Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Il robot contadino che pianta i semi da solo
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 06 Mar 2011 18:27    Oggetto: Il robot contadino che pianta i semi da solo Rispondi citando

Commenti all'articolo Il robot contadino che pianta i semi da solo
I campi di domani saranno coltivati da una moltitudine di piccoli robot completamente autonomi.



Top
Gummy Bear
Dio minore
Dio minore


Registrato: 02/01/11 22:54
Messaggi: 674
Residenza: Paese dei Balocchi

MessaggioInviato: 06 Mar 2011 20:45    Oggetto: Johnny Appleseed?? Rispondi citando

Quando si dice il progresso... Smile
Vedremo se la prossima missione su Marte se lo porterà appresso.
Top
Profilo Invia messaggio privato
etabeta
Dio Sconvolto


Registrato: 06/04/06 10:02
Messaggi: 2531

MessaggioInviato: 06 Mar 2011 23:11    Oggetto: Rispondi citando

Che bello! Così quando la finanza scoprirà il mio campo di maria potrò scagionarmi addossando la colpa ad un bug nel software del robot che non aveva capito che io gli avevo detto di piantare pomodori.
Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
icoborg
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 24/06/10 11:19
Messaggi: 80

MessaggioInviato: 06 Mar 2011 23:29    Oggetto: Rispondi citando

"intere distese di essere umani, non venivano allevati venivano coltivati" cit.
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 07 Mar 2011 03:00    Oggetto: Re: Che bello! Rispondi citando

etabeta ha scritto:
Così quando la finanza scoprirà il mio campo di maria potrò scagionarmi addossando la colpa ad un bug nel software del robot che non aveva capito che io gli avevo detto di piantare pomodori.
Laughing


Oppure basta che li programmi per piantare la Finanza!
Laughing Laughing Laughing

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
mdini
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 09/09/08 13:59
Messaggi: 136

MessaggioInviato: 07 Mar 2011 08:30    Oggetto: Rispondi citando

Questi robottini monouso cominciano a spuntare un po' da tutte le parti. Pare che i progressi della cibernetica stia trovando applicazioni pratiche fuori dagli ambienti industriali. Un notevole esempio è l'auto-robot di Google:


Negli anni '60 credevamo in molti che nel 2000 (o nel 2001) saremmo vissuti un un mondo dove di robot che ci accudivano; con dieci anni di ritardo forse siamo sulla soglia di uno sviluppo inatteso, che potrebbe impattare in modo sensibile nel nostro modo di vivere.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
{aldebaran}
Ospite





MessaggioInviato: 07 Mar 2011 08:50    Oggetto: Rispondi citando

in un mondo in cui manca lavoro inventare ogni giorno macchine che sostituiscano l'uomo, è come darsi la "zappa" sui piedi.

Non venitemi a dire che è una dimostrazione dell'intelligenza umana, semmai è vero il contrario.
Top
{Osvaldo}
Ospite





MessaggioInviato: 07 Mar 2011 09:20    Oggetto: Rispondi citando

per Aldebaran: entro certi limiti, il progresso non può essere fermato. Quando inventarono l'auto, ovviamente le carrozze a cavallo ebbero problemi.. e allora? Anche inventare medicine che ci fanno vivere di più crea problemi alle nostre pensioni future...
Certo, parlando di ritorno alla natura, certe invenzioni non favoriscono la manodopera "umana", però guarda che già adesso si usano macchine per seminare. In Pianura Padana non credo proprio che adoperino le mani: usano seminatrici enormi, larghe anche 12 metri (ma non sono aggiornato). In realtà, la possibilità di meccanizzare operazioni "scomode" per l'uomo dovrebbe dare semmai la possibilità di mettere in coltivazione anche terreni che diversamente non lo sarebbero (anche se le questioni sono poi complicate dagli interventi della "politica": sono decenni che l'UE dà sovvenzioni agli agricoltori perché non coltivino terreni.. per evitare sovraproduzioni che richiederebbero l'esborso di contributi, o.. la distruzione, tipo arance, pomodori ecc. Prova a cercare la voce "set-aside"). ciao
Top
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 07 Mar 2011 09:20    Oggetto: Rispondi citando

@aldebaran: non è il problema del togliere il lavoro, se saranno le macchine a mantenerci. Del resto, per millenni si è andati avanti a far lavorare schiavi mentre un'elite si dedicava a più "nobili" attività: letteratura, arte, scienza, filosofia, religione (sic!), sport, guerra (ri-sic!).
Il problema semmai è che il modello economico di riferimento attuale deve cambiare radicalmente, e non credo che gli "imperatori" della nostra economia siano disposti a muovere il primo passo.
Top
Gummy Bear
Dio minore
Dio minore


Registrato: 02/01/11 22:54
Messaggi: 674
Residenza: Paese dei Balocchi

MessaggioInviato: 07 Mar 2011 11:33    Oggetto: Rispondi citando

{Osvaldo} ha scritto:
[...] sono decenni che l'UE dà sovvenzioni agli agricoltori perché non coltivino terreni.. per evitare sovraproduzioni che richiederebbero l'esborso di contributi, o.. la distruzione, tipo arance, pomodori ecc. ...

Bella roba, con tutte le mense per poveri e tutti gli istituti, i campi profughi e le carceri che ci sono... O magari solo fino alle prossime battaglie per il grano Confuso
Ma forse è necessario lo spreco delle risorse, almeno finché non arriverà qualche centinaio di migliaia di affamati che ci mangerà tutti di traverso.
Comprese le seminatrici, megagalattiche e non. pranzo pranzo
Top
Profilo Invia messaggio privato
toto200
Dio minore
Dio minore


Registrato: 28/11/05 16:43
Messaggi: 664
Residenza: europa

MessaggioInviato: 07 Mar 2011 11:36    Oggetto: Rispondi citando

Senza offesa, Osvaldo.

{Osvaldo} ha scritto:
entro certi limiti, il progresso non può essere fermato
Entro certi limiti il progresso (o, per meglio dire, l'applicazione delle scoperte scientifiche e le invenzioni) devono essere fermate. Nel senso che devono essere regolamentate.
Se fossero state regolamentate, non si sarebbe costruita - ad esempio - la bomba atomica. E questo sarebbe stato un bene per l'umanità.

Certo, più facile a dirsi che a farsi, ma non tutto ciò che è novità, tecnologia, innovazione, progresso è bene per l'essere umano. E tutto ciò che non va bene per l'essere umano va osteggiato, impedito, boicottato, reso difficile.

Chi decide? come si fa? non è impossibile: con le leggi, ad esempio.
Ma non deve passare il concetto che tutto ciò che noi classifichiamo come progresso sia bene. E che, per quanto concerne gli effetti collaterali spiacevoli (leggi bomba atomica), ciò faccia parte dei "certi limiti" all'interno dei quali succede l'inevitabile. E dobbiamo sopportare l'inevitabile perchè ciò fa parte del progresso.
Inevitabile un c@22o!
All'interno di qualunque limite, se una cosa è sbagliata (leggi "progresso = applicazione di una scoperta"), va fermata. Impedita.

Progresso vuol dire mutazione, muoversi dall'esistente, andare oltre l'attuale, cambiamento. Anche i lavoratori di Eutelia hanno visto un cambiamento, quindi un progresso: da occupati sono diventati disoccupati grazie ad una manovra al vaglio della magistratura. Questi sarebbero i "certi limiti" che giustificano l'arricchimento illecito di furfanti? cioè il progresso della finanza (a scapito del lavoro) che non può essere fermato?
All'interno di qualunque limite, se una cosa è sbagliata va fermata. Impedita. Progresso o no.

{Osvaldo} ha scritto:
Quando inventarono l'auto, ovviamente le carrozze a cavallo ebbero problemi
Credo che nessuno si preoccupi del fatto che le carrozze hanno avuto problemi. Ci si preoccupa se la società ha problemi, non se i tacchi, i dadi od i datteri hanno problemi. Le cose non possono avere problemi, quindi non ce ne proccupiamo.
Credo tu voglia dire che le persone che dalle carrozze traevano il loro sostentamento attraverso il lavoro hanno avuto problemi nel momento in cui le carrozze non esistevano più. Problemi perchè il loro lavoro non esisteva più.
In quel caso però non mi sentirei di dire che il progresso ha danneggiato la società perchè:
    * le auto hanno avvicinato, più di quello che non potessero fare le carrozze, la gente consentendo di diminuire l'isolamento (sinonimo di debolezza);
    * tutti, o quasi, i portantini si potevano trasformare in autisti, i carrozzieri sono rimasti tali, il lavoro che ruotava attorno alle carrozze si è trasformato in lavoro che ruota attorno alle auto addirittura aumentando;
    * i cavalli non esistono al solo scopo di trainare le carrozze quindi, dato che le auto non hanno soppiantato le carrozze in un giorno, c'è stato il tempo di adattarsi.
Ma lo stesso non mi sentirei di dire per i ragni piantatori di semi che una multinazionale brevetterà e, dopo aver preso per la gola tutti i contadini imponendo prezzi irraggiungibilmente bassi (dopo aver cercato "set-aside" si può cercare "dumping") ed avendo comperato le loro terre, manderà i ragni sui suoi nuovi terreni e ci imporrà l'acquisto:
    * di ciò che avrà piantato perchè conviene a lei (businness first)
    * ai prezzi che vuole lei (perchè tanto sarà tutto suo).
Fantascienza? può darsi. Qualcuno vuol provare? quali sono i vantaggi? Smile

{Osvaldo} ha scritto:
Anche inventare medicine che ci fanno vivere di più crea problemi alle nostre pensioni future...
Calma: le nostre pensioni future hanno problemi causati dai ladri, non dal fatto che la vita media si allunga.

Ciò premesso sfatiamo il secondo luogo comune, falso, che qualcuno potrebbe leggere tra le righe della tua affermazione, sul fatto che siano i lavoratori che mantengono i pensionati:

1.moltiplica anche solo per 35 (anni di lavoro) le trattenute previdenziali di un anno di lavoro di un lavoratore dipendente (i maggiori contribuenti italiani, quelli che tengono in piedi l'Italia, quelli che riempiono l'INPS di denaro loro), ed ottieni l'importo accumulato in una vita di lavoro per la pensione. Accumulato da lui, per la PROPRIA pensione. Il primo lavoratore del mondo, dopo 35 anni, ha versato quei contributi all'INPS. E, dopo 35 anni, non aveva bisogno di nessun altro lavoratore che gli pagasse la pensione: la sua pensione se l'era accumulata lui;

2.applicagli una rendita del 2% composta (oggi i BTP 30nnali, scadenza 2040, hanno un rendimento NETTO del 4,93%: dovrei pretendere almeno il 5% dall'INPS, altrimenti mi compererei i BTP e farei a meno di lei. Ma supponiamo che sia giusto che l'iNPS mi dia solo il 2% ...)

3. ottengo un importo che mi consente di vivere dignitosamente per altri 20 anni!!! per coloro che vivono oltre i 20 anni da me ipotizzati (non molti, purtroppo) l'INPS dovrebbe garantire, con il rimanente 3% che si è incamerata dando solo il 2% anzichè il 5%, un po' di conforto: a quell'età va tutto in pillole, pannoloni, assistenza. Il 3% in più dovrebbe coprire ampiamente queste necessità Smile

Quindi le medicine non influiscono sulle pensioni. Altre difficoltà le insidiano: le medicine sono l'ultimo dei loro problemi Smile

{Osvaldo} ha scritto:
guarda che già adesso si usano macchine per seminare. In Pianura Padana non credo proprio che adoperino le mani: usano seminatrici enormi, larghe anche 12 metri
Hai ragione Osvaldo, credo sia abbastanza così. Quindi, se il ragionamento "progresso = vantaggi" che, declinato nell'esempio da te portato "tecnologia = prezzi al consumo bassi", veicolata anche dall'articolo
ZeusNews ha scritto:
L'idea dell'inventore di questo robot prevede che diversi Prospero collaborino ... aumentando la produttività dei terreni e facendo calare il prezzo del cibo grazie alla completa automazione
fosse corretto, avrebbe già dovuto essere concreta. Invece sembra che che:
    * la speculazione sia la principale causa che influenza i prezzi delle materie prime sul mercato, anche degli alimentari;
    * il prezzo del cibo al consumo sia influenzato solo per una minima parte dal costo all'origine (contadino). La parte del leone la fa la catena di distribuzione: tutti si prendono la loro parte, e sono un'infinità!!!
Per cui i prezzi bassi, per i consumatori, non sono influenzati direttamente dalla tecnologia utilizzata all'origine.
In compenso, i ragni porterebbero via lavoro ai contadini (questo è il modo in cui la tecnologia influenzerebbe i prezzi all'origine) e ci consegnerebbero nelle mani delle multinazionali.
Bella prospettiva! Lunga vita ai ragni! Smile

Senza offesa. Ciao Osvaldo
Top
Profilo Invia messaggio privato
mda
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 01/11/06 09:39
Messaggi: 6648
Residenza: Figonia

MessaggioInviato: 07 Mar 2011 21:14    Oggetto: Rispondi citando

toto200 ha scritto:
Senza offesa. Ciao Osvaldo



Sono d'accordo con quello che scrivi sopra.

Purtroppo il sistema economico è quello che stritola tutto l'umanesimo.

Infatti la bomba Atomica è stata regolamentata MA dai Generali. Cosa abbiamo come governanti? Imprenditori! Che ti aspetti???

Per l'agricoltura oramai è un laccio che si stringe ogni giorno di più al collo di tutti i contadini che non si vogliono unire. Con o senza i "Ragni".

Se capiranno che l'unica salvezza è l'unità specie in cooperativa e cercheranno altri sistemi di business (vedi filiere corte) si salveranno oppure moriranno! Non per niente che abbiamo perduto in pochi decenni (dato ISTAT) quasi 80% del suolo coltivato in Italia.

Ciao
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage AIM
toto200
Dio minore
Dio minore


Registrato: 28/11/05 16:43
Messaggi: 664
Residenza: europa

MessaggioInviato: 08 Mar 2011 10:48    Oggetto: Rispondi citando

{utente anonimo} ha scritto:
@aldebaran: non è il problema del togliere il lavoro, se saranno le macchine a mantenerci.
ROTFL

{utente anonimo} ha scritto:
Il problema semmai è che il modello economico di riferimento attuale deve cambiare radicalmente, e non credo che gli "imperatori" della nostra economia siano disposti a muovere il primo passo.

Appunto. E, fino a che il "modello economico di riferimento attuale" rimane questo, conviene tenerci il lavoro. E confinare i ragni meccanici nella caccia alle mosche meccaniche Smile

Se e quando il modello sarà un altro, se e quando si sarà stabilizzato, se e quando avremo più e sufficienti garanzie ... prenderemo in considerazione i ragni Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
digirun
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/03/08 23:37
Messaggi: 1687
Residenza: TOSCANACCIO (salmastroso)

MessaggioInviato: 08 Mar 2011 17:31    Oggetto: Rispondi

UN QUOTONE GIGANTE per TOTO200 e MDA Applause
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi