Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Bill Gates: ''Migranti? Non dobbiamo essere troppo generosi con loro''
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Politica e dintorni
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9179

MessaggioInviato: 01 Feb 2019 22:12    Oggetto: Rispondi citando

No da delinquenti, ma da ignoranti, credono possa aiutare rimuovere la 'concorrenza'...di quel tipo. Alcuni politici ci sguazzano, e finiscono al governo. Ma poi, c'è un poi...e da lì il nulla, nessuna idea su come farli crescere, senza creare nuovi schiavi a casa loro...
O forse fanno finta di non capire.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9363
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 02 Feb 2019 14:02    Oggetto: Rispondi citando

Eh no Maary, chi distorce la realtà, fomenta il malcontento ed aizza il popolo contro gli immigrati per distoglierlo dai reali problemi del paese e, soprattutto, per il proprio tornaconto elettorale e personale - leggasi i vari Salvini, Di Maio, Toninelli, ecc... - non è ignorante, è delinquente e, ribadisco, sono pure buono nel mio giudizio. Twisted Evil
Top
Profilo Invia messaggio privato
R16
Moderatore Sicurezza
Moderatore Sicurezza


Registrato: 07/03/08 21:58
Messaggi: 10062

MessaggioInviato: 03 Feb 2019 15:19    Oggetto: Rispondi citando

Toninelli........ Confused
Se non fosse un ministro funzionerebbe bene anche come antidepressivo : uno torna a casa dopo una giornata sfiancante , legge l'ennesimo strafalcione dell'arguto Toninelli , si fa due risate ed aumenta anche la propria autostima .
Tuttavia resta il piccolo inconveniente che trattasi del ministro delle infrastrutture , e già questo non fa più ridere , anzi .


L'ultima modifica di R16 il 03 Feb 2019 15:24, modificato 1 volta
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9363
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 03 Feb 2019 15:24    Oggetto: Rispondi citando

Anzi............... d'oh!
Top
Profilo Invia messaggio privato
EDB
Comune mortale
Comune mortale


Registrato: 16/08/19 05:02
Messaggi: 1

MessaggioInviato: 16 Ago 2019 05:24    Oggetto: Rispondi citando

Rispondere NO, in primis significa non accogliere questo modello demenziale di ridurre questioni complesse a scelte prive di significato reale. A partire da Bill Gates ed a seguire tutti quelli che dicono SI, indichino come tale obiettivo si raggiunge in via permanente e praticabile. Dire NO, vuol dire affrontare l'argomento nei Paesi generatori di domanda, rimuovere le motivazioni che spinge le persone a migrare, porsi la questione dell'accoglienza in relazione alle necessità del punto d'arrivo e/o dello smistamento verso altre destinazioni.
Top
Profilo Invia messaggio privato
ciocca956
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 20/11/14 21:19
Messaggi: 2210
Residenza: EST VERONESE...ma Est eh!

MessaggioInviato: 16 Ago 2019 19:56    Oggetto: Rispondi citando

Dov'è che si vota qua?
Top
Profilo Invia messaggio privato
Silent Runner
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°
Supervisor sezione Chiacchiere a 360°


Registrato: 16/05/05 09:17
Messaggi: 20665
Residenza: Pianeta Terra

MessaggioInviato: 26 Ago 2019 23:06    Oggetto: Rispondi citando

EDB ha scritto:
Rispondere NO, in primis significa non accogliere questo modello demenziale di ridurre questioni complesse a scelte prive di significato reale. A partire da Bill Gates ed a seguire tutti quelli che dicono SI, indichino come tale obiettivo si raggiunge in via permanente e praticabile. Dire NO, vuol dire affrontare l'argomento nei Paesi generatori di domanda, rimuovere le motivazioni che spinge le persone a migrare, porsi la questione dell'accoglienza in relazione alle necessità del punto d'arrivo e/o dello smistamento verso altre destinazioni.

Incontestabile! Applause
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9363
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 27 Ago 2019 17:28    Oggetto: Rispondi citando

EDB ha scritto:
Rispondere NO, in primis significa non accogliere questo modello demenziale di ridurre questioni complesse a scelte prive di significato reale. A partire da Bill Gates ed a seguire tutti quelli che dicono SI, indichino come tale obiettivo si raggiunge in via permanente e praticabile. Dire NO, vuol dire affrontare l'argomento nei Paesi generatori di domanda, rimuovere le motivazioni che spinge le persone a migrare, porsi la questione dell'accoglienza in relazione alle necessità del punto d'arrivo e/o dello smistamento verso altre destinazioni.

Applause Applause Applause
Top
Profilo Invia messaggio privato
Erma
Eroe
Eroe


Registrato: 23/11/05 14:33
Messaggi: 66

MessaggioInviato: 27 Gen 2020 14:37    Oggetto: Rispondi citando

In parte sono d'accordo con quello che ho letto, in parte non tanto, ma non ho nè la voglia nè il tempo per approfondire bene tutto quello che ho letto.
Scrivo solo questo.
Il mondo è "unico" solo come concetto geografico/geologico... ma è diviso in tanti paesi sovrani, con una loro storia, loro lingua, cultura... territorio, risorse, economia, ecc...
Un privato può anche decidere che un altro paese qualunque ha dei problemi, provare "compassione" e cercare di aiutarli... ma con le sue risorse e impegnando il suo tempo.
Le istituzioni di un paese hanno il dovere istituzionale di occuparsi prioritariamente (se non esclusivamente) dei propri cittadini... sopratutto in periodo di crisi quando ci sono persone che non hanno da mangiare e dormono dove trovano... se trovano.
Dedicare risorse a dei stranieri... chiunque essi siano, da qualunque parte provengano e per qualunque motivo si muovano... se hai 1 solo tuo cittadino (e ce ne sono molti di più Confused ) che non ha da mangiare e da dormire... questo è infame !
Questo è da paese incivile.
Poi, ovviamente, viviamo in un contesto "globale", con l'ONU (quasi una burletta), la NATO (obsoleta, ormai), l'Europa (poca e mal fatta), ecc... ma questo va affrontato in ambito internazionale con le metodologie della diplomazia (inteso in senso burocratico). Le singole istituzioni nazionali e/o locali dovrebbero occuparsi principalmente/esclusivamente dei cittadini autoctoni, poi... in via subordinata, degli "esteri regolari". PUNTO.
I "clandestini" non dovrebbero nemmeno esistere sul suolo nazionale (usando anche le metodologie più varie ed efficaci, e se l'Europa e d'accordo, bene, altrimenti se ne vada a fare in cu... anche lei).
* - E ci tengo a precisare che non è un discorso razzista: questo vale anche per un bianco di pura razza ariana, se estero e/o (peggio) clandestino.
* - E ci tengo a precisare che non è un discorso "nazionalista" o fascista: è solo una questione di "territorialità". L'Italia è la "casa" degli italiani, non di chiunque altro.
* - E ci tengo a precisare anche che posso capire chi prova a venire in Europa passando per l'Italia (anche se è un pio sogno basato su informazioni fondamentalmente false/distorte)... non è lui il "problema"... è di chi lo permette, in primis, e di chi se ne approfitta in secundis ! Anche compresi i "cretini in buona fede" (e fanatici, spesso) che fanno l'apologia dell'"esterofilia" e della "clandestinofilia" per un presunto senso di "umanità".
Per queste ultime persone, però, mi chiedo... razionalità (inesistente) a parte... per quale motivo provano così tanta "compassione" per persone di un altra parte del mondo e non (almeno) altrettanta "compassione" per i propri concittadini ? ! ?
Ecco... questo proprio non lo capisco.
Un pò come se un giorno, un direttore di banca decidesse di regalare dei soldi ai primi "qualunque" che passano per strada (se regolari) o i primi "qualunque" che s'intrufolano di notte col piede di porco (se clandestini)... invece di gestirli per chi li ha regolarmente depositati nel proprio conto.
E' ovvio che chiunque si metterebbe in fila per cercare di prendere il più possibile. Non è lui in "torto"... e neanche tanto l'impiegato che li distribuisce o la guardia giurata che apre la porta (essendo dipendenti non possono rifiutarsi più di tanto)... il vero "colpevole" è il direttore della banca che ha violato il suo mandato e la fiducia dei correntisti regalando il danaro ai "primi qualunque" che passano/s'intrufolano invece di curarli/gestirli per i veri proprietari !
Poi, per la "malafede"... interessi partitici (nuovi voti freschi), interessi economici (lavoratori sfruttabili e che abbassano la richiesta degli autoctoni per concorrenza)... è un altro discorso: galera per i primi e ghigliottine nella pubblica piazza per i secondi !
Si... per questi ultimi... quelle persone (o gruppi/società) che in una situazione di "forza" si approfittano di altre persone (qualunque esse siano, cittadini o stranieri, regolari o clandestini) in una situazione di "debolezza/necessità", che sia per avidità (bast****) o per semplice "gratificazione del proprio ego" (patetici)... ci vorrebbe una rivoluzione come quella francese del 1789, con tanto di ghigliottine nella pubblica piazza.
E dovrebbe essere fatta a "furor di popolo", perchè sia considerata una rivoluzione e che cambi veramente la società... perchè se la fa un singolo individuo, risulta il "pazzo di turno"... e non cambia un tubo... se la fa un gruppo armato, risultano i "soliti terroristi" (ce ne sono di tutti i tipi, ma solo fanatici per motivi politici o religiosi)... e non cambia un tubo comunque.
Solo se la facesse tutto il popolo compatto risulterebbe una vera rivoluzione, e... forse... potrebbe veramente cambiare qualcosa.
Anche se temo la situazione, nei tempi moderni, è ormai talmente complessa ed articolata che... forse... non basterebbe neppure questo... Incupito

I miei 5 cent. ovviamente. Wink
Poi sarebbe anche tanto da approfondire ed aggiungere/integrare, ma... ho già scritto molto... Mr. Green




P.S.
Il vero "problema" del mondo e di tutta la specie umana è che è troppa già da tanto tempo.
Il mondo non ha più territori (e popolazioni più deboli, anche... alla faccia della società civile Evil or Very Mad ) da conquistare, le risorse si stanno esaurendo e non bastano già ora per tutti... e nemmeno tutti le hanno uguali... e nessuno nemmeno se ne preoccupa, dando per scontato che l'umanita continuerà a crescere senza limiti... d'oh!
Questo è IL "vero problema del Mondo e dell'umanità tutta"... e tutto (o quasi) il resto nè è solo una conseguenza, diretta o indiretta.
Solo su questo sarebbe da aprire un 3AD apposito...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9363
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 01 Mar 2020 18:48    Oggetto: Rispondi citando

@Erma

Non sono d'accordo su tutto ciò che hai scritto poiché il problema dei flussi migratori penso sia ancora più complesso di come lo hai interpretato tu anche se, almeno in parte, posso capire la tua interpretazione

Il punto in cui sono invece assolutamente e completamente d'accordo è il tuo p.s. poiché si tratta di una conclusione alla quale sono giunto anch'io da tempo ma, ad oggi, queste cose non si possono dire nemmeno sottovoce e non è questione di essere considerati fascisti o razzisti per questo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9179

MessaggioInviato: 02 Mar 2020 15:36    Oggetto: Rispondi

@erma

Citazione:
per quale motivo provano così tanta "compassione" per persone di un altra parte del mondo e non (almeno) altrettanta "compassione" per i propri concittadini ? ! ?


La politica non prova compassione per nessuno, fa quello che gli conviene fare in quel momento, chi secondo te è compassionevole, in realtà è ben consapevole che non si risolvono i problemi respingendo la gente, per cui cercano di creare ordine nelle cose.
Non sono più i tempi dello 'sparare a vista' allo straniero, se questo si presenta come bisognoso d'aiuto e non come un invasore.
Anche se qualcuno vorrebbe...Rolling Eyes
Immigrati economici ce ne sono anche di italiani, ci sono stati nel dopo guerra e in questi ultimi anni di crisi. Laureati o anche non, giovani e anche no.
E cosa si dovrebbe fare con loro?
Allora si invocano le pari opportunità, e si raccontano le storie tristi degli italiani che hanno dovuto abbandonare il paese per lavorare.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Politica e dintorni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a Precedente  1, 2
Pagina 2 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi