Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Apple brevetta il touchpad virtuale
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Dal processore al case
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 22 Mag 2020 09:30    Oggetto: Apple brevetta il touchpad virtuale Rispondi citando

Leggi l'articolo Apple brevetta il touchpad virtuale
Cambia forma e posizione secondo i desideri dell'utente.


 

 

Segnala un refuso
Top
{byrne}
Ospite





MessaggioInviato: 23 Mag 2020 10:55    Oggetto: Rispondi citando

Non per fare quello che va a cavillare, ma nel corso dei decenni ho letto molte notizie e ho visto qualche realizzazione di interfacce virtuali, ma se non si sono affermate ci sarà (più di) una ragione.
Inoltre non mi è chiaro come possano coesistere brevetti che sono sostanzialmente simili.
Top
ilmanowar
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 06/08/07 06:31
Messaggi: 108

MessaggioInviato: 24 Mag 2020 04:21    Oggetto: Rispondi

Citazione:
Inoltre non mi è chiaro come possano coesistere brevetti che sono sostanzialmente simili.


byrne, la domanda è interessante e me la sono posta anche io. Non sono un esperto di brevetti, ma ci ho avuto a che fare col mio lavoro. Per cui questa è il mio punto di vista che ho tratto dalla pratica: anche se dipende da stato a stato, in generale un brevetto non garantisce né originalità né paternità.
Queste cose si chiariscono solo in tribunale nel momento ci siano gli estremi di un contenzioso (una azienda crede di essere copiata da un'altra). Il brevetto serve per poter dire "primo io, fino a prova contraria". All'ufficio brevetti interessa che si paghino le tasse annuali/pluriennali.
Un brevetto si può annullare in tribunale per tanti motivi, per una pubblicazione scientifica preesistente ad esempio, oppure più semplicemente perché non ha niente di originale. Il controllo dell'ufficio brevetti sulla originalità, quando c'è, è molto limitato. Un brevetto non decade automaticamente, serve qualcuno che spenda soldi e quindi ne abbia l'interesse nel farlo.

Inoltre si può proteggere anche una idea, un'applicazione, un uso, inclusi quelli che per l'attuale tecnologia, non sono realizzabili.

Infine molti brevetti si somigliano e hanno piccolissime differenze, tanto che in caso di un contenzioso vince chi ha i migliori avvocati (quindi più soldi).

Per questo le piccole aziende tecnologiche spesso preferiscono non brevettare, per non entrare in costosissime cause di difesa del brevetto (risparmiando i costi della scrittura e mantenimento del brevetto). Preferiscono lasciare segreta la scoperta e commercializzarla occultando il più possibile la parte da proteggere.

La maggior parte dei brevetti finiscono con l'essere utilizzati come medaglie da boy-scout, messe al petto della azienda senza nessuna utilità. Quindi molti brevetti finiscono, intenzionalmente o non, a fare puro marketing.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Dal processore al case Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi