Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
La NASA mostra come si formano le isole di spazzatura negli oceani
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 15 Ott 2015 17:00    Oggetto: La NASA mostra come si formano le isole di spazzatura negli oceani Rispondi citando

Leggi l'articolo La NASA mostra come si formano le isole di spazzatura negli oceani
E svela come sarà la situazione tra 20 anni.


 
(Fai clic sull'immagine per visualizzarla ingrandita)
 

Segnala un refuso
Top
{Fow}
Ospite





MessaggioInviato: 15 Ott 2015 22:32    Oggetto: Rispondi citando

Speriamo che il ragazzino che ha recentemente inventato il sistema di raccolta dei rifiuti in mare possa mettere fattivamente in atto la sua idea.
In realtà sarebbero le nazioni a dover cambiare l'attuale modello consumistico che non è mai stato realmente sostenibile.
Ma con il Ttip stiamo andando nella direzione opposta...
Top
{Desio}
Ospite





MessaggioInviato: 15 Ott 2015 23:01    Oggetto: Rispondi citando

Sette miliardi di persone, create da, e creatrici di un consumismo selvaggio, sono troppe per questo pianeta.
Una bella correzione a causa di un disastro planetario ci starebbe bene, diciamo verso i 500 milioni o anche meno.
Siamo super-predatori, e purtroppo anche super-minchioni.
In pratica dei virus nefasti, che oltretutto stanno provocando la scomparsa di una quantità enorme di specie animali e vegetali.
Top
Il Castiglio
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 05/12/09 16:32
Messaggi: 125

MessaggioInviato: 15 Ott 2015 23:03    Oggetto: Rispondi citando

io non ho ancora capito se esistono queste isole, l'ultima volta che se ne è discusso la conclusione è stata questa:

http://forum.zeusnews.com/viewtopic.php?t=66411&postdays=0&postorder=asc&start=25

Ecco, come al buon Danielix, anche a me piacerebbe un'indagine in proposito da parte di Paolo Attivissimo Cool
Top
Profilo Invia messaggio privato
{Marco}
Ospite





MessaggioInviato: 15 Ott 2015 23:32    Oggetto: Rispondi citando

Le isole di spazzatura esistono, si conoscono coordinate (non precise perché sono in costante movimento) ci sono foto aeree e satellitari, insomma esistono e si sa dove sono, è impossibile negarlo il problema è come ripulirle o per lo meno come evitare che si ingrandiscano
Top
jumpjack
Semidio
Semidio


Registrato: 23/03/11 08:20
Messaggi: 331

MessaggioInviato: 16 Ott 2015 08:19    Oggetto: Rispondi citando

Non mi sembra che il modello della NASA funzìoni: invece che isole ottiene strisce lunghe migliaia e migliaia di km!! Confused

E oltretutto i puntini spariscono nel nulla anche quando arrivano in mezzo all'oceano, non solo quando approdano.

Mah.

Per quanto riguarda la soluzione al problema, invece di improbabili megastrutture ancorate al fondo, vedo pià fattibili delle bocche raccogli-plastica installate su navi, una specie di fanoni artificiali.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Marco V
Mortale devoto
Mortale devoto


Registrato: 17/06/10 09:52
Messaggi: 17

MessaggioInviato: 16 Ott 2015 12:53    Oggetto: Rispondi citando

{Desio} ha scritto:
Sette miliardi di persone, create da, e creatrici di un consumismo selvaggio, sono troppe per questo pianeta.
Una bella correzione a causa di un disastro planetario ci starebbe bene, diciamo verso i 500 milioni o anche meno.
Siamo super-predatori, e purtroppo anche super-minchioni.
In pratica dei virus nefasti, che oltretutto stanno provocando la scomparsa di una quantità enorme di specie animali e vegetali.



Concordo completamente... bisognerebbe parlare di controllo delle nascite a livello mondiale ma ogni governo ha un orizzonte temporale non oltre un anno o meno...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Roberto1960
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 21/01/08 00:39
Messaggi: 1168
Residenza: Roma

MessaggioInviato: 16 Ott 2015 15:48    Oggetto: Rispondi citando

{Fow} ha scritto:
Speriamo che il ragazzino che ha recentemente inventato il sistema di raccolta dei rifiuti in mare possa mettere fattivamente in atto la sua idea.
In realtà sarebbero le nazioni a dover cambiare l'attuale modello consumistico che non è mai stato realmente sostenibile.
Ma con il Ttip stiamo andando nella direzione opposta...

Concordo assolutamente.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8498
Residenza: All'inferno.

MessaggioInviato: 16 Ott 2015 21:40    Oggetto: Rispondi citando

{Marco} ha scritto:
Le isole di spazzatura esistono

Perché non ci posti un paio di foto? Non dovrebbe essere difficile...
Un paio da satellite, un paio aeree e un paio in loco.


Ci risiamo con questa bufala eco-terrorista: non esiste alcuna isola di rifiuti plastici, intesa come agglomerato di pattume visibile ad occhio umano e tangibile.
La scienza lo ha ampiamente provato e dimostrato, ma ciò nonostante la bufala resiste nel tempo giacché troppo affascinante. (continuo qui)
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
jumpjack
Semidio
Semidio


Registrato: 23/03/11 08:20
Messaggi: 331

MessaggioInviato: 16 Ott 2015 22:04    Oggetto: Rispondi citando

Io sapevo che sono micropezzetti di plastica sotto il pelo dell'acqua, per questo non si vedono... a meno di non nuotarci in mezzo! Non sono bottiglie di plastica, sacchetti, e scatole di polistirolo! E' plastica sminuzzata dal mare.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 10612
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 18 Ott 2015 15:31    Oggetto: Rispondi citando

Premetto che concordo in toto con Desio anzi non in toto perché ritengo che la specie umana più che un virus sia maggiormente assimilabile ad un cancro della Terra.

Sull'argomento isole di plastica faccio fatica a districarmi, esistono articoli che ne avvalorano l'esistenza:

link
link

del resto come scrive Danielix, di foto satellitari o aeree praticamente zero se non qualche agglomerato di dimensioni assai ridotte, al momneto mi sembr assai difficile discernere fra verità e bufala.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8498
Residenza: All'inferno.

MessaggioInviato: 18 Ott 2015 20:14    Oggetto: Rispondi citando

@ Gladiator:
anche le foto di agglomerati ridottissimi sono prese altrove e non dove dovrebbero. È così ovunque: dove si parla di queste fantomatiche isole di pattume plastico si schiaffa sempre una foto a effetto che non c'entra nulla. Anche l'articolo da te linkato non fa eccezione: apre con una foto di una busta di plastica praticamente sulla costa (in basso a sinistra si vede il fondale).

Tra l'altro, proprio nell'articolo da te linkato si legge chiaramente la verità:
Citazione:
"Le nostre osservazioni mostrano che grandi quantità di frammenti di plastica, con dimensioni che variano dal micron a qualche millimetro, non compaiono negli ammassi galleggianti che abbiamo censito", spiega Cozar, professore all'Università di Cadice in Spagna. "Tuttavia non sappiamo che fine abbia fatto tutta questa plastica. Si trova da qualche parte, in mezzo all'oceano, in profondità, divorata dalla fauna marina, oppure ridotta a particelle così microscopiche da non poter essere recuperate con le reti".

E proprio di questo si tratta: frammenti delle dimensioni di micron, e tra l'altro con una densità per m³ neppure tanto alta.

Non ho adesso il link sottomano, ma esiste un video documentario in Rete girato da un gruppo di ricercatori oceanografi, di stampo ecologista, andati ad analizzare il fenomeno, e le loro conclusioni (con tanto di prove alla mano) sono proprio che non esiste nessun ammasso di spazzatura plastica galleggiante come viene descritto il leggendario “Pacific Trash Vortex”, altrimenti detto “Pacific Garbage Patch”.

Non appena trovo il link lo posto, promesso.

Nel frattempo, chi è in grado di leggere in inglese, può dare un'occhiata a questo link: Lies you've been told about the “Pacific Garbage Patch” (Le bugie che vi hanno detto a proposito del “Pacific Garbage Patch”). Anche lì c'è un video molto interessante, della biologa marina Miriam Goldstein, che apre gli occhi... per chi li vuole aprire.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
jumpjack
Semidio
Semidio


Registrato: 23/03/11 08:20
Messaggi: 331

MessaggioInviato: 19 Ott 2015 08:49    Oggetto: Rispondi citando

Secondo me si tratta di un equivoco semantico.
Non è un ammasso.
Non è un'isola.
E' un area di oceano ad alta densità di microparticelle di plastica.
Dove, visto che nell'oceano NON dovrebbe esserci per niente plastica, anche 10 particelle per metro cubo sono una densità "alta", per via del fatto che sono così piccole da entrare nella catena alimentare e uccidere gli animali che le ingeriscono.
E' una specie di "minaccia fantasma", invisibile ma esistente, e la gente non crede in quello che non vede. Come i gas di scarico delle auto: sono invisibili, quindi nessuno ci crede quando si dice che le città sono al collasso e l'aria non è più respirabile, quindi quando ci sono le targhe alterne ci si limita a prendere la macchina della sorella o del cugino invece di NON prendere la macchina.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Danielix
Amministratore
Amministratore


Registrato: 31/10/07 15:30
Messaggi: 8498
Residenza: All'inferno.

MessaggioInviato: 23 Ott 2015 21:08    Oggetto: Rispondi

jumpjack ha scritto:
Non è un ammasso.
Non è un'isola.
E' un area di oceano ad alta densità di microparticelle di plastica.

Che sarebbe esattamente quello che ho cercato di spiegare e divulgare fino adesso... Rolling Eyes


jumpjack ha scritto:
Dove, visto che nell'oceano NON dovrebbe esserci per niente plastica, anche 10 particelle per metro cubo sono una densità "alta"

E questa è una sacrosanta verità. Ma comunque nulla a che vedere con la bufala dell'“isola di spazzatura” che vogliono spacciare gli eco-terroristi, i giornalisti di Topolino, i complottisti e i deficienti. Nessun “equivoco semantico” [sic], solo due cose totalmente differenti, di cui una è un'affascinante bufala.


jumpjack ha scritto:
E' una specie di "minaccia fantasma", invisibile ma esistente, e la gente non crede in quello che non vede.

Non so, forse qui ti sei confuso, perché stavolta è esattamente l'opposto: c'è un qualcosa di invisibile, appannaggio esclusivo di scienziati e ricercatori, ma la gente - pur non vedendolo - preferisce credere di vederlo, ingigantito a dismisura e “arricchito” di raccapriccianti particolari come una leggenda Omerica.
C'è chi giura d'aver visto taniche di plastica, armate di spade di plastica, alla guida di una rivolta dell'ammasso contro l'Occidente opulento...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Scienze e nuove tecnologie Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi