Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ribelli digitali
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 20 Giu 2020 08:05    Oggetto: Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web Rispondi citando

Leggi l'articolo Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La legge sulle intercettazioni introduce l'obbligo per i provider di bloccare tutti i contenuti espliciti.


 

 

Segnala un refuso
Top
{ranx}
Ospite





MessaggioInviato: 20 Giu 2020 13:40    Oggetto: Rispondi citando

e diciamo che va male? andrà sempre peggio con degli incompetenti del genere! già ora i filtri dei providers non funzionano usando DoH o una VPN e non funzioneranno nemmeno dopo a meno che l'Italia non voglia seguire le orme del Kazakistan
Top
{RMSWR}
Ospite





MessaggioInviato: 20 Giu 2020 14:11    Oggetto: Rispondi citando

Basta... davvero... non ho più la forza nemmeno di lamentarmi alla millesima volta che in trent'anni ho letto di proposte simili (altra grande hit: indebolire la crittografia)...
Non ce la faccio più...
Top
{mortini}
Ospite





MessaggioInviato: 21 Giu 2020 11:13    Oggetto: Rispondi citando

Certo che l'ipocrisia di benpensanti e governanti è davvero proccupante.
I "minori" vanno in edicola e si comprano quello che vogliono, hanno fratelli compiacenti e maggiorenni che li riforniscono, per non parlare dei contenuti accessibili per vie traverse.
Come ogni cosa rimossa finisce nell'inconscio, e lì lavora senza essere vista, provocando crisi di identità, ansie da prestazione nefaste e frustrazioni.
Ma i politici scalzacani di oggi non sarebbero neanche in grado di capire quanto ho scritto, e neppure sarebbero interessati a farlo.
Credo che la politica sia sempre più lontana dalla gente e sempre più vicina ad una visione buro-perbenista-garantista, molto lontana dalla realtà e dalla vita.
Top
Gringo
Eroe
Eroe


Registrato: 07/10/09 14:30
Messaggi: 59

MessaggioInviato: 21 Giu 2020 13:39    Oggetto: Rispondi citando

Prossima Mossa:
1) Blocco dei contenuti non in linea con L'Italico Pensiero
2) Blocco del malparlato
3) Obbligo di un censimento nazionale con graduatoria pubblica dei siti non in linea con la Politic Correct secondo l'Idea del Governo Attuale

Permetto di dissentire come Adulto 47 enne che vuole essere libero di vedere cosa gli pare se questo non lede la libertà altrui.
Top
Profilo Invia messaggio privato
colemar
Semidio
Semidio


Registrato: 17/08/10 23:44
Messaggi: 393

MessaggioInviato: 21 Giu 2020 14:38    Oggetto: Rispondi citando

A volte ritornano.

Credo che molti della Lega sappiano che questa norma è di fatto inapplicabile, o in alternativa produrrà dei danni peggiori di quelli che si vorrebbero evitare, ma come spot elettorale forse funziona.

Alle critiche avanzate nell'articolo aggiungerei che se i provider fossero costretti ad affrontare la questione seriamente le spese sarebbero notevoli, dato che filtrare i contenuti con precisione sufficiente è chiaramente una faccenda complicata e sicuramente le modifiche al filtro dovrebbero essere frequenti e senza fine. I costi aggiuntivi sarebbero sicuramente scaricati sui clienti.
Ma potrebbero esserci provider che fanno i furbi adottando un filtro poco costoso ma inefficace, creando così una distorsione del mercato.

Chi decide cosa si deve filtrare e cosa no? Ogni provider fa come vuole?

Se in futuro dovesse essere un organismo statale a dettare le regole di filtraggio, come fare in modo che la maggioranza politica del momento resista alla tentazione di censurare un po' troppo?
Top
Profilo Invia messaggio privato
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10556
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 21 Giu 2020 15:19    Oggetto: Rispondi citando

Lungi da me difendere qualunque tentativo di censura, ma qui stiamo parlando di un'altra cosa. Qui stiamo parlando, in sostanza, di un filtro per minori, che il (maggiorenne) utente del servizio può disabilitare *totalmente* in un minuto.

La domanda da porsi secondo me è quanto funzioni bene o male. Per mia esperienza diretta direi che funziona solo fino ad un certo punto, essendo il sistema basato su blocklist, quindi il ragazzino che tentasse di accedere al "famoso sito a luci rosse che tutti conoscono" non ci riuscirà, il ragazzino un po' più deciso nel trovare a tutti i costi qualcosa di pruriginoso... beh, imparerà a sorpassare il filtro, come è sempre stato per i prodotti del tabacco, o per l'alcol, o mille altre cose...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Gringo
Eroe
Eroe


Registrato: 07/10/09 14:30
Messaggi: 59

MessaggioInviato: 21 Giu 2020 17:13    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Lungi da me difendere qualunque tentativo di censura, ma qui stiamo parlando di un'altra cosa. Qui stiamo parlando, in sostanza, di un filtro per minori, che il (maggiorenne) utente del servizio può disabilitare *totalmente* in un minuto.


Hai ragione.....
Con soli 4,90€/Mese puoi attivare l'opzione " TIM +18 " sulla tua linea di base.... "Scivola scivola scivola......".[/quote]
Top
Profilo Invia messaggio privato
{anna}
Ospite





MessaggioInviato: 21 Giu 2020 17:13    Oggetto: Rispondi citando

non ho mai capito perché pornografia no, mentre violenze e torture come (esempi a caso) in gomorra, saw, hostel, e videogiochi ad essi ispirati sì
Top
colemar
Semidio
Semidio


Registrato: 17/08/10 23:44
Messaggi: 393

MessaggioInviato: 21 Giu 2020 20:16    Oggetto: Rispondi citando

Ah si, dimenticavo di aggiungere che esiste già un filtro discretamente efficace e completamente gratuito: basta andare nei settaggi del router e inserire l'indirizzo dei 2 server DNS di CleanBrowsing
https://en.wikipedia.org/wiki/CleanBrowsing

Ovviamente se un utente minorenne è appena un po' smaliziato troverà come cambiarlo direttamente sul PC,... ma almeno prima deve trovare un modo per diventare Administrator (almeno per come ho configurato i miei PC di casa).

Il fatto è che la maggior parte dei padroni di casa non sa come fare neanche per entrare nei settaggi del router, per cui la legge obbligherebbe il provider a fornire un servizio analogo.

Io però preferisco che sia opzionale e non obbgligatoriamente attivato dal principio, ricadendo in tal modo come costo aggiuntivo sul canone.

Prevedo che nel caso in cui la legge entri in vigore la maggior parte dei provider se la caverà mettendo appunto quegli indirizzi DNS di CleanBrowsing o di un servizio equivalente, cosa che si può bypassare abbastanza facilmente.
Top
Profilo Invia messaggio privato
jack.mauro
Semidio
Semidio


Registrato: 07/02/15 16:44
Messaggi: 294

MessaggioInviato: 21 Giu 2020 21:30    Oggetto: Rispondi citando

SverX ha scritto:
Qui stiamo parlando, in sostanza, di un filtro per minori, che il (maggiorenne) utente del servizio può disabilitare *totalmente* in un minuto.


Sono d'accordo ad inserire un filtro, ma questo deve essere OPT-IN, non OPT-OUT.

Io attivo il mio abbonamento internet privo di filtro, poi SE desidero attivare il filtro, gratuito, "le pugnette rendono ciechi", allora volontariamente lo attivo.

Invece di filtrare il porno gratuito, pensassero a rendere il filtro che blocca gli 899&C attivo di default e disattivabile solo su richiesta......
Top
Profilo Invia messaggio privato
Undertaker
Eroe in grazia degli dei
Eroe in grazia degli dei


Registrato: 25/02/14 16:00
Messaggi: 152

MessaggioInviato: 22 Giu 2020 07:50    Oggetto: Rispondi citando

L'unico risultato sarà che i ragazzini inizieranno a prendere contatto con i servizi anonimi, sarà un brulicare di VPN, tor, mail anonime e dischi criptati.
Una generazione che crescerà molto sgamata e che sarà molto difficile da intercettare.
Inoltre oggi non tutti conoscono come fare a collegarsi e dove cercare nel dark web, ma se crei un proibizionismo inevitabilmente vedrai crescere il mercato nero.
Il dark web avrà un boom e chi gestisce i siti pedoporno su .onion vedrà raddoppiare il traffico dall'Italia.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9416

MessaggioInviato: 22 Giu 2020 09:51    Oggetto: Rispondi citando

Gringo ha scritto:
Citazione:
Lungi da me difendere qualunque tentativo di censura, ma qui stiamo parlando di un'altra cosa. Qui stiamo parlando, in sostanza, di un filtro per minori, che il (maggiorenne) utente del servizio può disabilitare *totalmente* in un minuto.


Hai ragione.....
Con soli 4,90€/Mese puoi attivare l'opzione " TIM +18 " sulla tua linea di base.... "Scivola scivola scivola......".


Fin'ora è sempre stato il contrario. Era assolutamente facile trovarsi abbonati (da mobile) a qualche servizio 'extra', indifferente se fosse pornografico, meteo, oroscopo, erotico, ecc..
Io inizierei a mettere il filtro a quelli... Rolling Eyes compresi eventuali banner a tradimento, sempre da mobile, con eventuale redirect, aprendo una banale notizia su Google now.
E non ditemi di installare questo o quello sul mio ormai vecchiotto smartphone, ho già provato, ha un calo di prestazioni non indifferente.

Io non darei in mano ad un minore di 14 anni uno smartphone, per questo motivo, e molti altri. Purtroppo di questi tempi già in 4 elementare ce l'hanno tutti. Il lock down ha poi anticipato questo 'passo' già dalla prima o seconda elementare.
Non che sia giusto mettere un blocco a priori, ma almeno il blocco dovrebbe essere facile da attivare, gratuito ed efficace, e non solo contro la pornografia.
Invece eventuali filtri, attivati dall'operatore erano pure a pagamento (antimalware e parental control).
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9416

MessaggioInviato: 22 Giu 2020 09:53    Oggetto: Rispondi citando

Undertaker ha scritto:
L'unico risultato sarà che i ragazzini inizieranno a prendere contatto con i servizi anonimi, sarà un brulicare di VPN, tor, mail anonime e dischi criptati.
Una generazione che crescerà molto sgamata e che sarà molto difficile da intercettare.
Inoltre oggi non tutti conoscono come fare a collegarsi e dove cercare nel dark web, ma se crei un proibizionismo inevitabilmente vedrai crescere il mercato nero.
Il dark web avrà un boom e chi gestisce i siti pedoporno su .onion vedrà raddoppiare il traffico dall'Italia.


Allora lo stesso risultato lo avresti anche se il blocco lo mette il genitore. O no?
Top
Profilo Invia messaggio privato
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10556
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 22 Giu 2020 12:28    Oggetto: Rispondi citando

jack.mauro ha scritto:
Sono d'accordo ad inserire un filtro, ma questo deve essere OPT-IN, non OPT-OUT.


in linea di massima sarei d'accordo, ma parlandosi di protezione dei minori si è preferito (almeno in UK) l' opt-out. Ovvero: ora sta a voi (e il filtro non blocca solo contenuti a luci rosse ma una discreta selezione di argomenti...)
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
{aldolo}
Ospite





MessaggioInviato: 23 Giu 2020 06:47    Oggetto: Rispondi citando

soldi buttati. neppure il governo cinese non riesca a toppare tutte le falle
Top
francescodue
Dio minore
Dio minore


Registrato: 26/09/08 10:00
Messaggi: 504

MessaggioInviato: 10 Lug 2020 23:36    Oggetto: Rispondi citando

In realtà ci sarebbe una soluzione efficace,ma richiede parecchio tempo: investire nell'istruzione. E non darla in mano a quattro mentecatti con i paraocchi.
Certo occorrerà qualche anno, ma i risultati saranno migliori.
Top
Profilo Invia messaggio privato
bdoriano
Amministratore
Amministratore


Registrato: 02/04/07 11:05
Messaggi: 14220
Residenza: 3° pianeta del sistema solare... (Barzotti)

MessaggioInviato: 11 Lug 2020 11:10    Oggetto: Rispondi citando

OPERAZIONE "DANGEROUS IMAGES"
Citazione:
La Polizia Postale e delle Comunicazioni ha concluso una complessa e delicata attività d’indagine che ha portato alla denuncia in stato di libertà di 20 minorenni, in concorso tra loro, per i reati di detenzione, divulgazione e cessione di materiale pedopornografico, detenzione di materiale e istigazione a delinquere aggravata.
L’attività è stata svolta dai poliziotti del Compartimento Polizia Postale per la Toscana coordinati dal Procuratore Capo della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Firenze, dott. Antonio Sangermano.
La vicenda è iniziata quando una madre lucchese, trovando sul telefono cellulare del figlio quindicenne numerosi filmati hard con protagoniste giovanissime vittime, si è rivolta alla Polizia Postale chiedendo aiuto.
...
Il più “anziano” del gruppo ha compiuto da poco 17 anni, il più giovane ne ha 13. A far parte delle chat dell'orrore vi erano anche 7 adolescenti, tutti 13enni.

C'è poco da aggiungere... le nuove generazioni non promettono nulla di buono. Shocked
Top
Profilo Invia messaggio privato
Maary79
Moderatrice Sistemi Operativi e Software
Moderatrice Sistemi Operativi e Software


Registrato: 08/02/12 12:23
Messaggi: 9416

MessaggioInviato: 11 Lug 2020 18:25    Oggetto: Rispondi citando

Le mele marce ci sono ovunque bdoriano, e non hanno sesso, età o etnia, non credo che senza pornografia quei ragazzini non avrebbero fatto quello che hanno fatto.... Sad
Top
Profilo Invia messaggio privato
bdoriano
Amministratore
Amministratore


Registrato: 02/04/07 11:05
Messaggi: 14220
Residenza: 3° pianeta del sistema solare... (Barzotti)

MessaggioInviato: 12 Lug 2020 08:56    Oggetto: Rispondi

Maary79, il problema non è tanto la pornografia in sé, quanto il fatto che si tratti di condivisione di pedopornografia e di immagini di mutilazioni e altre schifezze simili.

Negli ultimi giorni leggo spesso di baby-gang che si affrontano e utilizzano bottiglie rotte per ferire (più o meno gravemente) chiunque non gli stia a genio.
Abbiamo creato una generazione che prova piacere a causare dolore e sofferenza?

Per tornare in tema, non è il filtro previsto dal Parlamento che può ridurre il fenomeno. E' l'educazione della famiglia (in primis) e della scuola. L'amibente che ci circonda determina molto le scelte che facciamo.
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Ribelli digitali Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a 1, 2  Successivo
Pagina 1 di 2

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi