Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Siae, equo compenso anche per cellulari e Pc
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ribelli digitali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
cisco
Dio minore
Dio minore


Registrato: 25/09/08 18:41
Messaggi: 779

MessaggioInviato: 20 Gen 2010 13:17    Oggetto: Rispondi citando

freeant ha scritto:
[...] Se invece vedi un ambiente multiculturale come una ricchezza per tutti, allora la prospettiva cambia, completamente.

Già, quello che dobbiamo capire è che ormai il concetto di "razza" appartiene allo scorso millennio.
Si dovrà sostituire con "identità culturale", semmai. Gli abitanti del pianeta Terra sono destinati a miscelarsi tra di loro sempre più (non volevo dire "incrociarsi" ma non mi viene un termine migliore Laughing ).
Il nostro pianeta comincia ad essere stretto e per forza di cose saremo sempre più vicini. Bastano poche ore di aereo e sei dall'altra parte del mondo.
Sopratutto noi del Vecchio Continente avremo molto da imparare, e anche molto da guadagnare.

Tra cento anni, chi chiamerà ancora straniero quelli che vivrà vicino a noi (straniero -> da strano, diverso)?
Come potranno farlo, se loro stessi lo saranno, avranno 5, 10 nazionalità nel loro Dna?
Penso che per quei tempi, esisterà una sola razza: la razza Umana.
(Oddio, mi sento tanto John Lennon Laughing )
Top
Profilo Invia messaggio privato
freeant
Eroe
Eroe


Registrato: 24/10/05 10:01
Messaggi: 54
Residenza: København

MessaggioInviato: 20 Gen 2010 13:17    Oggetto: Rispondi citando

@zeus
l'OT, da torrente l'ho fatto diventare un fiume. perdòno.

@linguist
sono un grande ammiratore della Sala Macchine e l'accoppiamento mi onora. Grazie!

@cisco
Le Stjernerne? neanch'io riuscivo a stare serio. Anche alla redazione della rivista è piaciuto, pare, così anche per stavolta ho la speranza di continuare a scrivere per loro Smile

@ITbit

Citazione:
forse la sola scelta sbagliata e' non fare niente di niente

/agreed
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
digirun
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/03/08 23:37
Messaggi: 1687
Residenza: TOSCANACCIO (salmastroso)

MessaggioInviato: 20 Gen 2010 14:08    Oggetto: Rispondi citando

TROOPPOOO carino il blog di freeant! Very Happy

@itBIT: ci ho provato, ma certa gente è proprio ottusa (e forse proprio per questo si schiera col nano) quindi impossibile da smuovere rispetto alle "loro" convinzioni INDOTTE dai vari media di regime.

a questo punto è meglio una scelta intelligente: emigrare e lasciare affogare nel loro brodo primordiale e venefico, chi è convinto che certe persone stiano facendo il bene del paese (occhio che però ce l'ho in egual misura con la sinistra e con i figuri, LOSCHI, che la rappresentano!) Evil or Very Mad
Top
Profilo Invia messaggio privato
ITbit
Dio minore
Dio minore


Registrato: 28/05/09 16:07
Messaggi: 610

MessaggioInviato: 20 Gen 2010 17:03    Oggetto: Rispondi citando

digirun ha scritto:
certa gente è proprio ottusa (e forse proprio per questo si schiera col nano) quindi impossibile da smuovere rispetto alle "loro" convinzioni INDOTTE dai vari media di regime.


E tu riprovaci la partita non e' finita finche' uomo nero non fischia!!! Qualcosa del genere, Boskov ovviamente.
Top
Profilo Invia messaggio privato
carloef
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 15/12/07 11:55
Messaggi: 146

MessaggioInviato: 28 Gen 2010 12:43    Oggetto: equo compenso sull?ADSL Rispondi citando

riporto una notizia di P.I. che zeus non ha considerato
il bondo sta facendo scuola e lo vogliono copiare in molti
tra questi spicca de benemerdis per tappare il buco del fallimento dell'editoria attualmente in atto, a pensato bene, non bastandogli i soldi che lo stato da a questi elementi (milioni di euri),di proporre una tassa sull'adsl

Citazione:
Con scadenza ormai stagionale, Carlo De Benedetti scrive a Il Sole 24 Ore: il patron del Gruppo L'Espresso, che comprende tra l'altro il quotidiano cartaceo e la sua controparte online La Repubblica, torna a proporre la sua ricetta per salvare l'editoria e in particolare i giornali dall'apocalisse di Internet. A distanza di quasi 9 mesi dal suo esordio sull'argomento, le tesi non sono cambiate: i contenuti vanno pagati, su Internet c'è chi ci lucra indebitamente, mettiamo una tassa sulla connessione per recuperare altri introiti.
Dalle parole di De Benedetti si apprende che "L'esperienza del consorzio Premium Publisher Network per la pubblicità a performance, che vede il Gruppo Espresso collaborare con Corriere della Sera, Gazzetta dello Sport, Stampa, Ansa e tanti altri, è tra le più studiate in Europa". Un successo che dimostra, secondo De Benedetti, che "Gli editori devono superare le antiche rivalità e lavorare insieme, fare appunto sistema. Solo così si contrastano i competitor globali". E chi sono questi competitor? Ovviamente Google, che "non può sfruttare i contenuti prodotti da altri senza dare nulla in cambio".
Sono passati mesi, ma la questione è rimasta sempre la stessa: "È un problema che gli editori tedeschi hanno denunciato nei giorni scorsi alle proprie autorità regolatorie, proprio come l'associazione italiana della categoria aveva fatto ad agosto con un esposto all'Antitrust. Google deve restituire una parte del valore immenso creato ogni giorno dai giornalisti, che il motore monetizza grazie alla pubblicità AdSense". De Benedetti dimentica di ricordare che, tramite servizi come Google News e simili, anche gli editori si giovano del traffico generato dal search di Mountain View. Ma si tratta evidentemente di una dimenticanza veniale.
"Come Google, molti altri soggetti, dagli aggregatori alle rassegne stampa, non rispettano le regole che tutelano i diritti di proprietà intellettuale - continua De Benedetti - Questi diritti devono trovare una definizione legislativa più netta e, soprattutto, ampliarsi. Dobbiamo pertanto rilanciare la protezione del copyright, studiando l'adozione di software e sistemi che consentano un reale controllo dell'uso e del rispetto dei diritti connessi a ciascun contenuto". La differenza rispetto al passato è che, questa volta, De Benedetti arriva a ipotizzare un ruolo di mediatore tra i diversi interessi svolto da BigG: "Se lo volesse, Google potrebbe così trasformarsi in un equo distributore della ricchezza creata grazie al lavoro altrui; e avremmo bell'e pronto il sistema di pagamento universale".


dato che tu con internet puoi leggere le notizie gratis allora mi paghi una tassa!!
Top
Profilo Invia messaggio privato
digirun
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/03/08 23:37
Messaggi: 1687
Residenza: TOSCANACCIO (salmastroso)

MessaggioInviato: 28 Gen 2010 13:59    Oggetto: Rispondi citando

Ma io sono d'accordo, d'accordissimo con quel figliol d'un can!

Voglio pagare, se leggo i suoi giornali online (tanto non li leggo, non mi fido più di NESSUN GIORNALISTA, son tutti pagati per stare asserviti)

Ma NON voglio certo pagare per visitare il sito di un "amico" di qualunque tipo e dimensione sia, che tratta in un blog o in un sito enciclopedico, di qualsiasi argomento a suo piacere, NON chiedendo un corrispettivo economico.

Ovviamente lui dovrà poter citare (il famoso "diritto di cronaca" sempre esistito) oppure vogliamo negare anche questo diritto fondamentale che esiste praticamente da sempre? Shocked
Top
Profilo Invia messaggio privato
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 31 Gen 2010 14:25    Oggetto: Equo per chi? Rispondi

Non e' una tassa - e' peggio, perche' e' una imposta.

Tassa = Servizio, ed e' proporzionale al tuo reddito. Imposta e' quella che si applica sui tabacchi, sugli alcolici, sul sale ... e ora anche sui bit. Il tabacco degli alcolici si puo' fare a meno, del sale no, dei bit molto difficilmente, dato che sono ovunque.

Se non paghi una tassa, sei conscio che poi dovrai pagare il relativo servizio: meno tasse per tutti, si legge anche meno servizi per tutti - in america funziona cosi' da molto tempo, e ne sono tutti consapevoli e piu' o meno felici.

Quel che mi pare sospetto, ai limiti del furto, e' il concetto di EQUO. Vorrei capire se sono state stilate tabelle, e come e' possibile che l'ente PRIVATO che si e' nominato tutore dei dirittim anche di chi non vuole, possa quadruplicare il fatturato.

Mi aspetto ora che quadruplichi anche le somme che eroga ai possessori dei diritti, e che questi trasferimenti siano pubblicati - se stanno effettuando un prelievo forzoso ... voglio sapere poi esattamente dove andranno.
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ribelli digitali Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3
Pagina 3 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi