Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Conosci Annamaria
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Al Caffe' Corretto
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 19 Set 2002 23:00    Oggetto: Conosci Annamaria Rispondi citando

Commenti all'articolo Conosci Annamaria
Da ieri è on line il sito dedicato alla difesa della donna di Cogne accusata di aver assassinato il proprio bambino.
Top
{giuliana leonardi}
Ospite





MessaggioInviato: 27 Apr 2007 20:44    Oggetto: Sentenza 26 aprile 07 Rispondi citando

Non sono soddisfatta della nuova sentenza appena arrivata! Quella donna è colpevole e si deve vergognare inisme a tutta la sua famiglia!!! Suggerisco ai giudici di indagare sul marito e sulla Satragni. Spero che quanto prima anche questi due personaggi vengano messi in carcere per favoreggiamento e vengano dati in affidamento i figli sciagurati di due veri delinquenti. Poveri bambini, chissà cosa non devono vedere. Una madre assolutametne presa dal proprio ego e , come hanno dichiarato gli specialisti una personalità molto povera e semplice. Ovvero una poveretta, ma molto pericolosa. Nessuno continua a pensare alla fine tragica di Samuele. POvero bimbo dimenticato soprattutto da quell'assassina ( oggi uficialmente si può chiamare così)e da quel delinquente di suo padre. G. Leonardi
Top
kevin
Moderatore Caffè dell'Olimpo
Moderatore Caffè dell'Olimpo


Registrato: 08/02/07 09:52
Messaggi: 15764
Residenza: Qui se guardi da lì

MessaggioInviato: 27 Apr 2007 21:10    Oggetto: Rispondi citando

concordo in pieno con l'articolo di zeus,
mi pare sia già stata fatta troppa pubblicità, ad un caso così pazzesco,
su tutte la televisioni, in tutti i programmi, ci mancava davvero anche il sito!

Edit Silent Runner:
Avviso i naviganti che il link del sito conosciannamaria.it segnalato nell'articolo non corrisponde più a quanto descritto. Non faccio commenti sui vantaggi che il titolare dell'operazione può aver tratto sfruttando un link così morboso. E' la legge del mercato, a qualcuno piace così.
Top
Profilo Invia messaggio privato
dasio78
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/06/06 22:05
Messaggi: 6281

MessaggioInviato: 13 Mag 2007 12:32    Oggetto: Rispondi citando

...ciò dimostra come un caso giudiziario possa diventare motivo di speculazione e di lucro...

Sulla Franzoni saranno i giudici a decidere, ma tutta la bagarre che si è creata intorno non può che essere deprecabile e dannosa per la giustizia e per la vita di uno Stato "democratico"...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20590
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 13 Mag 2007 13:28    Oggetto: Rispondi citando

Sempre che lo Stato democratico non sia uno stato provvisorio così come sembra essere attualmente lo stato italiano.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
ioSOLOio
Amministratore
Amministratore


Registrato: 12/09/03 18:01
Messaggi: 16342
Residenza: in un sacco di...acqua

MessaggioInviato: 13 Mag 2007 13:29    Oggetto: Rispondi citando

piccolo o.t.

kevin ha scritto:


Edit Silent Runner:
Avviso i naviganti che il link del sito conosciannamaria.it segnalato nell'articolo non corrisponde più a quanto descritto. Non faccio commenti sui vantaggi che il titolare dell'operazione può aver tratto sfruttando un link così morboso. E' la legge del mercato, a qualcuno piace così.


ho l'impressione che semplicemente il dominio sia scaduto..e -come spesso accade in questi casi- viene semplicemente lasciato online come portale/motore di ricerca pubblicitario...
per lo meno..ho visto diversi casi similari....


tornando all'argomento....
a prescindere dalla colpevolezza o meno (la corte ha sancito per la seconda volta la colpevolezza) il caso è stato resto tale dai media
La famiglia Franzoni ha poi cavalcato molto l'onda lunga dei media perchè questo significa soldi...per la difesa con avvocati eccellenti e tutto il resto..

Purtroppo il vero potere -soprattutto in questi casi- è dalla parte dei media che possono santificare o demonizzare a seconda di come si pongono, e comunque decidere di dare più o meno risalto ad una vicenda, anche solo per caso (la tragica morte dell'altro bambino pare ucciso dalla madre a Vercelli -pure se molto simile- ha avuto molto meno eco per vari fattori...e anche Vespa l'ha snobbato)

E' di questi giorni il triste caso delle possibili nefandezze sui bambini all'asilo...se avete letto i giornali, avrete letto dati e dettagli spacciati come oggettivi che in questi giorni sono stati sostanzialmente smentiti dalla magistratura.
Ma nessuno ne chiederà conto.
Top
Profilo Invia messaggio privato
dasio78
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/06/06 22:05
Messaggi: 6281

MessaggioInviato: 13 Mag 2007 14:35    Oggetto: Rispondi citando

Bisogna decidere se tornare ad una giustizia popolare, oggi guidata dai media, oppure ridare fiducia ad una giustizia fatta da magistrati togati, professionisti ed (in teoria) estranei alla dialettica procedimentale.

Questa giustizia sommaria, questa corsa al mostro, è un 'indecenza che potrebbe colpire ciascuno di noi, una "caccia all'untore" di manzoniana memoria...

Sul caso Franzoni, mi sento solo di dire che, da quanto trapelato, mancano prove schiaccianti a carico, e che pertanto essa andrebbe assolta, per incapacità di dimostrarne la colpevolezza oltre ogni ragionevole dubbio, o comunque perchè la prova della colpevolezza risulta vaga e dubbiosa.
Altrimenti, facciamo un bel falò con i principi costituzionali, che resterebbero solo carta straccia.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20590
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 13 Mag 2007 15:48    Oggetto: Rispondi citando

E brucerebbero anche bene!
Perché oggi, a ben guardare, sono proprio carta straccia.
Colpa nostra che siamo stati a guardare per tutto questo tempo e abbiamo permesso alla politica di farsi affare e non più servizio al paese, abbiamo ammirato e osannato i lestofanti, li abbiamo elevati a modelli e li abbiamo gratificati con i nostri osanna.

Ricordiamocelo bene: la politica e la giustizia sono entrati in collisione, il popolo ha osannato la giustizia (poi accusata di giustizialismo) per poi passare subito dalla parte dei corruttori e dei corrotti.
Non vi offendete se dico che l'Italia non è mai veramente uscita dal fascismo, inteso come sentimento opportunista e velleitario, frutto della sedimentazione millenaria di sfruttamento e sudditanza grata ai feudi e al Regnante del momento, sia esso prelato o politico d'avventura.
La storia si ripete perché l'Italia è stata bocciata in ginnastica.
Mi è difficile oggi ritrovare affinità con questa classe politica, quale che sia la maschera dietro la quale si nasconde, a destra o a sinistra.

Mi spiace fare queste affermazioni perché conosco molte persone, molti italiani che non meriterebbero questa analisi. Sia che questi abbiano idee di sinistra sia ch e abbiano idee di destra.

Difficile però parlare di centro quando anche la sinistra si appiattisce sulla destra seguendone le voglie viscerali (mai sopite) di sicurezza, di autonomismo e di ordine esteriore.
Che poi la corruzione sia consentita al di sotto della superficie e degli slogan questo non conta.
E' storia recente che gli italiani siano riusciti a corrompere anche il monolite del fascismo, il quale, in un fortunoso ventennio, ha saputo produrre più retorica di quanta ne servisse a coprire le porcherie (non politiche e per questo ne' fasciste ne' antifasciste) che sono stata la vera storia d'Italia.

Che cosa centra tutto questo con la Franzoni?
Tutto.
Il modo in cui è stato trattato il dramma di un infanticidio è il classico esempio di messinscena mediatica da regime totalitario, un regime totalitario che non c'è.
Siamo diventati degli adoratori onirici, amiamo la nebbia che non ci permette di vedere una realtà scomoda.
Quella realtà siamo noi sudditi, più realisti del Re.
E la storia si ripete perché la Storia siamo noi.

Infanticidi compresi.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20590
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 13 Mag 2007 15:59    Oggetto: Rispondi citando

ioSOLOio ha scritto:
piccolo o.t.

Citazione:
Edit Silent Runner:
Avviso i naviganti che il link del sito conosciannamaria.it segnalato nell'articolo non corrisponde più a quanto descritto. Non faccio commenti sui vantaggi che il titolare dell'operazione può aver tratto sfruttando un link così morboso. E' la legge del mercato, a qualcuno piace così.

ho l'impressione che semplicemente il dominio sia scaduto..e -come spesso accade in questi casi- viene semplicemente lasciato online come portale/motore di ricerca pubblicitario...
per lo meno..ho visto diversi casi similari....
Infatti, grazie per la precisazione: Very Happy era proprio in quel senso che avevo inteso il mio avviso ai naviganti.
Cio non toglie che possa provare disgusto per l'operazione pubblicitaria, anche se legittima, vista la tragedia e l'esposizione mediatica che ne è derivata.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Cybion
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 11/03/07 14:27
Messaggi: 1731
Residenza: vagabonda senza fissa dimora

MessaggioInviato: 14 Mag 2007 01:19    Oggetto: Rispondi

Silent Runner ha scritto:

Il modo in cui è stato trattato il dramma di un infanticidio è il classico esempio di messinscena mediatica da regime totalitario, un regime totalitario che non c'è.
Siamo diventati degli adoratori onirici, amiamo la nebbia che non ci permette di vedere una realtà scomoda.
Quella realtà siamo noi sudditi, più realisti del Re.
E la storia si ripete perché la Storia siamo noi.
Infanticidi compresi.


Purtroppo la mercantilizzazione di qualsiasi contenuto e l'utilizzo privo di mediazione critica sia nell'ambito dei mezzi di produzione che in quello della società dello spettacolo (o nello spettacolo deprimente della politica..) si è fatta sport di massa, deriva globale.

Viviamo tempi di piombo elettronico, in cui prevale l'uso e il consumo immediato di ogni cosa sul linguaggio e sulla capacità di riflessione.
Mai come oggi i media sono stati usati come strumento di dominio, di guerra, di disinformazione, di rifiuto della comunicazione proprio nel dichiararsi l'esatto contrario.
E mai come ora televisioni pubbliche o private, generaliste o di nicchia che siano, hanno fondato il loro potere eccitando gli istinti più arcaici e primordiali dell'uomo: voyerismo, pettegolezzi, bassezze, turpiloqui, risse, pulp, horror, orrore vero, orrore artefatto, censura politica, cinismo, sesso, egoismo, buoni sentimenti di facciata, amori da cartoon e corpi plastificati attraversano ormai tutti i programmi televisivi in tutte le televisioni.

Tutte forme della stessa barbarie, determinata dall'incapacità (o dalla volontà, alla lunga suicida) del potere di affrontare fenomeni complessi e difficilmente risolvibili con schemi manichei o ideologie gonfie di certezze.

Ma in fondo, il principale modello di riferimento ideologico dell'Occidente cosiddetto "democratico" non sono più Voltaire e Jefferson, ma Phinea T. Barnum, l'impresario ideatore del circo moderno.

E noi, spettatori silenziosi, pubblico pagante, pre-visti nella nostra alienata apatia da Theodor Adorno: "La televisione riduce ancor più gli uomini a modi di comportamento incosciente, che portano a compimento le condizioni di un'esistenza che minaccia di sofferenze colui che la percorre con lo sguardo, e corrisponde compensi a colui che la idolatra". (Sogno senza sogno, 1953)
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Al Caffe' Corretto Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi