Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Farmaci generici, via libera dalla Cina. Anche sotto brevett
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 14 Giu 2012 16:30    Oggetto: Farmaci generici, via libera dalla Cina. Anche sotto brevett Rispondi citando

Commenti all'articolo Farmaci generici, via libera dalla Cina. Anche sotto brevetto
Per ragioni di salute pubblica le aziende locali potranno ignorare la proprietà intellettuale delle case farmaceutiche estere.


Top
{utente anonimo}
Ospite





MessaggioInviato: 14 Giu 2012 16:53    Oggetto: Rispondi citando

'dio, non che mi aspettassi che la Cina rispetti la proprietà intellettuale (ma pretende il rispetto della sua) ma qui a me sembra che alla fine gli unici corn*** che ratificheranno l'acta saranno gli europei.

brutta storia.
Top
StarTac
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 22/09/09 21:46
Messaggi: 89

MessaggioInviato: 15 Giu 2012 05:53    Oggetto: Rispondi citando

Esattamente quello che già hanno fatto da anni in India.

La mancanza del rispetto di un brevetto porta poi le aziende farmaceutiche a non investire più in ricerca.

Meditiamo su questo...
Top
Profilo Invia messaggio privato
jinkazama82it
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 20/11/07 17:51
Messaggi: 151
Residenza: PC - Residenza estiva PS Vita

MessaggioInviato: 15 Giu 2012 07:26    Oggetto: Rispondi citando

sinceramente, io non la vedo così... la cina sta semplicemente facendo quel che è giusto fare, perche io malato devo pagare 20 o 30 euro qualcosa che tu azienda paghi a dir tanto 10 o 15 centesimi?
qui non si sta parlando di costi per la ricerca ma di medicinali creati con composti aventi lo steso principio attivo di altri venduti dalle aziente farmaceutiche speculatrici, questo non può che far bene in quanto se veramente un azienda farmaceutica ci tiene alla propria clientela abbaserà i costi dei suoi prodotti finali.

e come per tutto il resto c'è sempre chi ci specula sopra soprattutto quando il prodotto è indispensabile.

tanto per farvi un esempio al giorno d'oggi le batterie a bottone come le CR2032 e simili sono molto usate e i negozianti spesso e volentieri se ne approfittano, nella cittadina dove abito il costo medio di chi specula su questo prodotto è di euro 3,00 a batteria e in alcune occasioni si arriva addirittura a euro 4,00 a batteria, mentre chi fa un prezzo più onesto la vende ad euro 1,50 (e gia con questo prezo ci ha guadagnato tantissimo), ora giusto per precisare questi costi sono riferiti ad una sola specifica marca di batterie (di cui non cito il nome ma è comunque molto conosciuta ed usata).

a questo punto io vi chiedo è davvero così male avere medicinali ad un prezzo più onesto? secondo me no, ma il problema non è la mia o la vostra opinione, il problema è la comunità europea con le sue leggi attuali e future fatte ad-hoc per garantire alle grandi marche il diritto di speculazione, di questo passo noi andremo sul lastrico ma tanto alla comunità europea poco importa l'importante per loro è dissanguare il popolo.
Top
Profilo Invia messaggio privato MSN
dany88
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 12/02/09 11:14
Messaggi: 1300

MessaggioInviato: 15 Giu 2012 09:14    Oggetto: Rispondi citando

se non li esportassero potrei accettarlo, così è una presa per il c*lo.

jinkazama82it ha scritto:
sinceramente, io non la vedo così... la cina sta semplicemente facendo quel che è giusto fare, perche io malato devo pagare 20 o 30 euro qualcosa che tu azienda paghi a dir tanto 10 o 15 centesimi?

tecnicamente è per permette a tu azienda di investire X miliardi di euro in ricerca.
Top
Profilo Invia messaggio privato
{ice}
Ospite





MessaggioInviato: 15 Giu 2012 09:23    Oggetto: Rispondi citando

con tutti le conclamate cause per "cartelli sui prezzi", farmaci dannosi alla saluti di cui viene tenuta nascosta la pericolità (a suon di tangenti) perchè piu conveninete, o le pratiche delle covnetion fuffa per i medici (le fai in un università se sono davvero informaizone, non ai caraibi....)
Di settori in cui ottimizzare i propri bilanci, le case farmaceutiche ne hanno in abbondanza
Top
Cesco67
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 15/10/09 10:34
Messaggi: 1399
Residenza: EU

MessaggioInviato: 17 Giu 2012 14:05    Oggetto: Rispondi citando

A me sembra strano che
Citazione:
Per migliorare la salute dei cittadini il governo ha quindi deciso che sia possibile ignorare i brevetti sui medicinali e avviare dunque la produzione di farmaci

Da quando il governo cinese tiene alla salute dei propri cittadini?
E' noto che le fabbriche cinesi non siano proprio l'esempio da seguire in fatto di sicurezza sul lavoro.

A mio avviso la salute dei cinesi e' solo una banale scusa per infrangere, ancora una volta, i brevetti
Top
Profilo Invia messaggio privato
joker87
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 23/05/08 08:32
Messaggi: 166

MessaggioInviato: 17 Giu 2012 21:46    Oggetto: Rispondi citando

jinkazama82it ha scritto:
sinceramente, io non la vedo così... la cina sta semplicemente facendo quel che è giusto fare, perche io malato devo pagare 20 o 30 euro qualcosa che tu azienda paghi a dir tanto 10 o 15 centesimi?
qui non si sta parlando di costi per la ricerca ma di medicinali creati con composti aventi lo steso principio attivo di altri venduti dalle aziente farmaceutiche speculatrici, questo non può che far bene in quanto se veramente un azienda farmaceutica ci tiene alla propria clientela abbaserà i costi dei suoi prodotti finali.

e come per tutto il resto c'è sempre chi ci specula sopra soprattutto quando il prodotto è indispensabile.

tanto per farvi un esempio al giorno d'oggi le batterie a bottone come le CR2032 e simili sono molto usate e i negozianti spesso e volentieri se ne approfittano, nella cittadina dove abito il costo medio di chi specula su questo prodotto è di euro 3,00 a batteria e in alcune occasioni si arriva addirittura a euro 4,00 a batteria, mentre chi fa un prezzo più onesto la vende ad euro 1,50 (e gia con questo prezo ci ha guadagnato tantissimo), ora giusto per precisare questi costi sono riferiti ad una sola specifica marca di batterie (di cui non cito il nome ma è comunque molto conosciuta ed usata).

a questo punto io vi chiedo è davvero così male avere medicinali ad un prezzo più onesto? secondo me no, ma il problema non è la mia o la vostra opinione, il problema è la comunità europea con le sue leggi attuali e future fatte ad-hoc per garantire alle grandi marche il diritto di speculazione, di questo passo noi andremo sul lastrico ma tanto alla comunità europea poco importa l'importante per loro è dissanguare il popolo.


Conosco vari amici che lavorano nel campo e non sono della tua stessa idea. Magari produrre una pastiglia venduta a 2 € costa 20 cent, ma spesso non si tiene conto della ricerca che ci sta dietro, dei soldi spesi in ricerche errate, etc.

Sono d'accordo sulla riduzione del periodo dei brevetti, ma fregarsene non è giusto.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Blind Guardian
Semidio
Semidio


Registrato: 26/07/07 14:23
Messaggi: 497
Residenza: Frankfurt

MessaggioInviato: 19 Giu 2012 13:56    Oggetto: Rispondi citando

Grande esempio di civiltà, viva la Cina!

Citazione:
tecnicamente è per permette a tu azienda di investire X miliardi di euro in ricerca.


Praticamente è per intascare X miliardi di euro senza ricercare un bel niente.
Top
Profilo Invia messaggio privato
mauro_mbf1948
Dio minore
Dio minore


Registrato: 18/03/08 05:06
Messaggi: 742
Residenza: genova

MessaggioInviato: 19 Lug 2012 20:57    Oggetto: Rispondi citando

Cesco67 ha scritto:
A me sembra strano che
Citazione:
Per migliorare la salute dei cittadini il governo ha quindi deciso che sia possibile ignorare i brevetti sui medicinali e avviare dunque la produzione di farmaci

Da quando il governo cinese tiene alla salute dei propri cittadini?
E' noto che le fabbriche cinesi non siano proprio l'esempio da seguire in fatto di sicurezza sul lavoro.

A mio avviso la salute dei cinesi e' solo una banale scusa per infrangere, ancora una volta, i brevetti


Appunto! Chi ci garantisce dai farmaci falsi? O inefficaci? O scaduti? E con che igiene e controlli? Con la mafia cinese poi? Non si tratta di componentistica elettonica che non si mangia, tutto quello che va introdotto pe curarsi deve essere garantito.

La cina se ne frega. Tanto controllano le nascite in modo feroce. Non più di uno e guai se è femmina. Iniezione di alcool denaturato nella nuca.- Ma scherziamo davvero? Loro hanno questo concetto. Muore uno? Tanto ne nascono dieci!
E per le altre parti del mondo dove esportare? E chi se ne frega, tanto facciamo soldi.- Se vogliono i controlli che se li facciano.
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo MSN
mauro_mbf1948
Dio minore
Dio minore


Registrato: 18/03/08 05:06
Messaggi: 742
Residenza: genova

MessaggioInviato: 19 Lug 2012 21:02    Oggetto: Rispondi citando

jinkazama82it ha scritto:
sinceramente, io non la vedo così... la cina sta semplicemente facendo quel che è giusto fare, perche io malato devo pagare 20 o 30 euro qualcosa che tu azienda paghi a dir tanto 10 o 15 centesimi?
qui non si sta parlando di costi per la ricerca ma di medicinali creati con composti aventi lo steso principio attivo di altri venduti dalle aziente farmaceutiche speculatrici, questo non può che far bene in quanto se veramente un azienda farmaceutica ci tiene alla propria clientela abbaserà i costi dei suoi prodotti finali.

e come per tutto il resto c'è sempre chi ci specula sopra soprattutto quando il prodotto è indispensabile.

tanto per farvi un esempio al giorno d'oggi le batterie a bottone come le CR2032 e simili sono molto usate e i negozianti spesso e volentieri se ne approfittano, nella cittadina dove abito il costo medio di chi specula su questo prodotto è di euro 3,00 a batteria e in alcune occasioni si arriva addirittura a euro 4,00 a batteria, mentre chi fa un prezzo più onesto la vende ad euro 1,50 (e gia con questo prezo ci ha guadagnato tantissimo), ora giusto per precisare questi costi sono riferiti ad una sola specifica marca di batterie (di cui non cito il nome ma è comunque molto conosciuta ed usata).

a questo punto io vi chiedo è davvero così male avere medicinali ad un prezzo più onesto? secondo me no, ma il problema non è la mia o la vostra opinione, il problema è la comunità europea con le sue leggi attuali e future fatte ad-hoc per garantire alle grandi marche il diritto di speculazione, di questo passo noi andremo sul lastrico ma tanto alla comunità europea poco importa l'importante per loro è dissanguare il popolo.
Scusa la batteria non la mangi e dura almeno un anno.
I medicinali li metti in bocca, dall'altra parte o nel sangue.

Usersti una aspirina o similare che hanno trasportato con gli stessi contenitori con cui hanno trasportato il letame.? L'aviaria non ti dice nulla?
Top
Profilo Invia messaggio privato Invia e-mail Yahoo MSN
{Gianni}
Ospite





MessaggioInviato: 05 Giu 2014 13:33    Oggetto: Rispondi citando

Sono piu' o meno 3 anni che ordino il viagra generico online e mi trovo molto bene.Se sara' possibile acquistare il generico in farmacia allo stesso prezzo che quello venduto online allora non vedo l'ora.Nel frattempo continuero' ad acquistare il viagra su ****.net . Per fortuna niente dogana e il plico e' anonimo. Consiglio a tutti di passare al generico perche' funziona altrettanto bene e costa di meno.
Top
luca_76
Comune mortale
Comune mortale


Registrato: 12/06/14 15:19
Messaggi: 1

MessaggioInviato: 12 Giu 2014 15:28    Oggetto: Rispondi

Ci mancava solo questa! Già è un casino con i farmaci generici... con le fasi di sperimentazione. Per non parlare della qualità dei farmaci che è fondamentale per l’efficacia clinica e la tollerabilità dell’organismo. Se penso ai casini che ho avuto in famiglia con il passaggio dal generico al brand mi metto le mani nei capelli. Ora ci si mette pure la Cina.. siamo a cavallo. Leggete un po' qui: link
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sopravvivere alla new economy Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi