Indice del forum Olimpo Informatico
I Forum di Zeus News
Leggi la newsletter gratuita - Attiva il Menu compatto
 
 FAQFAQ   CercaCerca   Lista utentiLista utenti   GruppiGruppi   RegistratiRegistrati 
 ProfiloProfilo   Messaggi privatiMessaggi privati   Log inLog in 

    Newsletter RSS Facebook Twitter Contatti Ricerca
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Internet - generale
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
Zeus News
Ospite





MessaggioInviato: 06 Giu 2020 20:14    Oggetto: L'Italia censura il progetto Gutenberg Rispondi citando

Leggi l'articolo L'Italia censura il progetto Gutenberg
Il sito ospita solo libri di pubblico dominio, ma è bloccato per questioni di copyright.


 

 

Segnala un refuso
Top
{Jason}
Ospite





MessaggioInviato: 06 Giu 2020 20:38    Oggetto: Rispondi citando

il problema se c'era è stato già risolto.
Top
etabeta
Troll Sconvolto


Registrato: 06/04/06 10:02
Messaggi: 2663

MessaggioInviato: 07 Giu 2020 00:16    Oggetto: Rispondi citando

Purtoppo alla luce della normativa vigente non tutte le opere rese disponibili dal progetto sono considerabili di pubblico dominio.

Resta infatti prevalente il diritto di sfruttamento economico entro i 70 anni dalla morte dell'autore in capo agli eredi pertanto la diffusione di opere per cui detto termine non sia ancora scaduto, ledendo il diritto de quo, non sono distribuibili nemmeno gratuitamente.

Credo che il progetto sarà costretto a rimuovere tutte le opere di autori deceduti dal 1950 in avanti.
My twocents
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
SverX
Supervisor Macchinisti
Supervisor Macchinisti


Registrato: 25/03/02 11:16
Messaggi: 10530
Residenza: Tokelau

MessaggioInviato: 07 Giu 2020 11:41    Oggetto: Rispondi citando

personalmente non credo sia un errore da parte dei gestori del progetto, che saranno stati bene attenti a includere solo opere con diritti concessi

vedremo come andrà a finire...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
{baikal}
Ospite





MessaggioInviato: 07 Giu 2020 15:45    Oggetto: Rispondi citando

L'italia è un paese nauseante per 'giustizia', fisco, burocrazia, politica, scuola, ricerca (specie primaria), sanità, pensioni, ignoranza, egoismo e lassismo del popolino, ipocrisia generalizzata...
Niente di strano che blocchino un Progetto bellissimo, portato avanti, come altri progetti simili, con fatica e tantissima passione.
Primi fra gli ultimi, ultimi fra i primi.
Top
amldc
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 02/05/06 16:21
Messaggi: 1327

MessaggioInviato: 07 Giu 2020 23:11    Oggetto: Rispondi citando

etabeta ha scritto:
Purtoppo alla luce della normativa vigente non tutte le opere rese disponibili dal progetto sono considerabili di pubblico dominio.

Resta infatti prevalente il diritto di sfruttamento economico entro i 70 anni dalla morte dell'autore in capo agli eredi pertanto la diffusione di opere per cui detto termine non sia ancora scaduto, ledendo il diritto de quo, non sono distribuibili nemmeno gratuitamente.

Credo che il progetto sarà costretto a rimuovere tutte le opere di autori deceduti dal 1950 in avanti.
My twocents



Forse ti è sfuggito questo:
Citazione:

In questa vasta biblioteca digitale esistono in realtà anche alcuni titoli per i quali il copyright è ancora valido, ma la loro inclusione è stata decisa soltanto dopo aver ottenuto il permesso da parte degli autori o comunque dei titolari dei diritti.
Top
Profilo Invia messaggio privato
etabeta
Troll Sconvolto


Registrato: 06/04/06 10:02
Messaggi: 2663

MessaggioInviato: 08 Giu 2020 14:15    Oggetto: Rispondi citando

@amldc

Non mi è sfuggito ma proprio viste le loro parole che dimostrano ignoranza in tutto quanto è oltre oceano ovvero nel continente europeo
Citazione:

Il Ceo del Progetto Gutenberg, venuto a conoscenza dell'accaduto, è intervenuto su Twitter affermando di non avere idea di come ciò sia accaduto, anche perché non ci sono rappresentanti ufficiali del Progetto nel nostro Paese, dato che esso opera dagli Stati Uniti.

dubito si siano presi la briga di rintracciare gli eredi degli autori quanto meno italiani (ho verificato solo quelli) per cui i diritti sono ancora validi.

Se hanno le carte sarà un "falso positivo".
Le mettano sul tavolo.
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
yayo75
Eroe
Eroe


Registrato: 07/08/06 21:53
Messaggi: 54

MessaggioInviato: 08 Giu 2020 23:45    Oggetto: Rispondi citando

Mi domando se là dove chiudi un sito intero di materiale libero perché sospetti presenza di qualcosa di protetto (ovvero proteggi (?) quel poco di sospetto, ma impedendo accesso a quanto per contro ha diritto di essere accessibile), non vanga allora la logica inversa, secondo cui l'ipotetica presenza in un archivio protetto di un solo contenuto ingiustamente rivendicato dovrebbe quindi comportare l'apertura totale del sito per permettere la fruizione del singolo bene pubblico tenuto, diciamo così, in ostaggio?
hmm...
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
{Giampix}
Ospite





MessaggioInviato: 09 Giu 2020 10:42    Oggetto: Rispondi citando

Sul sito c'è questo avvertimento:
"Our eBooks may be freely used in the United States because most are not protected by U.S. copyright law, usually because their copyrights have expired. They may not be free of copyright in other countries. Readers outside of the United States must check the copyright terms of their countries before downloading or redistributing our eBooks. We also have a number of copyrighted titles, for which the copyright holder has given permission for unlimited non-commercial worldwide use."
Insomma, i responsabili sanno benissimo che in altri paesi esistono leggi diverse e che per alcuni dei titoli messi a disposizione esistono delle limitazionie che loro, da bravi americani, se ne fottono delle leggi degli altri.
Top
lucio_menci
Mortale adepto
Mortale adepto


Registrato: 14/10/14 11:41
Messaggi: 38

MessaggioInviato: 09 Giu 2020 13:31    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
Mi domando se là dove chiudi un sito intero di materiale libero perché sospetti presenza di qualcosa di protetto (ovvero proteggi (?) quel poco di sospetto, ma impedendo accesso a quanto per contro ha diritto di essere accessibile), non vanga allora la logica inversa, secondo cui l'ipotetica presenza in un archivio protetto di un solo contenuto ingiustamente rivendicato dovrebbe quindi comportare l'apertura totale del sito per permettere la fruizione del singolo bene pubblico tenuto, diciamo così, in ostaggio?
hmm...

È come dire rimettiamo in libertà quell'assassino perché è successo tante volte che non ha ucciso chi aveva davanti!
Top
Profilo Invia messaggio privato
etabeta
Troll Sconvolto


Registrato: 06/04/06 10:02
Messaggi: 2663

MessaggioInviato: 09 Giu 2020 13:46    Oggetto: Rispondi citando

{Giampix} ha scritto:
Sul sito c'è questo avvertimento:
"Our eBooks may be freely used in the United States because most are not protected by U.S. copyright law, usually because their copyrights have expired. They may not be free of copyright in other countries. Readers outside of the United States must check the copyright terms of their countries before downloading or redistributing our eBooks. We also have a number of copyrighted titles, for which the copyright holder has given permission for unlimited non-commercial worldwide use."
Insomma, i responsabili sanno benissimo che in altri paesi esistono leggi diverse e che per alcuni dei titoli messi a disposizione esistono delle limitazionie che loro, da bravi americani, se ne fottono delle leggi degli altri.


Tutto perfetto.
Solo sostituirei il bravi con palloni gonfiati. Very Happy
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
jack.mauro
Semidio
Semidio


Registrato: 07/02/15 16:44
Messaggi: 290

MessaggioInviato: 09 Giu 2020 15:04    Oggetto: Rispondi citando

lucio_menci ha scritto:
È come dire rimettiamo in libertà quell'assassino perché è successo tante volte che non ha ucciso chi aveva davanti!


Secondo me chiudere un sito (diciamo con 1000 libri) perché 1 è coperto da copyright, è come mettere in carcere un isolato, un quartiere (diciamo di 1000 abitanti) perché tra loro si nasconde un assassino.
Top
Profilo Invia messaggio privato
colemar
Semidio
Semidio


Registrato: 17/08/10 23:44
Messaggi: 391

MessaggioInviato: 09 Giu 2020 20:39    Oggetto: Rispondi citando

Un approccio che personalmente ritengo più corretto sarebbe avvisare i gestori del sito www.gutenberg.org che in base alla legge italiana alcuni dei testi messi a disposizione non sono liberi, dando loro diciamo 90 giorni di tempo per istituire un sistema di georeferenziazione IP che in caso di accesso dal territorio italiano escluda l'accesso a testi di autore italiano, o qualcosa del genere, visto che pretendere che siano esaminati i diritti di ogni testo rispetto alla legge italiana è un po' irrealistico.
Scaduti i 90 giorni in assenza di provvedimenti si può procedere all'oscuramento totale del sito in Italia.

Ma purtroppo mi pare che presso i tribunali italiani manchi la cultura informatica necessaria a discriminare.
Che succederebbe se oscurassero - per esempio - Rete 4 in base a una trasmissione che viola i diritti di qualche autore? Ma che dico, anche solo oscurare Facebook nessun tribunale si è mai azzardato, eppure è sicuro che ci sono migliaia di messaggi che linkano materiale con diritti riservati.
Forti con i deboli e deboli con i forti.
Top
Profilo Invia messaggio privato
yayo75
Eroe
Eroe


Registrato: 07/08/06 21:53
Messaggi: 54

MessaggioInviato: 09 Giu 2020 22:31    Oggetto: Rispondi citando

lucio_menci ha scritto:
È come dire rimettiamo in libertà quell'assassino perché è successo tante volte che non ha ucciso chi aveva davanti!


Non sono sicuro di aver capito cosa intendi, ma forse mi sono spiegato male io.

Il mio era un semplice ragionamento.

La proibizione, come anche una scadenza, ha senso se localizzata. Proibisci una cosa, cioè non il resto. E lo fai per un tempo dato, cioè poi basta.
Se non dai luogo anche alla seconda parte, la prima decade logicamente.

Il concetto fondamentale di una simile proibizione (parlo sempre di copiràit, e per proibizione intendo l'accesso vincolato, cioè non libero), non è di favorire chi produce sugli altri (dato che non tutti creano sarebbe più un privilegio che un diritto). Né stato, istituzioni e leggi nascono "dopo", con lo scopo di cristallizzare nell'umano una specie di potere primigenio sul proprio creato.
Semplicemente ti si tutela perché così sei incentivato a produrre per utilità pubblica (!). (Se un domani, ipoteticamente parlando, le condizioni di base mutassero, la tutela te la tirano via.)

Quindi, nella logica della garanzia del bene pubblico, tanto ci si dovrebbe spendere a proteggere il tutelato, tanto lo si dovrebbe fare per garantire il libero o lo scaduto (che se prima era tutelato perché aveva un valore, quando scade non diventa merda ^^).

Ergo c'è qualcosa che non va.
Quindi o dentro un mazzo blocchi una cosa e solo quella (tipo una letterina per chiedere "togliete quella cosa entro xx giorni, grazie"; e comunque perseguendo ugualmente la liberazione di quanto sia da intendersi libero altrove), oppure se blocchi un mazzo intero per una roba tutelata, ledendo però la tutela inversa di ciò che in quell'insieme è libero, ugualmente dovresti sbloccare tutto il mazzo quando trovi un contenuto libero indebitamente inserito in un mazzo di contenuti protetti (certo, nel bilanciamento dello sbaglio diverrebbe doppiamente sbagliato, ma almeno dove la prima opzione non fosse possibile sarebbe un bilanciamento, maldestro ma equo).

Poi si può discutere che quanto sia libero dovrebbe essere a disponibilità pubblica e se ne dovrebbero occupare appunto le istituzioni e lo stato e non i privati, ma questo e un altro discorso (cioè no, è sempre lo stesso discorso ma diventa troppo lungo)
Top
Profilo Invia messaggio privato HomePage
Gladiator
Dio maturo
Dio maturo


Registrato: 05/12/10 20:32
Messaggi: 9451
Residenza: Purtroppo o per fortuna Italia

MessaggioInviato: 28 Giu 2020 16:36    Oggetto: Rispondi

Alla fine, con un semplice disclaimer, quello riportato sopra, hanno risolto tutto ed il sito è di nuovo raggiungibile dall'Italia?
A me me pare 'na strunzata...
Top
Profilo Invia messaggio privato
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo argomento   Rispondi    Indice del forum -> Internet - generale Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi argomenti
Non puoi rispondere a nessun argomento
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi votare nei sondaggi