Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Come l'NSA ha tradito la fiducia del mondo
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sicurezza
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 12 Nov 2013 18:40    Oggetto: Come l'NSA ha tradito la fiducia del mondo Rispondi citando

Leggi l'articolo Come l'NSA ha tradito la fiducia del mondo
L'appello appassionato di un esperto, Mikko Hypponen.





Segnala un refuso
Top
{SilverHawk}
Ospite





MessaggioInviato: 13 Nov 2013 13:41    Oggetto: Rispondi citando

Complimenti a Hypponen, tanto di cappello
Top
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9438
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 13 Nov 2013 19:22    Oggetto: Rispondi citando

Analisi lucida precisa e profonda, considerazioni e conclusioni ineccepibili. Applause Applause Applause
Top
Profilo Invia messaggio privato
Zievatron
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 22/12/10 23:36
Messaggi: 3234

MessaggioInviato: 14 Nov 2013 23:54    Oggetto: Rispondi citando

Non posso che quotare.
Il guaio è che non si convincono che devono favorire al massimo l'open source. Sad
Top
Profilo Invia messaggio privato
{W3C_PDB}
Ospite





MessaggioInviato: 15 Nov 2013 14:42    Oggetto: Rispondi citando

complimenti a Mikko Hypponen che i sveglia con 6 anni di ritardo, rispetto a Richard Matthew Stallman che dice dal 2007 come minimo quanto segue:

Nel 1983 decisi che avrei voluto vivere nel mondo del Software Libero ma ciò era impossibile a quel tempo: per far funzionare un computer è necessario un sistema operativo e nel 1983 tutti i sistemi operativi erano proprietari, per poter avere ed usare un computer dovevi firmare la promessa che non avresti scambiato il software con nessun altro così, non c'era nessun modo per usare un computer ed essere un buon cittadino essere un buon vicino decisi di cambiare questa situazione.

Non potevo farlo cambiando le leggi, ero solo un singolo individuo il governo non mi avrebbe mai ascoltato non potevo nemmeno coinvincere le compagnie a cambiare la loro politica neanche loro mi avrebbero ascoltato l'unica cosa che potevo fare era programmare, così decisi di creare un altro sistema operativo che sarebbe stato un Software Libero, in questo modo saremmo stati Liberi.

Nel Gennaio del 1984 cominciai il vero lavoro sviluppando il sistema operativo GNU ed all'inizio degli anni 90 il sistema operativo GNU era in gran parte finito, ma mancava ancora un pezzo importante.

Poi qualcun altro colmò la lacuna scrivendo un programma libero che faceva proprio ciò che mancava, quel programma si chiama linux, così, usando linux per completare il sistema operativo GNU si ottenne un sistema operativo libero completo.

Noi gli sviluppatori di GNU non realizzammo questa combinazione perché stavamo sviluppando un altro kernel che pensavamo sarebbe stato pronto in breve tempo ma non fu così, altre persone presero il sistema GNU quasi finito edusarono linux per completarlo, in altre parole le persone cominciarono ad usare un sistema che è GNU con l'aggiunta di linux e questo sistema ora è usato su decine di milioni di computers. Linus Torvalds ha scritto il kernel linux e ciò fu un grande contributo alla nostra comunità , ma non fu l'inizio.

Software Libero significa software che rispetta la Libertà dell'utente, il software solitamente è proprietario il software che normalmente si possiede è un software proprietario e questo significa che tiene gli utenti isolati e privi di aiuto isolati perché è proibito condividerlo con il proprio vicino e privi di aiuto perché non puoi studiare il codice sorgente o cambiarlo e quindi non puoi controllare quello che il software fa. Software Libero significa che puoi condividerlo e cambiarlo Software Libero significa che hai quattro libertà precise:

Libertà 0: è la Libertà di usare il programma a tuo piacimento e per qualsiasi scopo leggittimo.

Libertà 1: è la Libertà di aiutare se stessi ovvero la Libertà di studiare il codice sorgente vedere cosa fa esattamente il programma e quindi cambiarlo per fargli fare tutto quello che vuoi.

Libertà 2: è la Libertà di aiutare il tuo vicino ossia la Libertà di distribuire copie per gli altri.

Libertà 3: è la Libertà di aiutare a costruire la tua Comunità ossia la Libertà di pubblicare una versione modificata così che gli altri possano beneficiare delle tue modifiche.

Tutte queste Libertà sono essenziali, se un programma ti offre tutte queste Libertà è un Software Libero.

Quando si usa un Software Non Libero si hanno due possibilità : prenderlo o lasciarlo, perché non si può cambiare lo si può avere così com'è, ma con il Software Libero ci sono più possibilità lo si può tenere così com'è o lo si può lasciare ma si può anche usare con una piccola modifica o con una modifica un pò più grande oppure con una modifica ancora più grande o ancora con quell'altra piccola modifica ci sono moltissime possibilità chiaramente più grandi sono le modifiche e più verrà a costare, quindi si cercherà l'alternativa migliore e supponendo che si farà una modifica allora si pagherà un programmatore per farlo proprio come quando si acquista un edificio per viverci o lavorarci lo si può tenere esattamente così com'è ma si possono pagare anche dei muratori per cambiarlo e renderlo più funzionale ci sono varie possibilità ci saranno quindi molti programmatori pagati da differenti clienti per apportare diverse modifiche al programma ed è infatti ciò che sta accadendo ci sono diverse persone in Europa che si guadagnano da vivere così ed una delle novità importanti è che quando paghi per avere la possibilità di utilizzare un Software Non Libero il denaro è assorbito in quantità enorme da un ristretto numero di grandi aziende, ma quando le persone pagano per adattare il software libero per modificarlo, tendono ad impiegare persone del proprio paese, della propria zona, perché con loro si trovano meglio parlano la stessa lingua e così il denaro circola all'interno di diverse regioni invece di essere assorbito da poche grandi aziende altrove quindi in generale credo che sia economicamente migliore passare al Software Libero ma devo ripeterlo questo è solo un aspetto secondario la nostra Libertà di cooperare è molto più importante.

Ci sono quattro ragioni per cui le scuole dovrebbero insistere sul Software Libero inizierò con il motivo più superficiale per Risparmiare

Per poter avere una copia di Software Non Libero normalmente è necessario pagare ora anche nei paesi più ricchi non ci sono mai fondi sufficenti per le scuole sono costantemente arretrate per la mancanza di denaro, quindi perché si dovrebbero spendere dei soldi per avere la possibilità di usare dei softwares il sistema scolastico può servirsi di softwares liberi e fare liberamente tutte lecopie che vuole e distribuirle a chiunque voglia comprese tutte le scuole.

E questo ci porta ad un altro dei motivi per i quali le scuole dovrebbero formare adulti che sappiano usare Softwares Liberi per quale motivo far crescere persone dipendenti da qualcosa che impoverisce costantemente l'economia se le scuole insegnano alle persone come usare Softwares Non Liberi aiutano l'impoverimento della regione se invece si insegnasse come usare Software Liberi si permetterebbe alla gente di diventare indipendente e forte perché sapete Microsoft può anche fornire copie omaggio alle scuole per rendere le persone dipendenti ma una volta cresciuti e diplomati Microsoft non fornirà loro copie omaggio lo scopo di fornire copie omaggio alle scuole ai ragazzi è che una volta cresciuti saranno costantemente costretti a pagare.

Sto analizzando i vari motivi da quello più superficiale a quello più profondo il prossimo motivo per cui i bambini a scuola dovrebbero usare Softwares Liberi è per fini puramente didattici nell'educazione informatica vedete alcuni ragazzi rimangono affascinati dalla programmazione e vogliono sapere tutto quello che succede all'interno del computer e questo include chiedere come lavora questo programma ? e se quel programma è un Software Non Libero l'insegnante dovrà dire: non lo so, non sono autorizzato a saperlo e neanche tu sei autorizzato a saperlo e così la formazione dello studente finisce li ma se il programma è Software Libero l'insegnate potrà dire: ecco qui il codice sorgente da questo puoi leggere esattamente come lavora questo programma e ti puoi esercitare a migliorarlo oppure a cambiarlo sei solo all'inizio e non potrai scrivere un programma intero uguale a questo ma potresti apportare una piccola modifica ed è così che le persone imparano ad essere bravi programmatori per essere un bravo programmatore e scrivere dei codici validi devi leggere e scrivere molto codice all'inizio non si è in grado di scrivere un programma intero da soli e quindi è necessario poter accedere ai codici di programmi scritti da altri per poterli leggere e cambiare e facendo una modifica dopo l'altra si acquisiscono le capacità per scrivere un programma intero e fare un buon lavoro è necessario leggere il lavoro degli altri per vedere cosa è facile e cosa è difficile da capire e quando si legge qualcosa che risulta molto difficle da capire si impara a spiegare ogni cosa nei propri programmi per non renderne complicata la comprensione questo è essenziale per formare coloro che sono interessati preparandoli ad essere bravi programmatori e questo è il terzo motivo.

La ragione più profonda per cui le scuole dovrebbero insistere nell'uso di Softwares Liberi è per insegnare alle persone come essere bravi cittadini abituarli alla cooperazione ad aiutare i propri vicini le scuole dovrebbero insegnare fatti e capacità alle persone ma la cosa più importante che la scuola insegna è come essere buoni vicini quindi le scuole dovrebbero avere questa regola: ragazzi se portate a scuola dei softwares non potete tenerli solo per voi dovete permettere agli altri di copiarlo dovete condividerlo con la classe chiaramente le scuole devono mettere in pratica le proprie regole le scuole dovrebbero dire se porti software a scuola lo devi condividere con gli altri non puoi tenerlo solo per te e questo vuol dire che non puoi portare Softwares Non Liberi in classe le scuole quindi dovrebbero fornire per le lezioni solo Software Libero ed insegnare alle persone che le conoscenze vanno condivise.

Un governo ha la responsabilità verso i suoi cittadini di mantenere il controllo dei propri computers e del loro funzionamento e l'unico modo per fare ciò è assicurandosi di usare solo Softwares Liberi perché quando si usano Softwares Non Liberi non si è in grado di controllare i propri computers chi ha sviluppato il programma controlla ciò che fa ma non si può nemmeno scoprire cosa faccia realmente non si può verificare, non si può revisionare il che significa che non si ha controllo ora è sbagliato se io e te non abbiamo controllo è sbagliato per noi ma quando è un governo a non avere il controllo dei suoi computers ciò non è sbagliato solo per il governo è sbagliato per tutti i cittadini che quel governo si suppone rappresenti e per i quali lavora, il governo non ha solo il diritto ma la responsabilità il dovere di insistere per l'uso di Softwares Liberi nei suoi computers.

In realtà molte persone usano il Software Libero ma non hanno mai pensato alla questione della Libertà che è alla base del Software Libero, vedete negli anni 90 quando il sistema operativo GNU/linux divenne popolare e iniziò a prendere piede le persone videro che era superiore tecnicamente che era potente, che era affidabile e quindi molte persone iniziarono a raccomandarlo ad altre per questi vantaggi tecnici e molte altre persone iniziarono ad usarlo per questi vantaggi tecnici e non hanno mai parlato di Libertà e il risultato è che anche nella nostra comunità la maggior parte degli utenti non ha mai pensato alle questioni etiche che sono proprio il motivo per cui la comunità esiste e questa è una situazione pericolosa, quando le persone hanno la Libertà ma non la riconoscono e non le danno valore il pericolo è che se la lascino scappare tra le mani ci sono così tanti possibilità di perdere la Libertà nella vita, che se non dai valore alla tua Libertà finirai col perderla.

Se sono un hacker ? Si lo sono e precisamente sono stato un hacker fin dagli anni 70 ma siete probabilmente stati mal informati sul significato di questa parola al MIT nel 1970 essere un hacker significava essere qualcuno che si divertiva a programmare in modo intelligente che si divertiva a risolvere i problemi tipo creare un programma più breve di tutti quelli esistenti per fare un lavoro oppure creare programmi che facessero qualcosa al solo fine di divertirsi o che fossero strani come stampare numeri romani questo è qualcosa che fu fatto da un hacker ed aveva solo un'importanza da hacker perché non era per nulla pratico ed era solo per divertirsi, quindi se sapevi programmare in quel modo eri considerato un hacker. Più avanti ho generalizzato e reinterpretato un pò il termine e oggi la mia definizione di hacker è: "qualcuno che si diverte a giocare in modo intelligente".


Tradotto da : Paolo Del Bene

Paolo Del Bene : a Mikko Hypponeen, vorrei ricordare che il software open source, non è il software libero.

Il software open source fa riferimento ai 10 punti della Open Source Definition vedasi link

E' l'Open Source Definition che si ispira alla GNU General Public License e potete chiedere conferma ad Eic S Raymond di quanto sto scrivendo, riguardo alla OSD.

La OSD ritiene che sia giusto far uso di qualsiasi software, indipendentemente dai termini di licenza.

E' lo stesso Eric S Raymond, che dichiarò che si sacrifica uno dei punti fondamentali su cui si basa il Free Software, ovvero le libertà esposte da Richard Matthew Stallman, per avere più software a disposizione.

credo che quanto detto da Richard Matthew Stallman, riguardo alle libertà, sia significativo ed abbia una grande importanza, in un momento come questo, dove ad esempio NSA, MICROSOFT, APPLE COMPUTER CUPERTINO.INC, ADOBE, SKYPE, BSA, GOVERNI, CIA, FBI, sono tutti uniti e sono tutti contro le libertà collettive dei cittadini.

Dunque è evidente che la scelta di allontanarsi da un modello impostato sul Free Software, per un modello Open Source, fu la peggior scelta che potesse fare Eric S Raymond, Linus Benedict Torvalds...

Forse pochi sanno, che nel 2005, Eric S Raymond, dichiarò a Federico Biancuzzi, che scrive per Linux&C del gruppo Piscopo Editore, che secondo il suo modo di vedere le cose, non avremmo avuto più bisogno della GNU General Public License.

Se si vivesse in un mondo dove si rispetta il lavoro altrui, non ci sarebbe nemmeno bisogno delle licenze e del CopyRight, ma forse Eric S Raymond, vive sul lato oscuro della luna, perchè le sue dichiarazioni fanno acqua da tutte le parti.

E' normale che se uno dice stronzate, possono passare anche i millenni, ma la gente continuerà a ricordarsi ciò ed a tal proposito, rendio noto l'URL dell'intervista ad Eric S Raymond, da parte di Federico Biancuzzi: link

A parte il fatto che le corporazioni si guardano bene dal rispettare i termini di licenza, del Free Software, vi immaginereste che fine avrebbe fatto il Free Software senza la GNU General Public License, che lo tuteli ?

Sicuramente sarebbe diventato di proprietà di qualche corporazione.

Così invece di aiutare la gente, le corporazioni non farebbero altro che pacchettizzarlo e renderlo proprio.

Bella idea quella di Eric S Raymond, mi chiedo se a volte, usa il cervello, o se la scatola cranica ce l'ha solo per spartire le orecchie.

a prova di quanto vado dicendo sui termini contrattuali, vedasi i legal Archives di gpl-violations.org dal 2004 al 2013: link

Dunque le mie, non sono contestazioni atte ad offendere Eric S Raymond, se lui capisse le stronzate che dice o che fa, ma sono delle contestazioni, fatte sui contenuti.

Le sue dichiarazioni, non fecero in tempo a farsi sentire che Federico Biancuzzi, aveva già intervistato Richard Matthew Stallman: link

Sicuramente qualcuno si starà chiedendo, ma allora perchè esiste il modello Open Source ?

Solo per servire le corporazioni, le quali hanno una paura fottuta della GNU General Public License ed associano il termene Free Software, all'eventualità che la gente gli chieda il software, senza che gli debba esser dato nulla in cambio.

Dire che non è Software zero cost, non è un problema, ma chissà per quale motivo, non vogliono vogliono parlarne, preferiscino sminuire il lavoro altrui.

Anche IBM sminuisce il lavoro su GNU/linux, ma poi fa donazioni, oppure partecipa allo sviluppo software e vende anche corsi.

Un pò come non riuscire ad essere delle persone o delle corporazioni che non si smuovono da quello che dicono o che fanno.

Per fortuna, esiste gente integralista come me, che una volta che ha preso una posizione, non si smuove.

Non mi sono mai piaciuti coloro che vanno sempre dietro alla bandiera, solo se c'è il vento che tira e quando non tira più, vanno da un'altra parte.

Gente senza ideali da difendere, senza un punto di riferimento, blah, che schifo. :-(

E purtroppo oggi si guarda solo il profitto.

E' chiaro dunque che il modello Open Source non si sposa con il Free Software, vedasi: link

bisognerebbe farsi dire da Mikko Hypponen, cosa intende lui per Open Source.

Le parole hanno un senso e sono ben distinte fra loro.

Free = Libero ; Software = Programma


Open = Apeerto ; Source = Sorgente

Il giorno che Mikko Hypponen chiarirà questo punto, forse saranno passati altri 6/7 anni :-)

Saluti,

Paolo Del Bene
Top
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 19 Nov 2013 14:00    Oggetto: Rispondi citando

Leggi l'articolo Il discorso integrale di Mikko Hypponen
Come l'NSA ha tradito la fiducia del mondo.



Top
{Franco}
Ospite





MessaggioInviato: 25 Nov 2013 08:58    Oggetto: Rispondi citando

Ma nessuno ha mai sentito parlare di echelon?
Ma dove vivete!
Ecco il link link
Top
Zeus
Amministratore
Amministratore


Registrato: 21/10/00 01:01
Messaggi: 12715
Residenza: San Junipero

MessaggioInviato: 25 Nov 2013 09:43    Oggetto: Rispondi

Echelon? Mai sentito!
Ma dove vivi tu?

Dunque Echelon esiste. Come difendersi?
Sembrava una storia degna delle più classiche leggende metropolitane, ma ormai non ci sono dubbi. Echelon, la rete di ascolto internazionale anglo-americana di cui si vocifera da anni, esiste davvero. Si conosce l'ubicazione delle sue basi principali ed è nota anche la sua effettiva capacità di intercettazione.
http://www.zeusnews.it/zn/574
pubblicato su Zeus News il 30 maggio 2001
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Sicurezza Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi