Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
TV e politica: stessa regia
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Politica e dintorni
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
paolodegregorio
Dio minore
Dio minore


Registrato: 13/07/07 12:00
Messaggi: 905

MessaggioInviato: 02 Nov 2017 21:24    Oggetto: TV e politica: stessa regia Rispondi

- TV e politica: stessa regia -
di Paolo De Gregorio, 2 novembre 2017

Quelle rare volte che cambiando canale mi appaiono frammenti di quei mediocri sceneggiati definiti palestre di democrazia, servizio pubblico ai cittadini, dove tutti possono “informarsi liberamente”, e non scappo alla velocità della luce, mi rendo conto che gli attori sono sempre gli stessi, opinionisti, tuttologi di lungo corso, espertissimi nel trovare immediata sinergia con la regia che li inquadra quando chi ha la parola dice qualcosa di vero, evidenziando mimica di dissenso o sdegno, o quando lo Sgarbi di turno la butta in rissa o caciara per annullare ogni possibilità di espressione compiuta.
Sarò sincero, la trasmissione a cui mi riferisco è l’ultima del piddino in sevizio permanente effettivo Floris e non ho cambiato canale solo perché “l’imputato” era Di Maio, circondato dai soliti doberman di osservanza renziana “sinceramente preoccupati” del basso livello degli amministratori del M5stelle, dimenticando, tutti compattamente, di citare la realtà debitoria lasciata nei comuni dai loro compagni di partito, situazione che rende impossibile qualsiasi iniziativa o programma di spesa. La cosa è un po’ ridicola, in quanto questi politicanti travestiti da giornalisti, sembrano voler migliorare il livello degli amministratori pentastellati, così giovani e inesperti, mentre il loro obiettivo (tutto politico) è quello di denigrarli, prima che possano fare qualcosa di nuovo che non può essere più negato dai loro giochi di parole.
Senza volerlo, una sinapsi del mio cervello si è attivata e ha acceso il ricordo di una superba Iena, Sabrina Nobile, che di fronte a Montecitorio faceva domandine da quinta elementare agli onorevoli che entravano alla Camera, deliziandoci con risposte da analfabeti, ma non ricordo da parte dei nostri valorosi giornalisti una inchiesta sulla nostra classe dirigente, di fronte alla quale Franco e Ciccio sarebbero risultati giganti del pensiero.

Abbandoniamo i manipolatori e la disinformazione ai loro giochetti. La vera questione della classe dirigente amministrativa non è quella di avere competenze specifiche su una materia (i medici alla sanità, gli agronomi all’agricoltura, ecc.), ma avere gli eletti dal territorio nelle funzioni anche di assessori e se servono competenze tecniche ci si rivolge a chi ha realizzato bene i servizi per i cittadini, nella forma di consulenza senza nessuno ruolo politico.
Il Movimento 5 stelle, se avesse adottato questo criterio, si sarebbe risparmiato molte critiche e qualche fallimento, perché la prima qualità che deve avere un amministratore deve essere l’onestà, il legame col territorio, il voto degli iscritti, tutte cose che non si improvvisano e garantiscono una forte difficoltà di infiltrazione.
Dovrebbe essere una regola ferrea, scontata, ma sento ancora parlare di tecnici e di esperti al posto degli eletti. Speriamo che si sia capaci di imparare dagli errori e che si lasci intatto il potere degli iscritti di scegliere persone di fiducia attive sul territorio e di vederle inserite negli scanni comunali o del Parlamento.
Paolo De Gregorio
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Politica e dintorni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi