Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Un ettaro di cannabis per rifarsi la casa ecosostenibile
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 18 Apr 2009 01:13    Oggetto: Un ettaro di cannabis per rifarsi la casa ecosostenibile Rispondi citando

Commenti all'articolo Un ettaro di cannabis per rifarsi la casa ecosostenibile
Un'estensione pari a un campo di rugby basterebbe per produrre in soli quattro mesi fibra sufficiente a costruire una villetta tradizionale da tre locali e servizi.



Top
franz
Dio minore
Dio minore


Registrato: 25/05/05 16:12
Messaggi: 776
Residenza: Lac Majeur

MessaggioInviato: 18 Apr 2009 07:41    Oggetto: Rispondi citando

chissà, adesso quelli là in svizzera che sono stati beccati con una coltivazione grande come un campo da calcio hanno una buona scusa. Volevano rifarsi la casa Laughing
Occhio a Google Maps però Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Zbear
Satiro *
Satiro *


Registrato: 30/03/05 18:15
Messaggi: 175

MessaggioInviato: 18 Apr 2009 07:44    Oggetto: Ehehehe Rispondi citando

Sooooccia!!
L'unico problema è che se prende fuoco sballa tutto il quartiere..... ehehehe

Altro che nero o marocco!!
Top
Profilo Invia messaggio privato
Brio
Semidio
Semidio


Registrato: 24/05/08 19:26
Messaggi: 205

MessaggioInviato: 18 Apr 2009 11:43    Oggetto: Rispondi citando

Un po' con i bio carburanti, un po' con la canapa edilizia si coltiverà la terra tutt'altro che per mangiare :S
Top
Profilo Invia messaggio privato
vincenzo2342
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 03/06/08 15:58
Messaggi: 124
Residenza: Trino

MessaggioInviato: 18 Apr 2009 13:51    Oggetto: Rispondi citando

Brio ha scritto:
Un po' con i bio carburanti, un po' con la canapa edilizia si coltiverà la terra tutt'altro che per mangiare :S

L'importante che ci sia abbastanza cibo, comunque.
Ma, come fate a dire che è allucinogena? È cannabis sativa indica ?
Vincenzo.
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
MaXXX eternal tiare
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 18/02/09 11:13
Messaggi: 2287
Residenza: Dreamland

MessaggioInviato: 18 Apr 2009 17:12    Oggetto: la canapa è molto interessante anche per chi non si droga Rispondi citando

Il fatto è che la canapa come pianta è molto interessante anche per chi non si droga Wink con la canapa in 4 mesi si può ottenere un quantitativo di carta di buona qualità che un albero dà in più di un anno di crescita Shocked questo darebbe una mano contro il disboscamento... ma molte società che producono legname per le cartiere non sono d'accordo Rolling Eyes ovvio Evil or Very Mad .... in francia prima dell'euro molte banconote erano in carta di canapa, inoltre anche come tessuto è ottimo.

Per sicurezza è vietata la coltivazione sia del chemiotipo CBD (con thc trascurabile ossia non ci fai marijuana o hashis e quindi niente droga) che del chemiotipo thca-sintetasi che contine alti livelli di thc ossia della sostanza eccitante che permette la realizzazione di droga Rolling Eyes

(ok lo ammetto i nomi scientifici precisi non me li ricordavo tutti a memoria dalla scuola e quindi ho ricercato sul web Arrow )

In italia e molti altri paesi però è possibile in aree recintate e sotto permesso coltivare canapa con chemiotipo CBD e quindi senza (o con percentuali irrisorie)sostanze stupefacienti appunto per farci carta, tessuti ecc. e addirittura in alcuni laboratori di ricerca e farmaceutici controllati anche della canapa da droga per fare ricerche o alcuni farmaci sperimentali (che non è che se riecono a fare un farmaco con la canapa allora è giustificato o uguale farsi le canne ovvio Rolling Eyes "

Praticamente per limitare un uso stupido,sbagliato, illegale e scemo Twisted Evil della canapa hanno adottato procedure molto restrittive per la sua coltivazione industriale e scientifica giustamente, però incentivare un uso buono di questa pianta non sarebbe male... se ora serve anche per l'edilizia bene Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
franz
Dio minore
Dio minore


Registrato: 25/05/05 16:12
Messaggi: 776
Residenza: Lac Majeur

MessaggioInviato: 18 Apr 2009 18:32    Oggetto: Rispondi citando

bravo Maxx hai inquadrato la cosa dal verso giusto per quel che mi riguarda. Ma ormai il buon senso non è troppo di questo mondo
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
zeross
Moderatore Software e Programmazione
Moderatore Software e Programmazione


Registrato: 19/11/08 11:04
Messaggi: 3464
Residenza: Atlantica

MessaggioInviato: 18 Apr 2009 20:29    Oggetto: Rispondi citando

A dire il vero nella età autarchica del ventennio fascista per ottenere fibra resistente fù incentivata la produzione della canapa (cannabis sativa) ed anche indiana (cannabis indica), poiché forma una fibra molto resistente.
Per questo la legislazione italiana e molto più favorevole a livello di legge per la coltivazione della canapa.

Successivamente con l'avvento del fenomeno delle tossicodipendenze furono introdotte a livello di regolamenti amministrativi molte formalità amministrative da adempiere per queste coltivazioni che ne hanno scoraggiato, visto il costo, la produzione.

Nonostante tutto noi siamo un paese che ha ancora delle coltivazioni interessanti per la canapa, anche se la legge Fini-Giovanardi nella sua idiozia ha stabilito pene severissime per la coltivazione di canapa che all'inizio avevano gettato sconcerto per la formulazione alquanto da analfabeta del testo, ma in seguito se è visto che rimane alquanto inapplicabile.

Comunque gli utilizzi della canapa sono essenzialmente tessile, oleoso e mangimi.
I suoi rivali sono il petrolio ed i suoi derivati sintetici, il cotone e la juta.
Essendo più a buon mercato rendono attualente la canapa non favoribili sotto il punto di vista economico.

Essendo una pianta che nasce su terreni infami ci sono aeree che vantavano una grande produzione come quella romagnola, ma purtroppo quei tempi sono tramontati.
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
merlin
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 15/03/07 23:32
Messaggi: 2421
Residenza: Kingdom of Camelot

MessaggioInviato: 18 Apr 2009 20:58    Oggetto: basterebbe non fumare Rispondi citando

franz ha scritto:
bravo Maxx hai inquadrato la cosa dal verso giusto per quel che mi riguarda. Ma ormai il buon senso non è troppo di questo mondo

Oggi esistono marcatori per distinguere la specie fumereccia da quella utilizzabile ad altri scopi; se si riusciva a controllare la produzione del tabacco (che inquina in modo notevolissimo terreno fertile) per proteggere il monopolio dei veleni di stato, non si comprende perché non possa essere controllata la produzione ad uso industriale dell'innocua canapa sativa.
Top
Profilo Invia messaggio privato
{pippolo}
Ospite





MessaggioInviato: 18 Apr 2009 22:50    Oggetto: vendendola ... Rispondi citando

... ci si farebbe un palazzo di 8 piani...
Top
merlin
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 15/03/07 23:32
Messaggi: 2421
Residenza: Kingdom of Camelot

MessaggioInviato: 19 Apr 2009 08:04    Oggetto: Re: vendendola ... Rispondi citando

{pippolo} ha scritto:
... ci si farebbe un palazzo di 8 piani...

Pieno di drogati persi?
Magari fosse possibile, cotruirlo unicamente con porta d'ingresso e senza possibilità di uscita! Mi pare giusto che chi sente il bisogno di evadere dal mondo poi volente o nolente ne rimanga escluso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
{ice}
Ospite





MessaggioInviato: 19 Apr 2009 11:33    Oggetto: Uguaglianza canapa=droga importata dagli Usa ma SBAGLIATA Rispondi citando

la canapa è stata usata da secoli per la produzione di tessuti e cordami, in pianura padana sono ancora presenti i "maceri" (laghetti rettandolari scavati nel terreno solitamnte della misura di una piscina 25m) in cui veniva appunto messa a macerare la canapa per poi poterla lavorare
In Itlia si è fatto dal medioevo sino a quando nel secondo dopoguerra la sudditanza psicologica con gli USa dove era nata la cultura hippie porto anche da noi l'uguaglianza canapa=droga
Quanto mai sbagliata, ma supportata dai gruppi industriali cui premeva spingere sul petrolchimico
Top
mariantonio.inter
Semidio
Semidio


Registrato: 02/06/07 14:56
Messaggi: 478
Residenza: meglio nero che bianconero ! NO al razzimo

MessaggioInviato: 20 Apr 2009 14:11    Oggetto: Rispondi citando

secondo me costerebbe come le altre in muratura. La differenza sta nell'altissimo costo dell'assicurazione incendio da pagare: infatti ci sarebbero molti in giro che ti fumerebbero una parete........ :lol:
Top
Profilo Invia messaggio privato
OXO
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 10/05/05 17:30
Messaggi: 1942
Residenza: Scandicci

MessaggioInviato: 21 Apr 2009 16:17    Oggetto: Rispondi citando

Battute a parte, resta il fatto che l'Italia era il secondo produttore mondiale di questo versatilissimo dono della natura che avrebbe assicurato ad un Paese così povero di materie prime come il nostro una minima forma d'indipendenza dai grandi produttori di petrolio...

Come per l'eolico o il solare (nei quali siamo leader tecnologici indiscussi), un altro esempio di autolesionismo. Sad
Top
Profilo Invia messaggio privato
mariantonio.inter
Semidio
Semidio


Registrato: 02/06/07 14:56
Messaggi: 478
Residenza: meglio nero che bianconero ! NO al razzimo

MessaggioInviato: 21 Apr 2009 16:38    Oggetto: Rispondi citando

caro oxo, era una battuta quella dell'assicurazione perchè fare una casetta, singola, con canapa e calce è una cosa da film. Ma ti immagini fra poco 10 miliardi (10.000.000.000) di popolazione mondiale in casette singole a piano terra? Ma bisognerebbe asfaltare gli oceanio e la luna per starci tutti. Tokio avrebbe forse un diametro di 100.000 kmq ?
Dai !
ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato
OXO
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 10/05/05 17:30
Messaggi: 1942
Residenza: Scandicci

MessaggioInviato: 21 Apr 2009 16:41    Oggetto: Rispondi citando

Ma io infatti non mi riferivo alle casette, ma ai prodotti tessili e agli usi nel campo degli idrocarburi: e non sto assolutamente facendo battute. Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
cavaliere76
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 01/10/08 23:55
Messaggi: 131
Residenza: Carrara

MessaggioInviato: 02 Mag 2009 00:37    Oggetto: il futuro dell'edilizia è nei materiali eco compatibili Rispondi citando

La solita notizia "tutto fumo" e niente arrosto (se lo sono già pappato). erba(co)

Scherzi a parte, neanche un mese fà sono stato alla presentazione di un nuovo tipo di mattone e di pannello isolante. Il primo conteneva nell'impasto fibre vegetali, il secondo era totalmente fatto in fibra vegetale, provenienti da una pianta di origine australiana simile allla canapa.

Il messaggio che è stato lanciato durante la conferenza era chiaro, il futuro dell'ediliza passa dall'uso di materiali eco compatibili e rispettosi dell'ambiente che ci circonda.
Top
Profilo Invia messaggio privato
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 02 Mag 2009 08:43    Oggetto: Rispondi citando

Ma per produrre questi materiali ecocompatibili non si rischia di dover deforestare per poter coltivare quei materrieli e/o far aumentare i prezzi
(com'è successo ai cereali per via dei biocarburanti)?
Top
Profilo Invia messaggio privato
cavaliere76
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 01/10/08 23:55
Messaggi: 131
Residenza: Carrara

MessaggioInviato: 02 Mag 2009 11:36    Oggetto: Rispondi citando

chemicalbit ha scritto:
Ma per produrre questi materiali ecocompatibili non si rischia di dover deforestare per poter coltivare quei materrieli e/o far aumentare i prezzi
(com'è successo ai cereali per via dei biocarburanti)?


Si, il rischio c'è, ma è un rischio che si corre qualsiasi tecnologia decidi di usare se vedi bene. Oggi si deforesta per creare discariche per abbandonare i rifiuti speciale provenienti dai cantieri edili (cementi, laterizzi, ma anche contenitori di additttivi chimici). Domani si deforesterebbe per avere terreni da coltivare per avere maggior materiale edile.

Potremmo anche andare a vivere in case di legno, ma si continuerebbe a deforestare per avere materiale edile. Quello che ci vuole, in vista di questi cambiamenti, è una vera politica del territorio eco - sostenibile, con dei piani territoriali che individuino i territori adatti alle coltivazioni, e nello stesso tempo aree da preservare a boschi, o meglio ancora da riconvertire a boschi, anche se parliamo di ex aree agricole o ex industriali abbandonate alle periferie cittadine. Che aspetto avrebbe Milano se avesse il suo Central Park?
Top
Profilo Invia messaggio privato
chemicalbit
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/04/05 17:59
Messaggi: 18597
Residenza: Milano

MessaggioInviato: 02 Mag 2009 18:18    Oggetto: Rispondi

Cementi e laterizzi sono rifiuti speciali?!

Pensavo che più rifiuti ... inerti di quelli non ci fosse (quasi) nulla.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi