio, purtroppo... peccato non averlo capito tanti anni fa, quando, forse, avrei ancora potuto fare qualcosa... forse... :-/ )

E ho pure lavorato un pò al N Italia, tanti anni fa, e non era tanto diversa... ma quella volta non avevo ancora molta esperianza di lavoro, e non "vedevo tanto" ancora...
L'Italia, come lavoro, è veramente un inferno in terra... e per chi segue l'argomento dovrebbe saperlo già bene da tempo... poi ci si mette la crisi economica, i vari "Renzie" (come ha distrutto il mondo del lavoro lui, nemmeno Berlusconi ci è riuscito), poi i "5 Stelle" avrebbero potuto fare qualcosa, erano entusiasti e in buona fede, con parecchie buone idee... ma i voti sono stati insufficienti e hanno dovuto per forza allearsi con qualcuno e... via i "bastoni tra le ruote" della Lega contro i "famigerati pigroni del divano" Sad
E poi qualcuno si lamenta che il Reddito di Cittadinanza funziona male ?!? E grazie al piffero... o grazie alla Lega... Sad
Eh, certo... come sentito di persona in un TalkShow televisivo "ma con 750 € al mese senza fare nulla, chi accetterebbe un lavoro meno pagato ?"
Giusto ! Ma anche quello doveva essere lo scopo del RdC ! Evitare che i disgraziati siano sfruttati per fame, perchè quale dovrebbe essere un "lavoro" per meno di 750 € al mese ? magari in nero, senza sicurezze , attrezzi adeguati, orari ufo, ecc.
Ricordo che, qualche anno fa, al sud, pure una cittadina italiana di quasi 50 anni è morta per un colpo al cuore raccogliendo i pomodori.
E' questo il lavoro (lavoro ???) da fare per non sembrare un "pigrone da divano" ?
Naturalmente TUTTO in nero e a 2 € /ora ?
Sarebbe da riempire un intero forum disquisendo sul "mondo del lavoro", sopratutto in Italia... già da tanti anni ho iniziato a invidiare (in senso buono, sono contento per loro) chi è andato all'estero e si è costruito un altra vita. E come spesso succede (quasi sempre direi) in TV vanno solo le interviste di quelli che "fanno comodo" all'opinione (o al "indirizzo politico") del conduttore di turno... ho anche sentito italiani contenti di dove si trovano, ma raramente che dicono palesemente che non tornerebbero mai indietro.
Poi ci sono anche quelli che si sono trovati male, ovviamente, dipende tutto da dove vai e cosa ti trovi a fare.
Io ho molti parenti che nel 2° dopo guerra sono emigrati in Australia... da quello che so, solo uno è ritornato, tutti gli altri si sono sistemati da "decentemente" a "bene", hanno fatto famiglia (che ormai è australiana a tutti gli effetti) e mai ritornerebbero indietro.
Ho sentito, invece, che molti di quelli che sono emigrati in Argentina si sono trovati male e sono anche ritornati. E visti gli ultimi eventi, c'è anche da capirlo...
Vabbuò... ormai, per me non è più quella la via...
Dover rimanere in Italia sembra più una condanna che altro... neanche i clandestini ci vogliono rimanere. Arrivano qua perchè è più semplice da "sbarcare" (e qua fanno di tutto per accoglierli, invece di proteggere i confini come ogni altro paese civile), ma sperando sempre di andare in qualche altro paese europeo del nord... mi ci metterei anch'io con loro, se avessi 20/30 anni di meno sarebbe da provarci seriamente... anche se, ormai, anche sti altri paesi europei del nord stanno "chiudendo i rubinetti"... il troppo stroppia x tutti... :-/

Per quanto riguarda il discorso dei "lettori casuali", non intendevo proprio i "veri" casuali, lo so che i forum sono in "crisi", già da parecchi anni... è stato un declino graduale, tra il parziale trasferimento di interesse verso altri "social media" più recenti e la crisi economica dopo 2007/2008, parecchi forum dove ero iscritto hanno chiuso già da alcuni anni... ma so per certo che... "+ di qualcuno" che ruota attorno alla mia vita, anche se (ovviamente) non iscritto, verrà a leggere quello che scrivo, sopratutto se tocco certi argomenti più "personali"... è una situazione complessa che nemmeno a me è perfettamente chiara nei suoi "contorni"... so solo che certe cose succedono (già da tanti tanti anni... "sembrerebbe" per la politica del mio "amato" [ironico] patrigno, ma non è detto... almeno non in via "esclusiva", ho anche qualche "nemico" mio personale, visto che non lecco il culo a nessuno e non sono un "opportunista omertoso"; una volta mi contenevo di più, ma a stare zitto l'ho solo che presa di più nel culo, e adesso... probabilmente anche troppo tardi... mi sono un pò rotto di subire sempre le "chiacchiere altrui" e vorrei chiarire più di "qualche punto" :-/) e non sono sempre puramente casuali e men che meno "di mio comodo"... o con "falsità" o anche estrapolando alcune mie affermazioni dal contesto in cui le ho dette... travisandone il significato.
E' a costoro che era "dedicata" la mia affermazione che hai citato Wink


@ SverX
Beh, ti ringrazio per l'incoraggiamento, ma purtroppo la storia è molto più complessa di quanto sembri... e anche di più di quello che ho già scritto... è pure molto più articolata e vecchia e "incancrenita"... temo proprio che, ormai, non sia più risolvibile se non con un "colpo globale di flex" (metafora basata sul concetto di "situazione incancrenita")... io cercherò ancora qualche possibile "soluzione" ...se esiste... ma non mi rimangono ancora molte "strade da provare"... e poi rimane solo che "un colpo globale di flex" (flex = termine popolare per "smerigliatrice angolare"; un gran bel attrezzo per molti lavori "rognosi").
L'ultima parola spetterà alle "istituzioni" (cosa che già avrebbe dovuto "funzionare" ma che ha fallito miseramente più di qualche volta), ma voglio ancora provare da "qualche altro lato"... e poi vedremo. Le "istituzioni dello stato" sono tante, vediamo se riesco a trovare qualche "persona umana e civile" che possa veramente aiutarmi.
Ma qua non è questione di "stupidità" o "intelligenza"... qua si tratta di "mafia sociale" (mafia in senso lato, ovviamente) del posto di merda dove vivo... e a 55 anni e non più sano fisicamente (altro "bel" problema aggravatosi ultimamente; aggiungerò sotto una nota), proprio non saprei dove andare di "più civile" per vedere di costruirmi una vita che valga di vivere.
Poi, per carità... sono il primo ad essere cosciente che già da anni, e ancora peggio in questo ultimo periodo di Covid, è un "problema diffuso", ma io sono io... e se non ci penso io a me stesso, chi altro dovrebbe farlo (saprei una possibile risposta, ma la realtà è "opposta": la mia famiglia è appena origine di problemi e rogne, NON di aiuto...). Gli altri, generalmente, discriminano e sfruttano, NON aiutano... almeno per mia "pluri decennale" esperienza...
Comunque grazie ancora per l'incoraggiamento... apprezzato nell'intenzione Wink


NOTA:
A vantaggio di chi non ha FB (sembra sempre più persone) e della discussione in generale, riporto sotto un mio ultimo post che narra (in modo un pò "enfatico", ma la sostanza rimane) un mio ultimo problema... anzi, è diventato "IL" mio ultimo problema. Ultimo in senso cronologico, NON sicuramente in senso d'importanza.
E, sotto, una 2ª piccola aggiunta che descrive un pò cosa è stata la mia famiglia già molti anni fa... ed è solo UN esempio su tanti successi... e con il tempo non è proprio migliorata, anzi... Sad


------------------------------------------------------------------- 1ª CIT FB ---------------------------------------------------------------------

Voglio raccontarvi un aneddoto di casa mia.
Premesso che è da decenni impestata dai "Gremlins" [*] ma l'altr'anno (2020) è successo un caso più grave.
La mia "cara mammina", tanto dolce e tanto carina... così per spirito di "gentilezza" mi ha regalato una specie di Colomba Pasquale (anche se non era Pasqua)... peccato, però, che poi i "Gremlins" devono averci messo su le mani perchè dopo che l'ho mangiata ho passato tutta la notte sulla tazza del cesso a evacuare anche l'anima, dopo aver evacuato tutto il cibo... e continuare ad avere lo stimolo-fastidioso di evacuare anche senza avere più nulla dentro, solo muco e liquido... fin quasi mattina. Poi, appena calmati un pò gli spasmi e potuto alzarmi dal "trono", ho preso 2 Dissenten e ho provato a coricarmi.
Sulle prime ho pensato al "vecchio" scherzetto del "Gremlins" che, evidentemente, impesta anche la casa della mia "vecchia e dolce nonnina": una purga nel cibo. Praticamente con lo stesso effetto che ho descritto prima, la notte stessa.
Ovviamente a casa nessuno sa niente e vede niente... secondo loro sicuramente qualcosa che ho mangiato giorni prima e che mi avrà fatto "male di pancia" (e via con aneddoti sulle varie cibarie e i vari "mali di pancia")... peccato che non ho più 10 anni, ne ho più di 50, e ne ho mangiate di cibarie, e mi è capitato più di qualche volta di "andare di corpo" per qualcosa di "strambo" che ho mangiato... e negli anni mi sono pure venute alcune "intolleranze alimentari" che mi fanno "andare molto tenero". Non sto a dilungare con esempi di cibi e "combinazioni di cibi" che mi irritano lo stomaco o il colon. Mi conosco benissimo, anche il mio intestino... e SOPRATUTTO... riesco benissimo a distinguere un "male di pancia" dovuto al cibo guasto/avariato o "poco tollerato", e spesso lo stesso caffè, da molti anni ormai, mi irrita e mi fa "evacuare tenero", qualche volta anche più volte... mentre qualche lustro fa ne bevevo tranquillamente una caffettiera da 4/6 (con o senza latte), con un buon tot di zucchero e via tranquillo senza problemi. Bastava non farlo la sera tardi se volevo anche andare a dormire. Se volevo "tirare tardi" era un ottimo sistema.
Bene: quando caghi tutto quello che hai nello stomaco e dopo continui ad avere "forti e dolorosi stimoli" per cagare ancora quello che, ormai non c'è più... e caghi muco/acqua e... il niente per ore... quello NON è cibo avariato o "poco tollerato" QUELLA E' PURGA.
Che poi... "cibo avariato"... io non mangio "merda" raccolta chissà dove e se qualcosa va di muffa o ha un odore poco convincente la butto, purtroppo... Insomma, sui cibi sarebbe un discorso molto lungo da fare, ma posso assicurare che sono un "piccolo pignolo" anche in questo (stupido esempio: tengo un termometro nel mio frigo [**] per mantenere la carne esattamente a +3 °, visto che il termostato NON è esattamente un termostato ma più un "regolatore di potenza"; sarebbe da cambiare con uno di quelli seri tarati veramente a temperatura. Altra cosa presente nel lunghissimo elenco di "cose da fare" che ho, ma in cima alla lista ci sono sempre tante altre cose).
Comunque...
La storia non è finita così... purtroppo...
Proprio in quel periodo avevo (e in parte ho ancora) un problema di emorroidi.
La faccio breve (cercate con Google), 2°-3° grado a seconda i quello che ho mangiato e del conseguente "prodotto di scarto".
Bene....
Dopo quel scherzetto, mi sono trovato il grappoletto esterno, completamente duro come una pietra, molto dolorante e impossibile da far rientrare.
Speravo si sgonfiasse e si potesse far rientrare ma nulla... sempre come una pietra e perennemente "non rientrabile".
Ormai siamo già in periodo di CoVID19.
Niente, vado al Pronto Soccorso dove da parecchio tempo, ormai, mi trattano sempre di merda, con tanta arroganza e menefreghismo... ma non ho scelta (qualche volta capisco quelli che, generalmente in America, entrano da qualche parte con un mitra e sterminano tutti... forse esperienze simili...) e trovo la "solita stronza di turno" (da un po' di tempo sempre medici donna, e che si comportano da arroganti e prepotenti quasi peggio di certi uomini: forse che credono che "la parità di genere" si raggiunga con "la parità di arroganza e menefreghismo" ? ! ? O forse sono solo "quote rosa", o... "amiche degli amici"... Boh ?!?)
Comunque, dopo avermi trattato con arroganza e, nonostante i miei dolori, aver cercato di far rientrare il grappoletto trombizzato dolorante... senza successo, ovviamente (ma non era medico ? non aveva studiato medicina ? Humm... ) comunque, almeno, mi prescrive una cura contro i trombi... che ho seguito per qualche mese.
Ma la storia sarebbe più lunga, avevo cambiato alcuni medici prima, e ho provato anche dopo, ma senza grandi risultati... ma cerco di sintetizzare e arrivo al punto più grave.
NOTA:
Purtroppo, oltre al "problema" del "lockdown" x Covid19, il mio medico (che tra l'altro avevo cambiato da poco, altra "lunga" storia di "persone sbagliate", ma questo, finalmente, sembrava una persona almeno "decente") è andato in pensione: al momento senza medico, altra "rogna" da affrontare per sperare di trovarne uno almeno "civile e corretto", in un momento dove non ci si poteva muovere per quasi nessun motivo, e si trovava tutto chiuso e nessuno che rispondeva nemmeno ai telefoni... (ma non è che lavoravano tutti da casa ? Mah...)
OK...
Appena terminata la cura, mi iniziano forti dolori alle gambe (più come bruciassero), dolori alle braccia (come un formicolio misto a punture di aghi) e la notte casi di crampi ai polpacci e sotto ai piedi (principalmente quello SX).
Sul momento ho pensato a possibili effetti collaterali dei farmaci, che leggendo il bugiardello sarebbero anche possibili (anche se dai bugiardelli si legge sempre di tutto e di più...) ed aspetto di "smaltire" i farmaci, ma i dolori non calmano.
Forse non sono effetti collaterali, ma una "cura incompleta" ? e provo le ultime "Prisma" rimaste (contro i trombi) e il Daflon (per fluidificare il sangue) [NdR: il Daflon NON serve a questo, ma quella volta non lo sapevo] ... e i crampi cessano e i dolori si attenuano un po'.
Forse che è questo il "problema"...
Infatti, tra l'altro, il "problema" si acuisce e si attenua a seconda se sto sveglio o cerco di dormire, ed infatti la circolazione sanguigna è diversa tra veglia e sonno. Lo avevo già riscontrato da molti anni per alcuni effetti secondari tra veglia e sonno, visto anche che generalmente ho la pressione bassa (se tranquillo e non "stressato" o "dolorante e agitato" ovviamente).
E vedo pure che in certe posizioni dove il sangue ha sempre avuto più difficoltà a circolare (ma a quel tempo non stavo in questo modo) mi si accentua il dolore, mentre se favorisco la circolazione, il dolore tende ad attenuarsi.
Quando mi muovo, che riattiva di più la circolazione, riesce anche a calmare... però non posso rimanere sempre sveglio e in movimento... poi schiatto di stanchezza.
E con questi dolori non riesco a dormire e nemmeno a smaltire l'acido lattico che si genera se faccio qualche lavoro o qualche tipo di attività motoria un po' più "seria".
Al momento avrei anche da fare un lavoro per un parente (comunque retribuito, e ne avrei veramente bisogno... discorso lungo, anche di un "reddito di cittadinanza" negato dalla mia famiglia per non perdere "qualche punti di interesse" dei molti buoni postali della mia "cara nonnina", che ha pensato bene di mettere a nome di tutti, ma che SONO SOLO SOLDI SUOI ! Intoccabili, ovviamente... [che anche lei pensa solo a se stessa ed è molto attaccata al danaro... sicuramente più che la vita del resto della famiglia] che ha generato molte baruffe in questi ultimi anni), ma in queste condizioni riesco a fare ben poco per volta, e poi devo stare a riposo alcuni giorni dolorante di questo problema e dell'acido lattico che non riesce ad essere smaltito come dovrebbe.
E' un circolo chiuso.
Sono andato al Pronto Soccorso del Maggiore... e la "solita dottoressa di turno" (ma ora sono tutte donne ? e le "Quote Azzurre" ? 😕 ) mi ha dato pure "Codice Bianco", già... i dolori non sono mica i suoi e lei scommetto che dorme normalmente e regolarmente.
Bon, comunque mi invia a Cattinara.
Li trovo la 2ª "dottoressa di turno", che mi fa una visita molto superficiale: giusto una palpata ai muscoli delle gambe, un esame del sangue (che poi ho scoperto che riguardava solo la presenza di elettroliti)... e tutto il tempo che si strusciava con le cosce contro di me, disteso sul lettino, senza motivo.
Dopo alcune discussioni, che risparmio, mi da una carta dove consiglia al mio medico (che le avevo ripetuto che non lo avevo Mad ) di prescrivermi alcuni esami NEUROLOGICI :-0 Solo perchè, tra i vari problemi che ho, ho anche un problema alla schiena e avrei dovuto fare una RM, saltata a causa Covid.
E tutti i pregressi ?
Le emorroidi trombizzate ?
I problemi circolatori ?
Tutte cose fatte BEN presente.
Ma verificare prima questo, magari con un "EcoDoppler" o "EcocolorDoppler" ? O comunque qualcosa che verifichi la qualità delle vene e della circolazione sanguigna ? ? ?
No... è sicuro un problema neurologico... 😕
E quando me ne sono andato mi ha pure sorriso dicendo "ciao bello". Ma vi sembra modo di trattare un paziente con forti dolori ? ! ?
Sul momento pensavo di "tirare avanti", sperare di trovarmi un medico "serio e scrupoloso" e farmi fare degli esami appropriati da lui, ma con sto cazzo di Covid19 non funziona più nulla (o quasi), sopratutto in ambito amministrativo... gli uffici sono sempre tutti chiusi, i telefoni rispondono raramente e anche quando lo fanno, raramente ti aiutano.
Alcuni, addirittura, dopo il telefono ti dirottano per Mail e la cosa diventa di "durata biblica".
Una volta, per cambiare medico, bastava andare al "distretto di appartenenza", aspettare il proprio turno (30/45 min. ±) e si faceva subito di persona. Ora NO.
Le Poste Italiane, nonostante tutto, funzionano lo stesso... a sportelli ridotti, facendo la fila fuori, ma funzionano. Il Distretto no. Bisogna telefonare per richiedere l'appuntamento, che a me l'hanno dato quasi 2 MESI DOPO :-0
Non racconto le avventure per aggiornare l'esenzione del Ticket per reddito che (a quanto detto dalla impiegata di turno... sempre donne, ultimamente, e sempre rogne... MAH... ) era pure sbagliata dal Ministero (?!?)... e mi hanno rimbalzato tra i CUP del Maggiore, Cattinara e il Distretto... sempre con varie scuse fantasiose, facendomi fare anche una procedura di "rinuncia alla pensione sociale" (a 54 anni ?!?). Addirittura mi hanno chiesto la certificazione dell'Ufficio del Lavoro e che è stata un avventura a prescindere. Fortuna solo alla fine, sul sito della regione, dove... FINALMENTE... ho trovato un impiegata gentile, preparata e collaborativa. Un monumento, dovrebbero farle. Metterla a dirigere e ad insegnare alle altre str... colleghe come si lavora e si tratta con i clienti !
Alla fine e risultato che non centrava nulla visto che bastava una autocertificazione, rilasciata a voce proprio al CUP.
E per fortuna, dopo al CUP, ho incontrato un ragazzo cordiale e preparato che mi ha confermato la semplice procedura di autocertificazione... peccato non averlo incontrato prima.
Bon...
E' una lunga odissea, e pure dolorosa fisicamente... che mi rende praticamente impossibile svolgere un lavoro decentemente. Ma anche semplicemente vivere e dormire per recuperare energie e smaltire le tossine... non funziona più !
Ultimamente, poi, oltre che avere sempre più difficoltà con i dolori e l'enorme difficoltà di smaltire correttamente l'acido lattico, questi dolori mi hanno preso lo stomaco e qualche volta ho pure problemi di equilibrio... come se stessi per svenire da un momento all'altro... ma al momento è solo una brutta sensazione evanescente... non sono ancora caduto.
Decido di ritornare al Pronto Soccorso, magari ho più fortuna...
SE... MAGARI... 🙁
Prendo di nuovo la "stronza di turno", sta volta parecchio arrogante... mi ascolta a malapena, smanettando col PC e anticipando alcune mie spiegazioni di pregressi (evidentemente stava leggendo il "lavoro" della collega della volta precedente) e dopo qualche esame in più di una semplice "palpatina alle gambe" e un esame degli elettroliti (anche una tomografia al cervello con contrasto [humm...]) sentenzia anche lei che è un problema neurologico, mi prescrive direttamente alcuni esami neurologici e non posso nemmeno obiettare o chiedere qualcosa che mi aggredisce sostenendo che "prima mi ha ascoltato lei, adesso devo ascoltare io" ? ! ?
MA CHE CAZZO, cos'è questo... un medico o un predicatore ? Si occupa di "scienza medica" o sta "spacciando" una religione a "colpi di dogmi" e pretendendo solo e unicamente "fede cieca" ! ? !
Gente del genere non dovrebbe nemmeno esercitare ! In un ospedale pubblico, poi... Che sia anche lei una "quota rosa" legata a qualche "potente" o a qualche "partito" ?
Niente... impossibile avere nessun tipo di dialogo, io vado bene solo se sto zitto.
Ho provato solo a chiedere, con molta calma dopo molto tempo che c'era solo silenzio, come mai non mi prescriveva anche un qualche esame per verificare le condizioni delle vene e della circolazione sanguigna...
Risposta:
"In questo momento non ho motivo di pensarlo".
Bene, alla faccia della scienza, Lei sa tutto senza esami... E io devo sottostare e a tutto in silenzio per "fede" ai "suoi dogmi medici"...
Poi ho trovato, cercando i nomi con Google, che queste 2 dottoresse sono "amiche su FB". Bel "branchetto" di stronze !
E, tra l'altro, leggendo molti commenti su siti che trattano di medici, ho trovato tante persone che la lodavano pubblicamente per quanto era gentile e cordiale... > MA PROPRIO CON ME DOVEVA COMPORTARSI DA STRONZA ARROGANTE E MENEFREGHISTA ? ! ?
Ma che gli ho fatto io a sta gente ? ? ? Perchè questo è solo un aneddoto ultimo, ne ho parecchi di simili precedentemente, uomini e donne ! 🙁
Viva la "mafia" dei medici, del nuovo femminismo e di "certi" dipendenti pubblici. [***]
Ma... e il "giuramento di Ippocrate" ? lo fanno ancora ? Sto disgraziato di Ippocrate si rivolterà nella tomba... 🙁
E non è finita, ma è una odissea da incubo.
Sono riuscito a cambiare il medico registrandomi direttamente con lo SPID sul sito della Regione, altrimenti mi immagino le "odissee kafkiane" con questi stronzi e vigliacchi di medici/funzionari/burocrati di merda.
Sopratutto VIGLIACCHI, perchè in tanti, se la prendono con un povero disgraziato che sta male e non ha come difendersi da queste IENE !
Il mio nuovo medico almeno NON è il "solito stronzo di turno" prepotente e arrogante... però non è che si "sbatta" molto per cercare di curarmi... è lui il medico, dovrebbe sapere lui come e dove dirigermi per trovare "il problema", ma fa poco più che "il burocrate"... il minimo indispensabile e, spesso, solo se lo chiedo io... meglio di niente, ma mi lascia abbastanza perplesso.
Comunque, sono riuscito a farmi prescrivere un EcocolorDoppler (informatevi su Google che facciamo prima) alle gambe. Bene, ho pensato, vediamo come va.
Indovinate ?
Vado a fare sto esame... medico anche gentile e dopo alcuni convenevoli inizia ad armeggiare con lo scanner e... ovviamente guardo lo schermo... TUTTO NERO, sempre e solo completamente NERO ! Ad un certo punto 2 piccoli lampi colorati di numero e poi ancora TUTTO SEMPRE NERO.
Poi mi ha fatto girare...
NON sono un medico, ma NEMMENO un idiota, ho già visto fare ecografie (x un incidente in moto, ed ero rimasto stupito da cosa si riuscisse a vedere con un ecografo) e prima avevo anche cercato molto in rete proprio su questo specifico esame. Un Ecografo da sempre delle immagini varie, anche con immagini a colori, in questo caso si dovrebbero vedere le vene e il sangue... beh... sta volta SOLO SCHERMO COMPLETAMENTE NERO.
Bene, sono rimasto talmente perplesso che non ho nemmeno commentato.
Mi sono anche lamentato a casa, ma i miei, ovviamente... come sempre da anni, giustificano sempre gli altri, anche oltre ogni evidenza.
Se non è questa una palese dimostrazione di malafede ed ostilità nei miei confronti.
E quel... "cazzone" ? Come si può definire in altra maniera un individuo del genere ? Mi ha dato una specie di cartoncino con una diagnosi, evidentemente "inventata al momento" dove sostanzialmente diceva che non avevo nulla... Nulla ? Beh, con uno schermo nero che altro avrebbe potuto vedere ?
Quando l'ho portato al mio medico, e gli ho spiegato la storia, anche lui aveva un espressione parecchio perplessa e mi ha pure chiesto specificatamente se non ci fosse proprio niente altro.
E non è ancora finita...
Sono andato a fare anche una visita Angiologica generale per verificare lo stato delle vene e della circolazione e... la faccio breve...
Dopo aver ascoltato la mia storia, anche se spesso con un espressione perplessa, mi ha subito premesso che andava a controllare solo una parte del problema... boh... vabbè...
Mi ha tastato solo un po' i polpacci e le cosce e ha sentenziato che "non ho varici" (alcune piccole venuzze, ma che non giustificano una operazione).
MCC ! [Ma Che Cazzo]
Io sono andato là NON per le vene varicose, ma per altri problemi più gravi... e quando ho cercato di obiettare al riguardo, mi ha rimbrottato seccato che "dovrei smettere di fare il medico e cercare di fare il paziente"
E sul referto ha scritto che il mio è un problema di "ansia"... non che ho dolori da mesi, che non mi lasciano fare quasi niente e nemmeno dormire. Grazie al cazzo che sono un po' "agitato", se poi mi trovo anche di fronte a medici stronzi che non fanno seriamente il loro dovere, e non posso nemmeno chiedere spiegazioni che devo "stare zitto e fare il paziente".
E ma vaffanculo ! ...e tu, grandissimo pezzo di merda, cerca di fare il medico e non lo stronzo menefreghista, sciatto e cazzoncello... se in buona fede... che se sei anche in "malafede" è ancora peggio !
Sono persone di questo genere che fanno diventare simpatici i nazisti e sognare di riaprire i campi di sterminio, ma NON per gli ebrei (disgraziati), ma per le MERDE di questo genere !
Poi le "avventure" non sono finite, ma non si cava un ragno dal buco...
Un esame neurologico dove la dottoressa non ha potuto nemmeno completare tutti gli step perchè mi prendevano i crampi.
Una visita neurologica, dove risultano alcune "leggere sofferenze pregresse" alla cervicale (vecchia storia) e alla lombare (un vecchio problema che ormai ho da parecchi lustri e che non mi permette di rimanere dritto per molto tempo, devo sedermi e per dormire dormo in poltrona, per tenere la schiena curva)... ma NON è questa la causa di questi nuovi crampi e dolori.
Un altro EcocolorDoppler agli arti superiori (non so perchè ai superiori... prescritta da un altro medico... che non mi ha trovato nulla e magari voleva solo "sbolognare" il paziente), dove, sta volta... almeno... è stato usato lo strumento, con tanto di "risposta acustica" del flusso sanguigno. Ovviamente nulla di fatto, sempre nessun problema... I miei dolori dipendono da qualcosa altro... 😕
Poi...
In ogni caso, visto che avrei comunque dovuto farla già prima di tutto questo, il mio medico mi ha prescritto comunque una RM alla cervicale e alla lombare.
Vedremo i risultati, sono proprio curioso. Casomai apro un capitolo a parte che anche questa è un "odissea lunga e tortuosa", con medici menefreghisti o veri "pezzi di merda" e, al momento, senza risultati.
Prossimamente continuerò con gli aggiornamenti.
E le cose non sono mica finite, purtroppo... e non riesco a trovare un medico serio che mi faccia un esame seriamente, faccia una diagnosi seria e mi prescriva una cura.
Mi stupisco veramente di quante gente di merda ci sia su questo disgraziato pianeta.
E al momento neanche lavoro (purtroppo, e comunque come potrei ?) e non prendo neanche il Reddito di Cittadinanza (causa famiglia di MERDE EGOISTE), altrimenti ci scommetto che sarebbero capaci di dire che non ho niente e che le mie sono tutte scene per non andare a lavorare o per prendere "soldi a ufo"... 🙁
=====================================
NOTE:
[*]
I Gremlins, come li chiamo io (da un famoso film) è un modo "generico" per definire delle "entità" che, ogni tanto, rubacchiano qualcosa tra le mie cose (ad esempio: mi sono sparite delle foto più "intime" della mia ex, fatte negli anni in cui le cose "sembravano" ancora poter funzionare e ben nascoste in un posto tutto loro. Erano dei ricordi comunque personali e cari. Proprio un atto di perfida cattiveria), o mi fanno angherie di vario genere (ad esempio: ho un letto a soppalco, e molti anni fa ci dormivo sopra. Avevo una scala che appoggiavo al bordo del letto x salire e scendere più comodamente. Sono un tipo scrupoloso e metodico, sopratutto su certe cose e con questa scala avevo preso il "rito" [vero e proprio] di appoggiare a terra prima il piede sinistro, poi la testa della scala in alto sul fianco del letto [esattamente a 1/2 altezza del fianco del letto] e, dopo essermi assicurato che fosse appoggiata esattamente parallela al piano del legno, la facevo scorrere verso destra per appoggiare anche il piede destro. In questo modo risultava perfettamente appoggiata a terra e sul fianco del letto... nè troppo in alto, nè troppo in basso e la testa della scala appoggiava perfettamente parallela al legno in tutti i suoi punti, senza "traballamenti" o "oscillazioni" di nessun tipo. Era un vero e proprio rito, se non la mettevo così non salivo nemmeno sul letto, poi col tempo e la pratica mi veniva anche semplice e veloce. Molto più difficile a scriverlo che a farlo. Beh... una mattina, mentre stavo per scendere dal letto, ho trovato [per fortuna visto in tempo] la scala messa con la testa quasi al limite inferiore del fianco del letto... mancava un niente che "scavallasse" e piombasse tutto a terra con me sopra, ovviamente. Avrei anche potuto rompermi una gamba, o peggio. Da quella volta [anni 90 +o-] quando vado a dormire mi chiudo dentro sempre a chiave, che rimane dentro la toppa, ovviamente :-/
Il problema è quando esco... e le cose sono peggiorate. Ma questo è un altro argomento.
[**]
Sono ormai molti anni che mangio separatamente dalla mia famiglia, da quando avevo chiuso i rapporti perchè la mia "cara mammina" mi aveva fregato su un lavoro. Discorso lungo che, magari, approfondirò in un altro momento (forse... se sarò ancora in grado di farlo... se non lo sarò, probabilmente avrete già capito a causa di "chi" e "perchè" :-/ ) Comunque faccio la mia spesa, la conservo (con difficoltà) nella mia camera e ho un mio frigorifero (con catenaccio e lucchetto antiscasso). Speravo in un lavoro decente e affidabile che mi permetta di diventare completamente indipendente ma in una società "mafiosa e prepotente" già prevenuta nei miei confronti è stato praticamente impossibile e purtroppo, di fatto, dipendo ancora dai "miei aguzzini". Gran brutta situazione di merda... che prima o poi, con questo andazzo... finirà molto male... :-/
[***]
Come ho già accennato, qualche rara volta "fortunata" trovo anche quelli che lavorano seriamente... ad esempio, al telefono della regione per la registrazione per disoccupazione ho trovato un impiegata, DONNA (sicuramente NON "quota rosa"), veramente gentile, collaborativa e preparata: fossero tutte così non avrebbero neanche bisogno di chiedere le "quote rosa", nessuno vorrebbe altre persone per gli uffici. Ma evidentemente, senza "quote rosa", le stronze, arroganti, fanatiche e fancazziste dove potrebbero lavorare ?


--------------------------------------------------------------- FINE 1ª CIT FB ------------------------------------------------------------------

Poi le cose si sono un pò evolute, ma la sostanza non cambia molto... casomai aggiornerò su FB, prima.


------------------------------------------------------------------- 2ª CIT FB ---------------------------------------------------------------------

Pillole di Famiglia.
Vedo di farla breve.
Per una serie di problemi a un HD, ho backuppato e ricontrollato vecchie cartelle di qualche decennio fa e ho ritrovato vecchi appunti che avevo preso.
Questa proprio non me la ricordavo più.
2ª ½ anni '90, il mio 1° modem "a carbonella" (quello telefonico) che occupava la linea, al costo urbano e con abbonamento "a consumo".
Telefono di famiglia (non sempre funzionante perchè non sempre le bollette venivano pagate... ma andava tutto bene, quello che contava era la politica del mio patrigno, non il resto [discorso lungo e complesso che dovrò fare a breve... se non crepo prima o vado in coma; in quel caso, PER FAVORE, fate una seria autopsia ! grazie !])
Abbonamento internet, con la TIM, a carico/nome mio, ovviamente.
Riporto sotto l'appunto, descritto un pò meglio [NP = Nota Postuma]:
"
Modem a carbonella, a me dicevano che non c'era nessun problema col telefono ma io mi facevo comunque tanti scrupoli di non tener occupata la linea tanto che con Google, immettevo i dati di una ricerca, aprivo le varie pagine e davo una scorsa: se poteva essere interessante salvavo la pagina offline su HD e andavo avanti per alcune pagine di ricerca di Google, quando avevo un pò di "materiale" mi disconnettevo subito dalla linea telefonica [NP: chiudendo modem e telefono e liberando la linea, ovviamente] e mi mettevo a leggere approfonditamente le pagine salvate su HD SENZA occupare la linea telefonica. Oltretutto, in quei anni, si pagava anche il tempo di connessione col provider.
In quegli anni avevo TIM e usavo il pacchetto Netscape Smile
Beh, ho sentito io stesso i miei genitori lamentarsi con gli amici che ero io "sempre attaccato al telefono con internet e che loro non potevano mai telefonare".
Erano tani anni fa, eravamo agli inizi delle "cattiverie"... erano ancora "blande"... :-/
"
Alla faccia delle "persone perbene" eh... Sad
Peccato non averlo capito almeno quella volta quello che era il vero andazzo della mia famiglia e quello che sarebbe arrivato con gli anni...
Il peggio è che in questa società di mafiosi e ritardati mentali, nessuno va mai ad approfondire la realtà delle cose, ma tutti giudicano, e peggio condannano solo per "sentito dire". E così, i "furboni", gli opportunisti e i "falsi" di ogni genere... quelli che hanno tanti "amici"... o che sanno bene come "comprarseli" (socialmente parlando, ovviamente, non meramente col danaro)... riescono anche a passare dal essere "carnefici" al apparire "vittime".
Che dire... "geniale".
E NON solo loro, eh... ma ANCHE loro, purtroppo... :-/
Ma NON mi cambierei con queste persone per tutto l'oro del mondo: crepo piuttosto !
E probabilmente sarà proprio quello che succederà.
E il lato "triste" è che vorrei solo verità e giustizia. Pagherei pure per quello che ho fatto di male in vita mia... ma quello che ho fatto veramente, non tutte le "falsità altrui" o le cattiverie degli "stronzi di turno" !
Ma anche che OGNUNO paghi il suo, perchè giustizia è solo quando è uguale per tutti !
O tutti o nessuno !
Non che qualcuno paga sempre tutto (anche quello che non centra) e gli altri (che hanno tanti amici che gli "coprono il culo") non pagano mai nulla !
NON è questa giustizia.


--------------------------------------------------------------- FINE 2ª CIT FB ------------------------------------------------------------------





Anche per questo volevo informarmi se accettare la galera poteva essere una scelta sopportabile con un possibile "futuro", o era meglio "un colpo globale di flex" e via, come era mia intenzione originale.
Ma di esperienze personali veramente poche (qualche delinqueltello locale, ma che non è assolutamente "affidabile" e comunque con veramente 4 cazzate in carico... non fa testo... io prenderei sicuramente mooolto di più), di programmi TV anche veramente molto pochi e sempre su situazioni sempre molto "specifiche" e spesso anche descritte in modo "fazioso". Non so quanto possono fare testo. In rete pure poca roba, anzi quasi niente di rilevante... statistiche a parte (che non mi interessano; a me interessa la "parte pratica")
Per questo ho provato a chiedere... anche se immaginavo che chi frequenta un forum assiduamente, difficilmente avrà una "rilevante esperienza" in prigioni... Very Happy
Ma non è detto, il mondo è vario... anche se credo più probabile che, anche se ci fosse un utente assiduo con notevole esperienza di galere, non so se vorrebbe veramente discutere pubblicamente di questo...
Boh... meritava provare... shrug
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 10227

MessaggioInviato: 20 Lug 2021 10:50    Oggetto: Rispondi citando

Ehilà, allora hai optato per la galera per andartene dalla tua attuale galera o hai trovato una strada, non facile, ma che comunque ti lascerebbe un po' di libertà in più di quella che hai ora?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Erma
Eroe
Eroe


Registrato: 23/11/05 14:33
Messaggi: 74

MessaggioInviato: 21 Lug 2021 18:33    Oggetto: Rispondi

Humm...
Non so se stai scherzando o cosa, ma non è una questione di "maggiore o minore libertà"...
Leggi meglio quello che ho citato (x chi non ha FB) e, purtroppo, è solo una minima parte di quello che è successo... che è sempre difficile riportare in un forum pubblico... poi, magari, riprova... e se vuoi anche ne discutiamo.... ma solo se seriamente e sui fatti.
Purtroppo io non sto scherzando.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage MSN
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Al Caffe' Corretto Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi