Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

facebook
    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Gli USA e il sistema metrico decimale
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
.oro giampaolo.
Ospite





MessaggioInviato: 23 Nov 2011 16:40    Oggetto: Rispondi citando

Grazie Paolo Attivissimo, mi sono sempre chiesto la stessa cosa !Purtroppo gli anglosassoni ci hanno imposto anche un'altra cosa che pur essendo molto facile da imparare per tutti, è secondo mè molto irrazionale : l'INGLESE, penso che sia l'unica lingua che necessita dello Spelling, perche le lettere a volte si pronunciano in un modo, altre volte in un'altro. Ciao G P
Top
Stx
Dio minore
Dio minore


Registrato: 07/07/08 14:38
Messaggi: 729
Residenza: In coda sulla Tangenziale Est

MessaggioInviato: 25 Nov 2011 15:38    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:

l'INGLESE, penso che sia l'unica lingua che necessita dello Spelling, perche le lettere a volte si pronunciano in un modo, altre volte in un'altro. Ciao G P


No, ci sono moltissime lingue che NON si leggono come si scrivono ma le lettere si pronunciano a seconda della parola. Il francese per fare un esempio vicino a noi.

Concludo questo intervento totalmente off-topic (come il commento di chi mi ha preceduto) dicendo che c'e' chi sostiene che neppure l'italiano si legge come si scrive. L'esempio classico e' "gl" che si pronuncia differentemente in anglicano e geroglifico per esempio. Chi sostiene questo aggiunge sempre che ci sono gli omografi non omofoni come torta, botte, porci. Sono cioe' parole che si scrivono uguale e si pronunciano diverse, dimostrazione palese che la pronuncia non segue la scrittura.
Top
Profilo Invia messaggio privato
linguist
Semidio
Semidio


Registrato: 09/02/08 23:27
Messaggi: 433
Residenza: ITALIA ma vorrei essere altrove, davvero non qui.

MessaggioInviato: 27 Nov 2011 01:21    Oggetto: Rispondi citando

LucioMenci ha scritto:
[...]
Che sto dicendo? Io con la tastiera americana posso fare tutti i seguenti caratteri:
ÀÁÈÉÌÍÒÓÙÚ, ma anche ç ñ Ç Ñ, e pure {}, «»!
PERCHÉ NON SAPRÒ MAI CHI È CHE POTRÀ SCRIVERE FRASI MAIUSCOLE CON LETTERE ACCENTATE CON LA TASTIERA ITALIANA! Smile?


Molto probabilmente chi conosce i codici ASCII dei caratteri non presenti nella tastiera di qualsiasi nazionalità. Imparare i codici dei caratteri non presenti che si usano di frequente quando si scrive in una lingua diversa dall'italiano non è cosa difficile. Razz
Top
Profilo Invia messaggio privato
francescodue
Semidio
Semidio


Registrato: 26/09/08 11:00
Messaggi: 236

MessaggioInviato: 27 Nov 2011 22:06    Oggetto: Rispondi citando

Stx ha scritto:
Citazione:

l'INGLESE, penso che sia l'unica lingua che necessita dello Spelling, perche le lettere a volte si pronunciano in un modo, altre volte in un'altro. Ciao G P


No, ci sono moltissime lingue che NON si leggono come si scrivono ma le lettere si pronunciano a seconda della parola. Il francese per fare un esempio vicino a noi.

Concludo questo intervento totalmente off-topic (come il commento di chi mi ha preceduto) dicendo che c'e' chi sostiene che neppure l'italiano si legge come si scrive. L'esempio classico e' "gl" che si pronuncia differentemente in anglicano e geroglifico per esempio. Chi sostiene questo aggiunge sempre che ci sono gli omografi non omofoni come torta, botte, porci. Sono cioe' parole che si scrivono uguale e si pronunciano diverse, dimostrazione palese che la pronuncia non segue la scrittura.


È proprio vero.
Però solo gli inglesi devono tornare a scuola per rispoleverare la grammatica. Stando a quanto mi ha riferito un ex collega.
Per quel poco di lingue estere che conosco, non c'è alcuna regola per pronunciare le parole. Secondo me la leggenda della imperturbabilità inglese nasce proprio da questo: il primo fa una domanda, il secondo cerca di capire cosa gli è stato chiesto e risponde (dopo un po'), e il primo replica dopo un bel po' (deve capire cosa gli è stato risposto, se ha senso rispetto a quello che ha chiesto lui, e infine se la risposta gli è utile).
Top
Profilo Invia messaggio privato
{salvatore}
Ospite





MessaggioInviato: 01 Dic 2011 03:02    Oggetto: Rispondi citando

Sottoscrivo 100% tutte le precedenti critiche ... ma il giorno ha 12/24 ore, la settimana 7 giorni, il mese 30/31/28/29, 12 mesi o 365/366 giorni in un anno. Siamo un po' lontani dal numero 10 (a meno di un deep cleening).Ciao.
Top
LucioMenci
Eroe
Eroe


Registrato: 29/03/10 15:21
Messaggi: 47

MessaggioInviato: 01 Dic 2011 16:04    Oggetto: A proposito di punti e virgole... Rispondi citando

Titolo del delegiornale:
EURO = 1,344 DOLLARI
E la cronista:
L'Euro oggi è arrivato a quota milletrecentoquarantaquattro dollari...
Ma mi sa che non è colpa del punto o della virgola, ma di qualche rotella fuori posto
Smile
Top
Profilo Invia messaggio privato
francescodue
Semidio
Semidio


Registrato: 26/09/08 11:00
Messaggi: 236

MessaggioInviato: 11 Dic 2011 21:40    Oggetto: Rispondi citando

{salvatore} ha scritto:
Sottoscrivo 100% tutte le precedenti critiche ... ma il giorno ha 12/24 ore, la settimana 7 giorni, il mese 30/31/28/29, 12 mesi o 365/366 giorni in un anno. Siamo un po' lontani dal numero 10 (a meno di un deep cleening).Ciao.


Qui credo che gli inglesi c'entrino poco.
occorrerebbe un antropologo per capire questi numeri.
Ad esempio la settimana l'avevano inventato già nella preistoria (mai capito perché proprio sette giorni).
Per il calendario avevo sentito una volta che aveva qualche collegamento con l'angolo giro (un grado per ogni giorno) e 360 è il numero più comodo da dividere (180-90-60-45-30 ecc).
Per i mesi credo dipenda dall'impero romano, con la storia di attribuire un mese ad ogni imperatore (Augusto-agosto) ed evitare di farlo sfigurare con un mese corto.
Per gli altri buio totale.
Top
Profilo Invia messaggio privato
LucioMenci
Eroe
Eroe


Registrato: 29/03/10 15:21
Messaggi: 47

MessaggioInviato: 12 Dic 2011 10:32    Oggetto: giorni, mesi, anni, ore e minuti... Rispondi citando

A quello che ricordo (e qui non mi sono fatto aiutare da nessuno, sono esclusivamente ricordi miei), le ore divise per 12 (si intendono le ore del giorno, che quelle della notte non si contavano prima del medioevo) erano divise così perché antiche civiltà avevano il sistema numerico dodecimale (contavano con le mani partendo da uno con tutte le dita basse, arrivando a sei con tutte le dita alte, con entrambe le mani = 12). Era facile suddividere la giornata in 2, 3 o 4 (rispettivamente mattino/pomeriggio, suddivisione per i pasti (prima di pranzo-tra pranzo e cena-dopo cena) e per riti religiosi (sono rimaste le preghiere dette dell'ora terza e dell'ora nona - ereditate dai pagani riprese dai cristiani - rispettivamente per la metà della mattinata e la metà del pomeriggio).

La suddivisione delle ore in 60 è più recente. Mi sembra di ricordare che era il sistema numerico dei babilonesi.

Per l'anno, le settimane e i mesi la situazione è molto più semplice.
L'anno è di 365 perché sì: il sole ripassa dallo stesso punto in quel modo, e non ci si può fare niente. Anticamente gli anni erano di 360 o addirittura 350 giorni, e ogni tot anni dovevano riconteggiare per fare in modo che l'anno ricominciasse nell'equinozio di primavera. Non mi chiedete perché adesso l'anno comincia 10 giorni dopo il solstizio d'inverno.

La settimana è una fase lunare. Il mese è la cosa che si avvicina di più al ciclo lunare (che è di 28 giorni), ma che con il tempo si è adeguato ad essere un numero esatto nell'anno solare (12 anziché 13 e spiccioli) per fare in modo che si possa gestire meglio l'agricoltura rispecchiando le stagioni e non le lune
Top
Profilo Invia messaggio privato
francescodue
Semidio
Semidio


Registrato: 26/09/08 11:00
Messaggi: 236

MessaggioInviato: 13 Gen 2012 17:39    Oggetto: Rispondi citando

Mi viene in mente il calendario Hobbit (vedi le appendici del Signore degli Anelli): l'anno ha un numero di giorni fisso e quello in più (bisestile) non veniva conteggiato. Era una specie di giorno festivo aggiuntivo che non veniva conteggiato in nessun mese. E neanche nella settimana, così non sballava niente e i claendari erano eterni.
Mi sono sempre detto che era un'idea geniale.
Comunque le recenti scoperte ci hanno messo nei guai: se i neutrini sono più veloci della luce bisognerà ricalcolare tutte le misure di tempo, con il secondo che è più lungo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
PCMaster
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 16/03/10 17:49
Messaggi: 141

MessaggioInviato: 13 Gen 2012 19:27    Oggetto: Rispondi

E chi nasceva quel giorno? Laughing
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Pagina 4 di 5

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi