Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
La vittima delle major è il consumatore medio
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ribelli digitali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Piero
Ospite





MessaggioInviato: 22 Giu 2005 11:16    Oggetto: Non ne posso più di pagnistei Rispondi citando

Ma perchè discutere del sesso degli angeli. Non è necessario sprecare intelligenza per sproteggere anche avendone voglia. C'è un sistema più semplice non acquistare più per almeno sei mesi. Porli davanti all'alternativa di chiudere oppure essere più rispettosi dei propri clienti. E questo non vale solo per la musica, ma per il software, l'hardware, per la mozzarella del bottegaio oppure per il vino adulterato. Altrimenti mi sembrano ancora troppo buoni. Se fossi al loro posto imporrei una detrazione mensile sullo stipendio. Una tassa preventiva per il solo fatto che in un lontano futuro potresti recare loro un danno.
Saluti Piero
Top
Ospite






MessaggioInviato: 22 Giu 2005 14:03    Oggetto: Rispondi citando

scaricare, scaricare, scaricare questa è la soluzione tanto più che spesso gli album si trovano in Rete ancora prima che nei negozi.... chi sono i pirati, alla fine? le major o i consumatori?
Top
Ospite






MessaggioInviato: 23 Giu 2005 17:11    Oggetto: la sony tiene al mercato degli ipod però... Rispondi citando

per permettere ai possessori di ipod o altri riproduttori musicali di poter trasferire i brani sul suporto la sony stessa ha inserito una backdoor nel suo sistema anticopia: in pratica con un software proprietario (ma non solo) è possibile accedere ai brani sul cd e ad importarli quindi infinte copie. Leggendo su internet ho scoperto che questa protezione funziona solo con windows e anche con questo so è possibile disattivarla facilmente: basta disabilitare l'autorun del cd o rippare il cd con itunes per esempio che a quanto pare non ha nessun problema. Io essendo mac user non mi pongo nessun problema di sorta anche prchè difficilmente comprerò qualche cd.
qualche info si trova qui http://www.engadget.com/entry/1234000413047159/
Top
Marcello
Ospite





MessaggioInviato: 05 Set 2005 22:06    Oggetto: ma è logico... Rispondi citando

...che vada così. In questo modo il Ragionier Cagazza paga i danni fatti dai veri pirati. Più o meno come con la RC auto: gli automobilisti disciplinati pagano anche per quelli spericolati e per i truffatori. E più facile così, lo fareste anche voi se aveste l'appoggio governativo, le leggi dalla vostra parte e un mercato quasi inesistente e colluso. Ciò che probabilmente accadrà nel futuro è il progressivo distacco del Ragionier Cagazza dalla musica commerciale: a un certo punto scoprirà che piccoli gruppi sconosciuti fanno ottima musica e che il loro cd - con tanto di etichetta siae - costa 10 euro (ed è duplicabile, ma lui lo compra, perché la loro musica *gli piace*). C'è già in giro moltissima musica così. Ad ascoltare Britney Spears resteranno allora solo pochi postadolescenti eterodiretti che spendono soldi non propri...
Top
Fabrizio
Ospite





MessaggioInviato: 15 Set 2005 10:29    Oggetto: - Rispondi citando

Commento fuori tema o non conforme al regolamento del forum.
Top
{Mirko}
Ospite





MessaggioInviato: 29 Mar 2006 12:19    Oggetto: E chi ha caricato sul suo PC solo una distribuzion Rispondi citando

Ha tutte le possibilità del mondo.
E' vero non è possibile ascoltare il cd come semplice cd audio però basta un po' di ingegno e si scavalca il problema.
Basta rippare le tracce in mp3.(Con windows non è nemmeno possibile)
E' vero la risposta è un'altra.
Chi usa Linux ma anche Mac è discriminato, come se i soldi spesi per comprare un cd protetto non fossero uguali ai soldi di un utente windows però almeno con Linux ci sono soluzioni.
Anche se l'unica e vera soluzione sarebbe lasciare i cd con la scritta "Funziona solo su Windows" negli scaffali così capiranno che la loro politica di protezione a tutti i costi è perdente in partenza.
Continuano a fare cd con 3 pezzi ascoltabili e altri 9 che fanno schifo solo per riempiere i cd e pretendono di venderli a prezzi assurdi per giunta questo è quello che fa' crollare il mercato della musica non la pirateria.
La pirateria è solo una conseguenza della loro miope politica di arricchimento a tutti i costi ed oltre ogni misura.
Top
{Mirko}
Ospite





MessaggioInviato: 29 Mar 2006 12:20    Oggetto: E chi ha caricato sul suo PC solo una distribuzion Rispondi

Ha tutte le possibilità del mondo.
E' vero non è possibile ascoltare il cd come semplice cd audio però basta un po' di ingegno e si scavalca il problema.
Basta rippare le tracce in mp3.(Con windows non è nemmeno possibile)
E' vero la risposta è un'altra.
Chi usa Linux ma anche Mac è discriminato, come se i soldi spesi per comprare un cd protetto non fossero uguali ai soldi di un utente windows però almeno con Linux ci sono soluzioni.
Anche se l'unica e vera soluzione sarebbe lasciare i cd con la scritta "Funziona solo su Windows" negli scaffali così capiranno che la loro politica di protezione a tutti i costi è perdente in partenza.
Continuano a fare cd con 3 pezzi ascoltabili e altri 9 che fanno schifo solo per riempiere i cd e pretendono di venderli a prezzi assurdi per giunta questo è quello che fa' crollare il mercato della musica non la pirateria.
La pirateria è solo una conseguenza della loro miope politica di arricchimento a tutti i costi ed oltre ogni misura.
Top
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ribelli digitali Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2, 3
Pagina 3 di 3

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi