Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Megabox, il ritorno di Megaupload?
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ribelli digitali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 18 Ago 2012 14:30    Oggetto: Megabox, il ritorno di Megaupload? Rispondi citando

Commenti all'articolo Megabox, il ritorno di Megaupload?
Pur senza citarla direttamente, Kim Dotcom annuncia il ritorno in grande stile della sua creatura.


Top
kenshir
Semidio
Semidio


Registrato: 21/02/07 15:29
Messaggi: 465
Residenza: un punto nero sulla faccia del mondo

MessaggioInviato: 19 Ago 2012 01:47    Oggetto: Rispondi citando

Artisti --> internet --> ascoltatori

Ciao ciao case discografiche wave
Top
Profilo Invia messaggio privato
dany88
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 12/02/09 11:14
Messaggi: 1300

MessaggioInviato: 20 Ago 2012 18:30    Oggetto: Rispondi citando

eh si, ci vorrebbe qualcuno che rivoluzioni il settore di vendite musicale, ma le case discografiche rappresentano davvero un aiuto per il marketing, tant'è che anche su iTunes i singoli cantanti possono vendere e avere il 70%, ma i cantanti professionisti passano per le case discogfrafiche, e non so quanto megabox possa cambiare la questione.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 20 Ago 2012 23:07    Oggetto: Rispondi citando

Tanti auguri a Kim e ... si vedrà. Wink
Top
Profilo Invia messaggio privato
Blind Guardian
Semidio
Semidio


Registrato: 26/07/07 14:23
Messaggi: 497
Residenza: Frankfurt

MessaggioInviato: 21 Ago 2012 08:45    Oggetto: Rispondi citando

dany88 ha scritto:
eh si, ci vorrebbe qualcuno che rivoluzioni il settore di vendite musicale, ma le case discografiche rappresentano davvero un aiuto per il marketing, tant'è che anche su iTunes i singoli cantanti possono vendere e avere il 70%, ma i cantanti professionisti passano per le case discogfrafiche, e non so quanto megabox possa cambiare la questione.


È proprio questo il bello, allo stesso tempo si riducono le spese per i consumatori, aumentano i guadagni per gli artisti e soprattutto ci leviamo di torno la spazzatura dei "cantanti professionisti".
Top
Profilo Invia messaggio privato
dany88
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 12/02/09 11:14
Messaggi: 1300

MessaggioInviato: 26 Ago 2012 16:08    Oggetto: Rispondi citando

hai mancato il punto del discorso, intendevo dire, che per quanto non ci piaccia ammetterlo, forse ai cantanti famosi conviene davvero passare per una casa discografica, perchè gli danno strumenti di marketing che non avrebbero in altri modi, a partire dalle comparsate in tv, agli spot pubblicitari, all'organizzazione di concerti e così via...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Benny
Moderatore Hardware e Networking
Moderatore Hardware e Networking


Registrato: 28/01/06 14:35
Messaggi: 6382
Residenza: Non troppo vicino, mai troppo lontano

MessaggioInviato: 27 Ago 2012 15:52    Oggetto: Rispondi citando

A dire il vero a questo ci pensa l'agente, non la casa discografica che al massimo si occupa di magliette e gadget vari (almeno credo)
Top
Profilo Invia messaggio privato
kenshir
Semidio
Semidio


Registrato: 21/02/07 15:29
Messaggi: 465
Residenza: un punto nero sulla faccia del mondo

MessaggioInviato: 29 Ago 2012 20:09    Oggetto: Rispondi citando

dany88 ha scritto:
forse ai cantanti famosi conviene davvero passare per una casa discografica, perchè gli danno strumenti di marketing che non avrebbero in altri modi


Le case discografiche sono anacronistiche per due motivi.
Il primo e' la produzione e distribuzione dei supporti fisici, che non sono piu' in alcun modo necessari.
Il secondo e' proprio la loro funzione di promozione e marketing, superflua per gli artisti affermati (internet veicola informazioni, tra le quali evidentemente puo' essere inclusa l'uscita del nuovo disco del nostro artista preferito) e deleteria per gli artisti emergenti.

Chi emerge? Chi viene scelto dalle case discografiche. Siamo sicuri che chi sceglie abbia buon gusto? Che premi il merito e la qualita'? O forse e' piu' probabile che chi seleziona gli artisti pensi solo alla loro vendibilita' e al proprio profitto?

E' utopistico pensare a una diffusione delle opere dell'ingegno, tra cui la musica, che si basi sulla condivisione di opinioni in rete, sulla creazione di comunity dedicate, le migliori delle quali acquisiranno reputazione, e grazie a quella faranno affermare gli artisti?

Risposta facile: non solo questo non e' impossibile, ma non e' ancora avvenuto solo per via del costante sabotaggio operato sfruttando una posizione dominante, proprio da chi avrebbe dovuto essere spazzato via dalle nuove tecnologie. La bandiera sventolata e' come sempre quella del copyright, un comodo alibi.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8498
Residenza: All'inferno.

MessaggioInviato: 30 Ago 2012 21:03    Oggetto: Rispondi

kenshir ha scritto:
Chi emerge? Chi viene scelto dalle case discografiche. Siamo sicuri che chi sceglie abbia buon gusto? Che premi il merito e la qualita'? O forse e' piu' probabile che chi seleziona gli artisti pensi solo alla loro vendibilita' e al proprio profitto?

Mannò, sei malpensante... Ma come ti viene in mente?! Le case discografiche hanno favorito il successo di artisti del calibro di Justin Bieber e Lady Gaga... Rolling Eyes
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ribelli digitali Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi